20 cose che un adulto non si rende conto di fare a causa dell’abuso emotivo subìto nell’infanzia

Fonte: https://themighty.com/2017/09/childhood-emotional-abuse-signs-dont-recognize/
Trad. C. Lemes Dias

__________________________________

Abbiamo scritto prima che l’abuso emotivo infantile è “invisibile” perché non lascia tracce fisiche. Ma quello che forse non realizziamo è che l’abuso emotivo durante la fase di crescita può avere un impatto duraturo su un individuo – dobbiamo parlare più di questo!

Sfortunatamente, gli effetti dell’abuso emotivo infantile non restano confinati all’infanzia. Spesso, gli effetti si estendono nell’adolescenza e nell’età adulta – influenzando l’immagine di sé, la visione di mondo e i rapporti affettivi degli adulti maltrattati da bambini. Molte persone che hanno vissuto esperienze infantili traumatiche possono persino avere problemi con la loro salute mentale.

Volevamo sapere quali effetti poteva avere l’abuso emotivo infantile su una persona, quindi abbiamo chiesto ai lettori della nostra community di condividere tutte le cose che non si rendevano conto di fare a causa dell’abuso emotivo che avevano sperimentato prima di diventare adulti consapevoli.

Ecco cosa hanno condiviso con noi:

  1. “Scusarsi per il comportamento altrui, scusarsi per loro o cercare di costruire una ragione logica per cui si comportano in un modo o nell’altro. Prendo la colpa per cose che non sono colpa mia. I miei genitori mi hanno sempre ridicolizzato e mi hanno lasciato una grave ansia sociale in cui mi ritrovo ad essere spaventata dalla gente. Ho una paura irrazionale di persone che mi fissano o mi giudicano. La cosa peggiore da sopportare è l’imbarazzo che provo. Sono stata vittima di bullismo a casa così tanto che sentirmi imbarazzata di fronte a qualcuno mi divora dall’interno per giorni, settimane, mesi. Ho zero fiducia in me stessa. Josephine J.
  2. “Troppi pensieri. Penso a tutto e analizzo ogni singola parola, ogni movimento. Devo pensare a tutte le possibilità, quindi cerco di essere preparata perché non mi sono mai sentita pronta a reagire quando ero più giovane… ero sempre la vittima. Mai più.”— Julie J.
  3. “Mettere molta pressione su me stesso per poi cadere a pezzi quando non riesco a sopportare l’enorme carico. Pensare che dovrei essere perfetto anche se non posso esserlo. Non posso evitare che certe volte le persone siano verbalmente aggressive con me. Quando lo fanno, mi faccio prendere dal panico e mi ammalo fino a quando non abbandono la circostanza. Sento che troppe cose sono andate male di recente e avverto il bisogno di auto sabotare tutto. Mi faccio del male in qualche modo. È davvero triste.” — Shonda P.
  4. Sottovalutare i miei problemi/lo stress perché sento il bisogno di aiutare e ‘sistemare’ tutti gli altri, e convincermi che i miei problemi non sono così pessimi/importanti.” — Angela V.
  5. “Inghiottire tutto e non chiedere mai veramente aiuto perché lo sento come una responsabilità. Quando parlo con qualcuno e mi interrompono, dopo mi chiedono cosa stavo dicendo, allora dico “Non riesco a ricordarmelo” per minimizzare il quanto mi senta ferito. Essere interrotto mi fa sentire poco importante… e come risultato mi chiudo in me stesso e non parlo molto nella vita reale…” — Gerald S.
  6. “Scusarmi continuamente. Avere paura di fare le cose perché penso che a prescindere di quanto mi sforzi, sbaglierò tutto o deluderò qualcuno” — Laurie B.
  7. “Ora, da adulto, ho capito che gran parte della mia rabbia deriva dall’essere stato oggetto di rabbia e maltrattato da bambino”. Andrea V.
  8. “Recitare di essere forte e tosta, fingendo di non avere problemi al mondo. Quando agisco in modo forte e duro, mi viene quasi in mente la possibilità di pensare che sono davvero forte e decisa e che il mio passato di abuso emotivo non è mai esistito. Di notte, però, torno alla realtà e mi sento estremamente depressa, sapendo che nessuno al mondo conoscerà mai la verità su di me.”Emily E.
  9. “Mi tiro indietro quando le persone mi toccano o quando urlano. Da bambina mi nascondevo, da adulta me ne vado. Conto anche delle cose. È un piccolo movimento come toccare le punte di ogni dito sulla mia mano destra e batter le ciglia in concomitanza. È un tratto ossessivo. DOC. Il movimento è diventato esaustivo ma mi fa sentire a casa “.— Kaytlyn K.
  10. “Prendo in giro le mie stesse emozioni, mi attribuisco nomignoli quando agisco emotivamente, incolpo me stesso, mi scuso costantemente, provo panico quando qualcuno urla, m’arrabbio e piango quando ci litigo, tengo le cose e le emozioni per me stesso e ho attacchi di panico quando sento la gente alterarsi e inalberarsi durante un conflitto.”Riley M.
  11. “Ho molta paura quando penso alla morte dei miei cari. È diventata un’ossessione. Ho paura che mi lascino e di restare sola. Respingo le nuove persone prima che abbiano l’opportunità di andarsene. Mi preoccupa così tanto la mia famiglia che la metto davanti ad ogni mio bisogno personale. È estenuante mentalmente e fisicamente.” — Ashley G.
  12. “Dico sempre di ‘sì’, perché se dico ‘no’, mi sento una cattiva ragazza. Non si dice “no” a mamma e papà! Se lo fai sarai gridato, picchiato o anche peggio. Sembra una cosa così piccola, ma c’è una lunga storia dietro a tutto questo. — Laura V.
  13. “Se prendo una decisione, anche una piccola decisione come cambiare il marchio di dentifricio, mi faccio prendere dal panico perché non so se sto prendendo la decisione giusta: sono stata condizionata a non fidarmi mai di me stessa. Tutto dipendeva sempre da loro. Evita R.
  14. Quando la gente alza la voce contro di me, automaticamente il mio cervello si spegne. In un brutto modo. Sono piena di rabbia e la maggior parte delle volte la micia è proprio questa.” — Ana F.
  15. “Essere troppo attenta e riservata quando incontro nuove persone, il che porta loro a pensare che non sono interessata, oppure che sono arrogante. Posso essere anche troppo attiva quando incontro nuove persone, ma solo per evitare che si rendano conto della mia ansia”— Marisa N.
  16. Abbandono immediatamente qualsiasi conflitto. Non appena si alza una voce, perdo ogni senso di sicurezza e la mia spina dorsale se ne va, come se fossi costretto a tornare in un angoletto.Quinn M.
  17. “Cerco di iper giustificare me stessa e parlo molto velocemente. Sono sempre stata messa in discussione e ridicolizzata per tutto ciò che dicevo. Mi ritraggo quando le mie spalle sono toccate, e perdo la calma quando gli uomini mi strillano.” — Latasha T.
  18. “Ho vissuto la mia vita in preda a una solitudine quasi insopportabile perché ho trovato poche persone disposte ad accettarmi e troppe a ridicolizzarmi e tradirmi. Continuo a lavorare per accettare con grazia la mia solitudine, ma in realtà il più delle volte sto solo cercando di nascondere il quanto sono sola e ferita per sentirmi esclusa.”Deb K.
  19. “Silenzio. Da bambino ho imparato che parlare di come mi sentivo avrebbe portato solo a più dolore. Da adulto, faccio fatica a comunicare i miei sentimenti perché ho sempre paura di essere scartato, attaccato o ignorato. Meglio soffrire in silenzio e lasciare che tutti pensino che io sia OK che dare a chiunque un’altra possibilità di farmi del male.”Robi K.
  20. “Le figure autoritarie mi terrorizzano. Sono sempre preoccupata di essere ‘nei guai’ solo per il fatto di esistere. Sono una donna adulta, una professionista con un livello di istruzione elevato. Non mi sono mai messa “nei guai”, ma nel momento in cui devo parlare con un superiore a lavoro, mi sento come una bambina disubbidiente che cerca di evitare la punizione.”Sarah K.

3 pensieri su “20 cose che un adulto non si rende conto di fare a causa dell’abuso emotivo subìto nell’infanzia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...