Il love bombing nei dettagli: come gli psicopatici vi tengono legati oltre la fine del ‘rapporto’. Il concetto di ‘anima gemella’ come strumento di manipolazione e di schiavitù psichica

Tratto da Psychopath Free: http://Book.PsychopathFree.com

Trad. C. Lemes Dias

_________________________________________________________

La fase di idealizzazione nei rapporti con soggetti psicopatici è qualcosa di mai esperimentata prima. Sarete trascinati e vi perderete all’interno di una fantasia passionale con qualcuno che vi emozionerà e vi ecciterà su tanti livelli: emotivo, spirituale e sessuale. Il vostro primo pensiero il mattino appena vi svegliate sarà lui/lei; vi metterete subito in attesa di qualche messaggio WhatsApp  molto divertente, carino e affettuoso che loro puntualmente v’invieranno per iniziare bene la giornata. Dopo un po’, starete già pianificando un futuro con loro. Le giornate monotone della vostra vita piatta sono ormai un lontano ricordo dal passato. Nulla esiste più. È lui/lei la persona con la quale volete trascorrere il resto della vostra vita.

Mentre questa rivoluzione interna accade dentro di voi, i pensieri dello psicopatico sono occupati da qualcosa di totalmente diverso. Qualcosa del tipo: “È fatta! Sta funzionando.”

Gli psicopatici non provano mai le cose che dimostrano. Sanno unicamente osservarvi per specchiare ognuna delle vostre emozioni e fingere di cavalcare la vostra stessa altissima onda. Perché quanto più alto salirete, tanto più in basso cadrete.

L’idealizzazione è il primo passo nel processo di grooming  dello psicopatico. Conosciuto anche come love bombing, si tratta di un processo che vi porta ad abbassare la guardia, aprire il vostro cuore e modificare la chimica del vostro cervello. Le lusinghe vi drogano attraverso gli ormoni secretati dalle aree cerebrali responsabili del piacere, che cominciano a essere rilasciati con maggiore intensità. Le lusinghe e i complimenti eccessivi  penetrano nelle vostre vanità e insicurezze più radicate, gettandovi a capofitto nell’illusione di avere certe qualità che nemmeno sapevate di possedere.

Lo psicopatico costantemente vi nutrirà con i suoi apprezzamenti, gli applausi, “l’ammirazione” e l’attenzione nei vostri confronti usando il suo telefono, Facebook e l’e-mail.

Nel giro di qualche settimana avete già raccolto un insieme di aneddoti vostri,  nomignoli affettuosi e musiche. Col senno del poi riuscite a comprendere la mancanza di senso della cosa ma, siccome eravate troppo dentro, era impossibile immaginare la vostra vita senza di lui/lei.

Come possono arrivare a raggiungere un simile risultato?

Dopo i regalini e le poesie, lo psicopatico fa leva su meccanismi consolidati di lavaggio del cervello per conquistarvi. Lui o lei pongono l’accento su  6 punti principali durante il processo di idealizzazione:

  1. “ABBIAMO TANTO IN COMUNE!”

La nostra visione di mondo è la stessa. Abbiamo lo stesso senso dell’umorismo. Noi due siamo talmente empatici da aiutare sempre i nostri amici e familiari. Noi siamo fatti per stare insieme.

Lo psicopatico ripetutamente batte il chiodo su questi punti, molte volte arriva persino a dire “siamo praticamente la stessa persona”. Lui spende la maggior parte della fase di idealizzazione sentendovi parlare mentre risponde allegramente di sentire la medesima cosa. Penserete  eventualmente che lui sia l’unica persona che avete mai conosciuto tanto simile a voi. E avete ragione. Perché è assolutamente impossibile (e sarebbe spaventoso) trovare due persone identiche in tutto.

Le persone normali hanno le loro diversità, il che rende la vita molto più interessante. Gli psicopatici, però, riescono a saltare questa “complicazione” perché non hanno un’identità propria. Non hanno il senso di loro stessi. Non riescono a trasformare l’esperienza di vita che hanno in una ferramenta utile per nutrire i loro bisogni, debellare le loro insicurezze e realizzare i loro sogni. Per questo rubano i vostri. Così come i camaleonti, riescono a trasformare parte della loro personalità per rendersi perfetti ai vostri occhi.

  1. ABBIAMO LE STESSE SPERANZE E SOGNI

Lo psicopatico non solo distrugge la vostra vita presente, ma cerca di farlo anche con il vostro futuro. Per cercare di aumentare la posta in gioco e l’importanza della relazione, loro vi faranno tantissime promesse per il futuro. Questo per assicurarsi che siete dentro la storia con tutta la vostra anima. Alla fine, chi vorrebbe buttarsi completamente in un rapporto senza alcun potenziale futuro?

Molte volte lo psicopatico fantastica grandi passi, discutendo con voi eventi importanti della sua vita. Potrebbe parlarvi di matrimonio o di ‘vivere insieme un giorno’, sempre che sia questo il vostro sogno, se sono piani importanti PER VOI.

Sono discorsi che nei rapporti sani solitamente vengono affrontati DOPO ANNI  di conoscenza. Ma voi non avete bisogno di tutto questo tempo! Sapete già che passerete il resto della vostra vita con questa persona! Se avete sempre sognato la vostra famiglia, i vostri figli, loro si caleranno perfettamente nel ruolo. Se volete aprire la vostra azienda, loro saranno il vostro braccio destro. Se il vostro matrimonio è infelice, loro avranno il piano perfetto per sostituire il vostro coniuge. Voi, però, comincerete a percepire un particolare importante in tutto ciò: tutti i loro piani sembrano implicare un sacrificio dalla parte vostra, ma mai dalla sua.

  1. ABBIAMO LE STESSE INSICUREZZE

Non vi parleranno mai apertamente su questo, ma gli psicopatici riescono a carpire le vulnerabilità altrui molto velocemente. Fanno da specchio alle vostre insicurezze per conquistarsi la vostra simpatia, per indurvi a ‘guarirli’ dai loro problemi con la stessa dedizione che vi attendete da lui/lei.

Le persone empatiche non si sentono attratte dal leccapiedismo sfacciato oppure dall’eccessiva confidenza, ma si sentono attratte da un’innocente in grado di capirle. Tutto ciò aumenta esponenzialmente quando riescono a riconoscere in un’altra persona le loro medesime insicurezze. Vedono qualcuno che si sente inferiore e credono di sapere come farlo sentirsi meglio.

Gli psicopatici non sono paragonabili a nessuno perché sembrano genuinamente apprezzare tutti i vostri sforzi. Loro vi paragonano con i/le loro ex e vi mettono al di sopra di tutti. Fingono che tutta la loro energia ha finalmente trovato un proposito dopo una vita all’insegna della frustrazione per le infinite mancanze di considerazioni e lamentele altrui.

Voi, quindi, guardate lo psicopatico/la psicopatica sotto la lente di ingrandimento della compassione, cosicché i vostri istinti naturali non possono esimersi di affiorare con prepotenza. Il risultato è che cercate di fare l’impossibile per dimostrare il quanto lui/lei sono importanti per voi. Gli psicopatici, invece, osservano le insicurezze di una persona su di un’altra lente. Per loro sono una ferramenta per manipolare e controllare gli altri.

Porsi nella posizione infantile del poverino che ha bisogno di tanta comprensione, costituisce il modo perfetto per mascherare le loro vere intenzioni.

  1. CHE BELLA/O CHE SEI!

Le persone psicopatiche sono ossessionate dall’apparenza. Non incontrerete facilmente un altro essere umano che faccia con la stessa frequenza dei commenti sui vostri vestiti, sui vostri capelli, sulla vostra pelle, sulle vostre foto o su qualsiasi altra qualità superficiale abbiano scelto di concentrarsi in un determinato giorno. Prenderete tutti come dei complimenti veri e sinceri, poiché gli psicopatici sanno simulare alla perfezione la loro meraviglia per quanto siete belli/belle; affermano addirittura di non sentirsi degni di essere i vostri partner e che in giro non c’è nessuno più attraente di voi, ecc. (cosa fa di questo un complimento, io francamente non lo so!).

Sulla base del punto precedente, nel quale abbiamo parlato delle insicurezze, tutti questi complimenti ritorneranno allo psicopatico come un boomerang. Sostanzialmente perché volete rassicurarli della propria adeguatezza nei vostri confronti, dare loro la certezza di essere adatti a voi, far sì che sappiano che voi pure li trovate irresistibili.  L’obiettivo di uno psicopatico è semplice: sommergendovi di complimenti, sanno di potersi attendere la vostra adorazione di rimando. Ecco perché all’improvviso si sentono a loro agio mostrandovi le loro fotografie (anche quelle di infanzia).

A questo punto il rapporto tra voi si trasforma in uno scambio infinito di lusinghe e di mutua approvazione.

Cominciate, quindi, a mettere la vostra autostima nelle loro parole, perché sono positive e provenienti da una fonte che gode della vostra fiducia. Vi sentite addirittura raggianti. Il vostro corpo si modifica con l’aumento della fiducia in voi stessi. Fiducia provocata dall’effetto delle loro parole su di voi. Vi impegnate di più per migliorare la vostra apparenza, così da riuscire a impressionarli ulteriormente.

  1. MAI MI SONO SENTITO/A COSÌ PRIMA DI TE

È proprio qui che danno il via ai paragoni infiniti. Loro vi hanno messo su di un piedistallo, vi hanno detto che eravate al di sopra di ogni rapporto precedente. Vi spiegano – con dovizia di particolari – ognuno dei motivi per i quali voi siete meglio delle/dei loro ex. Loro semplicemente non ricordano l’ultima volta in cui sono stati tanto felici!

Passate a sentire dichiarazioni d’amore sconvolgenti del tipo “Non posso credere a quanto sono fortunato/a ad averti”. Affermazioni del genere giocano con il vostro desiderio innato di rendere felice una persona. Loro vi convincono di essere i responsabili per dare loro una specie di felicità, un qualcosa che non riescono a identificare in nessun’altra persona al mondo. Il che diventa per voi un motivo di orgoglio: avete la certezza assoluta di essere la persona prescelta da qualcuno, nonostante tutte le altre/gli altri.

Lo psicopatico si riferisce a voi come degli esseri “perfetti”, “impeccabili”, “senza difetti”. Sono parole forti che diventeranno a posteriori il nucleo della dissonanza cognitiva che vi schiaccerà quando le parole inevitabilmente si trasformeranno in “la pazza/il pazzo” e “la gelosa/il geloso”.

Quando cominciate ad analizzare i vostri ricordi, tenete ben presente che i loro complimenti sono sempre stati superficiali e calcolati. ERANO PAROLE USATE PER TUTTI. Per ogni preda la fase di idealizzazione è diversa, ma una sola cosa resta inalterata in tutti i loro ‘rapporti’: gli psicopatici, di fatto,  mai nella vita si sono “sentiti così” perché non sono in grado di sentire niente per nessuno né di provare l’amore e la felicità che tanto frequentemente affermano di provare. Oscillano tra il disprezzo, l’invidia e la noia. E non vanno oltre.

  1. SIAMO ANIME GEMELLE!

Gli psicopatici amano sfruttare il mito delle anime gemelle. Si tratta di un concetto molto diverso dall’amore, poiché implica qualcosa di molto potente e arcaico, cioè, che voi siete nati per stare insieme, il che significa che possono consumare il vostro intero essere – la mente e il corpo – creando un legame psichico che va oltre la fine del rapporto.

Forse c’è una parte dentro di noi che desidera trovare l’anima gemella. La persona perfetta per completare la nostra vita. Qualcuno da poter condividere tutto, un’amante e miglior amico.

Precisiamo che non c’è nulla di sbagliato e che credere a questo concetto non vi rende persone deboli o ingenue.

Il punto è che gli psicopatici manipolano i vostri sogni e le vostre fantasie.

Dopo essere stati scartati dagli psicopatici, molti sopravvissuti condannano tutto della propria vita fino a quel momento, alzando permanentemente la guardia per proteggersi da successivi abusi.

Per favore, non lo fate.

Se credete nelle anime gemelle, troverete la vostra, a patto che sia una persona vera. Troverete qualcuno di veramente compassionevole, gentile e affettuoso. Capirete che è la vostra anima gemella quando il vostro cuore non metterà in dubbio ogni cosa, quando il vostro amore accadrà naturalmente senza che ci sia di mezzo una passionalità artificialmente fabbricata.

Uno psicopatico non può essere l’anima gemella di nessuno.

Non può essere e mai lo sarà.

Per essere l’anima gemella di qualcuno è necessario avere un’interiorità che loro, ovviamente, non ne hanno.

______________________________________

 

16 pensieri su “Il love bombing nei dettagli: come gli psicopatici vi tengono legati oltre la fine del ‘rapporto’. Il concetto di ‘anima gemella’ come strumento di manipolazione e di schiavitù psichica

  1. Conoscevo una spiegazione diversa circa la fase dell’idealizzazione : cioè lui realmente ci idealizza perché non accetterebbe mai di stare con qualcuno che vale meno di lui . All’inizio del rapporto lui si è quasi scusato per non aver un naso perfetto . Tutto falso ?

    Piace a 1 persona

  2. Mi ritrovo in pieno in tutta la disamina del love bombing, rigo per rigo, tutto è stato identico nella mia storia, dopo undici mesi e direi un Po tardino, ho cominciato a notare che tutte queste attenzioni non potevano essere normali, con un sacrificio immenso ed una forza di volontà fuori dal comune ho troncato la storia, iniziando io il No Contact, questo però ha scaturito la vendetta della narcisista, la storia era molto privata e la ha fatta diventare di pubblico dominio ed altre cose come l’accelerazione del disprezzo nei miei confronti, il parlare male, praticamente ho scatenato la fase di svalutazione.Io sono stato fortunato a riuscire a sottrarmi anche perché ho approfittato di una malattia della manipolatrice che le ha fatto perdere temporaneamente l’ attenzione su di me, ed auguro a tutti/e di essere fortunati come me, attenzione non si tratta di bravura, perché non c’è intelligenza che tenga a queste lusinghe che fanno. Complimenti all’autrice per l’articolo.

    "Mi piace"

    1. Certo, Joe, che aspettarsi una malattia per squagliarsela è proprio brutto… La campagna denigratoria è terribile, lo so. Ci vogliono nervi saldi per non chiamare uno ad uno dei soggetti ‘informati’ dalla narcisista e mettere i puntini sulle “i”, anche perché sarebbe una mossa controproducente: loro giocano MOLTO di anticipo e sono abituati a imbrogliare. Comunque sia andata, benvenuto!

      "Mi piace"

      1. Certamente Claudileia allontanarsi in un momento del genere dal punto di vista umano è terrificante però non posso nascondere che ho realizzazzzato grazie alla calamità che è caduta addosso alla narcisista se no sarei rimasto ancora invischiato nel suo love bombing, Anche perché quando hanno una vittima di buon livello tengono a trattenerti con ogni mezzo, credo siano molto interessati al livello sociale della vittima, condivido,altresì, il tuo consiglio, di non avvicinare le persone falsamente informate, che sono proprio quelle persone con cui ti idolatrava e che ha criticato e diffamato quando stava con me ,questi poveretti che ne possono sapere quanto sono stati traditi, comunque sono trascorsi quasi due mesi, ancora sono ammaccato mentalmente e credo qualche ammaccatura può restare a lungo ma la cosa più importante che malgrado tutto,me ne sono liberato, grazie.

        "Mi piace"

  3. Se la persona non presenta queste 6 caratteristiche, ma anzi sin da subito ha dimostrato la persona che è ( molto strana) posso dire che fosse narcisista?

    "Mi piace"

    1. Cara Elena, l’articolo tratta UNO dei tanti elementi che fanno sospettare psicopatia o quantomeno un disturbo. Conveniamo che tutti siamo un po’ “strani” quindi la cosa migliore per te che non sei ancora dentro è fidarti della tua intuizione: ti senti a tuo agio con questa persona? Senti qualcosa di misterioso che non ti è ben chiaro? Ti consiglio gli articoli del blog che affrontano questo tema, poi partire da questo https://artedisalvarsi.wordpress.com/2015/07/21/lintuizione-una-potente-strategia-di-difesa-contro-le-trappole-perverse/ Un abbraccio e benvenuta!

      "Mi piace"

      1. Ci siamo già lasciati… il punto è che per per i 5 mesi in cui siamo stati insieme, anche se per dei mesi vivevamo a distanza lui è sempre stato uguale, sempre in linea con la persona problematica che era. Mai una volta ho percepito violenza o ho pensato potesse mentirmi, anzi sapevo che ci tenesse a me.
        L’unica volta che si è arrabbiato è stato quando mi ha lasciata, ma sempre ribadendo che lui mi amasse e ci tenesse a me, ma che a distanza non potesse andare ( ovviamente in questo caso la colpa era la mia)
        Può trattarsi di narcisismo?

        "Mi piace"

      2. Cara Elena, non credo proprio. Se una persona è sempre stata coerente con te perché pensi che sia una narcisista? Usi termini come “strano” e “problematica” che sono entrambi molto vaghi. Questo ragazzo non voleva un rapporto a distanza e mi sembra giusto avertelo detto. Se si trattasse di un narcisista ti avrebbe tenuta al calduccio mettendoti magari mille corna mentre giurava di amarti.

        "Mi piace"

  4. Di solito si vengono a sapere le corna ? Perché anche dopo che ci siamo lasciati lui era sempre solo, le mie amiche me lo hanno confermato. E soprattutto nonostante parlasse male delle ex, non l’ho mai visto in atteggiamenti intimi con altre ragazze.
    Infine appunto, mai ha provato a fare ciò che io volessi, anzi, sin da subito ha mostrato tante debolezze ed insicurezze. Diciamo che sono stata io quella più dietro la relazione che lui all’inizio. Però eravamo presissimi entrambi.

    "Mi piace"

    1. Cara Elena, dai tuoi commenti hai vissuto la normale rottura di una storia che non si reggeva a distanza. Non è perché un rapporto finisce che dobbiamo etichettare una persona come disturbata per forza. Dopodiché ognuno di noi ha un livello di narcisismo che può essere basso o alto, sano o malato. Ora, il ragazzo è stato molto chiaro con te: non vuole un rapporto a distanza che probabilmente lo rende ancora più insicuro. Ossia, mi sembra consapevole delle sue fragilità, altrimenti ti avrebbe tenuta anche a distanza facendosi gli affari propri. Cerca di riprenderti, so che non è facile quando ci teniamo a una persona. Davvero, non cercare di attribuire al tuo ex un’etichetta qualunque per sentirti meglio. Non è questo che facciamo qui. Ora hai il cuore spezzato e vuoi farti una ragione attribuendo al tuo ex una etichetta che lenisca il tuo dolore, in qualche modo. Cara, forse gli articoli ti aiuteranno un giorno, perché servono per informare sull’esistenza di queste persone… (spero davvero che non le incontri mai, perché non auguro a nessuno di inciampare in soggetti veramente disturbati!) Un abbraccio!

      "Mi piace"

  5. Nono assolutamente!
    Io vorrei proprio che non lo fosse, altrimenti non riuscirei a pensare che avesse finto tutto questo tempo. Ma ripeto mai e poi mai ho percepito finzione in lui… però appunto neanche una persona normale

    "Mi piace"

  6. Purtroppo è finta un anno fa…
    ma comunque recentemente l’ho rivisto e lui dice che non vuole avere niente a che fare con me, ma… manda dei segnali nascosti che sembrano significare altro

    "Mi piace"

  7. Devo davvero fare i complimenti. L’articolo è scienza. A me, uomo di 50 anni, è accaduta esattamente la stessa cosa come vittima. Sposato con figli sono caduto in questura trama. Davvero, mi è venuta la pelle d’oca a leggere il contributo. Eccellente, vero, dirimente!!!
    Grazie

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...