I campanelli d’allarme che indicano gaslighting in corso…

Fonte: https://themindsjournal.com/warning-signs-youre-being-gaslightinged/3/
Trad. C. Lemes Dias

____________________________ 

“Il narcisismo appartiene all’asse di ciò che gli psicologi chiamano disturbi di personalità, fanno parte del gruppo che include le personalità antisociali, dipendenti, istrioniche, evitanti e borderline. Ma a causa di buona parte delle sue caratteristiche, il narcisismo è uno dei peggiori, se non altro perché i narcisisti rinnegano ogni forma di consapevolezza.” ~Jeffrey Kluger

Se avete mai avuto un amico, un familiare o un collega narcisista o che soffre di disturbo narcisistico di personalità (DNP), è probabile che siete stati vittime di gaslighting, una tecnica di manipolazione che spesso impiegano per ottenere ciò che vogliono[1].

“Coloro che fanno uso del gaslighting nelle relazioni creano una reazione – che si tratti di rabbia, frustrazione, tristezza – nella persona con cui hanno a che fare”, scrive Yashar Ali in un articolo di Huffington Post. “Poi, quando quella persona reagisce, il provocatore la fa sentirsi a disagio e insicura, comportandosi come se i suoi sentimenti non fossero razionali o normali.”

I gaslighters ci fanno impazzire perché agiscono come se le nostre reazioni ai loro maltrattamenti non fossero razionali.

Mentre i segni che indicano gaslighting in atto possono sembrare “ovvi” per alcune persone, il fatto è che quando siamo manipolati da un narcisista, non riusciamo a intravvedere il paesaggio sotto la nebbia.

Quindi, se avete la sensazione di diventare matti quando parlate con una persona (fa parte dell’intera tecnica del gaslighting), oppure se siete consapevoli che sta accadendo qualcosa di strano e volete riconoscerlo come mai vi capita, capire i segnali può essere il primo passo per migliorare la vostra consapevolezza.

Conoscere i segni del gaslighting è davvero importante per la vostra vita psichica.

Riconoscere che i comportamenti di una persona sono tipicamente narcisisti e avere dei sintomi che l’individuo in questione sta facendo uso di questa tecnica per piegarvi, è essenziale per reagire in modo diverso e cambiare il corso del risultato. Allora, quali sono i segni che vi stanno trascinando nella nebbia?

DIECI CAMPANELLI CHE IDENTIFICANO IL GASLIGHTING

1) Le vostre paure sono usate contro di voi

Molti narcisisti sanno essere affascinanti, almeno quando vogliono apparire così. Spesso ascoltano ogni parola che avete da dire e archiviano le vulnerabilità rivelate per usarle futuramente. Ad esempio, se avete detto a un narcisista di sentirvi insicure circa il vostro peso, egli potrebbe in seguito lanciare delle frecciatine nel corso della vostra “relazione romantica” lanciando apprezzamenti su persone più magre di voi: insinua che fuori, nel mondo, c’è “di meglio”.

Il narcisista ha un obiettivo primordiale: farvi dubitare di voi stessi per rendervi dipendenti del suo giudizio.

 2) Non riconoscete la vostra mente

Alcuni narcisisti affermeranno di sapere cosa state pensando (oppure gli altri) – e se negate che la vostra mente lavori nel modo in cui credono che sia, potrebbero semplicemente pensare che gli state mentendo. Potrebbero fare una faccia o un gesto per indicarlo oppure, nei casi più estremi di DNP, potrebbero effettivamente accusarvi di mentire – e persino di mentire a VOI STESSI. Perché, naturalmente, un narcisista non ammette mai di essersi sbagliato.

3) Non sapete più cosa è normale

Se vi viene regolarmente detto che le cose sono normali quando, in fondo, sapete per certo che non lo sono, siete probabilmente vittime di gaslighting. Ad esempio, supponiamo che il vostro capo tossico vi chieda di mentire apertamente a un cliente sulla sicurezza di un oggetto. Quando vi rifiutate, vi viene detto che TUTTI gli impiegati mentono per conto dei loro datori di lavoro e che se non sapete fare squadra, forse è il caso di cercarvi un’altra occupazione.

4) Vi “diagnosticano” problemi importanti

Quando un narcisista sta mentendo o manipolando un amico, un collega o un partner, e non sta ottenendo il risultato che vuole, potrebbe aumentare l’intensità mettendo in discussione la sanità mentale dell’interlocutore. Potete essere definiti paranoici, stressati, troppo sensibili o persino ormonali. Potrebbe anche dirvi che avete bisogno di terapie o medicine per farcela. Di nuovo, si tratta di avere il controllo.

Un narcisista farà di tutto per mantenere il controllo – anche a spese di coloro che afferma di amare.

5) Dubitate delle vostre credenze e percezioni

Vi dicono che ciò che sapete per certo di essere vero non è reale. Ad esempio, se vostra madre narcisista vi dice che vostro partner è un perdente e che avete bisogno di scaricarlo, dopo un po’ potete iniziare a crederle, tanto da finire per sabotare la vostra relazione mettendo in dubbio l’idea che vi siete fatti della persona che avete scelto, grazie al regolare condizionamento esercitato da vostra madre durante le visite, le telefonate e le e-mail.

6) Non riuscite a ricordarvi delle cose

Il narcisista è un patito della memoria selettiva; cioè, negherà di aver detto qualcosa che vi ha sconvolto, se lo affronterete sull’argomento incriminato; oppure prenderà con voi l’impegno di fare qualcosa, ma poi vi dirà di non averlo mai preso. Potrebbe anche usare un linguaggio creativo per minimizzare il suo comportamento, agendo come se la vostra reazione fosse totalmente fuori luogo.

 7) Mentite per mantenere la pace

Non siete bugiardi per natura e tanto meno abituati a mentire alle altre persone della vostra vita. Ma a causa dell’estremo stress causato dal turbamento o dalla rabbia del narcisista, svilupperete la tendenza a piegare la verità almeno un po’ per evitare l’abuso verbale/fisico che appartiene alle discussioni o situazioni contrarie alle “regole del narcisista”.

8) Smetterete di cercare di essere compresi

Se siete abituate a condividere le vostre esperienze e pensieri con le persone, quando avete a che fare con un narcisista, uno dei segnali di gaslighting è la resa per quanto riguarda il diritto di esprimersi. Smettete di parlare di voi attorno al narcisista, il che dipende dalla profondità della vostra relazione con lui o lei; potete anche smettere di parlare di voi stessi del tutto. Poi un giorno, quando qualcuno vi fa una domanda su di voi non sapete nemmeno in che modo rispondere[2].

9) Iniziate a pensare di essere davvero un po’ pazzi

L’intensità delle tattiche di manipolazione di un narcisista può distruggere il benessere psicofisico di una persona. Quando cercano una soluzione (ovvero, un modo per porre fine al disaccordo o alla discussione), le vittime possono ulteriormente convincersi che il narcisista aveva ragione – che c’erano cose che avrebbero potuto fare meglio per lui. Alcune iniziano a pensare che i comportamenti narcisistici erano reazioni logiche ai loro errori; che forse avrebbero dovuto chiedergli scusa.

Il punto è che quando una persona si scusa, il narcisista (probabilmente) accetta le sue scuse, ma solo per poi mettere nel sacco il presunto “cattivo comportamento” della vittima, rivoltarlo e rinfacciarlo quando servirà ai suoi propositi.

10) Date segni di depressione

Perché un narcisista butta giù pesantemente la sua vittima, essa può diventare depressa e ansiosa. Si interrogherà costantemente e si sentirà generalmente senza speranza. Se vi trovate in ​​questa situazione, potete sentirvi esausti dal giro sulle montagne russe che il narcisista vi porta a fare ad ogni discussione, e potete persino pensare che siete ipersensibili (grazie alle tattiche di manipolazione narcisistica che avete subìto). Siete confusi e disorientati. E grazie a tutti quei riferimenti fatti alla vostra “paranoia” e ai vostri “problemi di memoria”, è probabile che cercherete un aiuto per la depressione piuttosto che per il vero problema: il gaslighting prodotto da un narcisista nella vostra vita.

Anche le cosiddette normali relazioni possono essere oggetto di incomprensioni e fraintesi, ma quando qualcuno inizia a usare le tattiche di manipolazione che appartengono al gaslighting, è probabile che sia affetto da DNP – e se avete l’intenzione di mantenere integro il vostro senso di sé, dovete iniziare a fare dei cambiamenti nella vostra vita.

Riconoscete qualcuno dei segni del gaslighting presenti in questo articolo come parte della vostra realtà?

Siete mai stati vittime di gaslighting? Cosa direste ad un amico che vive una relazione tossica in cui ci sono evidenze sull’utilizzo di questa tecnica?

___________________________________

[1] https://artedisalvarsi.wordpress.com/2015/07/15/gaslighting-il-battaglione-delle-amazzone-pazze-del-perverso-narcisista/
[2] https://artedisalvarsi.wordpress.com/2018/02/06/erosione-identitaria-e-paralisi-della-volonta-come-funziona-il-processo-di-annullamento-dellaltro/

33 pensieri su “I campanelli d’allarme che indicano gaslighting in corso…

  1. Ho avuto a che fare con un hovert ed ora ho a che fare con un Covert.Sarò una complementare?????????Fortuna per modo di dire ,che conosco tutti i passaggi e non mi sottometto.Ma e’dura in triangolazione parentale.

    Piace a 1 persona

    1. Cara Luisa, sapere cosa ti ha attratto in uno e nell’altro è importante per comprendersi. A volte siamo mosse dall’estremo desiderio di sentirci amate e protette a livelli anormali e quindi la risposta sta nel nostro stesso livello di narcisismo. Averne un po’ è sano, averne troppo è pur sempre una fregatura. Abbraccio forte e pensaci su, perché quando cominciamo ad attrarre un narcisista patologico dopo altro vuol dire che stiamo ripetendo vecchissimi copioni…

      Piace a 2 people

  2. Tra le cose che riconosco di questo articolo sono la presunzione di sapere cosa penso. Quando ho negato le sue insinuazioni si è sempre sentito preso in giro da me ed ha ribadito che lui sapeva perfettamente quello che io provavo, pensavo e avevo intenzione di fare.
    Mi accusa sempre di essere impulsiva, istintiva, immatura… spesse volte mi ha detto che sono pazza (io di lui, nonostante le certezze sulla patologia del narcisismo non ho mai detto che è malato o pazzo).
    Ha insinuato e giudicato alcune mie conoscenze maschili che non mi hanno mai importunato tanto da farmi pensare che fossero davvero intenzionati a corteggiarmi… tuttora nutro questo dubbio su alcuni contatti che sono sempre stati al loro posto.
    Qualsiasi promessa mi abbia fatto non l’ha mai mantenuta.
    Mentivo su tante cose pur di non litigare. O meglio ero accondiscendente anche quando gli avrei spaccato la faccia.

    "Mi piace"

    1. Snaturarti per meglio piegarti ai loro bisogni; annullarti per plasmarti, ma anche per evitare la concorrenza; convincerti che sono la tua anima gemella e che quindi sanno ciò che vorresti dalla vita e da un uomo… Tutto ciò è molto efficace e funziona alla grande quando abbiamo perso la fiducia in noi.

      "Mi piace"

      1. Il vero problema è che a volte prendeva coscienza di questo e mi diceva: non devi snaturarti per me. Non voglio che tu lo faccia. Però era chiaro che altrimenti non ero perfetta come lui mi desiderava.

        "Mi piace"

      2. È un vecchio trucco per farti credere che sono talmente sensibili ed empatici da capire come possiamo sentirci. Sono BALLE perché poi continuano a provare a farci “ragionare” secondo il loro modo e verso il soddisfacimento dei loro interessi.

        Piace a 1 persona

  3. Attentano all’identità altrui perché non ne hanno una propria, e si accaniscono se trovano una persona forte e con una bella personalità e cercano una crepa o ferita ( chi non ne ha) e lavorano su quelle
    Alla fine ti lasciano depressa e vuota e ti senti finita e senza vita e la cosa che ti fa davvero impazzire e che sono loro stessi che poi ti consolano facendo finta di aiutarti. E devi davvero cacciare fuori tutta la tua forza e lucidità se non vuoi totalmente perdere la ragione.
    Quello che personalmente mi ha aiutato è stata oltre la terapia la meditazione, mettersi in contatto con la propria essenza con la parte più profonda di se stessi aiuta, ti rafforzi e impari a far chiarezza dentro di te, a fidarti e cosa più importante ad amarti.

    Piace a 1 persona

    1. Carissima Jeng, sembra incredibile il modo come distruggono la fiducia che hai negli altri e in te stessa a partire dai racconti che fai delle tue ferite. Sì, quando finalmente crolli sotto il peso della loro malvagità è altrettanto incredibile come diventano improvvisamente “leggeri” e sfoggiano benessere mentre ti “consolano”…

      "Mi piace"

  4. Riconosco nell’ ordine:
    1 utilizzo delle mie fragilità contro di me; il mio peso e il mio carattere un pò forte
    2 non riconoscere la mia mente; più che altro lui non riconosceva la mia intelligenza, quindi cercava di farmi passare per fessa e se controbattevo mi inventavo le cose
    3 mettere in dubbio le mie percezioni/sensazioni; sia mai che una mia sensazione fosse tenuta in conto, sensazione non è fatto comprovato quindi non vale nulla…per uno che nega anche l’ evidenza dei fatti…
    4 mentire per mantenere la pace; rospi grossi come case ingoiati per cercare di non avere discussioni che sapevo essere sterili e sempre a finale pessimo. Accondiscendere sempre e comunque ai suoi desideri anche quando volevo dire “no, non mi sta bene”
    5 pensare di essere un pò pazza; se tutto quello che pensi, provi, dici in opposizione a lui è etichettato come sbagliato, come una tua fantasia il passo a pensarsi un pò fuori dal mondo è breve.
    Dopo la fase di scarto in cui mi ha svalutato, sminuito fino ai minimi termini e due mesi e mezzo di no conctat, ieri se ne è uscito con gli auguri per la festa della donna e non auguri “normali”, ma un “buona festa della donna. Grazie di esistere e grazie per tutte le cose belle che mi hai dato”. A me è caduta la mascella, come si fa a pensare di dire una roba del genere dopo il fango che mi ha buttato addosso? E magari pensava pure che io potessi apprezzare…..?!?Grazie al cielo anche con quest’articolo Claudileia mi ha ricordato chiaramente con chi avevo a che fare e a guardare nel modo giusto parole e soprattutto opere e omissioni…..e a non dimenticare quanto male mi ha fatto. Grazie Claudileia, grazie a te so guardare a quelle parole con il dovuto disincanto e disgusto.

    "Mi piace"

    1. ely ti scrivo auguri che ha mandato a me l’ ipocrita alle 11.30 : ti giuro nella mia testa sei stata la prima e lo sarai sempre,non so’ come comportarmi, poi mi rinfacci che ti importuno e mi hai chiesto di sparire, aggiunge un link e scrive sotto, accettali con il cuore.

      "Mi piace"

  5. Sono pienamente in accordo con ciò che ha scritto Jeng e anche Ely è incredibile leggere gli articoli e i commenti perchè tutto quello che ho vissuto in tanti anni ed era oscuro adesso diventa chiaro e mi da un grande sollievo perchè ho creduto di essere sbagliata e ho vissuto con un malessere che attribuivo solo a me …… il mio ex marito adesso ne ho la piena consapevolezza è una personalità fortemente disturbata….

    "Mi piace"

  6. Ciao Ely e ciao Ilaria

    quando ho letto i vostri commenti mi è venuto un sorriso amaro: è accaduta la stessa cosa anche a me. L’essere immondo che ho avuto la sfortuna di conoscere mi ha fatto gli auguri per la festa della donna …l’8 marzo a mezzanotte giuro erano le 00.00
    Io stavo già dormendo …mi sono accorta solo all’una do notte che c’erano 3 messaggi sul display ..un numero non salvato in rubrica, ma l’avatar di whastup non ingannava era lui! Mi è presa una rabbia forte perchè avevo altri problemi e mi mancava solo quell’idiota a destabilizzarmi! sono stata tutto il giorno dopo senza aprire i messaggi ed entrando il meno possibile su whastup …poi alle 22.30 del giorno dopo li ho aperti: c’era un enorme cuore seguito dagli auguri e il terzo messaggio citava più o meno così: ‘potrei chiamarti uno di questi giorni.’
    Sì proprio così ‘potrei chiamarti uno di questi giorni.’punto

    sto decerebrato dopo che sono trascorsi 2 anni da che mi ha cornificata e due anni che cerca un contatto e io lo respingo, ancora si fa vivo?

    C’è un interessante testo di Daniele Silvestri che dice così:

    ‘chi non conosce dignità,
    non può nemmeno percepire umiliazione
    e se qualcuno mai te lo rinfaccerà
    non gli rispondere,
    sorridigli sornione
    sornione’

    Per Natale 2016 mi aveva fregato facendo gli auguri di Natale e io per cortesia gli ho risposto con un secco ‘buon Natale’ da brava cristiana che sono

    Sapete ragazze per quale motivo ci mandano gli auguri e perchè si fanno sempre vivi durante le feste? per un duplice motivo

    Il primo motivo è
    Perchè solo i maleducati e le teste di ca*** non risponderebbero ad un cortese augurio……quindi chi legge il messaggio si sente anche solo in minima parte di dover rispondere (nonostante tutto il male che ci hanno fatto) …per alcuni è proprio una questione di educazione
    Augurio = Ringraziamento per augurio
    quale modo migliore per riallacciare se ci provano già da diverso tempo?

    Il secondo motivo è che
    ci vogliono rovinare le feste! si presuppone che in un giorno di festa si passi del tempo con chi si ama! Nel mio esempio io avrei potuto essere con il mio compagno o con le amiche…e i suoi messaggi di sicuro, anche se in minima parte, mi avrebbero destabilizzata! Se fossi stata con il mio compagno e lui avesse visto quell’enorme cuore? di sicuro poteva iniziare una discussione riguardo ‘il ragazzo che si permette di mandarti un cuore a mezzanotte’

    E poi c’è un terzo motivo…..il motivo che permette loro di continuare a vivere la loro vita di mer**: il desiderio di avere ancora potere su tutto e tutti coloro che hanno avuto a che fare con loro! La soddisfazione di essere o amati o odiati, ma mai presi con indifferenza!

    una minima parte di me non voleva passare per maleducata e ho avuto 10 secondi in cui ho pensato ‘Gli rispondo grazie e basta’, ma quel grazie lui non se lo merita, non merita nemmeno la mia educazione

    così ho visualizzato lui avrà visto la doppia malefica spunta blu
    e poi ho cancellato la conversazione!

    ebbene sì …sono maleducata
    e ne vado fiera!!!!!

    "Mi piace"

    1. Carissima Leni, il punto centrale azzeccatissimo nella tua riflessione è: non vogliono morire nella tua mente. Quando cambiamo numero di telefono per loro la risposta è chiarissima: “Sei morto e sepolto, non mi aspetto niente da te.” Sanno perfettamente che con un semplice SMS anche vuoto di contenuto creano un grande scompiglio interiore e una serie infinita di domande senza risposta, di dubbi, tra i quali: “Avrà sbagliato numero?”, “Cosa vorrebbe da me?”, “Perché fa così?”, “Si sarà pentito ma forse non ha il coraggio di dirmi?”, “E se fosse malato???”. Insomma, anche non rispondendo il danno è fatto, perché da narcisisti doc possono sempre pensare: “È ancora arrabbiata con me, prima o poi risponderà!”. E così, senza fretta, continuano a tormentarti ogni tanto, ma solo per noia o quando sono al corso di nutrimento, magari con degli squilli anonimi e messaggi apparentemente senza capo né coda…

      "Mi piace"

  7. Leni,Ilaria, io ho risposto, anche se mi ero ripromessa di non rispondere, so che è un errore, perchè mi ha destabilizzato l’ esagerazione delle affermazioni, ero davvero incredula. La risposta è stata “ma stai male? hai sbagliato numero” che se non fosse che erano le 9 del mattino sarebbe stata “ma hai bevuto?”Ho sperato in un ammissione che aveva sbagliato numero, ma è arrivata la conferma che era per me e a quel punto non ho più risposto anche se ha mandato altri due Whatsapp. Sinceramente non me li sarei aspettati per la festa della donna, semmai, visto che era già capitato, per san valentino. E qualcosa del tipo standard per loro e poco impegnativo, il solito sms di pragmatica, ma meno che mai affermazioni così IRREALISTICHE, esagerate, soprattutto se teniamo conto delle cose che mi aveva detto nell’ ultimo mese di frequentazione. Sono state affermazioni talmente fuori dal mondo che la tentazione di dirgli cosa ne penso dei suoi auguri è stata molto forte, sono riuscita a trattenermi per fortuna. Purtroppo so che, la mia unica risposta, mi garantisce un altro tentativo di approccio a breve,stimo tra una settimana circa, che stavolta spero di riuscire ad ignorare.
    Grazie per il supporto

    "Mi piace"

    1. Cara Ely, non c’è niente da rispondere quando dall’altra parte c’è uno squilibrato che vuole solo capire se il tuo numero è lo stesso per continuare a massacrarti. Il controllo telefonico è un gioco mentale molto eccitante per loro: senza spendere niente riescono a destabilizzare mezzo mondo!

      "Mi piace"

  8. Ciao Ely,
    Se ti dicessi che lui gode profondamente nel vederti destabilizzata e nel sapere che lui detiene ancora potere su di te? Se ti dicessi che più tu dimostri rabbia nei suoi confronti e più lui è contento della sua opera di distruzione e di conseguenza capisce di essere ancora in grado di fare il bello e il cattivo tempo con il tuo stato d’animo?

    Credimi è così
    Ti faccio un esempio
    Quando il mio psicopatico mi tradì mi disse al telefono che era successo! Ed io rimasi impassibile …non sapevo che fare perché era già da un po’ che non ne potevo più di lui e pregavo il destino che accadesse una cosa simile a questa per potergli finalmente dire che non volevo più avere a che fare con lui! (Non volevo lasciarlo io perché sapevo che me l avrebbe fatta pagare in qualche modo..ma attendevo un qualcosa che mi liberasse da lui)

    Sai cosa mi chiese lui?
    Mi chiese ‘PERCHÉ NON PIANGI?

    Voleva vedere il dolore che era in grado di provocarmi,….e gustarselo come si gusta un buon vino d’annata…soddisfatto di se stesso

    Carissima Ely, della vendetta a noi vittime forse importa poco o niente ….l’importante per noi è recuperare la nostra vita e ritrovare noi stesse dopo il passaggio di questi carri armati senza anima…..ma se dovessi covare una certa forma di sottile vendetta, regalagli la tua indifferenza.
    Se vuoi destabilizzarlo quanto lui ha destabilizzato te….fai finta che lui non esista! Penso che sia una delle poche cose in grado di squoterli……
    Almeno fino alla prossima vittima da spennare
    Un abbraccio e forza!!!!!

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Leni, quello che scrivi è vero, difatti io ho cercato di essere molto calma e non rispondere in un modo neutro, poco impegnativo. Difatti, secondo me, adesso c’è stato uno stop ai messaggi perchè è offeso dal fatto che non ho dato molto valore alla sua dichiarazione eclatante, non gli ho risposto che anche lui mi manca e neppure che anche lui mi ha dato tanto. Non ho risposto così perchè non sarebbe la verità, non mi manca e penso che non mi abbia mai dato nulla, nulla di vero e sentito. L’ unica vendetta, se così si può chiamare, che vorrei mettere in atto è trovare un compagno degno di essere chiamato tale e riuscire finalmente a liberarmi delle sue ultime scorie che ancora vagabondano nel mio cervello. Quindi più che vendetta è un riscatto mio personale, il destino mi deve un amore vero, di pagliacci me ne ha dati tanti, adesso è in debito di un “principe” e forse ben più di uno… 🙂

      "Mi piace"

      1. Ciao Ely!
        esatto, meritiamo un amore vero, con la A maiuscola! Se ti può essere di conforto io l’ho trovato, una persona che mi ama e mi rispetta e che io ricambio!

        ps comunque se incontri un uomo che si atteggia a principe azzurro, fagli i raggi X 😉 scansionalo in tutto e per tutto, fagli anche una TAC se è necessario 😉 …perchè purtroppo la maschera da principe azzurro è la preferita dei narcisisti!

        Dopo che abbiamo avuto esperienze traumatiche come quelle con i nostri ex dobbiamo evitare di cedere ad un nuovo finto principe e direi che ora con questo blog abbiamo le armi per capire più in profondità!

        I bravi uomini esistono….e non hanno bisogno di indossare maschere!
        Un abbraccio Ely

        Piace a 1 persona

  9. Ciao carissima Claudileia, è sempre un piacere sentirti e leggervi!
    hai proprio ragione…in tutto! La penso come te!
    Infatti sono ben consapevole che anche un rifiuto e una mancata risposta genera in questi soggetti considerazioni tipo ‘E’ arrabbiata con me’ tanto sappiamo bene che loro ‘si danno’ le risposte che vogliono quindi alla fine chissenefrega se pensa che sono arrabbiata!

    C’è da dire che ci siamo lasciati in buoni rapporti (avevo già iniziato a leggere questo blog e sapevo che le sfuriate e le arrabbiature non portano a nulla di buono e sono rimasta apposta nell’ombra……gli improperi che avrei voluto dirgli me li son tenuti ben stretti dentro la mia anima ed è questo che conta! quindi dall’ultima volta che ci siamo sentiti io non ho mostrato ne rabbia ne dispiacere..solo indifferenza, basso profilo e quel minimo di educazione!
    e’ stata una cosa del tipo:

    ‘ok non vuoi più sentirmi perchè la nostra è una storia complicata…..? Va bene, accetto la tua decisione, non preoccuparti…ti auguro ogni bene’

    Ora non mi va neanche di essere educata per evitare rogne 😉

    ho valutato bene se rispondere o no, sono poi giunta alla conclusione di scegliere il male minore (c’è sempre un male in ogni caso quando si ha a che fare con loro)…non rispondere niente

    Se gli avessi risposto semplicemente ‘Grazie per gli auguri, ma non riusciamo a sentirci perchè in questo momento ho problemi’ ci sarebbe stato uno scambio di messaggi che lo avrebbero autorizzato a riavvicinarsi (vabbè che provano sempre e comunque a riavvicinarsi hahahahaha) e non mi andava di avere il benchè minimo dialogo con lui!
    La stessa cosa se gli avessi detto: ‘guarda non voglio più sentirti perchè considero la nostra storia conclusa già da tempo..mi dispiace’
    gli avrei fornito appiglio per argomentare e non ne avevo voglia!

    Purtroppo non ho la possibilità di cambiare numero (che è collegato a tante realtà e dovrei davvero smuovere mari e monti e francamente non mi va) la mia paura è che lui possa diventare più insistente
    avevo pensato a bloccarlo su whastup, ma magari non adesso..t cosa mi consigli?

    in fin dei conti i contatti che ho avuto sono stati pochi e non hanno pregiudicato la mia sanità mentale! Ormai so con chi ho a che fare e non provo più nulla per lui da tempo immemore! Le persone amiche mie che sono venute in contatto con lui sanno tutto e ovviamente sanno che devono tenerlo alla larga, quindi ad ora non c’è un pericolo che lui vada a sputtanarmi in giro inventando cazzate come solo loro sanno fare! Di persone che conoscono entrami e che lui potrebbe manipolare ce n’è una sola…ma di lui non mi importa più di tanto cosa pensa o non pensa di me

    Certo resta quella inquietudine di essere costretti di nuovo a interfacciarsi alla loro pochezza…e sinceramente preferisco impiegare meglio quelle energie!

    "Mi piace"

  10. Ancora un ottimo articolo. Ricordo di aver provato molte delle sensazioni descritte, negli ultimi anni di convivenza e nei 12-18 mesi successivi alla separazione. Ora va meglio. Da ciò che scrivete mi sembra di capire che non avete figli in comune con questi esseri. Io si, il che mi rende impossibile un distacco totale. Cerco di limitare i contatti al minimo, ho imparato ad essere sereno e distaccato quando rispondo: ne va del benessere mio e dei ragazzi. Le mostro indifferenza e glie lo dico anche che mi è indifferente: lei ha capito che io non sarò mai più una sua preda, ma deve continuare a sostenere la sua immagine pubblica di persona irreprensibile. Sapere che anche una sola persona al mondo, io, non crede ad una sola parola da lei pronunciata la manda in bestia. Sapere che esiste qualcuno che ha visto e riconosciuto la sua maschera la innervosisce da morire. La vedo povera dal punto di vista emotivo, arida e finta da far venire i brividi; ma vedo anche lo schifo nella gente che continua ad idolatrarla e che ha scaricato me. Persone che pensavo amiche non si sono degnate di uno sguardo, di un messaggio, di un semplice “come stai?” Ciononostante sono sulla via del perdono, quello egoistico che mi darà l’ultimo slancio per liberarmi del tutto. In fondo sono vivo, sono migliore di prima, sono lontano dalla sua tossicità quotidiana e tutta quella spazzatura è stata opera sua: la ha prodotta lei e la vita glie la restituirà con gli interessi, prima o poi. Mi fa piacere leggere che Leni abbia trovato un uomo buono e non abbia perso la fiducia nel genere maschile, come io non la ho persa in quello femminile. Vi abbraccio tutte, buona fortuna.

    "Mi piace"

    1. Caro Guglielmo, spesso le persone “amiche” che hanno visto in loro qualche capacità eccezionale hanno pur sempre dei buchi che credono di colmare avvicinandosi ancor di più dalla parte che credono più forte e abbandonando definitivamente coloro che ritengono deboli. In realtà, preferiscono mantenere nelle loro vite chi fa il simpatico e scartare chi magari è più riservato. Il metro della loro Corte è veramente corto, superficiale e grezzo… un po’ come il cervello della persona che “ammirano”. Abbracci anche a te!!!

      "Mi piace"

  11. “tty Images6Antonio Conte has turned Chelsea’s leaky defence of last year into a title-winning back lineAnd despite the Borussians being keen to exercise a permanent deal with the 20-year-old at the end of the season, Christensen appears motivated to return to Stamford Bridge.”

    "Mi piace"

  12. Buonasera, ho trovato il blog cercando informazioni sulla manipolazione e la sensazione di disagio che ho provato con una persona che conosco da poco tempo è quella descritta. In un crescendo di situazioni fastidiose nonostante lo facessi notare con delicatezza e poi sia arrivata a chiudere per sfinimento lei non molla, le ho elencato le cose che io non ho gradito ma nessuna è stata riconosciuta o cambiata. Quando mi ha fatta aspettare mentre si vestiva pure dicendole che non era il caso è stato troppo e le ho detto così:

    Io: “La prossima volta che hai da fare ci sentiamo poi in un altro momento, nessun problema!”
    Lei: “Non essere permalosa, ho detto che mi vestivo e sindacare ancora su questo mi dispiace!”

    Allora le ho mandato l’elenco con le 6 cose delle settimane precedenti e in risposta mi ha accusata di mentire quando le ho detto di trovarmi bene con lei, in altri frangenti.

    Io: “Ciao, ho letto ora e quello che dici riguardo le cose belle del nostro rapporto è vero! Mi spiace, io non riesco a gestire quelle non belle e sento che ho bisogno di serenità!”
    Lei: “Felice tu mi abbia scritto, prenditi il tempo che vuoi, ti dico solo che ci tengo a te!”

    Non ho risposto, nel weekend di silenzio ero rinata ma il giorno dopo insiste di nuovo:

    Lei: “Buongiorno.. le cose possono cambiare credo solo confrontandosi e provando a credere l’una nell’altra.. ho compreso cosa ti infastidisce e vorrei impegnarmi a rendere più serena la nostra “conoscenza”.. i silenzi non penso avvicinino le persone nei momenti di conflitto..”

    Non mi sono sentita di risponderle, non saprei cosa, ma ho interpretato:
    1. Devi credere in me sennò non cambierà niente e se non ti vuoi confrontare sbagli tu.
    2. Ti faccio credere di aver capito così mi dai un altra possibilità e io ho più tempo.
    3. Non puoi interrompere i nostri scambi a tuo piacimento soprattutto non lo decidi tu.

    Ogni volta che sto per ridarle il beneficio del dubbio succede però poi qualcosa che mi ricorda il motivo per cui mi sono allontanata, per me non c’è nessun conflitto e non le porto alcun rancore ma me ne guardo bene dal sentirmi come mi sono già sentita con lei. Sento che ho fatto la mia parte ma siamo su lunghezze d’onda diverse, cosa consigliate?

    "Mi piace"

  13. Ciao Daniela,
    nella tua lettera sembri confusa.
    Dici che per te non c’è nessun conflitto (con lei?), ma mi sembra di intravederne due.
    Il primo conflitto riguarda il fatto che lei vuole A e tu vuoi B.
    Il secondo conflitto lo intravedo in quello che provi davvero per questa persona.
    Se siete su due lunghezze d’onda diverse, l’hai respinta, dici che ti infastidisce, che hai fatto la tua parte e ti sei anche allontanata, su cosa cerchi consigli? Non puoi semplicemente ignorarla? Cosa cerchi tu da lei invece?
    “Ogni volta che sto per ridarle il beneficio del dubbio succede però poi qualcosa che mi ricorda il motivo per cui mi sono allontanata”: perché le dai il beneficio del dubbio? Forse è a te che dai il beneficio del dubbio? Non capisco…
    Infine, mi fai notare tre cose. La prima, che la vostra “conoscenza” era comunque destinata a non proseguire (ogni volta succede qualcosa che ti fa desistere)… La seconda, che tu debba “ricordarti” dei motivi per i quali ti sei allontanata: se devi ricordartene, stai facendo uno sforzo. La terza, è che sembra che questa persona ci tenga davvero a te… a modo suo.

    "Mi piace"

    1. Ciao El Mexico_74, grazie per la tua risposta. Il conflitto lo ha creato lei dal niente su banalità e provando ad andarle incontro ho visto poi che proseguire non è possibile. Il consiglio è riferito ad un eventuale ulteriore messaggio da parte mia chiudendo così in modo pacifico. Io non credo che questa persona tenga davvero a me perché ho imparato che le persone che ci tengono ti rispettano. Lo sforzo reale è farlo notare, purtroppo.

      "Mi piace"

  14. Mi manca ridere con te..
    spero tu riesca a trovare la tua serenità..
    e che possiamo fare una chiacchierata spensierata..

    1. Appello al passato straordinario
    2. Colpevolizzazione per l’accaduto
    3. Insistenza e pressione ai voleri

    Grazie al blog scopro e capisco ora tante cose su ciò che mi viene detto nel meccanismo solito di riaggancio a relazione finita. Mi sono consigliata di non rispondere più! 🙂

    "Mi piace"

    1. Ciao Daniela, e ben arrivata.

      Riuscire a vedere i connotati reali di una relazione da osservatori esterni è sempre complicato, ma credo di poter dire che, di norma, quando uno dei due si pone l’interrogativo in merito al fatto che il proprio partner stia esprimendo delle modalità di tipo narcisistico patologico, questo da solo fornisce indicazioni attendibili sulla fondatezza di quei dubbi.
      Essere ambiguo e contraddittorio nell’espressione dei propri comportamenti è la modalità base di ogni NP, e verrebbe da credere che anche nel tuo caso siano queste le dinamiche in gioco.

      Comunque sia, se tu sei arrivata alla conclusione che il rapporto tra voi due ha finito col togliere – almeno a te – più di quello che dà e non trovi riconoscimento in lei di questo tuo stato di (in)sofferenza, siamo in presenza di una relazione sbilanciata che non può portarti nulla di buono.

      Quanto al consiglio che chiedevi, sei arrivata da sola a formulare la migliore raccomandazione che si possa dare a questo punto, ossia che nessun “messaggio finale” sia in grado di chiudere definitivamente e pacificamente la vostra storia, visto che diventerebbe semplicemente occasione per ulteriori repliche dall’altra parte, e per mettere in atto tutti i meccanismi di “riaggancio” che hai imparato a riconoscere.

      Il cosiddetto no-contact totale è la sola e unica soluzione perseguibile per iniziare – e dico iniziare perché, come hai visto tu stessa, difficilmente sarà rispettato dall’altra parte, per un tempo più o meno lungo – a metterti alle spalle questo capitolo spiacevole della tua vita.

      "Mi piace"

      1. Ti ringrazio Marco per le tue parole e considerazioni, non immaginavo di trovare qui le dinamiche spiegate così chiaramente e nel dettaglio di tante parti del mio vissuto e mi rendo conto che è fondamentale sapersi ascoltare e stabilire “sani” confini con gli altri.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...