Le recite preferite dei narcisisti nel giorno di San Valentino

Fonte: https://letmereach.com/2017/02/13/inside-look-narcissists-valentines-day-script/
Trad. C. Lemes Dias

________________________________

Vi state chiedendo cosa aspettarvi a San Valentino dai narcisisti piombati nella vostra vita, vero? Siete stati recentemente investiti dall’apparentemente genuino “Discorso dell’Epifania”, in cui affermano di aver “visto la luce” e vi promettono che questo San Valentino sarà il giorno in cui mostreranno la pienezza del loro amore e la loro devozione per voi? Oppure siete stati abbandonati di recente e cambiati al volo per altri amanti, mentre ora assistete allo spettacolo preferito dei narcisisti, quello in cui recitano di essere tanto felici con l’ennesimo amore della loro vita e magari spingono il coltello più in profondità condividendo con il mondo il loro piano di sposare il nuovo partner – anche se non vi hanno mai chiesto di sposarli, nonostante abbia1te regalato molti anni della vostra vita proprio a loro? Indipendentemente da quale scenario descriva la vostra situazione mentre si avvicina questo San Valentino, è importante tenere a mente un fatto cruciale: i narcisisti sono attori altamente qualificati. Non hanno remore a mettere in scena la miglior rappresentazione dell’anno per sfruttare i vostri teneri sentimenti di speranza e desiderio e far leva sul VOSTRO BISOGNO di perdonare il loro comportamento oltraggioso nella relazione.
San Valentino è il giorno preferito dei narcisisti per mostrare le loro abilità nell’arte della recitazione e dell’inganno (dopo Natale, ovviamente). Se siete ancora presi dalla vostra “relazione” con una persona narcisista, leggete qui sotto tre delle esibizioni più comuni che questi individui disturbati recitano in occasione della cosiddetta “giornata mondiale del romanticismo”.

1. QUELLI CHE “VIVA IL GIORNO DI SAN VALENTINO!”

San Valentino è il giorno d’oro scelto dai narcisisti del mondo per fare hoovering. Se credono che state pensando di lasciarli, è probabile che sarete bombardati da ogni sorta di gesti d’amore. Il vostro partner tossico potrebbe farvi il ​​”discorso dell’Epifania”, facendovi dubitare del vostro giudizio sui problemi della relazione e sui profondi difetti caratteriali che avete identificato in lui/lei. Se permettete a voi stessi di assistere allo spettacolo, inizierete inevitabilmente a chiedervi se hanno solo bisogno di un po’ più di amore e comprensione.” “Forse non è stato così male dopotutto, giusto?” “Forse sta per cambiare DAVVERO
I piagnistei dei narcisisti possono sembrare onesti e sinceri. Sanno recitare bene il pentimento per il modo in cui vi hanno trattati. Siate cauti. A causa della natura del narcisismo, ora sapete che sono semplicemente incapaci, in qualsiasi modo genuino, di condividere e ricambiare le proprie emozioni, di provare rimorso per le loro azioni o di diventare un partner veramente amorevole. Mentre credete di dare al narcisista un’altra possibilità, la verità è che la useranno per sfruttarvi ancora con l’unico fine di soddisfare i loro bisogni all’ordine del giorno.

CONCETTO “TAKE-AWAY”Non importa per quanto tempo aspettate che cambino, non diventeranno mai la persona che volete che siano (e che avete tutto il diritto di aspettarvi che siano). Se la vostra relazione consiste in ripetuti cicli di tira e molla, di perdono ogniqualvolta il vostro partner vi tradisce e distrugge la vostra autostima, potete essere sicuri di avere più dello stesso se rimanete con loro.

2. I CANDIDATI AL “GOLDEN GLOBE”

Siete stati recentemente scartati e ora non potete stare lontano dai social media dei narcisisti? Siete diventati come gli eremiti oppure svuotate intere bottiglie di vino rosso, ignorando i vostri amici e inventando malattie su malattie per non uscire con loro, perché siete così devastati da ciò che avete visto su Facebook e Instagram da non riuscire ad alzarvi dal letto? Sappiate una cosa: i social media sono la troupe cinematografica del narcisista. OGNI POST CHE VEDETE SUI LORO SOCIAL MEDIA È SPECIFICAMENTE CONCEPITO PER LA DISTRUZIONE DELLA VOSTRA AUTOSTIMA. L’intero tema del film gira attorno a farvi credere di non essere stati abbastanza bravi, di modo che lui/lei ha finalmente trovato “l’amore della sua vita”. Li vedrete fare cose che avete sempre desiderato ma che non avete mai ricevuto da loro. Quel viaggio che volevate fare? Pubblicheranno foto di biglietti aerei per la destinazione dei vostri sogni, insieme a una foto dei loro nuovi partner amorosi. Non amavano i vostri figli? Troverete le foto di loro due in una recita scolastica … l’epitome di una famiglia felice (non importa se sono solo una coppia ufficiale da otto giorni!). Vi piaceva il sushi e vi hanno deriso per questo? Voilà … ecco una foto di loro che si nutrono a vicenda di rotoli di tonno usando le bacchette (con una bottiglia di sakè sullo sfondo). I siti di social media di tutto il mondo vedono enormi picchi il 14 febbraio a causa dei narcisisti che postano miriadi di filmati, post pieni di poesie e foto con la nuova fornitura. Il colpo di scena è che sebbene arrivate a credere che mai più si avventureranno sulla vostra strada, proprio QUELLE foto online sono progettate per tenervi agganciati in attesa che il telefono suoni, così che quando le cose andranno male con la nuova scorta, avranno sempre qualcuno a disposizione, ossia, VOI.

E il Golden Globe Award va a …

CONCETTO “TAKE-AWAY”Tutto questo fa parte del piano di emergenza del narcisista. È probabile che vi sentirete così inutili e indesiderabili dopo averli visti con dei nuovi amanti che quando torneranno in circolazione li riprenderete al volo. Non perché li amate, ma perché sarete a terra. È probabile che vi verrà di aggrapparsi alle loro caviglie e di ringraziare al cielo perché sono tornati nella vostra vita per liberarvi dalla sofferenza che loro stessi hanno causato. Non permettete a voi stessi di diventare, inconsapevolmente, attori di supporto nel loro dramma malato!

3. GLI ATTORI MUTI

Immaginate di essere elegantemente vestiti dopo aver passato tre ore in cucina a preparare una cena romantica. Le candele sono accese, c’è buona musica di sottofondo, avete estratto l’argenteria e la porcellana. La cena viene riscaldata e rimessa a tavola diverse volte… Alla fine, spegnerete la musica e l’unico suono che ascolterete è quello dei cinguettii dei grilli, mentre riconoscete il silenzio di morte del narcisista, che ha cancellato i vostri piani senza informarvi.
Devastante, vero? I narcisisti ADORANO usare San Valentino per eseguire svalutazioni dolorose. Generalmente, questo è un gioco multi-strategico in cui vi lasciano a bocca asciutta facendo contemporaneamente la stessa cosa con gli altri “partner secondari”. Perché lo fanno? Perché sono troppo occupati nelle manovre di love bombing con l’ultimo bersaglio recentemente portato nel girone.
CONCETTO “TAKE-AWAY” – Se vi ritrovati abbandonati a San Valentino, non prendetevelo sul personale. Ricordate che le persone nella vita del narcisista sono pedine, qualcosa da spostare per eseguire strategie egoistiche, desideri momentanei. E se avete il coraggio di mettervi in piedi e sottolineare i loro dolorosi comportamenti, preparatevi per essere scartati … spesso senza preavviso, e spesso in occasioni speciali come San Valentino.

C’È QUALCHE SPERANZA CHE LE COSE POTRANNO MAI ESSERE DIVERSE?

La patologia del narcisismo si trova nello spettro del Cluster B, il che significa che i narcisisti in piena regola, così come quelli che soddisfano pienamente alcuni dei criteri per essere ritenuti tali, hanno un modo cronicamente disturbato di relazionarsi con altre persone. La parola chiave qui è “cronica”. Il termine indica che il loro comportamento perverso è costante, duraturo e incurabile.
Ciò significa che il vostro rapporto con loro è destinato all’insuccesso e alla disfunzione
. I narcisisti non si assumeranno mai la responsabilità di alcunché, ma incolperanno sempre voi e gli altri per i problemi della “relazione”.

E così, non fate mai abbastanza, non capite niente, siete la ragione per cui imbrogliano, siete così sensibili e bisognosi che non riescono a essere loro stessi quando sono con voi… … e, se li permettete di fare, concluderanno il loro ottimo lavoro convincendovi che siete proprio voi la causa del loro disturbo. Dal momento che sono così abituati alla recitazione e all’inganno, finirete per avere difficoltà a separare i fatti dalla finzione.
Il fatto triste ma cruciale è che, sebbene i narcisisti possono sembrare di essere come tutti gli altri, all’interno stanno lavorando su di un “registro” completamente diverso. Il loro “registro” è basato in un disordine mentale profondamente radicato, tale una sceneggiatura in cui sono protagonisti dello spettacolo mentre tutti gli altri sono solo un “extra”, presenti unicamente per servire i loro scopi e farli brillare. Questa narrazione mentale è cementata nella loro psiche, e non se ne allontaneranno MAI da lei.

PERTANTO, LA VOSTRA UNICA POSSIBILITÀ DI SOPRAVVIVERE AI LORO IMBROGLI E ALLE LORO RECITE È DI SMETTERE DI RECITARE UNA PARTE NEL LORO SPETTACOLO O DI ASSISTERE ALLE LORO ESIBIZIONI.

24 pensieri su “Le recite preferite dei narcisisti nel giorno di San Valentino

  1. Ringrazio Dio di essere lontana da lui in questo San Valentino , proprio questa mattina mi è tornata in mente una frase che mi diceva all’inizio
    :VOGLIO LASCIARTI UN SEGNO NELL’ANIMA.
    Credo che racchiuso in questa frase ci sia tutto il senso dell’orrore che si prova a stare con loro,il mio San Valentino lo trascorrero’con me stessa sempre più consapevole del regalo che mi sono fatta allontanandosi da una “persona” altamente disturbata, un pensiero e un a braccio a tutte/i in qualunque momento vi troviate!❤❤

    Piace a 1 persona

  2. Mentre facevamo l’amore mi guardava negli occhi bloccata nella morsa delle sue braccia e delle mani come una mosca nella ragnatela del ragno ( il fatto è che lì ci stavo bene) e diceva: STO PRENDENDO LA TUA VITA! TU NON POTRAI PIU FARE A MENO DI ME SONO ENTRATO NEL TUO CERVELLO. Ma allora non sapevo fossero segnali di psicopatia. L’estate scorsa durante una delle ricadute mi portò al mare dopo essere andati a pranzo, parlammo. Per quel che si può definire tale un dialogo con loro. Dopo essersi rassicurato di ferirmi e farsi “grosso” dicendo io in questo ultimo anno (non stavamo piu insieme a parte le cadute) ho avuto tante donne, ne ho sc.te tante ma non ti dimentico. BASTONE E CAROTA traduco. Poi aggiunse e quello mi sconvolse ancora di più: SO DI AVERTI LASCIATO UN SEGNO. E QUESTO MI BASTA. Ho pensato, ma come, mi hai voluto prepotentemente, mi hai stretto in una morsa togliendoti tu stesso lo spazio x respirare, hai distrutto tutto, (quando ancora non sapevo) e alla fine dopo aver detto mille volte ho fatto degli errori, che non hai saputo mai rimediare…ti basta aver lasciato un segno? MA CHE COS’HANNO? Mi sono messa nei panni e mi sono detta. Ma che senso ha? Potrebbe bastarmi? Devono lasciare impronte, il segno del loro passaggio in questa vita. Come i morti che continueranno a vivere nei nostri cuori e nei nostri pensieri. Dio che pochezza. Alla fine le briciole sono tutte loro. Noi sappiamo di poter amare e restare con qualcuno. Noi vivendo soffrendo tremando assaporiamo la vita, loro si accontentano degli slogan.

    Piace a 1 persona

      1. Grazie Cla per i tuoi articoli sempre impeccabili! Mi serviva proprio leggere un articolo dedicato a questa giornata…
        il mio ex n.p. in questo momento è candidato al Golden Globe. Sicuramente non mancherà di festeggiare con la sua nuova vittima (con me “attore muto”) probabilmente usando anche facebook e dimostrando al mondo intero quanto ora sia felice (lo ha già fatto per Natale). A meno che qualche amico in comune non mi mandi foto, dato che siamo bloccati entrambi, non vedrò nulla.
        io brinderò alla mia felice di aver “perso” una persona simile.

        Piace a 2 people

      2. E dai che hanno sempre un regalino in arrivo apposta per te! Giocano un po’ a fare il Babbo Natale che non arriva. Sfruttano tutte le date importanti PER TE per lasciare il segno. Natale, San Valentino, il tuo compleanno… Tutto viene messo nel pentolone per ferire di più. Il grande regalo di questo giorno è che si tratta semplicemente di un giorno in più senza di loro: non dovete ascoltare menzogne, non dovete rispondere a messaggi riciclati, non dovete prendere “regali” buttati sulle vostre ginocchia di malavoglia, sbrigativamente e tanto per, non dovete andare agli stessi posti delle ex per festeggiare l’ennesima presa per i fondelli, non dovete andare a un centro benessere per vederli guardare i corpi delle altre donne… Oggi non è San Valentino, ma il giorno della liberazione. Lo prendo come un segno: il mio compleanno è stato ieri, di modo che preferisco mille volte il Carnevale!!! Abbracci affettuosi a tutte/tutti voi.

        Piace a 2 people

    1. Carissima Lilith, per loro importa solo “non essere dimenticati”, non importa a quale prezzo. Non vogliono che la loro immagine nel tuo cervello muoia. Il personaggio che hai conosciuto era spietato abbastanza da confessarlo. Raramente funziona così. Di solito scopriamo solo dopo che VIVONO (ça va sans dire) per questo, PRIMA c’è il massacro psicologico che descrivo nel blog. Più persone conoscono, più le segnano, più si sentono potenti. Esserci nel mondo in un altro modo, avere degli obiettivi alti, è qualcosa di impensabile. Possono avere ambizioni lavorative scellerate che credono di avere il diritto di realizzare sfruttando le loro conoscenze, per esempio, il che non c’entra nulla con avere un proposito elevato nella vita. Quando dicono cose del tipo “ho avuto tante donne” puoi stare sicura che un bel percentuale appartiene al mondo della prostituzione e come hai potuto costatare potrebbero non essere tutte donne. La cosa veramente importante è essere uscita VIVA da questo incubo. Indubbiamente impariamo a dare più valore alla nostra vita vedendo l’inferno al quale siamo scappate. Mi addolora enormemente immaginare cosa stanno vivendo le persone che sono tuttora dentro. Un abbraccio gigante, carissima. E grazie come sempre.

      "Mi piace"

  3. Tutto trasparente come al solito.Mi diceva ‘io sono cosi,prendere oh lasciare.’Tre scarti indotti e hovering .Al terzo scarto, blocco tombale mio.Perché tornano ha ripescati ciclicamente.Anch’io in fase di love bombing venivo stretta come in una morsa da abbracci in cui non riuscivo più a respirare ,poi nemmeno con un dito venivo sfiorata.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie, cara Lilith. Be’, per me il Carnevale rappresenta storicamente gli unici tre giorni in cui gli schiavi in Brasile potevano divertirsi. Nascere in un giorno così ha avuto per me una valenza simbolica importante, quindi sono contenta quando le cose coincidono. La loro festa è oramai per me il giorno dei defunti, oppure il mercoledì delle cenere… tutto ciò che ha come simbologia la non-vita appartiene al loro mondo. Con tutto il rispetto per i nostri amati cari in Paradiso!

      Piace a 2 people

  4. Ho dentro il dispiacere per lui. Mi fa pena. Resterà solo, io non sono più il suo giocattolo, l’ho amato e ho preteso di volerlo guarire. Nonostante sappia bene quale idea abbia di lui, della patologia, del fatto che per me sia stato solo un bluff, insiste come se nulla fosse…
    ho tanta pena.

    "Mi piace"

    1. Cara NarcSurvivor, il punto è che NON RESTERA’ MAI SOLO. Dico questo perché molte persone per consolarsi credono a questo, senza sapere che il terrore della solitudine porta i narcisisti ad accontentarsi di qualsiasi cosa. Hai letto gli ultimi articoli, suppongo, sono persone che non hanno preferenze, tutto per loro è sfruttabile. Quindi, stai certa che al posto tuo ci sarà un’altra che andrà a farsi massacrare momentaneamente o per il resto della sua vita. Bisogna aver pena per le prossime vittime, non per loro.

      Piace a 1 persona

  5. I miei “San Valentino ” sono sempre stati tristissimi : la data coincide con il compleanno di mio padre , mia madre insisteva affinché io ed il mio ex festeggiassimo il suo compleanno piuttosto che la festa degli innamorati, ed il mio ex ubbidiva . Il giorno di Natale invece veniva trascorso dal mio ex insieme ai miei genitori mentre io , che con i miei genitori non ho mai avuto un buon rapporto, lo trascorrevo da sola.
    Queste dinamiche tra i tre sussistono tutt’ora, nonostante il mio divorzio dal mio ex.
    Il mio ultimo narcisista, al corrente di tutto questo , era sparito la vigilia di Natale per ricomparire il 6 Gennaio( A S. Valentino non ci sta già più insieme).
    In tutto questo quest’anno, sapendomi single, una collega di lavoro mi ha regalato un “bacio perugina” : buffo, è stata la prima persona che ha pensato a me a S.Valentino. Superfluo dire che mi ha fatto molto piacere.

    "Mi piace"

  6. San Valentino, Natale, Capodanno, il MIO compleanno (perchè è in agosto) Ferragosto o ferie estive…..tutte date in cui se riusciva si faceva lasciare prima….così da poter fare i ca… suoi senza subire reprimende.C’era sempre un incremento nella svalutazione e un picco mostruoso nelle mancanze di rispetto un paio di settimane prima dell’ arrivo della suddetta festività. Se proprio non riusciva a farsi lasciare subentravano le infinite scuse…san valentino è una festa commerciale che schifo…Natale il parentado vario…capodanno troppa gente in giro, vorrai mica andare fuori a cena?!….ferie estive doveva sistemare casa, fare un pò di sport, e poi aveva bisogno di qualche giorno solo per se….
    Quest’ anno mi ha graziata dall’ insulso sms di auguri di buon san valentino che è già un buon segno….che continui così….Un abbraccio a tutti quelli che invece si sono visti recapitare auguri dall’ np di turno, resistete…

    "Mi piace"

    1. Cara Ely nel leggerti mi sembrava di rivivere lo stesso identico trattamento che l’np riservava a me (anche io compio gli anni in agosto e immancabilmente lui spariva… (tranne un anno ma perché eravamo agli inizi, ancora doveva assicurarsi di plasmarmi per bene e quindi lo abbiamo festeggiato insieme)… il suo modus operandi era sempre lo stesso, tirava fuori il fatto che secondo lui io lo tradissi e quindi da lì partivano le sfuriate, sfuriate che usava come pretesto per allontanarsi da me (un viaggio o semplicemente ignorandomi per il periodo che stabiliva lui) e quindi farsi i c**** suoi. Se poi con le offese non otteneva nulla passava alla modalità “vittima” che stava soffrendo e quindi aveva bisogno di tempo per sé e per riflettere (e dunque sparire).

      Anche a me ha graziato dall’eventuale sms ma ormai perché ha un’altra vittima di turno. Ho visto chi è dal suo profilo Facebook… per fortuna non incorro molto nel rischio di incontrarli in giro (dato che lei è di un’altra città). Provo per lei tanta compassione, mi sembra una donna solare, positiva, sempre col sorriso in ogni foto… esattamente ciò che cerca lui per nutrirsi.

      "Mi piace"

      1. Credo che la ragione per cui sono stata graziata sia la stessa, anche se non ne ho le prove…..a dicembre, quando poi l’ ho lasciato, ho avuto la netta sensazione che lui avesse puntato un altra e per questo fosse sempre più freddo e distante. Come dicono in molti, non va sottovalutato l’ istinto, ed io credo anche di sapere CHI avesse puntato…lui non ha facebook o altri social, quindi non ho prove ma non è importante. L’ importante è che sia rimasto ben lontano e che ci resti…..

        In 5 anni ho fatto un tale pieno di scuse, lamentele, velate offese che se le racconto tutte ci esce un libro. La cosa che mi inquieta ancora è che erano un continuo cadere in contraddizione e poi fare nei fatti altro ancora, una giostra da mal di testa per cavarci fuori qualcosa di sensato e coerente….L’ unica cosa di cui mi incolpo è di aver cercato di ottenere ciò sarebbe dovuto essere spontaneo in una relazione e di non aver prestato retta alla mia testa che mi diceva “se non lo fa è perchè non vuole, il resto sono scuse e se uno non vuole non lo puoi sforzare” certe cose(rispetto, coinvolgimento, empatia…) devono essere date in modo spontaneo altrimenti sono forzature e non ha senso… ma è proprio leggendo il blog, gli articoli e i commenti che escono fuori sfaccettature inquietanti di quanto era malsano, che rafforzano l’ idea di non volerlo più vedere neppure in foto. Non farti del male e non guardare facebook o altro, se hai degli amici in comune su un social blocca anche loro o è una tortura…..che non ti meriti, hai già dato, sei sopravvissuta, devi rimetterti in sesto e non avere lui che cerca di invaderti la mente..lui lo sa che se posta tu vedi tramite loro…proteggiti
        Un abbraccio

        "Mi piace"

  7. Cla ,mi hai fatto vincere 50 euro !!! Grazie :-). Come da copione ,non il 14 ma il 15 . Non ho visto la foto e ci mancherebbe …. ma caspita , una precisione stupefacente . Sono strasicuro che non riguarda me in modo specifico ma tutti gli ex. Insomma ci tiene a fare sapere che è felicissima e bellissima,alla faccia nostra e finalmente madre e figlia hanno beccato il Partito giusto.
    Questa è scienza esatta!!!!

    Piace a 1 persona

    1. Ely hai ragione, ho vissuto anche io ciò che hai vissuto tu per ben quattro anni e mezzo…
      di amici in comune ne abbiamo un paio e forse dovrei bloccare anche loro. Leggervi mi aiuta tantissimo, purtroppo ho ancora molti momenti di sconforto e mi capita soprattutto di notte e quando ripenso ai pochi momenti positivi che ci sono stati.
      Poi penso a tutto quello che ho scoperto tramite questo blog e mi sembra di aver conosciuto un mostro…
      l’unica “colpa” che mi dò è quella di non essermi informata prima… sentivo di essere l’unica ad avere una relazione così malsana. Ero però ammaliata dalle sue parole… “noi, il nostro potenziale-uno come me non lo trovi…”

      "Mi piace"

  8. Il “uno come me dove lo trovi…” è la frase classica dopo che ti hanno dato una briciola…..”dove lo trovi un come me che ……ti ha portato in questo ristorante….ti ha regalato questi fiori……ti fa questi favori…..ti prepara la cena….ecc ecc ” La risposta dovrebbe essere “dovunque”, perchè poi sono sempre cose che rientrano nel minimo sindacale in una relazione che si dica tale e date troppo poco per essere rilevanti. Pervasa dal lavaggio del cervello pensavo che era vero, che ero fortunata. Sono stata abbagliata da un idea, da un miraggio, sulla carta la relazione poteva essere perfetta, poteva essere l’ anima gemella….Peccato che poi “uno come me…” al netto dei pochi gesti gentili(e poco partecipati, fatti quasi con sforzo) preferirei non trovarlo proprio

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...