“Guardami negli occhi mentre ti mento!” 10 motivi che rendono credibili le bugie dette dai sociopatici by Donna Andersen

 

Titolo originale: 10 reasons why sociopaths’ lies seem so believable 
http://www.lovefraud.com/2016/11/28/10-reasons-why-sociopaths-lies-seem-so-believable/
Trad. C. L. Dias

Quando finalmente capiamo che quasi tutto ciò che lo psicopatico ci ha raccontato è menzogna, rimaniamo sconvolti. Com’è possibile che una persona riesca a mentire con tanta disinvoltura? E perché ci abbiamo creduto?

Ecco i dieci motivi perché le bugie dette dagli psicopatici sembrano vere:

  1. GLI PSICOPATICI METTONO SEMPRE IN RILIEVO LA LORO INDISCUSSA ONESTÀ

Sin dall’inizio gli psicopatici ci dicono il quanto apprezzano l’onestà e che la verità è la fondamenta dei loro rapporti personali. L’obiettivo è quello di convincere l’interlocutore della loro onestà di modo che un individuo, quando messo di fronte ad una delle loro bugie, stenti a credere alla realtà dei fatti.

  1. GLI PSICOPATICI MENTONO GUARDANDOTI NEGLI OCCHI

Alcuni esperti dicono che quando le persone guardano in alto o verso la destra mentre parlano stanno mentendo. Altri tecnici non sono d’accordo. Non importa, tutti noi crediamo che se una persona ci guarda dritto negli occhi mentre ci parla, lei ci sta dicendo la verità. Gli psicopatici lo sanno, ecco perché ci guardano direttamente negli occhi mentre mentono.

  1. GLI PSICOPATICI MISCHIANO VERITÀ E MENZOGNA

È il cavallo di battaglia degli psicopatici – mischiare verità e menzogna. Sappiamo che alcune cose dette dallo psicopatico sono vere (e lo psicopatico sa che lo sappiamo), di qui arrivare alla conclusione che tutto sia vero è un soffio per noi. Purtroppo sbagliamo.

  1. TUTTO È MENZOGNA

Un modo comune di scoprire le bugie è cogliere i cambiamenti nella storia.  Prima è andata così, dopo è andata diversamente. Con uno psicopatico, tuttavia, non ci sono cambiamenti percettibili nella storia perché lui inizia già mentendo per proseguire poi sulla stessa linea.

  1. GLI PSICOPATICI MENTONO SENZA MANIFESTARE ALCUN TIPO DI REAZIONE FISICA

Mentire provoca ansia nella maggior parte delle persone. L’ansia ha delle manifestazioni fisiche evidenti. Questi sintomi sono misurati dai poligrafi – cambiamenti nella frequenza cardiaca, nella pressione del sangue, nella respirazione e nella conduttività della pelle. Gli psicopatici, tuttavia, non s’importano nemmeno un po’ di mentire, quindi non vengono sopraffatti dall’ansia. Il risultato è che non ci sono cambiamenti fisici da osservare.

  1. GLI PSICOPATICI COPRONO LE LORO BUGIE CON ULTERIORI BUGIE

Quando rinfacciamo agli psicopatici le bugie che si sono inventati, loro ci raccontano ulteriori menzogne per coprire le originali. La maggior parte di noi non è capace di tenere tutte le menzogne perfettamente organizzate nella mente. Gli psicopatici, però, sono molto dotati in questo senso perché si ricordano perfettamente cosa hanno detto e a chi, di modo a riprendere la storia sempre che vorranno.

  1. IO NON TI HO MAI MENTITO!”

Quando messi alle strette su qualcosa che hanno detto, gli psicopatici abitualmente dichiarano con incredibile indignazione che non avrebbero mai avuto il coraggio di raccontarci una menzogna. Loro sono talmente enfatici nel dimostrarsi profondamente distrutti dai nostri dubbi sulla loro serietà che siamo noi a chiedere scusa (anche quando tutti i fatti sono contro di loro.).

  1. GLI PSICOPATICI MENTONO OSTENTANDO SICUREZZA

È difficile immaginare che una persona carismatica, seducente e sicura di sé possa essere anche tanto bugiarda. Loro non dimostrano alcuna esitazione quando mentono. Inoltre sembrano emanare un ordine per farci credere a ciò che dicono. Un ordine che ci viene spontaneo ubbidire.

  1. LE AFFERMAZIONI SONO TALMENTE SCONVOLGENTI CHE POSSONO SOLTANTO ESSERE VERE

Gli psicopatici possono affermare di essere soldati delle forze speciali, membri della legione straniera, scienziati con dottorato di ricerca, cristiani praticanti, capi spirituali e via col tango. Loro possono falsare o comprare diplomi e certificati, medaglie e altri documenti per dimostrare la veridicità delle loro storie. Voi non potete immaginare che una persona è capace di tanto per dimostrare che ciò che afferma è vero – e quindi finite per credere a ciò che vi dice.

  1. LA PRATICA PORTA ALLA PERFEZIONE, E GLI PSICOPATICI PRATICANO MOLTO

Più gli psicopatici mentono, più perfezionano l’abilità di mentire – e, tipicamente, gli psicopatici hanno mentito per tutta la loro vita. Ecco perché sono così bravi quando vi imbrogliano. Purtroppo, la maggior parte degli esseri umani non è brava a cogliere le loro bugie, ecco perché abbiamo ben poche possibilità di sottrarsi al loro gioco. Gli psicopatici mentono e noi non riusciamo a comprendere quando ci stanno mentendo  – e quando ci accorgiamo è troppo tardi.

Advertisements

41 pensieri su ““Guardami negli occhi mentre ti mento!” 10 motivi che rendono credibili le bugie dette dai sociopatici by Donna Andersen

    1. Già… Riflettiamo su quante/quanti ci lasciano la pelle cercando di salvare chi la salvezza (per come la vediamo noi) non la vuole e non la cerca. La realtà fa male, ma molto meno di loro. Teniamo i piedi ben saldi per terra perché l’illusione del cambiamento è la merce che vendono meglio. Un abbraccio affettuoso, C.

      Liked by 1 persona

  1. Quanta verità c’è in questo articolo. Io mi ritrovavo a dubitare di ogni cosa mi dicesse e lui indignato ribatteva che non credevo mai a nessuno. Gli facevo notare che era a lui che non credevo, non a tutte le persone con la quale avevo a che fare! Dentro di me ero sempre combattuta sul… sarà verità oppure menzogna? Che sensazione orribile!
    Posso confermare d’aver avuto prove tangibili di quanto leggo in questo articolo inoltre nel mio caso aggiungo che lui mi raccontava una marea di falsità, ma a suo dire la BUGIARDA ero io e, lo ripeteva continuamente e non solo a me. Dal canto mio mi sentivo totalmente impotente e più volte ero arrivata quasi a convincermi che avesse ragione.

    Liked by 1 persona

    1. Cara Antonella, ecco l’inferno sulla terra al quale sottopongono quotidianamente i loro partner, familiari, colleghi, conoscenti… per uno psicopatico la verità è ciò che racconta lui, non importa il quanto sia improvvisata. Nella sua mente TU DEVI ASSOLUTAMENTE CREDERE alle assurdità che ti getta addosso perché se ti rifiuti di accettare vuol dire che non lo ami abbastanza e che sei una persona – come hai perfettamente descritto – che non si fida di nessuno e quindi destinata a restare sola come un cane. Accusarti di essere bugiarda quanto loro è molto facile in un simile contesto: “Vuoi essere libera, ecco perché mi accusi senza motivo per le minime cose! Eppure hai detto che mi amavi alla follia guardandomi negli occhi, BUGIARDA!”. Gaslight. Lavaggio del cervello… Respira fondo e continua il tuo percorso che il peggio è passato! Un abbraccio fortissimo. C.

      Mi piace

      1. Da due giorni sto incollata a leggere tutto quello che avete pubblicato sull’argomento e sgomenta capisco che da be 7 anni vivo esattamente queste situazioni, mi chiedo se non esiste un modo diversa per uscirne, per riuscire a dare una svolta positiva, come rispondere ai suoi messaggi cercando di cambiare i suoi atteggiamenti, come si può fare per non perderlo?? per favore aiutami Claudileia

        Mi piace

      2. Carissima Dyna, se hai letto tutto e se hai riconosciuto la persona che hai accanto, dovresti chiederti come fai a volerlo accanto per il resto della tua vita… razionalmente sai che le tue speranze sono vane.

        Mi piace

      3. Ciao Dyna, benvenuta. Da noi tutti, qui, avrai la comprensione che difficilmente puoi trovare in chi ti circonda e pur volendoti bene fatica a credere ai tuoi racconti. Da noi tutti avrai affetto e anche la spinta a fuggire da un essere (mal-essere) del genere, una volta che tu sia certa che le tue sensazioni sono reali ed indiscutibili. Claudileia ti ha posto la domanda fondamentale: rispondi a quella sulla base della certezza che questi amori tali non sono, queste coppie tali non sono, questa vita tale non è. Le scelte da fare, in questi momenti, sono complesse e fanno paura, tuttavia sono necessarie al ritorno ad una vita serena e dignitosa. Tutto passa, stanne certa: ci vuole tempo e ci vuole impegno ma la sensazione di rinascere godendosi coscientemente il parto dal punto di vista del nascituro è fantastica. Un abbraccio.

        Mi piace

      4. Dyna mi ha posto una domanda molto semplice, caro Guglielmo: cosa fare per non perdere l’uomo che ha accanto. Un uomo (tra virgolette) che lei sa perfettamente cosa è capace di fare… Vuole dei consigli per farlo diventare diverso, per essere ‘buono’ con lei. La domanda ha una risposta unica: dimentica la tua dignità e fai finta di non sapere che lui ti inganna, che mente, che è sleale e disonesto, che ti maltratta e che quando sarai più grande ti cambierà per una più giovane perché non accetta il decorso del tempo. Quindi la risposta alla domanda di Dyna è quella di annullarsi come donna. Può sembrare molto dura, ma è l’unico modo per tenersi stretto un soggetto così. Spero che Dyna capisca la gravità insita nella sua domanda, che comprenda che l’abbandono è l’unico modo per smettere di soffrire per chi non ha nessuna voglia di cambiare. Finché Dyna resterà dentro il circuito con questa mentalità difficilmente ci ascolterà. Mi dispiace enormemente non poterla aiutare, ma non vendo illusioni qui dentro.

        Mi piace

      5. Ciao Claudileia. Io apprezzo infinitamente tutto ciò che ho appreso leggendo e scrivendo sul tuo blog proprio perché non vendi illusioni. Nel tuo messaggio di risposta a Dyna era insita la domanda più giusta possibile: sei sicura che valga la pena restare accanto ad un uomo così? A quella mi riferivo io nel mio messaggio. La risposta a tale domanda è no, come tu hai sempre sostenuto e come noi sappiamo bene: per noi intendo le amiche e gli amici che ne sono usciti o ne stanno uscendo. Credo che per Dyna oggi, come per me ieri, il momento più difficile sia quello di accettare che non ci sono alternative alla fuga, a meno che non si decida di annullarsi, com hai sottolineato e specificato tu.

        Liked by 1 persona

      6. Guglielmo, carissimo, il punto è che Dyna è sicura di perdere qualcosa di importante. Mi chiede consigli su come rispondere ai suoi messaggi senza rischiare di perderlo, il che significa che Dyna ha confuso totalmente l’obiettivo del mio blog, che non è quello di mandare donne e uomini al macello. Dyna soffre perché vuole tenersi un individuo perverso e non perché lo vuole lasciare.

        Mi piace

  2. Cara Claudileia, aiutami, ho tutto pronto per andare a vivere in un’altra casa, e non riesco a fare il passo necessario. Soffro a stare qua, e soffro uguale all’idea di ricominciare tutto da capo. Non c’è più niente qua per me oramai, ma sono paralizzata. Come posso convincere la mia mente fifona a muovere le gambe, muovere le braccia per fare le ultime valigie, la bocca per dire “io me ne vado”…. Cosa c’è ancora di storto in me che non mi protegge?

    Mi piace

    1. Carissima Alba, non c’è niente di ‘storto’ in te. Hai soltanto un’enorme paura di scoprire il quanto sei davvero forte e di contraddire tutto ciò che la persona che detiene le chiavi della tua gabbia ti ha fatto pensare fino ad oggi di te stessa, cioè, che sei una persona incapace di prendere una decisione che sfugga al suo controllo e di vivere senza di lui. La tua paura è più che legittima. Dopo anni di condizionamento dire finalmente ‘basta’ non è affatto una passeggiata, ecco perché la cosa può paralizzarti al punto di bloccarti nel dolore quotidiano che ben conosci, fatto di incertezza e di degrado della tua persona. Ecco, il dolore che hai da affrontare – quello del distacco dal tuo aguzzino – è qualcosa di nuovo per te e, come ben sai, ogni persona di buon senso pondera e riflette sui cambiamenti di modo scrupoloso e sincero. Il dolore che proverai lasciando alle spalle chi ti manca di rispetto è un po’ come i dolori della crescita per un bambino: piangono di notte perché le gambe fanno male, ma quando si guardano allo specchio e si vedono più alti del mese prima, sorridono soddisfatti! Non tentennare più, hai provato di tutto e hai visto che il quadro non cambia perché non c’è nessuna voglia, capacità e possibilità di cambiamento dall’altra parte. Il tempo è un bene prezioso, in lui si nasconde la nostra vita stessa. Non sprecarlo più con chi ti regala soltanto un simulacro di rapporto per rubarti i tuoi tesori!

      Mi piace

  3. Ti ringrazio sinceramente delle tue parole d’incoraggiamento, hai ragione, non posso più sprecare tempo…….Vi farò partecipi di quando imparerò a prendermi davvero cura di me e mia figlia. Un bacio.

    Mi piace

  4. È fatta, sono andata via. Grazie per il tuo supporto, grazie a tutti quelli che condividono le loro esperienze, diventano spunti e sostegno per chi è ancora nella nebbia. Grazie di cuore.

    Mi piace

    1. Alba, carissima, non voltarti mai indietro. È la tua vita affettiva e l’esempio da dare alla tua bimba che stai salvaguardando. Non accettare i suoi doni da vampiro quando ti cercherà e ricordati che è la tua energia vitale ciò che vuole. Proteggi la tua bimba da ogni esempio maschile fuorviante e cura il tuo corpo e il tuo cuore al posto di chi non è capace di prendersi cura delle cose belle della vita. Ti sono vicina! C.

      Mi piace

    2. Io sto leggendo ora e sono commosso. Sono felice per te, Alba, e per tua figlia. Qui avrai il sostegno di tutto, fosse anche solo morale. Abbi il coraggio di tenere più lontano possibile il tuo aguzzino. La serenità arriverà di certo. Un abbraccio affettuoso.

      Liked by 1 persona

  5. Siete adorabili, per il momento mi godo il profumo della libertà, l’assenza di sguardi duri, io e la mia ragazza, siamo serene insieme. È impagabile. Piano piano mi ricostruiro’ e poi affronteremo tutto quello che verrà. Un abbraccio a tutti.

    Liked by 1 persona

    1. Sarà una lunga e bella notte senza più tensione! E il giorno dopo: “oh, che bella colazione senza musi lunghi, recriminazioni o pesanti silenzi perché “l’esserino” ha litigato con l’ennesima amante, è stato rifiutato dalla ragazzina che corteggiava oppure non ha soldi per andare a cercare le sue lucciole preferite. E no. Dico sempre che la solitudine, anche la più nera, è preferibile a una non- vita così. La dignità, cara Alba, è ciò che ci rende donne e uomini liberi. W te!

      Mi piace

  6. Cara Alba, sono 23 giorni che ho fatto il tuo stesso salto. La sofferenza è stata ed è immane, profonda, la sento sin dentro le mie ossa…e allora, quando la tentazione di tornare con lui è forte, mi rivedo nel letto insieme a lui freddo e privo di emozioni che mi tocca come se fossi una “cosa, un oggetto” e non un essere umano con un cuore e un’anima, non un bacio nè una carezza o un tenero gesto ; mi rivedo quando desideravo fare l’amore ma non osavo chiederlo perchè non mi sentivo desiderata e lui si accostava a me solo 1/2 volte al mese ; rivedo la sua faccia disperata e la sua voce supplichevole che mi giurava su sua figlia che no, non aveva nessuna relazione con la sua cara amica, mentre invece il mio istinto e intuito mi dicevano tutt’altra cosa……ma poi ci ripensavo e mi dicevo no, non me l’avrebbe mai fatta frequentare …. ci impazzivo dietro a questo dubbio e spesso mi sentivo sull’orlo della follia , finchè ho scoperto che SI era proprio come avevo pensato. E ancora mi tornano in mente altre situazioni in cui io gelosa della sua amica 28enne e lui 50enne e lui a giurare che non c’era niente tra loro due …. e allora io mi vergognavo per averlo solo pensato ….e non ho dubitato di lui nemmeno quando ho trovato un preservativo usato nel nostro letto…”, Rivedo e ripenso a tutte le promesse mai mantenute e a tutti i progetti mai realizzati, alla mia ingenuità e al mio candore calpestati, al mio dolore oltraggiato e mai rispettato, rivedo e ripenso a tutte le bugie dette con un viso da bambino sofferente accusato ingiustamente, rivedo e ripenso a tutte le volte che ho trascurato i miei figli per stare insieme a lui, ripenso a come mi sono allontanata dai miei parenti perchè non li tollerava, rivedo i miei amici allontanati perchè ritenuti da lui inadeguati, rivedo lui che mi ridicolizzava con suoi amici e ripenso alle loro risate e io a ridere di me insieme a loro per non sentire e prendere consapevolezza di quanto tutto ciò mi ferisse, ripenso a quanto ignorante e stupida mi sentissi al suo cospetto e a quanto mi sentissi brutta e all’ impegno che mettevo per strappargli un complimento che non arrivava mai…..Ripenso al suo linguaggio volgare , al suo sarcasmo pungente e velenoso. RIVEDO E RIPENSO ad anni e anni di frustrazioni, litigi e tentativi di penetrare il suo cuore di pietra… Tutti questi ricordi mi danno la forza di andare avanti senza voltarmi indietro. L’ho lasciato tante volte e sempre con grande sofferenza, ma ogni volta ho fatto l’errore di voltarmi al suo richiamo e ci sono ricascata. So che il suo sguardo, il suo viso, la sua voce sono intrisi di un maleficio che annienta la mia volontà, ecco perchè questa volta non rispondo ai suoi messaggi e alle sue telefonate. Mai più vorrò trovarmi al suo cospetto, spero di non vederlo nè sentirlo finchè avrò vita … ho capito che è solo questo il modo per liberarmi per sempre di lui.

    Mi piace

  7. Cara Alba, io oggi festeggio un anno di no contact, che bella vittoria! Sai, proprio oggi pensavo che in quei momenti bui avevo perso tutte le mie capacità, nella testa avevo solo nebbia e stavo andando a rotoli anche finanziariamente grazie a quel mostro! Non hai idea di quanto sia appagante essere uscita dal tunnel,
    aver ripreso in mano la mia vita, sotto tutti gli aspetti, essere tornata quella che ero prima, forse anche più tenace e combattiva. Alba, sei stata grande ad allontanarti da lui e adesso rimboccati le maniche, non aspettarti un periodo semplice ma tieni duro, sei stata una grande persona ed hai preso la decisione migliore che potessi prendere per la tua bimba e per te. Io l’anno scorso, quando mi ero allontanata dal soggetto disturbato, mi ero fatta aiutare da uno psicoterapeuta ferrato in materia e mi è servito parecchio. Un grandissimo abbraccio e come ha già scritto Claudileia W W W Te!

    Liked by 1 persona

  8. Luisiana, leggo adesso la tua testimonianza, anche io come te prima del 25 aprile 2016, l’avevo lasciato almeno 10/15 volte, ma poi ci ricascavo ed ogni volta le sue cattiverie aumentavano, io usavo dire che alzava il tiro aumentando il carico, ovviamente di malvagità. In ogni testimonianza che leggo ci ritrovo la mia storia e mi rendo sempre più conto di quanta similitudine ci sia tra questi personaggi! Nonostante il mio anno di NO CONTACT sono qui e continuo a leggere del male che fanno, leggere e continuare a documentarmi mi ha aiutata e mi aiuta ad alimentare la mia consapevolezza e a non voltarmi più in dietro. Luisiana fa che i 23 giorni diventino il …per sempre. E’ dura lo so ma se ce l’ho fatta io (e ti assicuro che ero messa proprio male, lui é un mio collega, non aggiungo altro) ce la possiamo fare tutte/i. Un abbraccio affettuoso e forza, ce ne vuole tanta e ti auguro di cuore di arrivare a riconquistare la tua serenità come é successo a me e, ti/vi assicuro che fino a qualche tempo fa pensavo che non ne sarei mai uscita…invece…ce l’ho fatta!

    Liked by 1 persona

  9. Antonella, grazie per l’incoraggiamento. La tua testimonianza mi fa sperare che potrò farcela, anche se alcuni momenti sono terribili. Io ho 64 anni , ho avuto un’infanzia poco felice, un marito psicopatico per 20 anni e altri 20 vissuti con il N.P. Ho praticamente sprecato la mia vita e questo è un sacrilegio. Non so quanto tempo mi resta da vivere, ma quello che so di certo è che gli anni a venire li vorrò vivere senza di lui. Sono in terapia già da 8 mesi e grazie a questo spero di trovare quella serenità e quella gioia di vivere che non ho mai conosciuto.

    Mi piace

    1. Troverai entrambe le cose, cara Luisiana, e vedrai che la gioia di vivere non dipende più dagli altri, sopratutto (capirai!) dai soggetti perversi che sono passati per la tua vita, ma dalle risorse personali che hai sempre avuto e che tali soggetti hanno cercato di appropriarsi per bloccare la tua vita. Ognuno si diverte a modo suo e loro si divertono depredando l’energia di mezzo mondo per campare. Abbraccio grosso e guardia alzata. Sei fuori dal circuito ed è proprio questo il passo più importante della tua vita!

      Mi piace

      1. Quando un anno fa, grazie a questo blog, sono riuscita ad inquadrare il soggetto, sono rimasta sconvolta e la mia mente si rifiutava di accettare che anche lui appartenesse a quella categoria . Però a volte pensavo che lo vedessi tale perché arrabbiata dal fatto che mi aveva lasciata senza alcuna spiegazione (ai miei perché rispondeva col silenzio), così quando 6 mesi fa mi ha ricercata elargendo promesse, non solo ci sono ricascata, ma mi sono data della disturbata mentale per averlo catalogato tra i N.P. Purtroppo,( ma preferisco dire per fortuna perché a quest’ ora sarei ancora tra le sue grinfie) ha rivelato ben presto e nuovamente tutta la sua perversita’. Cosi stavolta ho capito che la mia dipendenza affettiva mi portava ad accettare e ad anestetizzare tutte le mortificazioni che il PERVERSO infieriva alla mia anima e al mio cuore. Sto soffrendo come tutte/i quelli che come me sono incappati nel MOSTRO, ma non mollo…. qui si tratta di scegliere di vivere o morire e io ho scelto e scelgo in ogni momento di VIVERE. Cara Claudia questo blog non serve solo ad incoraggiarci o a metterci il seme del dubbio che con il tempo diviene certezza, questo blog ci salva la vita. Grazie Claudia e grazie a tutte/i quelli che trovano il coraggio e la forza di scrivere qui, perché ogni testimonianza è una goccia di medicina che ci aiuta a capire, ci aiuta ad alleviare il dolore e finalmente a guarire.

        Mi piace

      2. Lo sforzo enorme che state facendo oggi per staccarvi da questi folli sarà ripagato un domani, statene certe. Vi racconto che io ora quasi mi diverto a smontare i giochetti della mia ex. Tuttavia è del tutto inutile, quindi è meglio utilizzare il tempo per altre attività. Questi folli non cedono di un millimetro nemmeno di fronte alla più chiara delle evidenze. Non arretrano manco morti. La mia usa puntualmente i figli per tentare di farmi sentire in colpa, senza vergogna alcuna. Sono esseri da voltastomaco, si salvi chi può. Resistete, qualunque sia la vostra situazione e qualunque età abbiate: la vita accanto a loro è sprecata.

        Mi piace

      3. Carissima Luisina, le tue commuoventi parole mi toccano nel profondo! Ritornano unicamente per certificarsi che ancora sei viva e che detengono il controllo su di te e sulle tue emozioni, è un mero esercizio di potere, una semplice curiosità. Finché non distruggono COMPLETAMENTE la tua autostima non sono soddisfati. Per avere la pancia piena vogliono il tuo crollo, la tua rovina, la distruzione dei tuoi legami, della tua bellezza e giovinezza, delle tue risorse economiche, della tua reputazione, della tua fede e della tua vivacità, della tua VITA. Soltanto quando ti affossano riescono a sentirsi grandi. Vogliono farti soffrire eternamente per loro e non hanno scrupoli nel cercare di raggiungere un obiettivo tanto crudele. Eppure sono sani di mente. E’ spaventoso, no? GRAZIE INFINITE!

        Mi piace

  10. Effettivamente forse è giunto il momento che tu ti prenda cura di te stessa e che impari ad amarti come la tua anima merita. A proposito, nemmeno io sono una ragazzina, di anni ne ho 55, ti comprendo e non ti nego che per un certo periodo di tempo anche io mi ero vista…finita, senza più prospettive! Oggi la penso in un modo diverso. Ti auguro veramente di cuore che la terapia unita all’amore ed alla cura che dovrai avere verso te stessa, ti portino a raggiungere la serenità che meriti.

    Liked by 1 persona

    1. Mi ritrovo ancora qui a prendermi la mia dose di conforto, unico posto dove mi sento al sicuro perché capita e sostenuta. Claudielia ti chiedo: ma questi soggetti come saranno nella vecchiaia? Soli o avranno ancora la capacità di manipolare altre povere vittime? Riusciranno ad accaparrarsi la vicinanza di una donna capace di tollerarli sino a tarda eta’?. Mi sono sempre chiesta che fine faranno quando il loro aspetto fisico sarà decadente tanto quanto il loro aspetto affettivo. Per quanto possa sembrare cinica, immaginarlo vecchio, decrepito e solo mi fa stare meglio…. sento riscattato tutto il mio dolore.
      Spero solo che tra qualche anno mi passerà anche questa curiosità, perché ciò vuol dire che me ne sarò liberata per sempre ma in questo momento mi gratifica pensare che farà una miserabile fine.

      Mi piace

      1. Carissima Luisina, se c’è una cosa che terrorizza a morte il soggetto narcisista patologico e il perverso/psicopatico, è proprio la vecchiaia. Ho scritto apposta un’articolo su questo, eccolo qua https://artedisalvarsi.wordpress.com/2015/11/17/invecchiare-con-un-narcisista-perverso-una-tragedia-greca-annunciata-e-senza-intervalli/. Soli non saranno MAI e poi MAI. Grazie alla loro capacità di fiutare le debolezze degli altri, riescono a parassitare le persone giuste. Per persone ‘giuste’ intendo coloro che accettano il patto di annullarsi completamente per vivere sotto l’egida delle loro follie quotidiane. Se scelgono per partner una coetanea/ un coetaneo il disastro è annunciato, perché vedono i segni della vecchiaia soltanto nell’altro, MAI in loro stessi. L’altro, ricordati, deve riflettere la loro bellezza e giovinezza SEMPRE. Un minimo disguido e sarà immediatamente SCARTATO come una scarpa vecchia (vide il “Ritratto di Dorian Grey”, capolavoro di Wilde che è il ritratto fiero del narcisista perverso patentato e del suo pessimo rapporto con l’età). Lo scarto del partner, però, non avviene fisicamente, ma mentalmente. Quindi il soggetto n.p. passa a rifiutare sessualmente il partner che sta invecchiando come lui, ecco perché spesso mollano le coetanee per donne più giovani oppure cercano di avere una corte di ammiratrici giovani per rifornirsi sessualmente. Vecchio e decrepito lo sarà, MA NON LO AVVERTIRA’ e questa, se ci pensi, è la peggior condanna che un uomo o una donna può avere: non avere il senso del ridicolo, il pudore e la decenza di accettare il decorso del tempo, comportandosi da eterni bambini. Tuttavia, anche quando hanno una partner molto più giovane non si accontentano. La loro logica è: ‘se questa qua ci è cascata posso conquistare pure altre, anche molto più giovani e belle di lei…”. Esattamente come i bambini viziati che hanno tantissimi giocatoli, loro continueranno a guardarsi intorno alla ricerca di altri. Sono persone affette da un’insoddisfazione cronica che non riescono a dare sfogo in un modo diverso dal sesso e dalla ricerca disperata e ossessiva per un pizzico di potere. Se tutta l’energia e l’ingegno impiegato nella formazione della loro Corte, con tanto di inganno e imbrogli a svariate persone contemporaneamente, fosse direzionato ad una forma di arte sarebbero dei geni indiscussi. Il punto è che sprecano tempo ed energia in tutto ciò che non ne vale la pena perdendo di vista ciò che davvero conta. Il risultato in tarda età è l’appiattimento creativo e la mediocrità, la frustrazione per non riuscire a capire esattamente dov’è che hanno sbagliato. Si guardano allo specchio e vedono un corpo che non risponde più all’ideale di bellezza che hanno in mente e quindi SOFFRONO, ma non per il male che hanno fatto agli altri, ma per il tempo impietoso che è trascorso. Non so se ti ho fatto stare meglio, ma non riesco a immaginare un destino peggiore di questo. Credimi, per un n.p. avere una persona accanto non vuol dire NULLA: si comporteranno sempre come se fossero soli e senza vincoli, ma il risultato di questa pseudo libertà è una tragedia che manco si immaginano quando il vigore fisico ancora c’è. E’ il triste destino delle persone incapaci di guardarsi dentro. Un destino che comporta un livello di infelicità talmente elevato da dover essere mascherato con un’immagine pimpante e teatrale degna delle migliori tragedie greche…

        Mi piace

      2. Nel caso del mio ex ( che bello poter dire ex) non credo che il sesso verrà usato per adescare, non ne ha mai dimostrato particolare interesse, nemmeno quando era più giovane, inoltre negli ultimi anni l’affarino gli funzionava proprio maluccio ( persino quando tentava con la pillolina ). La sua arte sta nel bombardare la vittima facendole credere di amarla alla follia. Mi chiedo se divenuto impotente (lo è già quasi ) avvertirà maggiormente la solitudine e comunque se la sua impotenza sessuale gli procurera’ sofferenza. Sarò cattiva ma in questo momento conoscere cosa lo farà soffrire maggiormente mi da sollievo. Spero che tra qualche tempo mi passerà anche questa curiosità, perché vorrà dire che ne sarò fuori veramente.

        Mi piace

      3. Non ti illudere, cara Luisiana, un narcisista perverso impotente ricerca la potenza da qualche altra parte, quindi la sua perversità potrebbe aumentare a dismisura fino a sfoggiare nel sadismo duro e puro. In buona sostanza sono soggetti che perdono la potenza erettiva ma siccome addossano agli altri la colpa di ogni cosa, cercano la soluzione del loro problema all’esterno, in altri corpi e situazioni limiti che non hanno niente a che vedere con la normalità di un rapporto di coppia. Non è scontato, ma può capitare questo…Cioè, una preghiera per le sue prossime prede! 😦

        Mi piace

      4. Mi viene la pelle d’oca leggendo ciò che scrivi… è vero bisogna pregare per le sue future vittime, sono donne che si imbattono nel diavolo senza saperlo… esattamente come è successo a me. Grazie Claudileia

        Liked by 1 persona

      5. Tu hai il vantaggio di saperlo e di essere uscita dal circuito senza aver subìto danni alla tua salute. Nonostante le ferite psicologiche che hai da guarire, carissima, sono convinta che ce la farai a ricomporti grazie alla consapevolezza del pericolo che hai corso. Le prossime prede potrebbero non avere le tue capacità con l’aggravante di ritrovarsi a letto con un soggetto che nonostante l’impotenza conclamata le faccia sentire inadeguate e brutte. Giustificando la miriadi di perversioni nate per compensare il suo problema, potrebbe tranquillamente incolpare loro per la mancanza di sex appeal. Prova ad immaginare un quadro più infernale di questo e vedrai che non esiste! 😦

        Mi piace

      6. Oh mio Dio!!! Poverina!!! La sua attuale vittima ha già subito un intervento chirurgico per neoplasia… come mi sento in questo momento? Un nodo alla gola e una stretta allo stomaco. .. so che non posso fare nulla per lei… Non mi crederebbe..però spero che si imbatta in questo blog e apra gli occhi prima che per lei sia troppo tardi. Capisco benissimo cosa vuoi dire. Ci sono stati momento in cui, quando ancora non avevo capito chi fosse, ho temuto anche per me, il dolore era talmente profondo che ho pensato che mi sarei ammalata di tumore. So che quando ci sentiamo profondamente feriti vi è un calo delle difese immunitarie e può succederci di tutto. In un primo momento pensavo che anche la sua vittima potesse essere una N.P ma alla luce di quello che tu hai scritto, mi si stringe il cuore vedendola inerme e vittima. Anche lei, come ero io, è una persona piena di energie, vitale con tanta voglia di vivere…. lui la distruggerà . Spero e le auguro di uscirsene quanto prima … vorrei poter fare qualcosa ma so che sono l’ultima persona che può aiutarla. Lui non esiste già nel mio cuore, continua ad esistere nel mio cervello come un intruso ed è su questo che devo lavorare. Spero ardentemente che la mia, le nostre testimonianze aiutino tante altre/i comprese quelle donne/uomini che vediamo come nostre/i rivali e nemiche.

        Liked by 1 persona

  11. L’espressione ‘persone tossiche’ non è stata coniata accaso. Descrive alla perfezione gli individui che ci fanno ammalare: ansia, tachicardia, gastrite, eruzioni cutanee, cefalee, tensione muscolare, depressione, attacchi di panico, disturbi alimentari, stanchezza cronica… Il corpo implode perché alcune delle nostre funzioni vitali dipendono del nostro benessere psicologico. La medicina psicosomatica è in grado di fornire una diagnosi precisa sui diversi fattori psicologici che hanno un’incidenza negativa sulla nostra salute. Indubbiamente, lo stress e l’ansia generata dalle persone tossiche ha un peso notevole in tutto ciò. Infatti, è assolutamente sconsigliato cercare le nuove prede per dirle chissà cosa! Finché non escono dal circuito perverso e dormono ‘il sonno degli schiavi’ lo difendono con le unghie e con i denti contro ogni interferenza esterna, anche a fin di bene. Possono essere malate e depresse, possono essere a conoscenza dei misfatti del perverso nei minimi particolari, ma per loro questo personaggio rappresenta TUTTO ciò che hanno e quindi tu saresti la cattiva che vuole distruggere la sua in-felicità. Prima o poi arriveranno alle giuste conclusioni, ma a quel punto potrebbero esserci di mezzo infiniti fattori che la costringono a tenerlo con sé. Elementi che vanno dalla paura della solitudine al dispiacere che procurerebbe al resto della famiglia ribellandosi all’orrore della sua vita di coppia. Si ammalano in silenzio. Soltanto gli occhi denunciano ciò che stanno vivendo. Loro sono noi, prima del risveglio. Sì, guardarle da lontano fa un male cane…

    Liked by 1 persona

  12. ansia, tachicardia, gastrite, eruzioni cutanee, cefalee, tensione muscolare, depressione, attacchi di panico, disturbi alimentari, stanchezza cronica .Bingo , me le fece venire tutte, i disturbi alimentari no ,anche se ho perso 12Kg quasi, pur mangiando normalmente.
    Ansia!. Si lamentava della mia ANSIA. Ditemi voi se a uno non viene l’ansia nel ricevere un SMS , in cui c’è scritto : ” Non respiro più , il cuore di sta fermando , spero di sentire la tua voce ” . Tu chiami e c’è il silenzio per 1 ora poi qualche bisglio e alla fine miracolo lei sta bene.
    Uno dirà meglio cosi!! E invece no ! Questo è gaslighting perchè lei si sentiva bene e lo faceva per ricevere attenzioni e mettermi alla prova . E cosi che si ci ammala.
    Ripeto sempre: Quello che viene riportato negli articoli non sono esagerazioni ma pura verità, anzi spesso sono “benevoli” quasi , l’orrore è anche peggiore.
    E come dice Cla, non cercata di avvisare NESSUNO, tanto non ci crederebbero, voi(noi) gli scarti siamo i cattivi i mostri quindi la nostra credibilità è zero .
    La mia ex ho saputo che si è fidanzata in casa prossima al matrimonio , alla faccia !!! Ricco , famiglia prestigiosa e benestante e “frescone” . Non è un insulto , mi riferisco sempre al consiglio di Cla anche se fosse avvertito non ci crederebbe. Gli amici che di lei conoscevo , mi hanno schifato e preso per i fondelli ,adesso non le parlano più ,l’hanno vista per quella che è. Un’arrampicratice sociale , bugiarda e disonesta. A fatto girare le scatole a persone di una bontà rarissima, che l’avevano sempre sostenuta moralmente e materialmente. Aver capito di essere stati usati credo sia stato molto brutto.
    Quando feci valere le mie ragioni perchè non ci stavo a essere infangato mi minnacciarono perchè ero un Bugiardo .Poi però……il sonno degli schiavi come dice Cla è finito.
    Ciao

    Liked by 1 persona

      1. No,cara , no “m’informo ” più da fine 2015 ormai. Mi arrivata notizia per Pasquetta da amici. Del tipo : ” sai che quella li adesso…. e quello lì ancora ci piange… “.
        Più che notizie su di lei , era comprensione . Mica mi credevano all’inizio . Chissà che le avevo fatto…
        Trattarla troppo bene, dico io..
        Io sò cosa è e che tutto quello che fà e dice è una bugia. Tutto veleno per la mente.
        OT.
        In passato ti ho scritto che lei o chi per lei passavano nel mio blog. Nel mese scorso e buona parte di questo mese ho avuto delle “visite” che definire inquietanti è poco, anche dal suo paese di origine.
        Forse è lei che vuole “informazioni” per farmi apparire ancora una brutta persona. Solo che mi pare difficile visto i miei articoli sul blog.
        Non capisco che vogliono questi. Sò di certo che la madre faceva riti di maledizioni su di me , me lo disse pure e che si faceva aiutare dal suo giro di amici. Ma ormai a che serve? Io sono sparito. Non ho nemmeno più foto di me su Fb o altri social,proprio per evitare cose strane. Qui non posso scrivere cosa di preciso,ma sua madre soleva passare tra gli amici foto di persone che lei reputava cattive e giù con “preghiere” di maledizioni.Visto nel brevissimo tempo in cui siamo stati “amici” su FB.

        Cla ,figurati quanto possa attirato da persone cosi perbene, mi spiace tantissimo averle incontrate semmai.
        Ciao cara , un abbraccione .

        Mi piace

      2. Mamma mia, pure riti di maledizione della ‘suocera’ ti sei beccato? Signore mio! Pensa a quanti voudoo mi hanno fatto certi soggetti n.p. abbandonati dalle partner ‘per colpa di quella scrittrice di m…’ e rilassati! Ahahahah. Molte lettrici girano i miei articoli ai loro soggetti poco raccomandabili nella speranza che ‘capiscano il quanto sono cattivi’ e capirai le letterine d’amore che mi arrivano! Oramai mi faccio due risate.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...