Il narcisismo perverso e la risata sadica quando vi vedono a terra: l’intenzionalità del danno

Fonte: https://narcwise.com/2018/03/02/proof-the-narcissist-abuses-you-intentionally-and-will-never-change/
Autrice: Maggie McGee è Master in Psicologia e mental coach specializzata nel trattamento delle vittime di abuso narcisistico. È fondatrice della pagina http://www.narcwise.com
Trad. C. Lemes Dias
______________________________

OK, eccoci qui. Se avete cliccato su questo articolo, c’è un’alta probabilità che siete in una relazione con un narcisista maltrattante che vi sta infondendo la speranza che un giorno cambierà.

Potete scannerizzare il web alla ricerca di prove che il vostro narcisista non è così terribile come quella vocina dentro di voi a volte vi implora di accettare.

Basterebbe trovare la giusta soluzione magica che dimostra che cambieranno e saranno la persona straordinaria che sapete che prima o poi diventeranno! L’unica cosa che sapete è che questo può accadere, perché sicuramente non si rendono conto delle cose orrende che fanno, giusto? Nessuno in sana coscienza farebbe ciò che fanno loro, quindi… E devono essere completamente inconsapevoli di ciò che stanno facendo… altrimenti come si spiega?

Beh, la pura e orribile verità è che sanno perfettamente cosa stanno facendo. Le loro azioni sono interamente calcolate. Un narcisista patologico maltratta intenzionalmente.

Mentre molti dicono che le persone non cambiano mai, io dico che questo non è affatto vero. Le persone possono cambiare. Lo fanno tutto il tempo. Ci sono tuttavia condizioni necessarie affinché ciò accada. Tali condizioni sono: la consapevolezza del comportamento che vogliono cambiare e la volontà di realizzare la trasformazione. Questo è il modo in cui definisco l’intenzionalità.

Allo stesso modo, l’intenzionalità si applica anche all’identificazione di ciò che chiamo comportamento malefico. Chi è consapevole di ciò che causa un dolore negli altri e sceglie intenzionalmente di farlo accadere, non può essere scusato a priori.

Una persona che sceglie ripetutamente di causare danni è quantomeno molto a suo agio con le azioni che realizza. In buona sostanza: non ha alcuna intenzione di cambiare.

Questo articolo è un grande, duro test di realtà sui motivi che portano un narcisista ad agire intenzionalmente. Sul perché fanno scelte deliberate per causare danni e nutrirsi del dolore che causano.

La pura verità di questi fatti è evidenziata dalle loro stesse azioni.

Dobbiamo smettere di inventare scuse per i narcisisti. E dobbiamo farlo SUBITO.

Nelle parole di Maya Angelou: “Quando qualcuno vi dimostra chi veramente è, bisogna prendere atto”.

PROVA 1 – VI BUTTANO GIÙ

Cominciamo con un promemoria di ciò che fa funzionare un narcisista: controllarvi e dominarvi come forme di nutrimento. Queste forze trainanti sostengono la necessità di svalutarvi e diminuirvi.

Nel corso di una ‘relazione’ con un narcisista, vengono utilizzate tutte le strategie mentali di distorsione della realtà per fare in modo che questo dominio e controllo accadano: gaslighting, proiezione, campagne diffamatorie, minacce, sfruttamento, stravolgimento della verità o menzogne, conversazioni circolari senza senso, vergogna, ecc. All’infinito…

Perché? Lo scopo è quello di avere qualche potere su di voi per sentirsi “di più”, facendovi sentire “di meno”. Si tratta di una strategia fondamentale al soddisfacimento dei loro bisogni. Nutrirsi degli altri significa rinforzare le proprie convinzioni di essere superiori, il che richiede che tutti gli altri siano, naturalmente, inferiori.

Dato che siete esseri umani pieni di qualità (perché mai avrebbero scelto proprio voi per nutrirsi se così non fosse!), questo significa che hanno bisogno di abbattervi per sentirsi superiori. E lo fanno sistematicamente attraverso l’abuso. Pensate per un secondo. Riflettete su come vi sentiti. Piccoli? Senza valore? Non amati/non desiderati? Profondamente imperfetti? Pazzi? Quindi, come possiamo sostenere che una simile strategia non sia perfetta?

L’altra motivazione per abbattervi è che hanno bisogno che compriate il loro “valore aggiunto” affinché vi sentiate “meno di zero”. Ecco la dinamica. Quando lo fatte, questo fortifica la vostra dipendenza da loro e di conseguenza il loro potere su di voi.

A questo punto avete tutto il diritto di pensare ‘sì, forse questo non è giusto, ma forse lui/lei non può farci niente, non significa granché questa teoria, ci devono essere altre possibilità’

A questo punto passiamo alle prove incontrovertibili sulla loro intenzionalità di recarvi un danno.

PROVA 2 – NASCONDONO LA VERITÀ

Dimostrazione A – L’isolamento

Un metodo popolare di controllo è quello di isolare le vittime. L’isolamento può essere da risorse umane, fisiche, emotive, psicologiche o mentali. Si tratta dell’utilizzo di una tattica classica: meno risorse esterne avete a vostra disposizione, più dipenderete da loro.

Ci sono anche altre ragioni, in particolare per quanto riguarda l’isolamento da altre persone. Il narcisista teme che le persone che si preoccupano per voi si rendano conto dell’impatto negativo che la relazione ha sul vostro benessere psicofisico.

Ha anche paura che gli altri confermino la realtà della situazione che mina l’ardente lavoro che ha fatto per convincervi che è tutto nella vostra mente.

Inoltre, teme che le persone che si preoccupano per voi possano influenzarvi dicendo cose come “quello che ti sta succedendo non va bene” e che potete semplicemente SCAPPARE dando loro ascolto.

Qui la paura è tutta presa dall’essere scoperti. O da parte vostra, che dite “mai più e via di qui”, o da altri che potrebbero potenzialmente rimproverare il loro comportamento.

Dimostrazione B – La doppia faccia

Allo stesso modo, il narcisista mostrerà volti diversi, uno per quando è in pubblico e uno segreto, fatto apposta per voi.

Il volto segreto è quello sprovvisto della maschera, la persona reale.

Si tratta di una persona vi usa come scorta, alimentando il processo di erosione del vostro Sé per ottenere un vantaggio ogniqualvolta il vostro cuore e la vostra anima si rompono in mille pezzi.

Non potete più fingere che lei sia semplicemente ignara o inconsapevole del proprio comportamento.

Perché questa persona, che state cercando di giustificare in ogni modo, è la stessa che in pubblico diventa quella che sperate che sia in modo permanente, ovvero, una persona coerente, capace di sradicare il mostro che vi maltratta. No. Non potete più scusarla.

È proprio questo ‘dettaglio’ a portarvi ad avvertire una certa fiducia: la dimostrazione che può essere buona, giusto? È il motivo che vi ha portato all’innamoramento di questa persona, ai tempi in cui eravate idealizzati e adorati. Era affascinante, spiritosa, generosa, attenta, gentile, piena di sorrisi e risate – arcobaleni, lecca lecca e unicorni spuntavano dal nulla quando questa persona era in giro con voi.

Eppure, questa persona è la stessa del “volto segreto”.

Quella che vi insulta e tira calci.

È solo che indossa una maschera. E lo fa perché è la copertura perfetta per ciò che realmente giace sotto. La usa per far sì che la vostra verità non venga creduta nel caso in cui abbiate il coraggio di condividere la facciata segreta.

Le osservazioni A e B dimostrano in modo inequivocabile che un narcisista sa di commettere degli abusi, che è consapevole del fatto che secondo i normali standard di comportamento, ciò che fa è semplicemente INACCETTABILE. Da qui la duplicità di nascondere il proprio comportamento agli estranei.

Sanno che ciò che fanno è sbagliato. Sanno che vi stanno ferendo. Tuttavia, scelgono di farlo comunque. Oltre a garantire che possano continuare a farlo nel futuro prossimo, stabilendo condizioni che proteggano la verità da emergere e straripare verso l’esterno.

PROVA 3 – ANCHE IL LORO CORPO NON MENTE

Il narcisista è chiaramente il maestro del controllo di voi due, tanto quando subite la sua manipolazione e svalutazione, e in una certa misura anche di se stesso. Detto questo, ora analizziamo la loro capacità di creare e scegliere quale personaggio condividere con chi e quando. Ci sono alcune cose dentro di loro che sono comunque al di fuori del loro controllo. Una di queste è la potente verità delle sensazioni fisiche che manifestano.

Dimostrazione C – Provano gioia per il dolore degli altri

Mi riferisco ancora una volta al male. Molti sostengono che non esiste qualcosa come il male e che tutte le persone sono essenzialmente buone. Ammetterò di aver sostenuto e difeso questa convinzione la maggior parte della mia vita fino a quando il male non mi ha guardato negli occhi.

Le persone con lo spettro narcisistico di livello maligno (perverso) e gli individui con Disturbo di Personalità Antisociale (DPA) vi dimostreranno cosa sono con la fisicità. Questa mancanza di congruenza tra parole, azioni e comportamenti si estende anche al linguaggio del corpo.

Due segni distintivi sono:

  1. Occasionalmente quando colpiscono un vostro punto dolente e causano danni profondi, sorprendentemente SORRIDONO. Potrebbero anche far trapelare una risata di piacere. Sì, queste reazioni provengono dal piacere del vostro dolore.
  2. Lo stesso vale quando causano un danno agli altri. Quando sono coinvolti in pettegolezzi, campagne di diffamazione o quando riescono a costatare la disgrazia degli altri, noterete che il narcisista diventa stranamente animato, eccitato. Il dolore degli altri li illumina letteralmente.

Gli individui che ricevono un compenso dalla miseria degli altri sono diversi dal resto di noi. Non abbandoneranno mai i loro comportamenti, perché a loro piace essere così. In realtà… è ciò per cui VIVONO.

PROVA 4 – VI DIRANNO TUTTO SU DI LORO CON LE LORO STESSE PAROLE

Nessuna intenzione di cambiare potrà mai verificarsi. Ciò sarebbe completamente contrario a tutte le credenze e i comportamenti che li rendono individui affetti da Disturbo di Personalità Narcisistico. Si considerano superiori, onnipotenti, speciali, dotati, arroganti e legittimati.

Usando le loro stesse parole, vi diranno tutto su di loro.

In primo luogo, ascoltate le premesse sottostanti di tutte le loro strategie di svalutazione: “per essere abbastanza buona per me, devi cambiare xyz …”.

Quindi, in linee generali, questa stessa visione vale per tutti quelli che li circondano. Nessuno è abbastanza buono. Tutti devono cambiare per essere degni di lui/lei, in quest’ottica CHE NON VIENE MAI CONFESSATA AL GRANDE PUBBLICO.

Infine, di nuovo, se vi capita di stare con un narcisista maligno o un individuo con DPA, tali caratteristiche verranno subito fuori. Diranno cose come: “Mi piace chi e cosa sono. So di aver provocato dolore negli altri. Non cambierò mai“. Vero. Che ci crediate o no, ho sentito anch’io queste parole.

Perché smentire ciò di cui sono orgogliosamente fieri, provando ad agire contrariamente?

Dicono TUTTO.

Potete sempre liquidare la teoria psicologica del Disturbo Narcisistico di Personalità, o la loro stessa testimonianza della loro verità interiore quando vi dicono esattamente cosa sono.

Potete avvertirlo come un vostro bisogno a causa del lavaggio del cervello che si è verificato.

La negazione è un meccanismo di difesa di sopravvivenza necessario.

Ma cercare di isolarvi, la personalità che esibiscono pubblicamente e privatamente, e la gioia scritta sui loro corpi quando vedono il vostro dolore, costituiscono prove inequivocabili della piena consapevolezza del dolore che recano in voi e negli altri.

Potete davvero continuare a perdonare, scusare e difendere una persona che è consapevole che vi sta causando un danno, e che sceglie deliberatamente di farlo?

Queste verità non possono essere ignorate.

Dovete quanto meno accettare l’intenzionalità degli abusi narcisistici e non restare fermi a guardare. Dovete lasciare andare ogni negazione residua che le cose potrebbero funzionare diversamente, se decidete di restare con un narcisista…

Uscite dalla modalità di sopravvivenza e andate verso quella di guarigione.

È tempo di trasformare tutta questa splendida speranza, energia, impegno, amore incondizionato e ottimismo, rivolgendo tutto ciò a qualcuno che se lo merita: VOI STESSI.

Distruggete i legami narcisistici e iniziate a nutrire la vostra anima (andate su Why is it so hard to leave an abusive relationship with a narcissist? per maggiori informazioni sul legame traumatico). Fatte qualcosa per voi.

La libertà e la gioia vi aspettano, ma prima dovete cercare la libertà allontanandovi.

41 pensieri su “Il narcisismo perverso e la risata sadica quando vi vedono a terra: l’intenzionalità del danno

  1. Uno degli articoli piu’ illuminanti! Grazie mille Claudileia per la traduzione e per l’aiuto che ogni giorno mi dai.4 mesi di no contact durissimo,ma finalmente inizio a risentirmi a e ritrovarmi….Ho dato a lui tutto quello che avevo,ma sono riuscita a mettere il punto a questa tortura.Ogni giorno lontana da lui, è un gesto di amore che faccio verso me stessa.Grazie ancora a tutti voi che partecipate a questo meraviglioso forum.

    Piace a 5 people

  2. altro grande articolo – come sempre tutto vero dalla A alla Z

    si quel ghigno schifoso sul grugno è un classico –

    io penso che cambino questi individui : ogni giorno diventano peggiori del giorno precedente

    nessuna scusante e nessuna pietà per loro – solo calci e denunce

    Piace a 2 people

      1. Grazie, a posto. Evidentemente scrivo talmente tanto che ormai qualcuno mi considera come spam….. Battutona!
        Un abbraccio!

        "Mi piace"

    1. Esatto! Anche perché adoperano su di te un vero trasferimento di personalità: “Scappi? Mi stai abbandonando perché sei cattiva, perché non mi hai mai amato, perché hai trovato qualcuno, perché hai sempre finto e bla bla bla!!!” Il condizionamento, la manipolazione, la dissonanza cognitiva e il gaslighting, portano poi a pensare che le loro opinioni siano vere e la frittata è fatta!

      Piace a 1 persona

      1. Proprio cosi e ci provano fino all’ultimo, pensa che l’ultimo suo ricontatto ci siamo mrssaggiati a lungo e ad una mia affermazione che avevo altro a cui pensare di lui che faceva il fantasma, mi rispose che capiva e che probabilmente si trattava di un altro uomo: ” spero sia meglio di me” 🤤Patetico…

        "Mi piace"

      2. Sentirti dire che “hai finto e solo ora è venuta fuori la tua vera natura” è una cosa terribile, se ci hai messo l’anima e nonostante questo sei arrivata all’epilogo dello scarto. La finzione è la mazzata finale dopo essere stata scaricata ed accusata di essere impazzita ed ossessiva. Non so spiegare ma “finzione” quando provi a fletterti in ogni modo, e tu tieni a quella persona è sul serio un’accoltellata e cui non sai come rimediare al momento perché lui non vuole confronti, parlarti, etc. Ne ricordo lo sconforto. L ho implorato di non pensarlo nemmeno come avrei potuto fingere per mesi e mesi,ma non ho più avuto risposta.

        Piace a 1 persona

      3. Carissima Morgana, concordo pienamente con te. Credo che si tratti dell’accusa più grave che possono fare a una persona che hanno letteralmente prosciugato di ogni energia prima dello scarto. Se abbiamo ben presente che “ragionano” attraverso la proiezione, allora sappiamo che questo tipo di accusa può arrivarci non come una coltellata, ma come un pizzicotto al cuore. Tu sai quanto hai dato, tu sai chi avvertiva ‘il bisogno’ di fare sesso con altre donne, perché mai soddisfatto. Tu sai delle volte che sei stata umiliata e derisa, insomma. Se la tua ‘vera natura’ è ribellarti a tutto ciò, PER FORTUNA CHE E’ VENUTA FUORI!

        Piace a 1 persona

      4. Cara Morgana anche io ho provato lo stesso…quando il primo narcisista mi ha accusata di volerlo controllare mentre questo non era assolutamente vero visto che lo lasciavo completamente libero di fare quello che voleva. Mi aveva infatti detto che le sue ex lo asfissiavano e quindi io non gli chiedevo mai dove andasse e cosa facesse la sera quando non ci vedevamo….
        Poi una volta ho scoperto per puro caso che una sera era andato a una festa mentre a me aveva detto che avrebbe passato quella serata con i suoi familiari….quando gli ho chiesto spiegazioni (in modo non aggressivo) mi ha detto che non voleva una donna possessiva e poi è sparito per 5 giorni. Io gli avevo solo detto che se quella sera voleva divertirsi bastava dirlo…ma evidentemente aveva i suoi “motivi” per non farmelo sapere….
        Il mio dolore é stato fortissimo ma lo stesso è riuscito a farmi sentire in colpa e quando è tornato ero in ginocchio. Da quel momento è iniziato l’incubo narcisista…fino ad allora aveva mascherato bene ma poi ha iniziato a fare tutto quello che ho già raccontato in modo sempre più violento. Un abbraccio

        Piace a 1 persona

      5. Quello è un atteggiamento da stronzo ed egoista. Ma accusarti di fingere per mesi è meschino 😦 è come dirti che non ha nemmeno motivo di ricordarsi di te, se mette in dubbio ogni cosa buona tu possa avergli dato, perchè dato dalla finzione…. 😦 ti cancella con una frase…

        Piace a 1 persona

      6. Si verissimo..ma credimi quando mi ha paragonato alle sue ex per me è stato bruttissimo perché non lo avevo mai obbligato a fare nulla…é stato come se mi avesse detto che fino a quel momento avevo finto mentre in realtà lo volevo controllare…baci

        "Mi piace"

      7. Lo capisco. Mi domando se quando dicono queste cose ci credono davvero o sanno di dire una cosa non vera e lo dicono coscienti di questo e solo per farti stare male.

        "Mi piace"

  3. Purtroppo la mia esperienza conferma ogni frase..cosa suggerisce quando il narcisista è padre delle sue figlie minorenni? Rischiano di subire gli stessi abusi? Come proteggerle?
    Grazie!

    "Mi piace"

    1. Cara Stefania, intanto BENVENUTA! Dipende. Siete ancora sotto lo stesso tetto o separati? Considera che chi manipola lo fa sempre e con chiunque, quindi perché non dovrebbe fare con ciò che ritiene siano le sue ‘cose’, come i propri figli? A seconda del caso e del livello di narcisismo (ammesso che lo sia) possiamo considerare il contatto minimo. Se siete sullo stesso tetto diventa quasi impossibile, anche perché le bambine non hanno la minima idea di cosa parliamo.

      Piace a 1 persona

      1. Grazie del benvenuto e della risposta. Siamo separati e in fase di CTU è stata descritta la personalità narcisista del mio ex marito: nelle conclusioni la psicologa consigliava periodi limitati di frequentazione col padre. Il giudice (uomo ultrasettantenne prestato al civile sul finire della carriera svolta nel penale), senza darne motivazione, non ha preso in considerazione la consulenza e ha esteso i tempi paterni in maniera quasi paritaria come “va di moda” al momento..di fatto poi le bambine stanno cmq più tempo con me perché lui spesso ha o accampa impegni di lavoro per cui non le tiene con sé o cambia frequentemente i giorni di spettanza, creando problemi organizzativi a me e confusione nelle bambine..Ma questo mi pare il male minore..ciò che mi preoccupa di più sono gli atteggiamenti manifesti di preferenza per una figlia rispetto all’altra, oltre ai messaggi squalificanti il mio ruolo…Grazie infinite

        "Mi piace"

      2. Grazie del benvenuto e della risposta. Siamo separati e in fase di CTU è stata descritta la personalità narcisista del mio ex marito: nelle conclusioni la psicologa consigliava periodi limitati di frequentazione col padre. Il giudice (uomo ultrasettantenne prestato al civile sul finire della carriera svolta nel penale), senza darne motivazione, non ha preso in considerazione la consulenza e ha esteso i tempi paterni in maniera quasi paritaria come “va di moda” al momento..di fatto poi le bambine stanno cmq più tempo con me perché lui spesso ha o accampa impegni di lavoro per cui non le tiene con sé o cambia frequentemente i giorni di spettanza, creando problemi organizzativi a me e confusione nelle bambine..Ma questo mi pare il male minore..ciò che mi preoccupa di più sono gli atteggiamenti manifesti di preferenza per una figlia rispetto all’altra, oltre ai messaggi squalificanti il mio ruolo…Grazie infinite

        "Mi piace"

  4. Proprio ieri mio figlio mi ha chiesto cosa stava succedendo di nuovo -considerato che aveva visto suo padre gentile nei miei confronti ( purtroppo abita in un appartamento indipendente ma comunicante con il mio e non ho altre soluzioni)gli ho detto la verità che suo padre quando siamo soli si comporta in modo diverso-mi ha creduto finalmente!

    Piace a 2 people

  5. È proprio vero ! Quell’odioso ghigno stampato sul viso mentre ti umiliano dicendoti le peggiori cattiverie, per poi dopo poco ritrattare e dire che stavano solo scherzando! È quella l’essenza della perversione! Quello che più mi addolora è che siamo tanti, troppi in balia di questi np.

    Piace a 2 people

  6. Articolo davvero molto esaustivo, feriscono sapendo di ferire, il mio ex quando scoprii i suoi tradimenti non accettava che io mi volessi allontanare da lui e mi diceva questa odiosa frase “Si, sono sporco brutto e cattivo se mi vuoi io sono così” che arroganza ma poi magari diventava gentile e aveva parole carine dicendo che mi amava….poi c’erano le accuse diceva che non lo avevo mai amato che lo avevo preso in giro in tutti gli anni che eravamo stati insieme e poi un altro giorno diceva che ero cattiva e che lui in fondo se aveva fatto qualcosa di male era per colpa mia che non lo desideravo abbastanza . Quando io attraverso internet cercando di dare un nome alla mia sofferenza trovai notizie del narcisismo perverso inizialmente ne parlai con lui per cercare di spiegarli che si comportava male sia con me che con le sue figlie ma lui allora (adesso so che fa parte della patologia) iniziò a ridicolizzarmi con le persone che non sapendo niente di questi argomenti pensavano solo al fatto che un narciso fosse una persona vanitosa e che quindi io esagerassi e
    poi lui in pubblico si comportava diversamente da quando eravamo soli….ma poi sono riuscita a lasciarlo anche se ancora non legalmente e lui ha messo in atto tutte le tattiche per farmi tornare a casa ma non solo non ci è riuscito ma adesso molte persone che all’inizio non capivano la nostra separazione adesso con i suoi comportamenti stanno iniziando a vedere la persona che è realmente e io mi sento un pò meglio ma resta una situazione complicata perchè lui è tenace e non mi vuole lasciare in pace, lui fa la sua vita di cui io non so niente ma di me vuole sapere tutto attraverso figlie parenti amici comuni e in più io certe volte mi sento sola e triste …ma ci siete tutti voi e questo blog che davvero aiuta a salvarsi e ce la farò

    Piace a 3 people

    1. Carissima Anna, diciamo che lui non vuole mandare a monte l’abile lavoro di manipolazione che ti ha portata a reggere l’intera baracca contenente le sue peggiori nevrosi. Ti parlo chiaramente: quando un narcisista patologico/psicopatico (vale anche per il femminile) prova a riagganciare la persona che è riuscito a imbrogliare per 20, 30 o 40 anni, è perché non vuole perdere il suo ‘capolavoro’ principale. Ragionano un po’ così: “Se questa qua ha retto tutto questo tempo, nonostante io abbia fatto questo e quello, allora NON E’ GIUSTO che si ribelli PROPRIO ORA CHE RITENEVO IL LAVORO CONCLUSO.” Per “lavoro concluso” intendono il progetto di ridurti a una larva umana, declassata da moglie a badante quando le giovincelle declineranno “con tanto amore” l’invito di aiutarli a cambiarsi i primi pannoloni… La vecchiaia arriva per tutti, ma passarla accanto a chi ci ha sempre disprezzato dentro e fuori dal letto è una vera disgrazia. Hai fatto l’unica scelta che potevi fare per la tua dignità di donna e di madre. Siamo con te. Grazie di esserci.

      Piace a 1 persona

    2. Carissima Anna, sei sulla giusta ed unica strada per venirne fuori, spesso la medicina è cattiva ma è sempre più dolce del male di queste persone ripugnanti. In bocca al lupo

      "Mi piace"

  7. E quando il narcisista sono un padre e una sorella; che ti umiliano e deridino da sempre,non sapendo il povero narcisista inferiore che lei poi deride lui; ma lo tiene solo per questioni d’interesse e basta, facendogli credere che io sono la sporca e cattiva?Da sempre lei cerca di spazzami via usando, con lui il volto della fragile e Santa persona ed io camminando in una stanza al buio piena di uova per non dargliela vinta e farmi da parte,come già successo più volte facendoci littigare per togliermi di mezzo.I due volti che conosco solo io,in famiglia era stata eretta ed a dulata da mia madre.Io dovevo pagarele loro frustrazioni e lei è diventata una grandiosa Covert.

    "Mi piace"

    1. Cara Barbara, purtroppo la convivenza forzata tra fratelli e sorelle quando c’è un genitore malato da accudire porta all’aumento della rivalità storica. La questione è: se abbandoni le cure a tuo padre (anche quando si tratta di un n.p.!) riesci a sopportare i sensi di colpa che la tua ribellione comporta? O avresti l’impressione di ‘darla vinta a loro’? La maggior parte dei figli nella tua situazione decide di stringere i denti per non pentirsi a posteriori. Chi si conosce bene sa che quando quel genitore non ci sarà più i sensi di colpa lo faranno sentirsi “cattivo”, nonostante quel genitore abbia rovinato la loro esistenza… Dopodiché, nessuno è costretto a frequentare i propri fratelli a vita, perché l’affetto non può essere imposto attraverso i legami di sangue. La famiglia di origine non può essere una croce da portare, quindi, bisogna rispettare sempre il tuo sentire. Se tua sorella ti svaluta in continuazione e ti fa sentire incapace di prenderti cura di tuo padre COME LEI, bisogna dirle molto concretamente se vorrebbe svolgere DA SOLA questo compito. I manipolatori giocano molto sui nostri sensi di colpa, ma quando si trovano nella situazione di dover assumere da soli qualche grossa responsabilità, finiscono per mettere la coda tra le gambe e abbassare bene le orecchie…

      Piace a 1 persona

    2. Barbara posso consigliarti solo una cosa visto che ci sono passato e mi pento di non averlo fatto.
      Fai intervenire i servizi sociali, denuncia, non subire passivamente.

      "Mi piace"

  8. Eh sì se penso soprattutto agli ultimi 6 mesi non posso non pensare che fosse più che consapevole della crudeltà che avevo nei miei confronti. Ma faccio comunque fatica ad accettare che una persona alla quale ho dato tanto e ho amato sinceramente sopportando l’insopportabile fosse cosciente e scegliesse deliberatamente di farmi del male. Non si vuole credere che sia così, si cercano mille giustificazioni per non dover ammettere la dura verità

    Piace a 1 persona

  9. Lo psycho della mia vita passata, quando si presentavano per lui situazioni “interessanti”, ovvero quando gioiva internamente, al posto del ghigno aveva il tic di ciucciarsi il pollice.
    Pensate a un uomo grande e grosso e di peso sociale, che si infila il pollice sotto il palato superiore e il resto della manona chiusa, proprio come i lattanti.
    E mentre faceva questo gesto i suoi occhi ridevano, emanava soddisfazione da tutti i pori.
    Che non abbia superato la fase orale? 🙂

    Piace a 1 persona

  10. Buongiorno a tutti/e , buona liberazione ed indipendenza con l’anno nuovo!
    Carissimi/e questi/e essere credono di essere i padroni del mondo. Le loro parole vengono trasformate in leggi, regole e condizione si qua non al fine di proseguire la relazione, con loro, anche contro i nostri interessi, principi e pareri. Ma come tutti/e le arroganti/e insensibili/e dimenticano che anche noi, malgrado le nostre debolezze, amore cieco verso loro e a volte sottomissione, abbiamo un limite invalicabile, ed più volte superato causa la rottura insanabile. Vi ricordo cari/e, la dignità , la salute fisica e psichica non ha prezzo. Liberiamoci dal male.
    Buon anno e buon cammino.
    Milziade

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...