Il love bombing e l’euforia della preda: il contatto zero come misura detox

Fonte: https://boundariesofthesoul.com/2015/02/15/narcissist-abuse-being-hooked-by-the-illusion/
Autore: Dr. Nicholas Jenner, terapeuta specializzato nel ricupero delle dipendenze affettive, tra i suoi scritti trovate Our Quest for Happily Ever After, disponibile in e-book su https://www.amazon.co.uk/Our-Quest-Happily-Ever-After-ebook/dp/B01HY67V4U/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1470395122&sr=8-1&keywords=our+quest+for+happily+ever+after
Trad. C. Lemes Dias

_______________________________________________

Come esseri umani, abbiamo una capacità infinita di vedere il bene negli altri: perdoniamo, dimentichiamo, concediamo il beneficio del dubbio. Nonostante queste siano qualità ammirevoli, a volte possono portarci alla mancanza di obiettività nella vita. Obiettività di cui abbiamo bisogno per prendere delle decisioni. Per quanto riguarda le relazioni affettive possiamo reagire in modo appropriato e tempestivo se ci sono abbastanza prove evidenti: maltrattamenti fisici, infedeltà, abbandono, sono tutti segnali che ci invitano all’allontanamento veloce. Tuttavia, chiunque sia stato coinvolto in un rapporto del tipo affettivo con un narcisista sa bene che tali segni non sono mai evidenti e, anche quando lo sono, spesso è soltanto la punta dell’iceberg.

Appena siete coinvolti in un rapporto emotivo con un/a narcisista, il mondo vi sembra il posto migliore dell’universo. All’improvviso vi sembra che la strada sterrata che avete camminato fino a quel momento sia diventata benedetta e che vi offra tutte le cose che vi sono mancate nella vita: l’attenzione (emotiva e fisica), la comprensione (in quantità incredibili!), la speranza (che il vostro futuro sarà più luminoso), il tutto dato in abbondanza all’inizio della relazione. È come un dono che continua a dare. Vi chiedete dov’era questa persona nel corso della vostra vita e perché ci ha messo così tanto tempo per trovarvi! Passate a credere a tutti i luoghi comuni del tipo: “amore a prima vista”, “ogni pentola ha il suo coperchio”, “tutte le cose buone arrivano a chi le aspetta” “questa è la mia anima gemella”.

Siete spazzati via in un’ondata di abbandono emotivo con una persona apparentemente affine alla vostra stessa mente; una persona che ha a cuore soltanto i vostri interessi.

Vi innamorate completamente e senza riserve, abbassate la guardia e non ascoltate il ​​vostro istinto, che potrebbe contenere alcuni segnali di avvertimento come le cose strane che vi dicono, il modo in cui litigano con i precedenti partner, quelle occasioni in cui vi siete detti: “Ok, ma questo era davvero strano“.

Vi convincete che sarete voi a cambiarli, che saranno diversi con voi e date la colpa agli ex-partner. CREDETE FINO IN FONDO NELL’ILLUSIONE e rinunciate alle vostre attività, a volte ai vostri amici, non ascoltate le voci di dissenso e date tutto a quella persona. A voi non importa la strana sensazione di retrocedere oppure che il nuovo partner, in certe occasioni, vi appaia emotivamente distante o inaffidabile. Avete sempre una giustificazione per questo e quello: alla fine tutto andrà bene se vi sposerete e metterete al mondo dei figli… tutti possono cambiare, no?

Le cattive notizie sono… LORO NON CAMBIANO.

Vi siete innamorati di qualcosa che non è mai esistita. Una volta che l’euforia si spegne, il vero personaggio arriva. Potete pure provare a tenere una tigre per la coda, ma sarà solo una questione di tempo prima di essere morsi. La relazione, tuttavia, può funzionare apparentemente anche per lunghi periodi, ma solo agli occhi degli altri. Agli estranei può sembrare una partnership da sogno: “Questi due sono fatti l’uno per l’altro!”…

A questo punto dobbiamo spiegare che la coppia più probabile in questo scenario è del tipo co-dipendente-narcisista.

Un co-dipendente mette tutti al di sopra di lui e continua a dare tutto (a suo discapito), il narcisista si mette al di sopra di tutte le persone che gli stanno attorno e continua a prendere tutto (a proprio vantaggio). Sono come due pezzi di un puzzle in un’immagine malsana e irrealistica di armonia. La veste del co-dipendente crea un ambiente che fa sentire comodo il narcisista: i co-dipendenti diventano indispensabili, si martirizzano, credono che caricandosi esageratamente ogni responsabilità sollevino da ogni peso il narcisista, di modo che si danno la colpa per tutto. Il narcisista, privo di compassione e di capacità di amare, succhia la vita del co-dipendente, ma permette al signor o alla signora “Seduzione” di riapparire per riagganciarlo di nuovo, ogniqualvolta senta l’odore dei limiti imposti dal co-dipendente, o la sua ribellione. E così continuano, fino a quando non viene raggiunto un punto di non ritorno: o il co-dipendente impara modi sani per stabilire e mantenere i confini, costringendo il narcisista a cercare la sua prossima vittima, dopo aver subìto l’ira di Dio (si noti: non è mai così facile!) oppure il narcisista scarta quando non c’è più niente da prendere (ma di solito cerca ancora di riagganciare il co-dipendente, ad un certo punto).

Vi suona familiare? Nella mia pratica, mi occupo di questo tipo di relazione tutto il tempo e una volta che vi rendete conto di averci a che fare con un/a narcisista (c’è da dire che alcune persone non se ne rendono conto fino alla fine!), il mio consiglio è chiaro: allontanarsi il più presto possibile e mettere in atto il contatto zero. Sono misure estremamente difficili da iniziare e molti tentennano, perché è l’esatto opposto di quello che è stato il comportamento normale per un co-dipendente. Quando dico contatto zero, voglio dire esattamente ciò che significa: escludere ogni mezzo possibile di contatto con i vostri predatori, come l’email, il telefono, gli sms, i social media… ovunque il signor o la signora “Seduzione” possano sguazzarci. Bloccare, bloccare e bloccare! (Dobbiamo fare una distinzione qui tra il contatto zero e il trattamento silenzioso, che è spesso uno strumento di punizione per i narcisisti. Il trattamento silenzioso è un metodo abusivo che dà il seguente messaggio: siete sotto la soglia del disprezzo e indegni di essere contattati. Il contatto zero, invece, è una misura protettiva che vi consente lo spazio adatto al recupero e l’auto-guarigione). Che cosa succede se avete dei figli in comune con un narcisista? Siete costretti ad avere un contatto? Purtroppo sì. Tuttavia, mantenere la comunicazione focalizzata unicamente sui bambini si rivela un metodo di comunicazione efficace per voi. Ad esempio, creare un nuovo indirizzo email dove indirizzare questa comunicazione e, se è troppo difficile da controllare le reazioni emotive, chiedere a una persona amica di filtrarla, individuando quelle importanti. Non cedete mai a richieste di visite spontanee. Gli orari in cui il vostro ex partner vede i bambini vanno regolati, attenetevi a loro.

Parte del processo di recupero consiste nel riversare l’amore che avete dato alla persona narcisista  all’interno, verso voi stessi. Dopo anni in cui vi hanno detto direttamente o indirettamente che non eravate abbastanza bravi e che la colpa di tutto era vostra, questo nuovo modo di pensare potrebbe richiedere del tempo.

È comunque un lavoro che vale la pena fare.

Capire come siete entrati in una situazione in cui vi hanno maltrattati e manipolati può essere estremamente illuminante per creare uno spazio emotivo in cui la relazione GIUSTA per voi può finalmente concretizzarsi.

 

17 pensieri su “Il love bombing e l’euforia della preda: il contatto zero come misura detox

  1. Anche queste: parole sante!
    Quando ho conosciuto lui mi é sembrato di vivere una bellissima favola, con un uomo che diceva di amarmi alla follia, che mi ripeteva quanto fossi speciale in tutto, ecc. Eppure non mi sono mai sentita veramente a mio agio, ho sempre avuto una strana sensazione dentro di me. Un giorno mi scrisse in un messaggio: “Sei perfetta, sei come vorrei che tu fossi..” E questa frase mi fece un po´ pensare ma accecata dall´amore ho solo visto una grande dichiarazione d´amore che andava oltretutto a rafforzare l´insicurezza di me stessa. Lo stesso uomo, però, ha usato il trattamento del silenzio quando ci sono state delle piccole discussioni, ignorando costantemente ogni mia chiamata e messaggio. E se rispondeva faceva la vittima, dicendo che si sente male, che non riesce ad essere lucido, che ha la vista annebbiata, ecc. Talmente bravo a manipolare che alla fine mi sono SEMPRE scusata anche quando non avrei dovuto!! Questi elementi sono cosí: affascinanti, di bell´aspetto e dei grandissimi manipolatori perché ti fanno sentire la loro regina e un secondo dopo come se non fossi mai esistita! E quando ci furono questi episodi mi sentivo spaesata, non sapevo più chi avevo difronte. Talmente era grande la poca stima di me che anch´io mi sono addossata tutto per alleggerire lui! E quando ho iniziato a dire basta e a porre dei limiti mi ha lasciata da un giorno all´altro, quando pochi giorni prima mi aveva detto di essere la sua vita! Evidentemente non ero piú la sua bambolina che gli pagava tutto e che accondiscendeva a tutto. Mi diceva di non essere troppo accondiscendente ma se mi opponevo faceva l´offeso!
    Non dimenticherò mai quello che mi scrisse quest´estate quando mi chiese dei soldi: “Se hai cosi tanta paura che non ti tornino in tasca ti regalo il mio quadro che vale 2.500 €, cosí hai una garanzia e lo puoi rivendere”!!!!!! Aggiungendo che NONOSTANTE IL RAPPORTO (?????) sulle questioni economiche non ci troviamo! Classica tattica di manipolazione per farmi sentire in colpa e cedere! Rapporto?? Ma se nemmeno lui ha mai saputo definirlo!!!! Questi sono soggetti pericolosi, spietati, che pur di ottenere quello che vogliono non guardano in faccia nessuno! Non sono in grado di pensare al futuro, fanno ragionamenti puramente concentrati sul risultato che possono ottenere senza dar peso alle conseguenze!
    Dopo tutto mi ha ferita molto il fatto che lui ha cominciato a rifrequentarmi sapendo benissimo che lo amavo ancora e chiamandomi solo per ottenere ciò che voleva e trattandomi oltretutto come l´ultima ruota del carro. Un incubo!
    Ne sono uscita, ok, ma é pazzesco di quanto queste cose ti entrino dentro e facciano cosi fatica ad andarsene.

    Piace a 1 persona

    1. Ho lasciato il. Mio narcisista dopo aver subito diversi ritorni. L’ho bloccato ovunque e ho dovuto anche cancellare la mia email personale perché mi tartassava ed è venuto anche sotto casa e nel posto di lavoro… Questa storia è durata 1 anno….. A 1 settimana dalla sua ultima apparizione ha mostrato la sua nuova storia. Non si è più fatto sentire ma ha lasciato il suo Instagram aperto… La cosa strana è che una settimana fa mi ha bloccato su WhatsApp come se io avessi mai provato a comunicare con lui. Che senso ha?

      "Mi piace"

      1. Non cercare mai il senso del comportamento degli individui disturbati. Non puoi comprenderlo, ma solo identificarlo. Hanno un disegno sprovvisto di simmetria nel loro cervello che inseguono alla riga calpestando mezzo mondo. Entrare nel loro cervello è come spalancare le porte alla follia.

        Piace a 1 persona

  2. Questo e’ il piu’ bello di tutti! Certo, contatto 0…Dopo che l’ho allontanato, smascherandolo e mettendolo davanti ad un grande specchio. Non ha piu’ nessuna possibilita’ ormai. Ha convinto tutti i suoi parenti, amici e nuovi datori di lavoro di essere lui la vittima, poverino…Ma non importa, la cosa importante e’ che io sia tornata a vivere una vita vera!

    "Mi piace"

  3. Mamma mia Jasmine!!! I soldi!!! Solo nella fase di lovebombing ha studiato ad arte piccoli investimenti, sempre però inferiori ai miei.
    Lui offriva l’aperitivo io la cena, lui il gelato io tutto quanto per la gita fuori porta. …aveva SEMPRE una contabilità da sistemare, di fatto nessun introito ma nessuno sforzo perché…era SEMPRE colpa di qualcun’altro se le cose non andavano o della ‘sua salute cagionevole’. Poi scopro che i viaggi che aveva fatto, erano stati interamente pagati dalla sua ex, che faceva colazione al bar e il proprietario offriva cappuccio e pasta per la sua ‘condizione’…idem la cena nel locale dell’amico.
    Non si faceva mancare nulla, brevi vacanze a casa di qualcuno, cene a cui partecipava volentieri visto che lo passavano a prendere direttamente a casa, aperitivi con l’amica/amiche/amici di turno che, non amando guidare gli affidavano il macchinone per tutti gli spostamenti della serata…una vita senza problemi e bella piena di eventi, tutto senza spendere un euro!!!
    Quando ho finalmente ‘guardato’ ciò che avevo davanti, ho capito il giochino e ho deciso di cambiare le regole…toh, fine della passione, sono stata accuata di infedeltà, di bipolarismo, di crudeltà, di essere senza morale e senza coscienza…
    Cheddire, la fase di lovebombing è stata veramente bella…ma me la sono pagata; appurato questo, il conto per me è saldato. Nulla devo avere nulla devo dare, ho salutato e…lascio che ‘lavori’, perché di questo si tratta, con qualcun’altra.

    "Mi piace"

    1. Idem per me. Quando ero coinvolta mi ero accorta di questo suo modo di intendere le relazioni come “scambio di favori” e mi chiedevo, poverino, che tipo di donne avesse incontrato nelle sua vita, quante si fossero approfittate della sua bellezza, giovinezza, condizione, sfruttandolo e ferendolo, prendendolo e scartandolo dopo essersi approfittate di lui…

      Ero convinta che riconoscendo la mia sincerità avrebbe potuto pian piano rimparare a fidarsi. E quanto mi sono prodigata per questo! Ahahah, che ingenua e che presuntuosa che sono stata! I fatti sono ben altri, e cioè che lui ha imparato un bel modo di stare in giro per il mondo senza sbattersi, facendosi mantenere qua e là, declinando di volta in volta la sua immagine in base alle esigenze della circostanza, considerando “tonte” le malcapitate finchè non se ne rendono conto, e chiedendo loro pietà quando è lì lì per essere lasciato sul marciapiedi.

      Il suo tallone d’Achille è la smisurata presunzione, che gli impedisce di vedere quando il gioco è per davvero finito, svelato e non ulteriormente praticabile: e così per troppa insistenza fuoritempo finisce per rendersi ridicolo, perdendo proprio quell’allure di indipendenza che ce l’aveva reso così attraente.

      Come dici tu, Piera, se dobbiamo ragionare nei suoi termini, questo bell’amore ce lo siamo ampiamente pagate. E il triste spettacolo di quel che ne resta io me lo risparmio volentieri.

      Ora riesco a sorridere quando ancora torna a cercarmi (mi ha colto in fallo solo per due giorni l’effetto sorpresa) come sta facendo in questo periodo in cui evidentemente è a corto di rifornimenti. Dopo 6 mesi di sparizione, come niente fosse viene al mio luogo di lavoro, in orario di chiusura, sperando in non so ben che cosa. Non sono mai sola perché i miei amici sanno, e mi invento mille impegni per andarmene in fretta e lasciarlo lì alla sua strada – non voglio dargli la soddisfazione di dirgli di sparire, tanto non mi fa più male…
      Che faccia male a lui stavolta il mio mancato invito, il mio sorriso sereno a cui non segue altro, dopo che si è abituato ad essere sempre perdonato e riaccolto. Da me avrà ancora sorrisi, solo sorrisi finché non si stufa.

      "Mi piace"

      1. Cara Fela, la sua ex lo vede e scappa e questo lo ha sempre riempito di orgoglio, da me solo sorrisi e nessun anatema…il Signore paga anche di domenica, e fa un ottimo lavoro: piano piano le sue vittime saranno sempre MENO e MENO disposte a ‘contargli i denti con la lingua’ perché sempre MENO denti avrà in bocca…e a questo MENO faranno seguito tanti altri MENO e questo farà la differenza su taaaante cose
        …e io, seppur lontana, seppur innocente rispetto al suo destino, lo verrò a sapere.

        "Mi piace"

  4. E anche questo articolo è fortemente illuminante. Capire come sono finita in questa situazione mi è ancora difficile da inquadrare. Malgrado i consigli preziosi di Claudileia, mi sono resa conto di essere incapace di attuare in n.c. con il mio amato narcisista. Relegata ormai sotto la soglia del disprezzo, allontanata e calpestata, non volevo vedere la realtà, convinta di poter rivivere la fase idilliaca, anche a causa del suo comportamento ambiguo e altalenante. Ho perdonato, finto di credere alle bugie, sempre disponibile. Poi nelle ultime settimane ha smesso di scrivermi, neanche quelle risposte annoiate, cosi gli ho scritto chiedendogli come mai non rispondi? non abbiamo litigato, eppure mi stai allontanando, questo silenzio è un abuso dell’anima che fatico a comprendere. Visualizzato subito e dopo due giorni risponde : Hai ragione da vendere. Tutto qui. Una risposta per dire tutto e niente, per continuare l’opera distruttiva e ribadire che il gioco lo conduce lui. Da quel giorno non gli ho più scritto ne cercato. Sono nella fase più dolorosa di questo percorso senza riuscire ancora a capire cosa possa avere fatto di sbagliato, se non avere amato troppo.

    "Mi piace"

    1. Mi dispiace Dyna per il tuo dolore, fanno proprio così se li perdoni e torni con loro alzano la posta, cioè abbassano il livello di umanità ed è quasi solo disprezzo per chi invece ha deciso di rimanere e di amare di nuovo nonostante tutto. Mi dispiace perché so quanto dolore provochi tutta questa indifferenza, questa freddezza. Lui non ti ha più scritto ok, usa questo tempo di dolore per costruire dentro di te una difesa per il prossimo ritorno perché probabilmente tornerà ma stavolta farà passare presumibilmente più tempo per aumentare in te la confusione, il caos e la sofferenza, rendendoti così, lui pensa, disponibile al bello e il cattivo tempo che vuole fare con te al suo: se mi vuoi io sono così, arrivo quando voglio e me ne vado quando voglio, prendere o lasciare!
      Lui pensa….ma tu nel frattempo ti prepari, stai ancorata al blog, stai con noi che ti stiamo vicine, ti leggi il leggibile e ti prepari, così se dovesse ritornare e io ti auguro che ciò non avvenga, sarà un solenne due di picche al caro “se mi vuoi sono così”, “no non ti voglio!” gli urlerà in faccia il tuo NO CONTACT. Un abbraccio stretto stretto…

      Piace a 1 persona

    2. Cara Dyna, posso solo dirti di cercare una ‘compagna di no contact’. Chiama una amica, quella che ha gioito con te quando tutto era fasullameme perfetto, quella che incredula, ti ha consolata quando la tua parte emotiva è stata sbalottatta a desta e manca senza una ragione. Lei sa chi sei e che non ti meriti quello che stai passando, e sarà disposta a ricevere quei messaggi che NON DEVI PIÙ MANDARE a quello squilibrato (…eh, rispettiamo i titoli meritati).
      Adesso hai bisogno di un rifugio, e solo una cara amica può esserlo, urge un patto di sangue chiaro per questo periodo in cui sei indifesa e fragile.
      Ti abbraccio.

      "Mi piace"

  5. Mi dispiace per la tua sofferenza Dyna, come sai bene non hai fatto nulla di sbagliato,se non riporre il tuo amore e la tua dedizione nelle mani di una persona che di questo si approfitta per scopi puramente egoistici. Non cercare di avere da lui spiegazioni, è già stato fin troppo esplicito! Sparisci fino a quando riesci a metterti l’animo in pace, lascia che il dolore faccia il suo corso, lui non ti può dare nessun aiuto!

    "Mi piace"

  6. una domanda che mi ponevo proprio in questi giorni si sposa benissimo con questo post.. se hai un figlio con un narcisista e quest’ultimo chiama dicendo di aver problemi a rispettare il suo turno per la gestione del bambino come comportarsi?!

    "Mi piace"

    1. Cara Stellina, in questi casi bisogna informare il proprio avvocato per concordare una nuova modalità che non danneggi le normali attività del bambino e nemmeno la TUA vita. Qui c’è da capire che di solito i soggetti n.p. hanno sempre problemi a rispettare gli orari e le regole: vogliono essere loro quelli a decidere, per questo non bisogna mai dire “ok, ti vengo incontro e facciamo così…” perché appena lo fai CAMBIANO NUOVAMENTE appena vogliono. Tutto va regolamentato e messo per scritto altrimenti rischi di sobbarcarti ogni responsabilità mentre vanno a spasso tranquillamente quando e come vogliono.

      "Mi piace"

  7. Dopo tre anni in cui il mio ex narcisista voleva tornare con me, alla fine ho vinto io. Ero stufa delle sue solite promesse di cambiare, delle sue frasi romantiche e dei regali. Alla fine tornavo ad essere sminuita e offesa solo perché non gli davo quel che mi chiedeva, ogni qualvolta mettevo paletti nella relazione…anche per dei piccoli no per cose spicciole.
    Quante volte mi diceva cose che mi facevano piangere punendomi con il silenzio! E tornare dopo un mese o due (anche otto!) ricominciando daccapo come se nulla fosse. Gli ultimi tempi rispondevo ai suoi messaggi con sufficienza o raramente e lui decise di vibrare un ultimo colpo. La sua frase?”Volevo farti sapere che ragazzo hai perso”. Io di tutta risposta gli feci capire che non avevo perso niente e guadagnato di salute. E lui: “Addio. Ricorda che c’è chi afferra la vita e chi rimane sotto 🙂 ” Frasi che ti fanno comprendere bene che razza di individuo sia. A dispetto di ciò, mi ritengo fortunata di essermelo levato di torno, eppure temo possa tornare. Una parte di me sente che mi lascerà in pace per sempre. Ma chi vivrà vedrà.

    "Mi piace"

  8. Se un narcisista ti dice addio significa che finalmente sei libera? Oppure un giorno potrà rifarsi vivo? Ho letto in vari siti che, quando è annoiato, si rimette in contatto con le sue ex. Sicuramente è snche incoerente :/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...