Buon Natale, Buon Anno e… va bene così!

Va bene se non siete abbagliati dalle luci di Natale, dalle risate e dalla musica che proviene dalle case degli altri. E se non avete voglia di bere lo spumante, ma una tazza di tè caldo mentre osservate dal balcone il cielo invernale oppure dalla finestra la neve che scivola dolcemente sugli alberi.

Sappiate che questo si chiama pace, non solitudine.

E anche laddove fosse voglia di solitudine, che male c’è?

A chi avete bisogno di giustificare il quanto apprezzate il silenzio?

Se invece di andare a cenare laddove sapete che vi accoglieranno con la solita superficialità – dopo che per anni vi hanno denigrato alle spalle – e avete scelto di non andare da nessuna parte con il vostro miglior vestito per distribuire sorrisi forzati e intraprendere l’ennesima conversazione su ciò che è accaduto o sta accadendo nelle vite altrui, vorrei dirvi che avete ragione da vendere se avete deciso di ripulire i vostri armadi e di raccogliere i vestiti che non usate da una vita per portarli a chi ne ha bisogno.

E se avete scelto di fare questo gesto proprio la notte di Natale, vorrei dirvi che nessuno ha il diritto di giudicarvi per l’appuntamento che avete dato ai vostri vecchi vestiti. Ai vostri vecchi “voi”.

So che avete sempre preferito avvolgervi in un maglione accogliente e sedervi davanti alla TV per guardare i film che non avete avuto il tempo di vedere al cinema o starvene semplicemente a letto fino a tardi circondati dai libri che avete comprato da anni e non avete mai letto.

Perché nel tragitto verso il lavoro sceglievate di leggere sull’economia, sull’ennesima crisi di governo, sull’ultimo fatto di cronaca… Su ciò che era accaduto nell’ultima ora.

Il Natale può essere davvero magico per voi, se decidete di viverlo nel tepore della vostra anima più profonda rendendo onore al suo vero spirito, insito nel verbo NASCERE.

E’ la nascita del vostro nuovo essere che va accolta con emozione e incommensurabile amore perché:

–      Per la prima volta il vostro cervello non è andato in tilt per un paio di regali da trovare nei centri commerciali affollati all’ultimo momento;

–      Per la prima volta non avete l’intenzione di ricevere o inviare dai vostri telefoni messaggi collettivi impersonali a persone perennemente indisponibili;

–      Per la prima volta non andrete alla festa in ufficio per fare un brindisi con un capo che vi detesta;

–      Per la prima volta non avete decorato la vostra casa con un albero finto carico di luci made in China o non avete preso dal vivaio un abete che morirà nel giro di poco;

–      Per la prima volta non avete affrontato lunghe file nella pescheria per cucinare l’intera giornata per i vostri amici;

–      Per la prima volta non siete andati a dormire stravolti, contenti di aver soddisfatto i palati più esigenti, anziché le vostre esigenze;

–      Per la prima volta il vostro cane andrà con voi a fare una passeggiata la sera di Natale in un orario inconsueto e vedrete la sua coda dondolare soddisfatta mentre vi insegue – perché dei bambini non stanno cercando di tirargli la coda o persone che lo reputano troppo grosso per il vostro piccolo appartamento non lo stanno guardando con sospetto;

–      Per la prima volta avete deciso di dire alle persone che vi vogliono bene e che sono presenti nella vostra vita che adorate la loro compagnia e la loro presenza, ma che avete deciso di vivere il Natale a modo vostro perché volete bene a voi stessi e perché non avete mai e poi mai trascorso un unico Natale da soli da quando siete nati;

–      Per la prima volta avete risposto a tutte le persone che vi chiedevano indizi su cosa regalarvi a Natale che non vi manca proprio niente e che possono semplicemente offrirvi un caffè quando avranno tempo da trascorrere in vostra compagnia.

–      Per la prima volta passate per depressi, burberi, antisociali o pazzi ma…

–      PER LA PRIMA VOLTA TUTTE QUESTE ETICHETTE HANNO SMESSO DI AVERE UN PESO NELLA NOSTRA VITA PERCHÉ AVETE IMPARATO CHE L’UNICO GIUDIZIO CHE CONTA È QUELLO CHE AVETE SU VOI STESSI.

Viviamo in una società che ci dice costantemente che essere soli o trascorrere il periodo natalizio da soli è un triste fallimento.

La verità è che la solitudine è una bestia feroce soltanto per chi non la sa cavalcare.

Cavalcarla significa saper affrontare la realtà di chi si è o si sta diventando. Significa saper accogliere il flusso dei propri pensieri con tutte le verità irrefrenabili che si porta appresso – eppure non crollare ingozzandosi di cose e di persone per scappare da sé e da ciò che c’è da fare.

Significa dare addio a sentimenti adrenalinici che ci deviano da una verità universale: ci sentiamo soli unicamente quando non sappiamo cosa fare della nostra ricchezza (o povertà) interiore.

Dimenticare le delizie della solitudine è farci comandare da chiunque: dalle leggi di mercato alle convenzioni sociali, a prescindere da cosa vogliono i nostri cuori.

Non è eresia scegliere la solitudine e il raccoglimento il giorno di Natale.

Non è follia trovare soddisfazione e realizzazione da soli, anche dentro noi stessi.

È normale non provare a riempire i nostri vuoti con degli stimoli e rumori perché così fan tutti.

La vera pace, l’auto-conoscenza e la felicità sono possibili unicamente per chi ha fatto pace con la solitudine e ha smesso di dichiarare guerra alla miglior alleata che la vita ci ha offerto per la nostra crescita personale.

Può sembrare strano e fuori dall’ordinario, ma per vivere all’altezza di una società sempre più malata di solitudine accompagnata e ipocrisia è necessario munirsi della forza interiore che soltanto chi ha il coraggio di fare cose straordinarie può avere.

Stare bene da soli è STRAORDINARIO.

Ma la cosa bella è che si tratta di un privilegio a portata di chiunque abbia voglia di sconfiggere i propri mostri.

Buon Natale e Buon Anno a voi che mi seguite!

Con affetto,

Claudileia

____________

Trad. Triste, louca ou ma’ (Francisco, El Hombre)

Triste, pazza o cattiva/ lei sarà qualificata/ da chi rifiuterà./ Segue la tale ricetta/ la ricetta culturale/ del marito, della famiglia./ Si prende cura, cura della routine./ Soltanto rifiuta/ tale ben conosciuta ricetta/ chi non senza dolori/ accetta che tutto deve cambiare./ Perché un uomo non ti qualifica/ La tua casa non ti qualifica/ La tua carne non ti qualifica/ Tu sei il tuo focolare /Perché un uomo non ti qualifica/ La tua casa non ti qualifica/ La tua carne non ti qualifica/ Tu sei il tuo focolare/ Lei ha perso la testa/ Ha sciolto nodi/ Vivrà sola./ Io non mi riconosco nella parola femmina/ trofeo di caccia/ vittima rassegnata./ Preferisco bruciare le mappe/ Tracciare nuovamente le strade/ Vedere colori nelle cenere/ E reinventare la vita./ Perché un uomo non mi qualifica/ La mia casa non mi qualifica/ La mia carne non mi qualifica/ Io sono il mio focolare./ Lei ha perso la testa/ Ha sciolto nodi/ Vivrà sola.

176 pensieri su “Buon Natale, Buon Anno e… va bene così!

  1. Ho cominciato a seguirti leggendo l’articolo dell’ <>.
    È passato del tempo. E questo Natale mi trova più forte (e non sto a raccontarti qui cosa non ho subìto in queste settimane). L’importante è che finalmente riesca ugualmente a stare dritta e centrata, anche se non perfettamente.
    Questo risultato è anche merito tuo, Claudileia, e di tutte le persone di grande umanità che ho conosciuto qui.
    Con stima e con affetto, buon Natale per ognuno di voi.

    Piace a 2 people

  2. Buon Natale a tutte le anime belle che hanno deciso di trascorrerlo nella verità profonda del loro essere! Grazie sempre a Claudileia per la sua umanità e il suo prezioso aiuto! Che sia un Natale e un anno sereno per tutti! Auguri

    Piace a 2 people

  3. Carissima Claudileia, anche se io sarò costretto a un Natale in famiglia che avrei volentieri evitato ma al quale mi presto per i ragazzi, comprendo e condivido questo tuo augurio. Perlomeno ho chiarito che non voglio inutili scambi di regali.
    Al di là di questo vorrei ricambiare di tutto cuore gli auguri, ringraziandoti infinitamente per questo spazio che per me è stato fondamentale e anche e soprattutto per tutte le attenzioni, le risposte e la vicinanza che mi hai riservato in tante occasioni. Sono un bellissimo regalo che mi porto come auspicio per il nuovo anno.
    Vorrei fare a tutte e tutti i miei più veri auguri di un Natale il più sereno possibile, da soli o in compagnia, e l’augurio per un nuovo anno sicuramente migliore del precedente.
    Siete a tutti gli effetti parte della grande famiglia delle belle persone e sono felice di potermi considerare parte di questa famiglia e di aver condiviso tanto di me con voi.
    Un abbraccio grande a tutti!

    Piace a 2 people

  4. Io ero prontissimo all’ennesimo Natale in solitudine, una solitudine cercata, voluta e negli ultimi anni difesa anche strenuamente (pur non legato sentimentalmente faccio un lavoro che mi gratifica molto, ho un circuito di amicizie preziose e sincere e posso contare, ricambiato, su una rete di affetti reali: un paio di zii insostituibili, dei fratelli, una nipotina eccezionale).
    Ieri mi è capitato d’incontrare però, per caso, la mia ex. Era in compagnia del nuovo fidanzato, quello per il quale mi ha scartato ormai quasi un decennio fa (non sto a dilungarmi sul suo narcisismo, col tempo ho imparato a considerarla una covert – a giudicare dai comportamenti e dai suoi periodici cucù – ma qualche volta ancora pencolo nel dubbio che possa essere io, quello sbagliato!) e insomma: improvvisamente constatare quanto sembrasse essersi adattata bene al nuovo assetto mi ha squassato non poco (sembrava felice, almeno, io l’ho “letta” così; e comunque è insieme a lui da allora, dopo aver passato con me un decennio). Io che credevo di aver fatto dei passi avanti mettendomi tutto alle spalle, io che ero convinto di aver fatto bene o male i conti con l’illusione, mi ritrovo a registrare così una inaspettata debacle. Oggi la mia solitudine mi sta pesando esattamente come quella alla quale mi consegnai dopo la rottura. Possibile che si ritorni a zero in un nonnulla? Dopo tanto tempo? (magari è solo un momento, scusate lo sfogo)

    Piace a 2 people

    1. Caro Pietro, non farti condizionare dalla vita che lei sta IPOTETICAMENTE vivendo, perché è proprio questo a darti la sensazione di non essere all’altezza della felicità che meriti. Le ipotesi sulla meravigliosa vita altrui sono fantasie deleterie sulle quali tendiamo a costruire quei castelli di sabbia che ci crollano addosso nei momenti in cui abbiamo più bisogno di essere presenti a noi stessi. Non sei tornato allo zero, ma sei stato messo a contatto con una persona che ha intossicato la tua vita di illusioni. Il tuo stato d’animo di oggi è la prova provata che senza la sua visione stavi molto meglio. L’hai vista ieri, non oggi. E non la vedrai domani perché l’oggi e il domani appartengono a te. Un abbraccio grande e basta condizionamenti. Il cervello è tuo e sei tu il suo unico padrone. BUONE FESTE!

      Piace a 2 people

  5. Buon Natale a te Claudileia, ti ringrazio per i tuoi preziosi consigli che hai saputo darmi e buon Natale a tutti voi che avete saputo ascoltarmi e darmi la forza di interrompere la relazione con il np.
    Io il cagnolone me lo porto a fare la passeggiata per davvero la sera di Natale e mi godo la pace che ho tanto desiderato ma che non avrei mai potuto avere se avessi continuato ad accettare di essere trattata come una opzione dal mio np.

    Piace a 1 persona

  6. Auguri a tutte le anime belle che ho trovato in questo angolo di paradiso.Auguri a te Claudileia e grazie davvero, dieci, cento, mille volte grazie per ciò che fai. Che questo Natale sia davvero all’insegna della più bella e vera RINASCITA per me e per tutti voi.
    Un abbraccio
    Nina

    Piace a 1 persona

    1. Lo sarà, cara Nina! Chi ha il coraggio di prendere in mano le redini della propria vita non resta in balia del vento in attesa di essere prima o poi piegato in due. Grazie a te e a tutti voi per l’energia positiva che distribuite qui senza badare a chi. Ecco la bellezza di questo spazio che senza di voi sarebbe una casa molto più vuota! Abbraccio grande e buone feste!!

      Piace a 1 persona

  7. Auguri Claudileia!l’ho incontrato per puro caso proprio in un supermercato stamattina,dopo due anni di no contact.Che fa?Aveva la compagna è la figlia,ma voleva tutta l’attenzione su di me fissandomi e sorridendomi cercando di toccare il mio carrello.Roba da pazzi.Me la sono data
    a gambe.Felice feste amica mia.

    Piace a 2 people

  8. Cara Claudileia,
    stupendo ciò che hai scritto, io sto mantenendo la calma… Rispetto ai tempi andati, e sono riuscita a fargli gli auguri senza tornare sugli ultimi anedotti, come dici tu, schiena dritta… Io non sono per le discussioni e gli ho voluto bene, non voglio snaturarmi ed essere stronza od indifferente quando quella non è la mia natura. Ma non do adito a cercarlo per altro.
    Sentirsi a posto e quindi se stessi… Nel profondo, è la più grande forza che forse richiede un’uscire dalla sensazione di nullità provata.
    Quindi questi gg li sto passando con le persone che più mi sono state vicine, i regali me li hanno fatti … E mi hanno aiutato a rialzarmi, dolcezza, carezze, sostegno, sorrisi, grinta… E soprattutto nessun SILENZIO, nessuna ASSENZA. Il più bel regalo a noi ed agli altri è ESSERCI. Ti ringrazio perché tu ed il tuo blog siete stato il primo “martello” che ha incrinato quel cemento che mi aveva tolto il respiro… Quella pesantezza di colpe che non mi faceva rialzare. GRAZIE a te ed a tutti coloro che qui condividono.
    PIETRO mi dispiace per il momento di debolezza… Lo sento anch io a tratti… Ma è perché in fondo siamo persone che hanno voluto sinceramente bene.
    Buon Natale ❣

    Piace a 1 persona

    1. Buon Natale e Buon anno a te, carissima Morgana!! Perdonami se a volte ti ho tirato le orecchie, ma oramai lo sai: meglio un bagno di realtà immediata che mesi, anni, UNA VITA di torpore nel caos! Fiera del lavoro che hai fatto su te stessa. I tuoi progressi sono stati evidenti agli occhi di tutte le persone che ti hanno sostenuto qui, incoraggiandoti, certe a volte quotidianamente a non fare mai più marcia indietro. Ce la farai a voltare pagina, ne sono sicura. E continua a scrivere ASSOLUTAMENTE. Ti farà solo bene. Un abbraccio grande!!!

      "Mi piace"

      1. Per le tirate d’orecchie posso solo ringraziarti, hai detto cose che mi hanno fatto riflettere, tu e chi mi ha supportato qui mi ha fatto capire che non ero matta e non ero sola… Questo è fondamentale per ritrovare la calma nei momenti in cui ricadi nelle sensazioni legate a “lui”.. È così che sono riuscita a non sbroccare e rientrare nel circolo vizioso delle domande su me stessa. Grazie… 💚

        Piace a 1 persona

  9. Auguri di buon Natale Claudileia e a tutti voi! In questi giorni mi rendo conto che il mio cammino sarà ancora lungo e quanto il dolore è ancora forte. Nn ho ancora imparato a vivere la solitudine in modo positivo, anzi il Natale mi fa stare peggio. La fase del distacco è molto dura e spesso mi sento vacillare nonostante che il mio cervello sia consapevole di avere a che fare un np molte volte fuori controllo: è come se nn riuscissi a tenere connessi mente e cervello….
    Voglio pensare che tutta questa sofferenza porterà alla rinascita di tutti noi!
    In ogni vs commento ho ritrovato qualcosa di me e ho capito e questo mi è servito tanto. Grazie!🤗

    Piace a 1 persona

    1. Carissima Samanta, l’anno scorso l’argomento dei miei auguri natalizi era proprio la ‘crisi’. Non esiste alcun tipo di trasformazione senza uno scossone interno che ci porti verso una nuova versione di noi stessi, stavolta scritta dalle nostre stesse mani. Ecco le parole di Aurelio Arreba che condividevo: “Capire il proprio percorso, osservarlo e decidere la direzione da prendere implica una grande sfida spirituale. Se mi manca “l’autoconoscenza” vedo negli altri tutte le “passioni, impulsi, bisogni, emozioni e illusioni represse in me” e tutto ciò che faccio è cercare di riversarle negli altri, ingrandendole erroneamente.
      Il processo di uscita dal proprio narcisismo e di sviluppo della spiritualità risulta essere la fonte dalla quale beviamo in reazione alla vita quotidiana quando ci sentiamo bloccati. È questo processo a mostrarci il percorso da prendere quando è la realtà di ogni giorno a trainare le redini della nostra vita e quando sono gli altri a decidere il posto in cui dobbiamo stare; ci aiuta a non lasciarci influenzare dai nostri problemi e a stampare la nostra personale impronta nel superamento di tutte le difficoltà e sfide che ci tocca affrontare strada facendo.” Buone feste, cara, e GRAZIE!

      Piace a 1 persona

  10. Grazie Claudeleia..E come sempre anche questo articolo è azzeccatissimo.un abbraccio a tutti e auguri immensi per la propria crescita e evoluzione …sono contenta di essere approdata qui…nel più bel blog che mi potesse capitare ..😘😘😘

    "Mi piace"

    1. Cara Spirito Libero, grazie a te per la presenza e per le parole che hanno consolato e sostenuto molte delle persone che ci seguono! Sei preziosa e stai facendo passi da gigante aprendoti al mondo e accogliendo (ora con l’esperienza!) ciò che di bello la vita di offre. Piano piano, ricordati! Non demordere che i traumi resteranno nel passato a forza di persistere verso l’ignoto con un po’ più di cautela – l’ignoto può essere finalmente la luce, perché no? Basta procedere piano e con fiducia in te stessa. Abbraccio grande e Buone Feste a te e ai tuoi cari!

      "Mi piace"

  11. Sinceramente, buone feste a tutti e buona guarigione! Grazie di tutto, di questa consapevolezza che ho trovato qui, dell’ascolto e della conoscenza sul tema. Ancora oggi mi ritrovo impotente a spiegare quello che ho vissuto in quella relazione. Chi non ci è passato non capisce. Quindi, col nuovo compagno quando il discorso cade su quel tema taglio corto x non generare incomprensioni. Il deficiente tra l’altro, sentite che questa è bella, dopo un anno e oltre di no contact a parte varie ridicole patetiche incursioni forzate che non ho potuto evitare, mi ricompare con un nuovo numero e a pochi giorni dal Natale dopo vari tentativi di soliti mess lapidari senza risposta, che fa? MI MANDA UNO SCHIFOSO VIDEO PORNO IN TEMA NATALIZIO!!!! Con tanto di un suo buon Natale e successiva volgare espressione!!!! Ma che schifo di uomo dal cervello ancor meno che rettiliano! Io ho sofferto così x un minorato del genere? Ma quanto ero caduta in basso? Ma quanto si era dato da fare x confondermi con quel love bombing? È l’unica cosa che sapeva fare. Ora lo capisco. Intanto che ti baciano e fanno sesso non dicono cazz..te, non ti fanno pensare, parlano dritto al tuo corpo, fanno passare il tempo legandoti fisicamente, lui era un somatico quindi mi ha cotto il cervello così. Sesso, romanticismo, presenza, abbracci, baci, sorprese, tutto a generare situazioni indimenticabili. In realtà, un povero demente! Una miseria umana. Sì ora lo vedo tutto. Un clown ha più dignità. Povera me. Grazie di tutto. Riconoscente a vita

    Piace a 2 people

    1. Carissima Lilith, purtroppo sono innanzitutto dei cafoni patentati senza un pizzico di eleganza, buon senso e intelligenza emotiva. Non ti rimproverare più di tanto perché durante il love bombing si trasformano in cosa vuoi tu, come hai ben compreso. UNA delle personalità che si nascondeva dietro la maschera è proprio questo essere volgare e senza dignità che ti ha scritto e che probabilmente è la predominante. Non lasciare che tali incidenti di percorso rovinino i tuoi momenti: lanciano apposta un’immagine forte (anche se detestabile) per insediarsi nel tuo cervello. Goditi la persona che hai accanto! Fai benissimo a preservarla da tutto questo schifo. Buone feste e vai con leggerezza verso questo 2019 con ancora più convinzione di meritarti molto di meglio! Abbracci a te!

      "Mi piace"

    2. Eh cara Lilith… veramente pietoso il suo messaggio….dici che nella fase di bombing non diceva cazzate…anche per me con il primo è stato così: forte legame fisico senza volgarità all’inizio (che ha creato un forte bonding chimico e relativa dipendenza) e poi dopo il primo scarto è cambiato ed é diventato volgare aumentando nel tempo la dose di svalutazione anche nell’intimità. Il secondo lo é sempre stato di suo volgare ma è riuscito a girarmela come “gioco trasgressivo” che dopo lunghe sue insistenze ho accettato perché era l’unico modo di avere a che fare con lui. Avevo provato a portarlo su un piano diverso, passionale ma non volgare, ma lui si è sempre mantenuto al suo, di livello. Solo il primo appuntamento si era mantenuto “casto”…ma solo perché non era certo di potermi avere.
      Ad un certo punto capisci che certi “messaggi” come quello che ti ha mandato sono la loro vera faccia. Se per loro sei o sei stata una risorsa di tipo sessuale ti tratteranno sempre come un che merita solo quel tipo di attenzioni viscide.
      Per fortuna quest’anno non ho avuto messaggi ma capisco quanto possa essere spiacevole riceverne di quel genere. Fortunatamente quando li vediamo per quelli che sono veramente lo schifo ci aiuta a tenerci lontane.

      "Mi piace"

      1. Ciao Spirito Libero, anche io ho ricevuto video porno dal np, che squallore.
        Posso permettermi di chiederti in che senso sei stata svalutata nell’intimità?
        Ti ha detto che non è attratto da te così come ha fatto con me il mio np?

        "Mi piace"

      2. Cara Oliver, nel mio caso la svalutazione era per le cose che mi diceva nell’intimità…nella prima fase era passionale ma non volgare, nella seconda diceva cose volgari tipo che ero la sua p…na ecc…a me questo genere di termini non piace, anche perché sono convinta che alle fidanzate ufficiali non dicono certo cose così. Ok a volte la parola “forte” ci può anche stare ma é stato davvero troppo repentino il cambio di registro, io credo lo abbia fatto per punirmi di averlo a suo dire spiato su Facebook e aver messo in dubbio la sua sincerità.
        Ad un certo punto mi ha chiesto pure di vedere film porno insieme ma non l’ho mai accontentato e credo che anche questo abbia aumentato il suo disprezzo e il desiderio di umiliarmi. Credo che loro facciano così quando capiscono che una preda si ribella non accettando determinate condizioni….e anche un modo per vedere fino anche punto sei disposta a degradarti pur di non perderli

        "Mi piace"

      3. Ok ora ho capito.
        Lo ha fatto anche con me, usava termini offensivi, lo ha fatto improvvisamente da un giorno all’altro.
        Poi è passato alle proposte indecenti, sesso a 3 (con un’altra donna), ai ricatti (o mi fai uscire con tua sorella o non mi vedi più), insomma un crescendo di umiliazioni.
        Un vero schifo.
        E pensare che all’inizio era così dolce e gentile, ovviamente era solo una maschera.

        "Mi piace"

      4. Si infatti…come ho detto molte volte lui con me all’inizio sembrava in tutto e per tutto il classico “bravo ragazzo” anche un pò timido, sicuramente un tipico “covert”, e questo mi ha fregata alla grande.

        "Mi piace"

      5. Volevo solo precisare, forse non mi sono espressa bene, che le cazz.te le ha dette fin dal primo momento, a raffica, solo che allora non lo sapevo. Con quella frase intendevo dire che finché era impegnato a fare sesso o a tenere la sua bocca sulla mia non gli era possibile utilizzarla x sparare fuori balle, ma solo perché era impegnata maniacalmente in altra attività. X il resto, sì, sicuramente la pornografia era il suo tratto prevalente anche se cercò di nasconderlo, di far sparire i canali sky e anche l’ipad motivo di frequenti iniziali miei litigi. La cosa strana è che credevo fosse l’uomo più passionale che avessi incontrato, invece ora so che era solo erotismo, che la sua fantasia e creatività in intimità erano solo banale riproduzione di flash pornografici di cui era intasata la sua mente. E anche quando mi diceva “io non sopporterei di vederti con un altro” o cose simili sono sicura che invece intendeva l’esatto contrario e l’affermazione era atta solo a studiare la mia reazione di fronte all’argomento scambi di coppia o privée…ecc… perché ora è chiaro che quel laido di uomo non si sia fatto mancare nulla in campo di perversione e pornografia. E di quella fantasia, di quel modo giocoso di fare sesso, o violento, o volgare, ne aveva bisogno, perché se i primi mesi gli bastava il nutrimento narcisistico stimolato dal mio sguardo innamorato x raggiungere un appagamento, dopo un po’ di tempo, doveva attingere a fantasie perverse x poter portare a termine il rapporto. Ecco perché mi arriva l’augurio di natale con un video porno. È a quello che mi associa. Purtroppo ho fatto un errore grave, allora, con questi stupidi telefononi. Ha mie foto. Con cui purtroppo continuerà a trastullarsi. Anche questo ha provocato la mia rabbia. Una si abbandona perché ama e si sente amata e cosi intimamente complice da fare spontaneamente di tutto… poi si accorge di avere dato il proprio corpo a un mercenario che l’ha usato come quello di una prostituta. È uno stupro psichico. Nei giorni successivi alla scoperta della sua im-personalità disturbata mi lavavo, continuamente, accasciata in doccia, ma l’acqua non portava via il senso di sporco che provavo dentro. Per fortuna ora sento tutto così lontano, e anzi questa storia tremenda è stata il motore per dare un colpo di coda e cambiare la mia vita. Un abbraccio

        "Mi piace"

      6. Cara Lilith quello che racconti è esattamente la mia stessa esperienza con il secondo narcisista….anche io ho fatto la cazzata di mandargli foto intime su sua richiesta, una volta me ne ha chiesta una mentre aspettava la sua ragazza ed è andato poi a farsi la doccia dicendomi che si sarebbe toccato e ringraziandomi pure per averlo “eccitato” (!!) ….ma dico, come puoi fare una cosa così e poi farti vedere bello fresco dalla tua fidanzata….e come ho potuto io sottostare a certe richieste? Considera che per quasi due anni avevo rifiutato le sue avances perché lo sentivo visicido e qualcosa mi spingeva a stargli lontana…ora so che avrei dovuto dare retta a quelle sensazioni ma purtroppo mi piaceva e alla fine pian piano è riuscito a portarmi esattamente dove voleva lui, ovvero a rendermi il suo giocattolo sessuale.
        Eppure In qualche modo, da qualche parte loro hanno trovato una chiave che ha aperto una porta, e noi li abbiamo lasciati entrare e ci siano fatte usare. La cosa allucinante è che mi ero pure convinta di volere questo tipo di rapporto, convinta che fosse una specie di intimità solo “nostra” mentre sicuramente come faceva con me faceva con molte altre. Ovviamente senza mai mettere in discussione la sua relazione principale.
        Spariva e poi tornava come niente fosse….mi svelava le fantasie perverse che aveva su di me quello che avrebbe voluto farmi ecc…ma poi come dici tu nella pratica sono molto meno coinvolgenti perché per loro è solo un gioco mentale per auto gratificarsi….riescono a coinvolgerti comunque perché fanno leva sul bisogno di sentirci desiderate, sanno quando fare i complimenti giusti per tenerci agganciate e poi alternano volgarità a dolcezza (finta) così diventi veramente come una bambola nelle loro mani.
        L’importante cara Lilith e che abbiamo compreso questo, noi siamo persone capaci di comprendere un errore di percorso e uscirne migliori mentre loro non hanno nessuna forma di coscienza e sono destinati a ripetere all’infinito questi pietosi copioni con chi riusciranno ad ammaliare per un pò.
        Mi ha aiutato molto studiare il Narcisismo per comprendere la mente di questa persona e ancora adesso imparo cose nuove e nei confronti con voi, leggendo le vostre esperienze così simili, trovo le conferme della loro patologia.
        Approfittiamo di questa distanza per purificare la nostra mente e la nostra anima e lasciar andare questi ricordi dolorosi….sicuramente sono ferite non fisiche ma psicologiche e ci vuole tempo a superarle ma ce la faremo sicuramente. Un grosso abbraccio

        "Mi piace"

      7. Cara Lilith, i messaggi con video porno sono stati mandati anche a me, che squallore.
        Anche io pensavo che durante l’intimità lui voleva riprodurre i porno che vedeva (me lo ha confessato che vedeva film e video porno), le richieste che mi faceva erano un crescendo di proposte oscene, voleva alzare sempre di più l’asticella della perversione ed io puntualmente cercavo di porre un freno.
        Anche a me ha detto che se io avessi conosciuto un altro ci sarei andata a letto e avrei chiuso con lui, in realtà stava proiettando su di me ciò che lui faceva ossia andare con altre. Come avrei potuto andare con altri se volevo lui?
        Mi è stato proposto di andare in un locale di scambi di coppia, sapessi come era informato! Bisognava dare la carta d’identità mi diceva, lui non ci era mai andato (sisi come no), ci erano andati i suoi colleghi di lavoro, ovviamente non era vicino al mio paese questo posto perché altrimenti si sarebbe rovinato la reputazione. Non avrei mai accettato una schifezza del genere.
        I night club? Anche lì ci è stato, lui, il turista sessuale per eccellenza: la Thailandia è la sua meta preferita, ci va spesso.
        Tutto ciò mi è stato raccontato dopo mesi che ci uscivo, ormai troppo coinvolta, mi sentivo tirata giù in un buco nero.
        Anche io la prima volta che sono andata a letto con lui mi sono sentita sporca, sono tornata a casa e mi sono lavata, eppure non sapevo ancora nulla delle sue perversioni, non mi aveva ancora fatto proposte oscene però ho avuto una strana sensazione, avrei dovuto ascoltare il mio istinto che mi diceva che in lui c’era qualcosa che non andava.
        Più vi leggo e più noto tante analogie tra le nostre storie.

        "Mi piace"

  12. Buon Natale Claudileia e a tutti voi. Dopo quattro mesi di no contact posso dire di essere rinata. Adesso ho solo bisogno di sistemare la mia vita dal punto di vista pratico e burocratico e potrò spiccare il volo. Auguro di vero cuore a tutti voi tanta felicità e soprattutto di incontrare persone belle e gioiose. Un abbraccio

    Piace a 2 people

    1. Augurissimi a te, cara Ange! Abbi fiducia nelle tue capacità e esperienza acquisita e vedrai che il volo sarà spiccato dal punto più panoramico della collina! Buon Natale a te e alle persone che hanno saputo e sanno essere presenti nella tua vita. Abbracci!

      "Mi piace"

  13. Buon Natale a tutti anche da parte mia.
    Sento di farveli questi auguri con il cuore e non per “educazione”.
    Sarà il mio primo Natale dopo 18 anni da sola e oggi è dura.
    Tanto più che ho scoperto che la relazione del mio ex con la nuova va avanti da anni e che praticamente sono già conviventi, dopo 4 mesi che è uscito di casa ( e già da un paio). Si prende anche cura dei figli di lei, praticamente ha sostituito la nostra famiglia in tempo zero, senza un minimo di tatto, rispetto, per non dire empatia che non è nemmeno da prendere in considerazione.
    È avvilente.
    So, ed in certi momenti lo sento con entusiasmo, che per me è una liberazione e che un “personaggio” così mi ha fatto solo un piacere ad andarsene, ma in altri, invece, sento tutto il peso della solitudine, della delusione, dell’incredulità.
    E una grande paura di rimanere sola, mentre lui ha già “ricostruito” una nuova vita. So che è una vita dissoluta (non entro nei particolari degli ultimi sviluppi, ma ha aggravato e non di poco la sua situazione legale), ma comunque ha un nuovo “amore” e fa con lei tutto quello che faceva con me.
    Sento un profondo senso di ingiustizia e vorrei solo lasciarmi andare e permettermi di stare anche male, mentre devo essere forte e “combattere” perché venga tutelato mio figlio, oltre ad avere anche il timore delle ripercussioni che queste due menti malate possano mettere in atto contro di me, vista, probabilmente, come l’ostacolo n.1 alla loro felicità.
    Vorrei solo stare bene. Me lo merito Cristo.
    Buon Natale ancora.

    Piace a 2 people

    1. Cara Naty, intanto nessuna persona di buon senso e dotata di sentimenti sa ricostruirsi a tempo zero e rimpiazzare i propri figli alla velocità della luce come se niente fosse. Dopodiché se la sua storia andava avanti da anni la sua nuova famiglia non è una frizzante novità ma roba vecchia che nel giro poco comincerà a subire lo stesso trattamento che avete avuto voi (se non ha già intuito qualcosa…). Chi non è in grado di badare nemmeno a se stesso può posare da genitore modello quanto vuole, ma tra le mura domestiche l’apparenza va a farsi benedire. Cerca di capire le profonde radici di questo tuo senso di ingiustizia perché sei ancora giovane e hai la possibilità di esercitare la tua professione o cambiare ruota totalmente. Ti sei dedicata a questa persona tantissimo, hai avuto figli suoi, ma il meglio di te non è stato perso e sono certa che altre qualità emergeranno con ancora più forza una volta lontana dalla sua tossica presenza. Non aver dubbi che questa ‘nuova famiglia’ mica tanto ‘nuova’ sarà la sua nuova vittima. So che ora non riesci a vedere questa nuova donna come l’artefice della tua liberazione, ma col tempo cambierai idea: mano a mano che vanno avanti i soggetti n.p. o quanto meno molto manipolatori AUMENTANO la loro soglia di crudeltà provocando un fugge fugge generale. Abbraccio forte a te e tantissime energie positive per questo anno oramai alle porte. Nonostante le tue difficoltà, ti auguro comunque BUON NATALE!

      "Mi piace"

      1. Grazie e Buon Natale anche a te..
        Il senso di ingiustizia è dato dal fatto che un comportamento del genere è ingiusto, semplicemente. E disumano. Poi uno può anche cercare di astenersi dal giudizio e non attaccare etichette di giusto o sbagliato, ma per me, ora, questa sarebbe una forzatura e ritengo, molto semplicemente, che cose così non dovrebbero succedere e persone così non dovrebbero esistere. Come anche i terremoti che radono al suolo una città uccidendo centinaia di persone, le malattie che uccidono i bambini e gli psicopatici che ammazzano le donne. Tante cose sono ingiuste e forse arrivano da “qualcosa” di “più grande” che sa quello che è meglio per noi e allora lì magari sì, si può trovare un senso e una sorta di “pace interiore” che ci fa accettare gli eventi ed andare oltre, per poi magari coglierne i frutti in futuro.
        Questo auspico e mi auguro per me, ma ora faccio i conti con una rabbia e un desiderio di “vendetta” che non posso negare. Indubbiamente infantili e che non portano a nulla di buono, ma credo vadano quantomeno guardati.
        La loro relazione era segreta, per cui non credo proprio frequentasse casa sua con i bambini di lei presenti.
        Ora lo fa, ora vivono, più o meno, la quotidianità. Da qualche mese comunque, non da anni.
        Non so se con lei sarà peggio, ma lo dico sinceramente, lo spero. È inutile che faccia la buonista, io spero che soffrano entrambi, almeno un decimo di quello che sto soffrendo io. Invece mi pare che questa gente cada sempre in piedi.
        Mi auguro che l’escalation di cui parli abbia luogo, il suo potere manipolatorio è altissimo, potrebbe fare credere a un africano di essere bianco senza che quello faccia una piega.
        La farà sentire indubbiamente importante, unica, bella eccetera eccetera. La sensazione che ho è che lei sia, però, come lui o peggio, e non sono solo sensazioni. Infatti volevo chiederti cosa accade quando la coppia è formata da due narcisisti patologici o comunque con disturbi della personalità.
        Lei non può aprire gli occhi, perché gli occhi li ha ben aperti e ha scelto di stare con una persona simile. Come ho detto a lui una settimana dopo aver scoperto tutto, sono fatti l’uno per l’altra e glielo dissi istintivamente, senza nemmeno conoscere la realtà delle cose ed il fatto che lui volesse proseguire la relazione.
        Un uomo ( o una donna) può anche non essere fedele, decidere di interrompere un rapporto ( anche se dopo 20 anni e due figli, di cui uno piccolo, ci sarebbe da pensarci 100 volte, a parere mio), ma la cattiveria, l’astio e l’indifferenza dimostrati da quest’ uomo, nonché la capacità di “sostituzione”, non hanno niente a che fare con l’amore, anche passato, che puoi aver provato per una donna con la quale hai condiviso una vita. Niente. E anche verso i suoi figli dimostra una mancanza di tatto e di sensibilità atroci.
        Quest’uomo non ha nulla a che fare con chi conoscevo io ( anche perché quell’uomo non avrebbe nemmeno preso in considerazione di lasciarmi e mettersi con una come lei),ma nemmeno con un Uomo degno di questo nome.
        Quindi non mi resta che avvalorare l’ipotesi di un qualche disturbo di personalità, con il quale ha convissuto e ho convissuto per anni, senza consapevolezza.
        Si, io gli ho dato tanto, ma non era un annullamento. Semplicemente, credevo fosse normale così. Credevo che amare fosse anche fidarsi, aiutare, sostenere. Devo rivedere il mio concetto di amore.
        Grazie di cuore Claudelia, sei proprio una bella persona, come molti qui, mi pare…

        "Mi piace"

      2. Carissima Naty, intanto lasciamo perdere la nuova lei nella sua vita, perché la persona che ha tradito la tua fiducia è stata lui. Immaginiamo che lei sia la persona orribile che ci stai descrivendo… Ora come ora non ti ha fatto nulla, vero? Cosa ti ha ‘portato via’ di così importante? Non certamente la tua pace interiore e la tua fiducia verso il mondo. Tutto ciò (che è ciò che serve per renderci la vita migliore) ti è stato portato via dalla persona che conoscevi da oltre 20 anni, non da lei. Come dicevo in un commento prima, di supposizioni nessuno campa bene. Ci facciamo solo del male. Quando due psicopatici si uniscono non abbiamo una coppia ma un’associazione a delinquere, quindi ci si può aspettare di tutto, ecco cosa accade. Una roba nel miglior stile Olindo e Rosa, per dirti. La psicopatia, però, non viene diagnosticata da mere sensazioni, ma di fatti concreti. Semmai puoi raccontare – come stai facendo già – la tua vita con lui, ma niente di profondo su questa new entry che ci permetta di pensare a lei in modo negativo. Concentrati su chi ti ha fatto del male o rischi di odiare il bersaglio sbagliato, cosa che gli n.p. adorano fare! Il desiderio di vendetta è sempre deleterio, e pensare così non è essere ‘buonisti’ ma saggi. Pensare di vendicarsi di certi mostri è qualcosa di molto infantile perché non ci riporta indietro negli anni, non ci ridà ciò che ci ha tolto, non ci fa prendere quelle decisioni diverse che avremo potuto prendere se solo avessimo una consapevolezza maggiore di chi eravamo noi e di chi erano veramente loro. E’ qualcosa di sterile che ci porta via le energie migliori. Non è sbagliato provare tali sentimenti, ci mancherebbe. L’importante è comprendere la sterilità di questo sentire per non farsi sopraffare. Concentrarci sul presente, sui problemi da risolvere e sulle gioie quotidiane che i nostri figli sanno darci è un’ottimo antidoto per affrontare le nostre debolezze. Dico questo perché se lui è felice o infelice con l’altra; se lei è bella o brutta; se è una brava persona o un mostro come lui; se i suoi figli sono dolcissimi o due pesti… cosa cambia nella tua vita attuale e in quella dei tuoi figli? In che modo la loro routine allegra o triste altera la tua vita o ti indica la giusta direzione? Nulla di ciò che fanno può condizionare la tua vita OGGI, così come le tue scelte future. Le tue giornate lontane dalla tossicità di un rapporto che negli ultimi anni si è portato via la tua vitalità possono essere dettate soltanto da te. Disturbo di personalità oppure no, sei stata abbandonata da un cocainomane, una persona che non sarebbe mai un buon esempio per i tuoi figli. L’abbandono in queste circostanze è una vera fortuna perché tu, con la tua empatia e la tua lealtà, avresti provato a salvarlo da se stesso all’infinito, dimenticando completamente te stessa e la psiche dei tuoi figli. Spero davvero che il tuo bisogno di positività dopo tanto patimento prevalga su ogni sentimento negativo tu possa provare per entrambi. Amare è fidarsi, aiutare e sostenere chi è degno della nostra fiducia, del nostro aiuto e sostegno. E nessuno al mondo è più degno di tutto ciò di noi stessi. Perciò non perderti in sentimenti vani, perché lasceranno il tempo che trovano, mentre la tua essenza naturalmente bella è quella predestinata a restare e durare, per la gioia di tutte le persone che faranno ingresso nella tua vita d’ora in poi. Un abbraccio a te e ai tuoi cuccioli!!

        "Mi piace"

    2. Forza Naty…Forza. Sei sulla strada giusta, quella sensazione ce l avrai ancora per un Po ma poi andrà via stai tranquilla. Pensa come avresti sofferto ancora di più sapendo di avere sospetti che poi erano certezze subendo i suoi silenzi e cambiamenti. Uno stillicidio..Tanti auguri Naty e stai tranquilla perché noi viviamo queste cose anche se meno forti ora per me ma ti capiamo. Buon Natale

      "Mi piace"

      1. Grazie.
        Rispondo a te ed anche a Claudelia ( sotto il suo post non mi da la funzione rispondi).
        Sono stati due giorni duri, stamani mi sono svegliata meglio, come migliori erano stati i giorni precedenti alle feste.
        Poi c’è stato il crollo e mi ha buttata parecchio giù di morale, credevo di aver lasciato almeno certe sensazioni alle spalle, invece sono tornate a trovarmi.. purtroppo credo che queste “ricadute” siano normali e saranno ancora frequenti, per un po’.
        Ho letto commenti di persone che dopo anni ancora subiscono il “fascino” e l’influenza dei soggetti in questione, la cosa mi spaventa, lo ammetto.
        Vorrei proprio che il capitolo si chiudesse per sempre e che non continuasse ad aleggiare un fantasma a vita, nella nostra mente.
        Non vorrei entrare nei particolari di questa donna, anche se ho detto molto di lui, lei è un’estranea e preferisco non divulgare informazioni troppo precise, anche se su un blog dove nessuno mi conosce.
        Comunque stiamo parlando di una con tendenze persecutorie, mitomania abbastanza accentuata, perdita di controllo facile ed incline alle dipendenze, anche se non ho la certezza che siano le solite del mio ex.
        Non sono sensazioni, ma informazioni datemi da qualcuno molto vicino a lei, purtroppo.
        Cosa mi ha fatto? Nulla.
        A parte fingersi mia “amica” in passato, mentre se la spassava già con lui.
        Per il resto, sarebbe da mandarle un mazzo di fiori per il regalo che mi ha fatto, non è così?😁
        La paura di una coppia stile Olindo e Rosa in effetti c’è, tanto più che credo mi abbiano inquadrata come il nemico numero 1; comunque stiamo a vedere che succede, io tengo gli occhi e le orecchie ben aperti.
        Credo che la cocaina, che ritengo davvero uno dei mali assoluti degli ultimi anni, non giustifichi un decimo di quello che lui ha fatto.
        Proprio perché dilagante, conosco molte persone che ne fanno uso ( della maggior parte l’ ho scoperto a posteriori, insospettabili), ma non si avvicinano nemmeno lontanamente ai livelli di distruttività, cattiveria, disumanità e CAOS totale del mio ex.
        Certo, dipenderà anche dalle quantità e dalla frequenza con cui si consuma, ma alla base non vi sono probabilmente le problematiche che lui si portava dietro.
        Una diagnosi in pratica ce l’ho, si parla di disturbo antisociale, tendenza passivo aggressiva e via così.
        Mi ci vorrà del tempo per elaborare il fatto che sia riuscito a nascondere in maniera magistrale una natura simile per anni e anni e anni. Quella forse è la cosa che più fatico ad introiettare, perché ancora mi frega il pensiero Ma non è possibile. Ma non può essere così, cos’è, un film di fantascienza? E l’incredulità mi porta poi a sentire la mancanza di qualcuno che, a quanto pare, non è mai esistito, ma il mio cuore continua a cercare e a piangere.
        Si, la mia rabbia ed il mio bisogno di vendetta sono molto infantili, lo sento e sento proprio una bambina che batte i piedi a terra e chiede giustizia.
        Però io quella bambina, probabilmente, non l’ho mai voluta accogliere fino in fondo e ora mi sento di darle ascolto.
        Certo, spero di andare oltre, di superare questa fase.
        Un abbraccio cara.
        Scusate se mi dilungo tanto, ma sento che qua potete capire di cosa parlo.

        Piace a 1 persona

  14. Cara naty, vai fiera del tuo natale in solitudine. Il suo nuovo tapp-amore durerà solo fintanto che lei terrà gli occhi ben chiusi. Meglio prendersi il tempo di costruire un solido amore per se stessi. È difficile stare soli ma è così che si cresce e si costruiscono indistruttibili fondamenta per far fronte a ogni difficoltà che la vita ti pone. Sono quelle le basi, nate dalla capacità di superare il dolore affrontandolo, guardandolo in faccia e scavando sotto le macerie, così, in solitaria, che ci permettono poi di avere una visione più pulita delle situazioni e delle persone. SE IO DA SOLA CI SO STARE non cadrò tra le braccia del primo barbablù che mi offre un abbraccio, una mano, un sorriso… e una chiave x la schiavitù. Bisogna non essere AFFAMATI x poter scegliere lucidamente. E bisogna diventare integri e saldi x poter essere compagni in grado di dare fiducia amore e libertà. Sfamiamoci da soli… tutto il resto sarà solo delizioso dessert. Un abbraccio

    Piace a 3 people

    1. Grazie,😊
      Sono ad una cena che dovrebbe essere “allegra”, ma ogni 5 minuti mi viene da piangere..
      Mi sembra di essere in un film, dove uno dei protagonisti principali è stato “posseduto” da un demone che gli ha mangiato l’anima..
      Mi domando dove sia finito quell’uomo.
      Nessuno capisce quello che provo e non voglio fare la povera vittima, ma davvero tutti mi dicono “sono cose che capitano” “può succedere” “la gente cambia” “la vita deve continuare” e io non riesco a spiegare loro quello che provo e quello che so.
      Quel Barbablù era davvero travestito bene..
      Mi sembra di essere regredita a due mesi fa, credevo davvero di stare meglio..
      Spero che sia solo l’effetto “Natale”.
      Un abbraccio

      Piace a 1 persona

      1. Cara Naty mi permetto di darti un consiglio…non spiegare niente, non capirebbero. Non per cattiveria ma proprio per mancanza di conoscenza. Noi tutti siamo rimasti sbalorditi quando ci siamo trovati coinvolti perché noi stessi non sapevamo nulla del fenomeno. Abbiamo iniziato a capirci qualcosa di più solo leggendo e documentandoci e nonostante tutto vedi quanta difficoltà ancora leggi dai post.
        Se hai bisogno di sfogarti fallo ma con persone che possono prima di tutto convalidare il tuo dolore. Quelle frasi fatte purtroppo non ci aiutano anche se dette in buona fede.
        Se non te la senti di rimanere lì inventa piuttosto una scusa ma sentiti libera di andare, sono certa che capiranno. Un abbraccio

        Piace a 1 persona

      2. Naty concordo con Mirò, e ti capisco… E so che questo amplifica la sensazione di solitudine ma mi piace ricordare che qui c è chi capisce e mi sento molto meno sola. Abbiamo nostalgie e battaglie interne uguali, non sei sola, non sentirtici.
        Per quanto serva ti mando un abbraccio 💚Verde speranza… 💪🏻🍀

        Piace a 2 people

  15. Bellisimo articolo che mi ha accarezzato l’anima, auguri a tutti i frequentatori di questo Blog e a colei che lo ha creato e lo sta portando avanti con passione e anche tanta competenza. Ogni giorno riesco a trovare un po’ di tempo per venire qui in questo “posto” dove ci ritroviamo e ci riconosciamo nelle storie degli altri un abbraccio con tutto il cuore

    Piace a 3 people

    1. Carissima Anna, ti ringrazio per le tenere parole a me arrivate come una carezza sul viso! Un abbraccio di tutto il cuore anche da parte mia. Sono felice di aver creato questo punto di incontro, di scambio di esperienze e di parole gentili che dimostrano il quanto siete in grado di dare affetto e di offrire comprensione e sostegno a chi ne ha bisogno. Ti meriti tutto il bene che auguri a me e agli altri. Non scendere mai dal tuo livello. Buone feste, cara!

      Piace a 1 persona

  16. Volevo fare gli auguri a tutti voi di un sereno Natale.Nel tempo siete diventati come una famiglia per me.Attraverso le letture e i vostri commenti,mi sono sentita compresa e accolta.Oggi sono esattamente 5 mesi di no contact.Non è facile perché le feste a me amplificano sempre il dolore,ma questo Natale che ho deliberatamente deciso di passare lontana anche dalla mia famiglia,cerchero’ di passarlo senza angoscie e dolore.Sara’ un momento per celebrare la mia crescita e la mia rinascita.Un abbraccio a tutti e un bacione a te cara Claudileia.

    Piace a 2 people

  17. Credo di averlo scritto, non so se in un.altro topic del blog forse, ma è esattamente ciò che farò. A parte un paio di occasioni anche gradite, rifuggo, con piena consapevolezza, dagli inviti dettati dal “invitiamola, che è sola”… niente feste e brindisi a mezzanotte o meglio si, lo farò, con me stessa, in pace, libertà e,se la tristezza mi abbraccera’ come ha fatto più volte in questi giorni, cercherò di pensare a ciò di buono che ho.
    Auguro a te Claudileia e a tutti voi giornate dense di scelte tutte vostre, e che siano piacevoli e vi, ci, restituiscano il sorriso della gioia.
    Buon Natale e felice anno nuovo

    Piace a 2 people

      1. Grazie Morgana e Claudileia. Quest’anno andrà così, e andrà bene.
        E quando stappero’ la mia bottiglia o levero’ il calice con il mio cocktail preferito, vi penserò e vi augurero’ il meglio per la vostra vita.

        Piace a 1 persona

      2. Grazie Penelope, farò lo stesso. Non vi ho mai viste ma per molti aspetti penso di conoscervi ed avete tutta la mia stima e siete parte della forza che trovo ogni giorno ❤️
        Un Brindisi da adesso finché vorremo… A tutte quelle che come noi pur provando questo dolore non si flettono, ne diventano uguali…. Ma prendono il timone cercando di raddrizzare la strada da percorrere, in totale diversità , che si chiama esclusivamente con il nostro nome.
        Un abbraccio

        "Mi piace"

    1. Grazie mille, cara Penelope! Lascia perdere la gente che ti invita ‘per pietà’. Bisogna privilegiare chi ama la nostra compagnia e sa trasmetterci qualcosa di positivo, di duraturo e di reale, come un’amicizia sincera o qualche bella risata liberatoria – anche quando proviene da persone che conosciamo appena. Avvicinaci alla leggerezza il più che puoi e vedrai che può essere contagiosa quanto la malinconia che ogni tanto prende il sopravvento. Se ci circondiamo di bellezza e di gentilezza anche l’umore malinconico cede lo spazio alla nostra vera personalità, quella piena di luce e di gioia che si nasconde nel cuore di ogni empatico e che riflette soltanto il meglio degli altri. Buone Feste anche a te! Abbraccio grande!

      Piace a 1 persona

  18. Anche questo sarà un Natale in cui sono sola e devo riconoscere che mi pesa. Ma non c’è giorno in cui non possa trovare qui, dagli articoli del blog agli interventi di ognuno di voi, un appiglio per non perdere la speranza e continuare ad avere fiducia che un giorno tutto sarà definitivamente passato.
    Grazie Claudileia di tutto cuore perché la tua generosità è veramente cosa rara e, nella sfortuna di aver attraversato questa terribile esperienza, ho avuto la fortuna di incontrare te, questo blog e le belle persone che scrivono.
    Che sia un Natale di rinascita per ognuno di noi, anime gentili e delicate.❤️❤️❤️

    Piace a 3 people

    1. Così sarà, carissima Miro’. Sii convinta del fatto che tutto passerà quando per te la tua risata meriterà lo stesso rispetto che hai dedicato alle tue lacrime fino ad oggi. La solitudine ha una sua funzione terapeutica, trasformativa e creativa che spesso viene declassata e accostata al dolore. Oggi ti pesa perché non la stai vivendo come un processo di purificazione. Mano a mano che la tua consapevolezza aumenterà vedrai che gli echi di dolore si faranno sempre più lontani perché nuove persone arriveranno nella tua vita e non solo: avrai una visione diversa dalla tua esperienza e anche di te stessa, di modo che questa parola così demonizzata oggi perderà la sua valenza negativa anche nella tua vita. Un abbraccio grande e BUON ANNO!

      Piace a 2 people

    2. Cara Mirò ti capisco molto bene, a me il “blues” arriva sempre il pomeriggio del giorno di Natale….ma anche a me aiuta tanto leggere i vostri commenti qui. Fortunatamente quest’anno mio figlio toccava a me a Natale e farà il Capodanno con il padre, così almeno Natale lo abbiamo salvato…più difficile sarà il fine anno ma siamo forti e ce la faremo.
      Oggi ho dovuto combattere contro la tentazione che ad un certo punto mi era venuta di mandare gli auguri ad Np1 ma grazie al cielo non l’ho fatto…la mia parte razionale si é prontamente attivata per impedirmi di fare la cazzat la mostruosa che avrebbe vanificato un intero anno di duro lavoro lacrime e sudore, e credo sia anche questo il meraviglioso frutto di tutto quello che ho imparato qui leggendo gli articoli ed ascoltando le vostre storie.
      Siamo un pò tutti fratelli e sorelle e questa cosa é di conforto perché so che i momenti “no” che attraversiamo trovano qui conforto e accoglienza. Un abbraccio 🌸

      Piace a 1 persona

      1. Brava Spirito Libero, vincere contro noi stessi è la sfida più difficile, hai resistito e hai fatto bene perché qualunque risposta otteniamo, anche la migliore, diventa veleno per i prossimi mesi.
        Teniamoci forte, la nostra è una forza positiva anche quando è al minimo perché è sana, onesta, nasce da sentimenti autentici di chi ha a cuore il prossimo oltre a se stesso.
        Un abbraccio forte

        Piace a 1 persona

      2. Proprio così Mirò…non bisogna dare la parte migliore di noi a chi non la merita e non la sa apprezzare…io sono stata educata alla gentilezza per cui mi pesa non farmi viva in certi momenti speciali ma gli auguri si fanno a chi ci vuole bene davvero e ci rispetta….e di certo non è il caso loro. Un abbraccio

        "Mi piace"

  19. Al momento nessun messaggio di auguri, né da parte sua né da parte mia. Meglio così, non ricordo un solo bel Natale passato armoniosamente io e lui. Mai un viaggio. Mai una sorpresa. Sempre la solita solfa noiosa… Meglio scappare a gambe levate! Almeno se una il viaggio di Capodanno romantico non lo ha organizzato, è perché è single. Non perché il suo ‘lui’ si guarda bene dal partire insieme, magari inventandosi di mancate ferie accordate…
    Comunque Buon Natale a tutti!

    Piace a 3 people

  20. Buon Natale a tutti e tutte. Lo scrivo dal mio divano. Sto fumando in grazia di nessun dio, tra un po’ vado a letto. Le vostre storie sono uguali e diverse, ripenso alla mia e arrivo alle solite conclusioni, sebbene con la consueta fatica. Ripenso ai natali scorsi e non ce n’è stato uno degno. Lo sapevo ma non me lo dicevo. Di solito, lo passavamo separati: lei doveva andare dai suoi, che pure di solito odia. Finiva in lite, il giorno dopo si sfogava con me. Ma il giorno prima… eh, il giorno prima mi accusava di voler vedere i miei genitori o mia nonna, che era ancora viva, perché per lei l’affezione alla famiglia era segno di debolezza. Lei era giustificata: lo faceva per la bambina. Poi, ovviamente, veniva Capodanno. Si lavorava. O lei lavorava e io no (non faccio un genere adatto alle feste, va detto). Insomma, non ero meno solo di ora. E questo vedo anche nelle vostre testimonianze: di fatto, eravamo tutti già soli e anche più di così, perché eravamo soli senza noi stessi. Ovviamente, c’era l’abitudine o l’illusione, c’era il condizionamento e la rassegnazione, c’erano cose negative che ci tenevano lì. E ora la solitudine sa di incertezza e anche un poco di sconfitta. Pensiamo nostro malgrado agli altri, ai nostri ex carnefici o agli amici, e ci pare che ci resti da pagare la colpa d’esserci fatti ingannare. Noi siamo soli e loro no. Eppure, sappiamo quanto siano soli. Più di noi. Anche se non pensano a noi – perché NON lo fanno, tranne che in caso di hoovering natalizio – e noi sì, noi ricordiamo ancora. Ma tentiamo di ricordare bene: come stavamo? Adesso almeno abbiamo la libertà. Pare poco, sa di assenza, sa di silenzio, sa di attesa… ma sa anche di cura. Finalmente. C’è chi parla di perdono, ma io non la giudico una cosa del tutto onesta. A volte, per stanchezza, sento anche io che sia necessaria una pace, o almeno una tregua. Che la forza sia in questo perdono. E poi penso ai teppisti delle scuole medie: con loro l’atteggiamento di superiorità non belligerante non funzionava. Occorreva, un giorno, lasciarsi andare alla furia – anche inaspettata – e colpirli con qualunque cosa capitasse a tiro. Da una parte c’è l’empatia, la comprensione delle ragioni per cui qualcuno fa il male (spesso consapevolmente), dall’altra un’idea di giustizia che, se anche non coincide con la vendetta, comunque non implica il lasciar fare, il lasciar andare. Certo, l’odio logora… ma anche le ingiustizie logorano. Quindi nessun perdono. Non più. I cinque minuti per il perdono sono scaduti e si sa che la burocrazia non guarda in faccia nessuno. Per il resto,
    Che venga lo spirito di ogni natale possibile: passato, presente, futuro ed eventuale! Vedrà come lo ricaccio a tirandogli dietro il bambinello! Buon Natale!

    Piace a 1 persona

    1. Caro S.w.a, la parola di ordine è CURA. Non possiamo guarire dai malesseri dello spirito ingozzandoci di roba e di gente che non ci rispetta per avere alla fine unicamente la certezza che questo mondo ci appartiene sempre di meno. Da quando il mondo è mondo l’umanità ha riconosciuto nella Natura stessa la sua cura. Per favore, non sto facendo un discorso del tipo hippie, ma qualcosa (almeno così spero!) di più mirato al tipo di tossicità che abbiamo riscontrato nel rapportarci con persone che dal punto di vista umano hanno lasciato molto a desiderare. Se per te il modo come il Natale veniva vissuto rappresentava ipocrisia, incomprensione, liti, rabbia repressa, lavoro, dolori vari e noia, il tuo divano rappresenta per te la metafora del tuo personale detox. In ogni angolo del mondo possiamo trovare popoli che ci hanno lasciato in eredità alcune idee e credenze fondamentali sulla trasformazione dello spirito che non hanno niente a che vedere con ciò che facciamo oggi in termini di tradizione. Per molti il bambinello è reale, per altri una metafora, per altri ancora non ha nessun significato… questo perché ognuno di noi è unico e attribuisce ai rituali un determinato valore trasformativo, curativo e conforme al proprio sentire. Indubbiamente la solitudine, il silenzio, la meditazione e l’introspezione sono sempre stati parti fondamentale di ogni rito di passaggio che si rispetti. Ci possono essere le danze tribali, il rumore assordante dei tamburi ma poi… l’ ‘iniziato’ viene lasciato solo con se stesso per comprendere il valore del suo vissuto fino a quel momento e trarre le sue conclusioni lontano dall’influenza del gruppo e dell’ambiente. Spero che anche per te sia così. Buon Anno! Abbracci!

      Piace a 3 people

    2. Buon Natale Swa…
      le tue riflessioni di oggi sono state identiche alle mie. Gli scorsi Natali non erano belli affatto, ma la presenza, seppur disfunzionale del/della narcisista ci illudeva di avere qualcosa, non dico qualcuno perché loro non esistono come esseri umani ma sono solo proiezioni.
      Che differenza fa avere accanto un ologramma dal non averlo? Nessuna.
      Io penso solo che ero cercata perché lui non aveva una compagna fissa, che ora ha, gli servivo per non sentirsi solo, e io mi aggrappavo a quei finti messaggi carini come un naufrago sulla zattera.
      Eravamo forse più soli allora perché non avevamo noi stessi, mentre ora si, e credimi, non é poco. Sentirsi soli in due é la più brutta delle sensazioni e con i narcisisti è sempre così, passato il love bombing.
      Certo resta un senso di ingiustizia di fondo. Pensare che loro oggi sono con qualcuno a festeggiare, anche se sicuramente staranno recitando il solito teatrino in famiglia e con gli amici con la loro “risorsa” del momento, io credo persino odiata in fondo, ma necessaria a mantenere intatta la facciata. Loro da soli non ci sanno stare perché non hanno una personalità vera ma solo una patetica costruzione da mantenere, noi si.
      Un caro saluto

      Piace a 1 persona

  21. Vi rinnovo il buon Natale anche se e Santo Stefano. Sono sul freccia rossa verso Firenze e sto leggendo con calma e attenzione i vostri post. Intanto brava Spirito Libero, una grande prova superata,il no contact ci protegge da tutto,mai dimenticarlo secondo me. Miro’ io ti capisco perfettamente e sono anche certa che la solitudine che sentiamo a tratti molto forte fa parte di in processo di evoluzione che come tutte le cose della vita avrà un termine. Io la lascio scorrere,perché se ripenso al dolore di 4 mesi fa anche solo durato un giorno ancora sento come essere trafitta.da una spada. Volevo fare una considerazione sulle feste e sul Natale appena trascorso e condividere con voi questo pensiero. Dal prossimo anno io non ho più intenzione di fare ciò che di tradizionale ho fatto fin ora e per gli altri. Parlo quindi di girare come una pazza per trovare dei pensierini per tutti e dico per tutti.cucinare per un giorno intero perché come ogni anno madre,sorella,amici di madre,padre di mio figlio..a casa il giorno di Natale. Madre che non solo un lamento continuo,nulla era buono ( da considerare che causa prima di tutti i miei problemi della vita) ma io so che non sta bene e ho sopportato,sorella che ha un problema psichiatrico e gestirla e un Po complicato soprattutto con mia madre di mezzo. Padre di mio figlio che ho invitato per farlo stare un Po con suo figlio ms non ha detto una parola e se fregava di tutto a parte il sedersi a tavola . Figlio infatti triste e ha detto prossimo anno mamma solo per conto mio. Sotto l albero come ogni anno ce una marea di pacchettini.meno uno mio a parte uno che mi sono tenuta di una collega per compleanno 😊.ecco insomma questa è la considerazione . STOP.PER ME ;I NATALI qui si fermano. E lo stesso avverrà per Capodanno ma questo ormai da qualche anno. Sarò sicuramente da sola a leggermi un libro piuttosto che come vogliono fare alcune mie conoscenti, perché amiche mi sembra troppo,andare in discoteca al cenone ecc ecc …per cercare di incontrare l uomo della loro vita…😂no Grazie. PREFERISCO VIVERE! scusate se sono stata lunga ma il treno aiuta….un abbraccio caro gruppo….

    Piace a 1 persona

    1. Ti capisco cara Mirna e condivido le tue considerazioni su queste feste. Paradossalmente, pur nella solitudine di cui parlavo e che sicuramente mi pesa, sento anche la forte necessità di rapporti autentici, di valore. E sappiamo che nella quantità non c’è la qualità quindi vale la pena selezionare meglio. La solitudine mi fa comprendere quanto abbia bisogno di rapporti veri, mi rende più intollerante alle ipocrisie che in questi giorni abbondano, mi fa preferire comunque un libro o un film sul divano alla compagnia di persone dalle quali non mi arriva un interesse vero nei miei confronti.
      Ho sopportato di tutti in quei 4 anni, nell’ultimo talmente tanti insulti, umiliazioni e disprezzo che ora mi devo un calore umano e un amore che se non sento nelle persone mi ritiro.
      Sto diventando molto selettiva, se non sento un reale interesse o mi sento trattata male mi allontano. Non accetto più di essere aggredita e duramente criticata, ho tante cose da imparare dalle persone ma sempre con un tono interlocutorio, non può essere sempre colpa mia, non posso più farmi in mille pezzi per accontentare e far star bene chi mi sta accanto trascurando ogni mio sentire. Per cosa poi? Per essere scartata come una scarpa vecchia. Sono stanca di soffrire.
      Buona giornata a tutti, un abbraccio

      Piace a 1 persona

      1. Buon Santo Stefano care Mirna e Mirò e a tutti 😊.. spero che le vostre Feste siano serene e che eventuali momenti “no” siano appunto solo momenti che passano in fretta lasciando il posto alla consapevolezza dei tanti passi avanti fatti nell’anno che si sta concludendo.
        Mi sto godendo un pò di relax a casa…é stato un mese un po’ frenetico e ora ho solo voglia di tranquillità e starmene al calduccio tra le quattro mura.
        Vi avevo promesso un aggiornamento sulla mia uscita di qualche giorno fa. Ci ho pensato a lungo e ho deciso che…probabilmente non proseguirò la conoscenza.
        I motivi sono vari, li elenco (senza ordine di priorità, per me sono tutti ugualmente importanti) : il primo è che non provo sufficiente attrazione… avevo già parlato qui con voi di questa cosa e di come invece abbia giocato un ruolo molto forte con gli ex np ma allo stesso tempo so che non è sufficiente, anche se é una condizione indispensabile perché per me il lato fisico è importante, oltre al resto ovviamente e se la persona non mi fa scattare quella molla non riesco a proseguire. Il secondo motivo é che ha insistito molto per rivederci a casa sua o mia…ecco…sinceramente lo trovo prematuro, io ho bisogno di uscire alcune volte con una persona prima di farla entrare a casa perché per me é un posto importante, è il luogo in cui mi sento protetta dal mondo esterno e dopo diversi errori ora ci voglio far entrare solo qualcuno che mi ispiri piena fiducia e dopo un incontro non posso, anche se la persona si é mostrata carina….ma anche np1 per dire alle prime uscite era carino e sembrava un tipo a posto, andammo da me alla terza uscita e poi si è trasformato progressivamente in uno stronzo, non aveva mai tempo per fare nulla insieme, voleva solo vedermi la sera dopo cena tirando fuori mille scuse che io mi bevevo perché volevo vederlo comunque e mi accontentavo di quelle due o tre ore…ecco…questo non deve accadere più. Purtroppo una volta che si dà il comodo della casa poi la gente dà per scontato che sia così senza impegnarsi a fare altro insieme o molto poco.
        Il terzo motivo é la differenza di età…devo dire che da qualche anno sono attratta da uomini più giovani ma ho capito che é complicato se la differenza và oltre i 5 o 6 anni…in questo caso ci sono 16 anni di differenza, io ho già un matrimonio e un divorzio alle spalle mentre lui solo una breve convivenza, e non ha mai avuto figli. Io so già di non poterne/volerne avere più e temo di investire emotivamente in qualcuno che un giorno magari mi lascerà per farsi una sua famiglia con una donna più giovane e in grado di procreare. Se avesse già avuto un figlio mi sarei sentita più a mio agio forse, anche se nemmeno questo garantisce nulla.
        Al di là di queste considerazioni, la verità è che probabilmente non sono ancora pronta al 100% per rimettermi in gioco, devo lavorare ancora su me stessa, mi sento ancora fragile ed esposta. Vorrei conoscere qualcuno che non mi metta fretta e sia disposto a conoscermi e farsi conoscere con estrema gradualità.
        Non so se sbaglio a fare così o se sono solo tutte scuse per la mancata scintilla fisica, mi chiedo… se invece fosse scattata avrei accettato l’invito a casa? Non lo so ma credo che non devo forzarmi a fare qualcosa che non mi sento.
        Scusate se sono contorta.
        Buon Santo Stefano a tutti 🌸

        Piace a 1 persona

      2. Non sei contorta Spirito Libero, è molto chiaro ciò che esprimi e lo capisco bene. Il lavoro che dobbiamo fare su noi stessi è fondamentale per proseguire, per riuscire a gestire rapporti sani ma che ci devono vedere protagonisti veramente stavolta, alla pari dell’altro. Il fatto di essere sola mi impone di concentrarmi solo su me stessa senza essere distratta da altro. Recuperare la mia parte migliore, curarla e imparare un nuovo modo di essere più efficace per me, capire profondamente i miei bisogni e soddisfarli, creare sani confini e modalità di rapporto più rispettosi delle mie esigenze senza sentirmi per questo in difetto. I tempi cara Spirito Libero sono fondamentali: come per la nostra guarigione ci vuole tempo così anche per costruire un rapporto sano. Se solo mi dovessi basare sui modi e le maniere, le attenzioni e le cure che quell’individuo ha avuto nei primi tempi (si parla di mesi) sembra impossibile che stia parlando della stessa persona. La conoscenza più profonda, la creazione di un legame autentico e il rispetto per la tua persona sotto tutti i punti di vista fanno la differenza. La fretta non è in genere una buona consigliera. Rispetta prima di tutto tu te stessa e concediti il tempo che ti serve prima di avvicinarti a un persona: l’incontro con questo ragazzo te lo ha fatto capire ed è già una buona cosa non essere mossi dalla necessità o dal bisogno. La scintilla, la differenza di età sono tutte cose giuste ma la vera differenza la facciamo noi, la fai tu, come ti senti tu e cosa serve a te adesso. È proprio lo sguardo nostro che deve essere diverso: prima veniamo noi e poi gli altri. Non è egoismo, è considerare che noi siamo altrettanto meritevoli come gli altri.
        Dalle mie parti si dice “non andare a fare la spesa a stomaco vuoto perché spendi il doppio” ed è vero! Così nei rapporti. Noi veniamo da un tale deserto emotivo che una pozza d’acqua ci può sembrare un lago…ci vuole calma. Se anche l’altra persona ha sani confini avrà la nostra stessa necessità di rispettarli e non ci caricherà di aspettative o ci metterà fretta.
        Forse questo viaggio dentro di noi è veramente la più grande avventura che vale la pena di fare.
        Ti abbraccio

        "Mi piace"

      3. Condivido anche io il vostro pensiero.
        Queste feste le trovo sovracariche di ipocrisia e faccio una gran fatica a distribuire auguri persino a miei cari.
        Io temo, però, che il vissuto con i nostri np abbia inaridito, oltre misura, anche noi e che non riusciamo più a goderci momenti in leggerezza senza stare troppo a soppesare i contorni.
        Temo che questo mio sentire provochi ulteriori danni, un auto isolamento che precluda la ripresa e la fiducia nell’essere umano.
        Quest’anno, dopo 6 mesi di chiusura totale, devo dire di averla vissuta meglio, ma sento di avere ancora molta strada da fare, non c è ancora la completa accettazione e ammetto che il pensiero è andato dove non doveva andare portandomi a sentire quel macigno in gola che, per fortuna, ordinariamente non sento più, ma che ora mi ha disturbato provando una sensazione di regressione.
        Personalmente ammetto di non vedere l’ora che tutte queste feste finiscano, combatto sempre con la solitudine che non riesco ancora a percepire come una condizione di amore per me stessa, di libertà e detox per tutto il veleno che ho assorbito in questi anni, ma del resto sappiamo bene che nessuno ci ha mai detto che il percorso è facile.
        Buona proseguimento a tutti.

        "Mi piace"

  22. Ciao a tutti, dopo una certa latitanza rieccomi. Non ho scritto ma continuo e leggere quasi quotidianamente. Bellissimo articolo questo, fra i belli e utili come del resto sono tutti gli altri.
    Sono quasi quattro mesi che sono andata via di casa. Non sto qui a fare il riassunto della mia storia, sta di fatto che dopo oltre 16 anni di vita comune passata ad assecondarlo in tutto e per tutto, mi sono trovata cornuta e mazziata. Son quattro mesi che lui si dispera, pianti, suppliche, love bombing perché torni sotto il suo tetto.
    Tutto inutile per me, perché lo vedo come realmente è ed è sempre stato: un bambino capriccioso e insolente, che non si è mai fatto carico della minima responsabilità. Per vari motivi non posso attuare il no contact, così periodicamente ci si vede, ed inevitabilmente mi viene malditesta.
    Ieri ho dovuto andare a pranzo con lui, sua madre np che lo ha cresciuto a propria immagine e somiglianza, e i miei cognati, che mi sono cari. Alla sera quando stavo uscendo da casa sua, ecco la solita sceneggiata: pianti, implorazioni. Sempre con lo stesso canovaccio che usa da mesi. Durante i quali gli ho spiegato mille volte perché non tornerò con lui. Ma niente: ogni volta è come se arrivasse da Marte e io fossi improvvisamente impazzita. Gli ho lasciato il cane che stava con me e sono scappata via.
    Mi ha massacrata emotivamente, risucchiato tutta l’energia, un vero vampiro emotivo. Tutto sua madre, ma per anni non ci ho fatto caso, tanto sono stati in gamba entrambi a farmi il lavaggio del cervello.
    Lui ha terrore di restare solo, ecco perché mi rivuole indietro. O meglio. Rivuole indietro la cuoca, la badante, la segretaria, la vice madre, l’infermiera, l’elettricista, la caldaista, l’antennista, il tecnico informatico, la spalla su cui piangere, lo sfogatoio, la causa di tutte le sue disgrazie. Purtroppo non ha nessun rimpiazzo a portata di mano, altrimenti son sicura che non si sarebbe più fatto vivo.
    Per mia fortuna ho una casa in cui stare e dove sto cercando di riprendere la mia vita dopo malattie e lutti che hanno cancellato la mia famiglia e quasi me. Mentre lui continuava ad essere il centro del mondo.
    Questo blog è prezioso. Leggo di tante altre me che hanno vissuto le identiche esperienze e non mi sento più quella “sbagliata”. E nello stesso tempo i vostri articoli e commenti mi rafforzano quando ho dei tentennamenti, perché vi leggo e mi dico: “Eccolo lì che sta cercando di fregarmi…”. Perché, pur nelle loro varianti, fondamentalmente sono tutti uguali.
    Buone feste di ricostruzione a tutti.

    Piace a 2 people

    1. Hai fatto bene,
      L’avessi fatto io prima adesso non sarei qui a rimuginare sul perché “non mi voglia più” e a leccare la mia “ferita narcisistica” che gronda sangue.
      Credo che tu sia sulla buona strada per riprenderti a breve e speriamo per te che si trovi presto un rimpiazzo, così ti lascia vivere in pace.
      Di certo non sei tu quella sbagliata.
      Un saluto e buone feste.

      Piace a 1 persona

    2. Mamma mia, che coincidenze! Sono stato accusato di non aver voglia di fare “i lavori di casa”… e non si trattava di lavare o cucinare, visto che era compito mio. No, erano proprio le cose tecniche come il lavandino che perde e quelle robe lì, dove ammetto di non essere un asso (sono stato traduttore, editor, insegnante, musicista, ma mai idraulico). È incredibile come facciano passare per esigenza spirituali, affettive e amorose la semplice utilità pratica. Quando dicono: solitudine, mi sa, intendono mancanza di chi porta fuori il cane o rifà il letto.

      Piace a 1 persona

    3. Cara Aomame, finalmente ci dai tue notizie! Intanto tanto auguri anche a te, di cuore.
      Anche io a Natale in famiglia nel teatrino dell’assurdo con lei che finge con tutti che vada tutto bene. Così sarò io il matto che se ne va senza motivo. Niente di nuovo.
      Mi fa piacere sentirti risoluta e convinta, direi che sei veramente a buon punto.
      Un abbraccio grande!

      Piace a 1 persona

  23. Spirito ti rispondo qui …perché devo fare un altro giro per risponderti sul post. Ho letto il tuo post e condivido che come ti avevo detto precedentemente l amore e magia, non logica e passione e trasporto almeno all inizio deve esserci almeno per me. Condivido in pieno il tuo discorso sull età, preservando …possibili sofferenze nel non poter investire,magari andrebbe male lo stesso però ce una ragione in più. L ex n.p. mio aveva 8 anni in meno e in effetti già dovevo fermarmi per quello…un abbraccio ..😘

    Piace a 1 persona

    1. Cara Mirna in effetti è come dici….la differenza di età sicuramente non é ostativa in sé ad una conoscenza né tantomeno ad una relazione, io sono contro il pregiudizio ridicolo per cui una donna che ha un uomo più giovane non va bene mentre il contario si, spesso infatti la maturità non é collegata all’età anagrafica…ma di certo l’esperienza mi ha insegnato che sono le diverse fasi della vita in cui le persone si trovano a creare poi i problemi….purtroppo non credo esistano tanti uomini come Macron, per dire, che era davvero convinto da sibito di volere proprio Brigitte nella sua vita indipendentemente dai loro 24 anni di differenza…si, accadono queste cose ma sono rarissime e con la fortuna che ho io non capiterà di certo a me un uomo così. Penso che uno che ha più di dieci anni meno di me possa vedermi al massimo come un'”esperienza a termine”…magari anche passionale, ma non quella con cui costruire una vita assieme.
      Anche tra me e np1 c’erano 15 anni di differenza. Quello che mi fa male ancora è che la sua nuova compagna ha più o meno la mia età quindi non era quello il problema con me che gli impediva di impegnarsi di più, come credevo. Comunque sia…con i narcisisti tutte le considerazioni che si applicano alle persone normali non valgono…loro scelgono le persone solo sulla base dell’utilità che possono ricavarne, età o meno non conta, conta solo il tipo di rifornimento che offrono.
      Un abbraccio

      Piace a 1 persona

      1. Si infatti non valgono no.. come ben noi sappiamo esiste una parte prettamente utilitaristica,li l età non c entra per loro non esiste età, bellezza,ecc ecc esiste solo come sappiamo ip rifornimento narcisistico e certo con una più grande si sentono anche più accuditi magari. Quindi più considerati…poi sai spaziano e non hanno una regola..sicuramente. stanotte mi è successa una cosa strana che poi mi ha rovinato il risveglio degli unici due giorni di relax in Toscana anche se sono andata da ” mio padre” o almeno quello che per 50 anni ho creduto padre,che comunque non stava bene.ma tornando al sogno ho sognato np.come volessi ancora la storia e ieri sera prima di dormire mi passavano in mente a raffica tutti i particolari dei ricordi belli e bruttini. Come se la mente andasse da sola . Mi sono spaventata ,ho detto. Ma che sto tornando indietro dopo 5 mesi?…No spero sia normale ,poi durante la giornata e andata meglio ,ecco questo ti fa capire come capitato a te che non si è ancora totalmente liberi con cuore e mente. Speriamo non capiti spesso.

        "Mi piace"

      2. Ciao cara, spero che la salute di tuo papà migliori. Guarda anche a me in questo anno é stato capitato di sognare varie volte np1….mentre avevamo la cosiddetta “relazione” che poi non so nemmeno come definire quel rapporto (ne scrivevo su un blog poi cancellato chiamandolo “la strana cosa”) ebbene in quei sogni lui aveva sempre un’altra intorno….mentre dopo che ho deciso di chiudere la faccenda ho sognato che lui voleva stare insieme. Credo che l’inconscio abbia bisogno di tempo per metabolizzare. Loro sono entrati in un ambito della nostra psiche che non è razionale, e li continuano a “lavorare” silenziosamente comparendo come fantasmini.
        Ci vuole tempo, pazienza….certo nemmeno io pensavo che la loro presenza fosse così radicata.

        Piace a 1 persona

  24. Per Alma: spero che riusciremo a trovare in noi la bellezza perduta e la fiducia nel prossimo, e si concordo, non é per niente facile…io mi sento a volte come se non esistessi più, non posso più essere quella di prima e quella nuova non so ancora come farla funzionare.
    Per Mirò : Sono piena di dubbi e paure. Ho sbagliato a fidarmi e a darmi senza remore, ora ne pago lo scotto…
    Il ragazzo di per sé non è affatto malvagio, a parlarci mi sono trovata pure bene e sinceramente mi sarebbe piaciuto vederlo ancora, senza avere obbiettivi predefiniti….ma la sua fretta di chiuderci subito in casa mi ha messa disagio…gli ho detto che avrei voluto vederlo almeno un paio di alte volte fuori per conoscerlo meglio ma ha insistito dicendo che prima vorrebbe fare questa cena a casa sua o mia e poi usciamo. Ecco, io così non ci riesco…mi sembra una forzatura, si sa che una volta in casa è difficile non fare niente e ora sinceramente non voglio fare niente e non vorrei trovarmi con uno che mi sbava addosso dopo un’ora…hai ragione dobbiamo rispettare i nostri tempi e se una persona davvero ci tiene credo non dovrebbe fare problemi o pressare…
    Forse sono ancora troppo traumatizzata e vedo problemi dove magari non ce ne sono ma ho davvero paura di toppare ancora…
    Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    1. Spirito Libero io ti capisco benissimo, anche io avrei paura di un incontro a casa, non vorrei essere “usata e buttata via” come è successo con il np, sono traumatizzata e penso lo sia anche tu.
      Anche io come te mi farei mille fisse mentali sull’aspetto fisico, a volte mi chiedo se sono superficiale in questo.
      Il np mi attraeva molto fisicamente e per questa cavolo di attrazione sono rimasta fregata e distrutta.

      Piace a 1 persona

      1. Cara Oliver non è superficialità…una persona deve piacere, non stiamo parlando del modello da copertina o Brad Pitt…magari non è detto che ciò che piace a una possa piacere a un’altra ma l’attrazione fisica é importante, non credo agli amori “spirituali” e basta. Poi chiaro…se uno attrae e poi si rivela uno stronzo va eliminato e su questo non ci piove.
        A me questo ragazzo con cui sono uscita piace per come ragiona anche se non é esattamente il mio tipo fisico…penso che conoscendolo meglio con calma potrei anche superare questa cosa ma appunto mi serve tempo mentre lui vuole già andare oltre…per questo non credo di farcela e mi dispiace ma devo rispettare i miei tempi. I nostri ex narcisisti hanno saputo giocare molto bene la carta della dipendenza fisica, ed è veramente una cosa orribile quando accade, é come una droga. Te la danno e poi la tolgono o rivolgono altrove le attenzioni e tu ti senti un nulla. E questa sensazione di inadeguatezza te la porti dietro anche dopo e non è facile da spiegare.

        Piace a 1 persona

      2. Hai perfettamente ragione Spirito Libero, la dipendenza fisica che questi np ti creano è come una droga, il sesso prima te lo danno e poi te lo negano facendoti sentire inadeguata.
        A volte mi sono chiesta se sono io quella sbagliata che vede il narcisismo in lui laddove in realtà non c’è e che magari più semplicemente la spiegazione di tutto sta nel fatto che lui ad un certo punto non si sia sentito più attratto da me e che sia stata io a non accettare questo.

        "Mi piace"

    2. Cara Spirito Libero ha scritto che “avresti voluto vederlo almeno un paio di volte ancora” prima di accettare un invito a casa…ma scusa e se ce ne volessero 20 di volte sarebbe un problema??? Non credo proprio! E se è un problema allora non fa per te e certamente è un segnale evidente che qualcosa non va. Non c’è un tempo “giusto” ma c’è il tempo che ognuno ha ma qui stiamo imparando che “tutto e subito” non è mai esistito e se è esistito era un bluff.
      Le relazioni non sono un litro di latte in scadenza che o le consumi o vanno a male quindi, almeno per quanto mi riguarda, mi viene l’orticaria anche solo a dover dare spiegazioni a riguardo.
      Le paure poi sono del tutto legittime ma non si placano davanti ad atteggiamenti del genere. Sarà che oggi dalle persone voglio gentilezza e rispetto per la mia persona quindi se ti dico (come tu hai fatto con lui) che ho avuto delle esperienze di un certo tipo e che vorrei andare cauta tu, se mi hai ascoltato veramente e hai rispetto per me, non puoi per tutta risposta invitarmi a casa! Vuol dire che non hai ascoltato e se lo hai fatto non hai capito niente! E allora sai che c’è…vada a correre altrove, il mondo è pieno di gente che non vede l’ora di farlo!
      Scusa la franchezza ma so la fatica che ognuno di noi fa per risollevarsi e mi dispiace quando ancora ci troviamo a dover spiegare o peggio giustificare il nostro comportamento col solito dubbio di chi forse sta sbagliando… sarà che il senso di colpa mi ha rovinato l’esistenza e sarà che non lo posso più sopportare che mi irrito anche quando è rivolto ad altri, specialmente a noi qui.
      Un abbraccio, buonanotte

      "Mi piace"

      1. Cara Mirò, hai perfettamente ragione, “tutto e subito” è solo un bluff, almeno nel mio caso.
        Il mio caro np già al nostro secondo incontro premeva per portarmi a letto, era davvero insistente nonostante io gli avessi detto che avevo paura di farmi male perchè ero uscita da poco da una relazione di 7 anni con un ragazzo che si è sposato nel giro di 3 mesi con un’altra. Lui diceva che io dicendo così lo inibivo e lo frenavo però lui che già all’inizio dava i primi segnali che aveva qualcosa nel cervello non andava mi diceva che non era molto propenso a fidanzarsi perché la sua ex lo aveva fatto soffrire (alla fine io penso che lui si sia vendicato su di me per il male che ha ricevuto da lei, ciò che lei gli ha fatto lui lo ha fatto a me!). Quindi ero io quella a doversi sentire frenata perché avevo paura che lui mi potesse sfruttare solo sessualmente ed infatti così è stato.
        Insomma ho rimandato il nostro primo rapporto dicendo che non stavo bene, che avevo l’influenza poi che avevo il ciclo e questa cosa mi è stata rinfacciata, insomma mi è stato detto che così facendo è venuta meno la magia del momento e il suo interesse nei miei confronti è andato scemando.
        Mi sono sentita come “un litro di latte in scadenza” proprio come hai detto tu. Ah dimenticavo, sono pure stata additata come una facile e poco seria.

        "Mi piace"

      2. Carissima Mirò hai ragione…con gli ex narcisisti avevo sempre paura di dire un no per timore di essere piantata e questo ha fatto credere loro che potessero fare o chiedermi qualunque cosa tanto io avrei accettato comunque. Ecco….ora non sono più disposta a farlo. Il tipo mi ha detto che una cena a casa non è chiedere chissà cosa e comunque siamo “adulti” e “certe cose” possono succedere.
        Ma anche no! Certe cose accadono solo se entrambi lo vogliono e sono pronti a farlo. Purtroppo tanti danno per scontato che una donna adulta non abbia bisogno di tempo per conoscere e capire con chi ha a che fare ma che sia subito “disponibile”…non é così. Certe cose sicuramente mi mancano ma non è perché non lo faccio da tot tempo che devo farlo per forza. Alla fine non lo stavo rifiutando ma solo dicendogli come volevo portare avanti la conoscenza…. e alla fine di tutto mi chiede “Allora quando ci vediamo per la nostra cenetta a casa”? Voglio dire….ma mi ascolti o no?
        Non ho più risposto, se mi cerca ancora gli dico che non continuo.
        Comunque va bene lo stesso, sicuramente é stato positivo uscire una volta, ho spezzato il periodo di clausura….ora si tratta di fare piccoli passi alla volta e imparare a mettere i confini…quello che non ho mai fatto prima.
        Un grosso abbraccio

        Piace a 1 persona

  25. Anche io Oliver ho pensato la stessa cosa….che come tante storie iniziano poi per qualche motivo non vanno bene e una persona che prima sembrava interessata poi non lo è più, ci può stare, specie agli inizi di una conoscenza che uno o l’altro possano cambiare idea, fa parte del gioco. Ma credo non sia questo nei nostri casi. Infatti se non andavamo più bene potevano anche chiuderla lì e amen…giusto? Invece no, sono tornati, nel mio caso ho contato almeno otto ritorni in tre anni…voglio dire…ti ho deluso? Non mi vuoi? Ok ma almeno lasciami in pace. Una persona normale chiude, al massimo ci riprova una volta e poi basta. Quando np1 spariva nel nulla io ci stavo male ma non lo cercavo più. Poi però tornava lui dopo settimane o anche mesi. Magari quando gli andava male con la nuova fiamma. Ogni volta che lo rivedevo era super passionale quindi non era certo l’attrazione fisica il problema. Purtroppo lui vedeva me solo come risorsa da sfruttare tra una relazione e l’altra. Fa male riconoscerlo ma è così. Ora sono contenta che almeno tutte le triangolazioni del cavolo, le amichette dei messaggini a cui rispondeva mentre eravamo insieme, le ex che a suo dire lo cercavano sempre (e invece era lui a cercarle) non sono un più un mio problema ma della sua nuova lei. Almeno mi sono liberata di questa angoscia continua di poter essere piantata in qualunque momento e che qualunque altra fosse migliore di me. Questa davvero è una cosa che dobbiamo ricordare sempre quando ci sentiamo giù..quanto meglio si sta ora che non dobbiamo più subire queste cose, io sicuramente sono molto ferita ancora ma decisamente molto più serena.
    Un abbraccio

    Piace a 2 people

    1. Infatti se ripenso ai suoi tanti ritorni mi chiedo: se non si sente attratto da me perché mi contatta? Per sesso? Ma può trovarsi un’altra da cui si sente attratto, perché proprio me? Per amicizia? Io sono stata sempre chiara con lui, l’amicizia tra noi non ci può essere, se fosse andato a letto con un’altra con me avrebbe chiuso.
      Hai scritto proprio le stesse parole che io ho rivolto a lui l’ultima volta che l’ho visto:”non mi vuoi?ok lo accetto ma lasciami in pace!”
      Mi viene da ridere, usi gli stessi termini che ho usato anche io con lui, non immagini quanto gli desse fastidio quando dicevo che il sabato preferiva uscire con le sue “amichette”.
      Anche io penso che l’ultima volta sia tornato da me perché gli è andata male con qualcun’altra.
      Non ti nego che pensavo che a Natale in qualche modo si facesse vivo ed invece niente, di sicuro avrà qualche altra preda.
      Di certo il fatto di non sentirmi continuamente paragonata ad altre mi fa stare meglio, questa cosa mi stava distruggendo.

      "Mi piace"

      1. Sono contenta che stai meglio ☺si guarda alla fine sono tutti molto simili nei comportamenti, anche io non ho mai voluto che mi considerasse un’amica perché l’amica come la intende lui è solo una cosa di comodo….l’amica con cui vai bene a letto ma proprio perché è “amica” non ci sono obblighi, ma la vera amicizia non ha niente a che vedere con tutto questo…amicizia è rispetto e saperci essere, mentre quando io avevo bisogno lui non c’era mai.
        infatti all’ultimo ritorno io non ho accettato che volesse parlarmi come se niente fosse tipo amici di vecchia data…e no bello….sei sparito e poi ti sei pure fdanzato quando a me dicevi che volevi essere single…ora te ne stai con la tua donna e non sarò più tua ruota di scorta magari quando litighi con lei e le cose vanno male…chiuso il parco divertimenti, finito, ciao.

        "Mi piace"

      2. Si sto meglio però a tratti mi assale la tristezza… se solo penso al fatto che il 26 dicembre dell’anno scorso mi trattò come una principessa… lui venne sotto casa con i suoi amici a prendermi e disse categoricamente a loro di prendere la loro macchina.
        Mentre guidava mi accarezzava la mano, poi tutta questa dolcezza è venuta meno ed è passato alle parole volgari, alle proposte indecenti che ti ho scritto ieri sera qui nel blog.
        Dalle stelle alle stalle.
        Sì infatti lui l’ultima volta mi disse che era tornato perché voleva essermi amico e che mi aveva sbloccata perché io potevo avere bisogno di lui, di qualche consiglio poi disse per sesso, insomma un’amica da portare a letto. Tutte cose dette per confondermi, insomma mi voleva usare come tappabuchi tra una preda e l’altra.
        Hai ragione, noi non siamo la loro ruota di scorta.

        Piace a 1 persona

      3. Ti capisco Oliver, anche lui con me all’inizio (e anche nei ripescaggi) era carino..sembrava preso, mi teneva la mano mentre guidava…e poi magari dopo pochi minuti in cui mi vedeva più rilassata rispondeva ai messaggini di altre davanti a me senza curarsi di come potessi sentirmi…ogni volta per un motivo o un altro riusciva sempre a ferirmi. Per non parlare di Np2 che alla nostra prima uscita mi ha tenuta abbracciata per minuti interi….ora mi dico che è stato l’abbraccio della morte, perché dentro non hanno nulla, sono morti emotivamente, anzi, noi sono nemmeno mai nati come esseri umani capaci di provare qualcosa di autentico e profondo, di vero. Ma sanno come fare a far innamorare, peccato che non siano capaci di amare nrssuno, e nemmeno loro stessi.
        Bisogna ricordare che quando erano al “top” stavano comunque recitando un personaggio. Quello che sapevano potesse piacerci e legarci a loro. Poi ecco che alla prima incribatura esce il Mostro…volgarità gratuite, triangolazioni, svalutazioni. Forse é per questo che ora non riesco a fidarmi di nessuno e a lasciarmi andare, se uno è gentile penso sempre che voglia fregarmi e che se abbasso le difese mi farà del male.
        Spero che il tempo aiuti a guarire queste ferite.

        "Mi piace"

      4. Nella fase di svalutazione è stato capace di rovinare pure il ricordo dei “bei” (in realtà erano una farsa) momenti che ho trascorso insieme a lui, si è permesso di dire che non avrebbe dovuto tenermi la mano mentre guidava perché è pericoloso per la guida.
        Non hanno proprio tatto e delicatezza, ma con che coraggio in tua presenza mandava messaggi ad altre!
        Lui quando stava con me staccava i dati, chissà perché…
        Una volta sul suo cellulare ho visto foto di altre ragazze, forse screenshot presi da facebook, puntava ad alcune ragazze e forse ci usciva assieme, questo non lo so.
        Ovviamente c’era sempre una giustificazione, erano ragazze che piacevano al suo amico, un po’ come la storia dei preservativi che mancavano dalla scatola perché li aveva dati al suo amico.
        Capisco la diffidenza che hai adesso, anche io sono rimasta traumatizzata.
        Mi rivolgo spesso a te Spirito Libero perché trovo molte analogie tra le nostre storie, ti ringrazio per le parole di conforto che hai saputo darmi.

        "Mi piace"

      5. Cara Oliver mi fa piacere se posso dare un pò di conforto e mi conforta parlare con te e con tutte le belle persone qui perché so che ci possiamo capire a vicenda.
        Ti dico solo che una volta ha avuto il coraggio di scambiare messaggi con una subito dopo aver fatto l’amore (per me era amore, per lui solo sesso)…ci eravamo appena rivestiti, nemmeno il tempo di dire “a” e lui era già lì che messaggiava, ci la coda dell’occhio ho visto i baci e i cuoricini che lei gli ha mandato, chiaramente lui lo ha fatto apposta per triangolare e vedere come reagivo…e poi mentre eravamo in macchina mi ha vista turbata e mi ha preso la mano tipo per rassicurarmi….ma rassicurarmi di che? Una presa per i fondelli. Infatti dopo nemmeno due settimane mi ha mollata proprio per “fidandarsi” con questa….sparito per tutta l’estate di punto in bianco e poi tornato con la coda tra le gambe perché la tizia lo aveva lasciato. È stata solo una delle tante per cui mi ha piantata per poi tornare. E io l’ho pure ripreso più volte nonostante queste umiliazioni…pensa che deficiente sono stata….
        Si, loro rovinano anche i bei momenti…lo fanno apposta senza nemmeno rendersi conto di essere ridicoli perché quei momenti li hanno proprio creati loro e di certo mi ce li siamo inventati….quindi rinnegano se stessi, o comunque il loro stesso personaggio.
        Io ho spesso avuto la sensazione di aver avuto a che fare con due persone….un ragazzo in apparenza buono e umile e un grande stronzo. Anche il secondo np mi ha dato la stessa sensazione di doppiezza: su Facebook scriveva storie tipo zen (magari copiate) per sembrare un tipo profondo e sensibile e fare “colpo” sulle ammiratrici, e poi si rivolgeva a me con un linguaggio da camionista, rozzo e volgare. Ti chiedi chi erano davvero quelle persone….il ragazzo buono, il tipo sensibile o le pattumiere con le gambe che diventano quando la cattiveria prende il sopravvento. Si fa fatica a comprendere come possano trasformarsi in questo modo, é una cosa che fa paura a pensarci bene.

        "Mi piace"

      6. Questi qui sembrano fatti con lo stampino, sono tutti uguali.
        Anche il mio np mi stringeva la mano quando si rendeva conto che con i discorsi che faceva stava esagerando triangolandomi con le altre, mi diceva tenendomi forte la mano: “ti prego non litighiamo” oppure una volta nevicava, sembrava tutto così romantico, cadevano grandi fiocchi di neve sulle nostre teste e lui mi abbracciava e mi diceva:”vorrei continuare a stare qui con te ma domani devo alzarmi presto perché devo lavorare” ma poi ho scoperto che era in ferie quella settimana!
        Oppure una volta mi sono lamentata del fatto che mi avesse baciata poco, quasi per niente e la volta successiva (dopo avermi scartata per un paio di giorni dicendomi che era finita e poi ripresa qualche giorno dopo) mi baciò appassionatamente dicendomi:”vedi come ti bacio?non è vero che non ti bacio!”.
        Infatti è come dici tu, i bei momenti li creano loro e poi hanno da ridirci su.
        Concordo sul fatto che sono viscidi e che hanno due facce, gli ho chiesto tante volte perché di persona si comportava in un modo e poi quando era a casa aveva da ridire su ogni singolo momento che avevamo passato insieme che invece per me era stato bellissimo. Che senso aveva rovinare tutto?
        Io quando stavo con lui percepivo nelle sue parole l’ingenuità di un bambino ma poi il giorno successivo si trasformava in un’altra persona, se ci sentivamo per telefono era lì pronto a denigrarmi per ogni singola parola da me detta il giorno precedente che a lui non stava bene.

        Piace a 1 persona

      7. Tutto questo accade perché quando uno recita non può reggere la parte a lungo, lo fanno perché hanno bisogno di garantirsi il nutrimento….ci stringevano la mano o tornavano a fare i finti carini quando capivano di esagerare perché non volevano che la risorsa li lasciasse….
        Per loro é una fatica mostruosa controllare gli impulsi a triangolare, dobbiamo essere noi a “capire” “accettare” ecc…ma come si può…non è possibile accettare di stare in un harem e che la cosa possa andarci bene! Ma loro sono veramente convinti di essere dei sultani, hanno le “favorite” del momento, puoi essere tu o un’altra, un giorno sono solo per te e quello dopo vanno da una diversa perché gli va di cambiare ma tu no…tu devi sempre essere disponibile quando vogliono loro. Se ti ribelli ti puniscono perché non sottostai al ruolo. Ma che roba è? Ma che vadano a quel paese….noi siamo in qui ancora a parlarne e starci male, loro se ne fregano e si fanno beati (si fa per dire) la loro vita. Un abbraccio

        "Mi piace"

      8. Io personalmente faccio fatica a capire un aspetto… che sembra non siano così “legati” al sesso ma che contemporaneamente da certi racconti sembra invece che lo siano.
        Il “mio” ad esempio sembrava passionale, anche se poco dedito a me.. in quei momenti ma sembrava averne voglia. Ora che si era rifatto vivo mi diceva che ero bellissima etc ma al mio avanzare di vedersi non ha voluto. Ciò che non capisco è se non sono avvezzi al sesso perchè puntano alla trasgressione? non è un controsenso?
        Così come lo è adulare una persona e dirgli che ti vorrebbe fisicamente.. ma poi dirti che non ti vuole vedere… come è successo a me.

        "Mi piace"

      9. Cara Morgana, quello che io ho capito è che ai narcisisti non si possono applicare le logiche delle persone normali. Credo che loro vivano molto male il sesso, che soffrano di quella che viene definita “anoressia sensuale”, che non significa che non lo facciano mai anzi a volte sembrano persino esagerati ma proprio perché i normali stimoli non li soddisfano o comunque molto poco. Per come è fatta la loro psiche è mille volte più gratificante sapere che una donna li desidera che fare sesso in sé….perché comunque il sesso presuppone intimità, cosa che loro non possono dare perché intimità significa legarsi e loro non vogliono legami, ne hanno il terrore.
        Decidere i tempi e i modi del desiderio altrui li fa sentire onnipotenti…questo è quello di cui hanno bisogno per confermare il loro ego malmesso.
        All’inizio sembra che vogliano vederti spesso, per me é stato così con entrambi gli np…e poi iniziano a fare i tira e molla, a farsi desiderare all’infinito per vedere fino a che punto sei disposta ad abbassarti per averli, a lanciare il sasso e nascondere la mano. Danno appuntamenti e poi ti dicono che non possono, oggi sono passionali e domani freddissimi.
        Finché una sta al gioco loro possono andare avanti così pure per anni…
        Non c’è reciprocità ma sempre e solo manipolazione purtroppo, non c’è speranza che cambino o migliorino. Un abbraccio

        Piace a 1 persona

      10. E’ davvero incredibile…
        Anche solo lo scambio di un paio di messaggi, e sapere che per essere “giusta” e non contestabile (cosa che mi fece sentire in colpa in modo davvero pesante e deleterio) gli rivolga anche solo il saluto, mi fa risentire quella strana sensazione di tristezza e di isolamento nel non poter essere capita fino in fondo da nessuno. E’ una sensazione strana… che non so spiegare, ma che ero riuscita ad allontanare fingendo non esistesse. Da quando mi ha “ridato” il saluto e lo scambio di qualche parola… sento di nuovo queste sensazioni. Ed i mille interrogativi su cosa sbaglio. Non so se sia questa sua particolarità ad infondermi ciò o se sia davvero solo io. Ecco… basta “ci sia” che non so più cosa sia e cosa non sia…

        "Mi piace"

      11. É così che ci vogliono cara Morgana, confuse e sottomesse, come se avessimo sempre una colpa da espiare a vita per avere magari una volta osato dire o fare qualcosa che li ha fatti arrabbiare….anche io dopo il primo scarto di np1 ho vissuto sempre con questa spada di Damocle sulla testa….non riuscivo più ad essere me stessa fino in fondo perché paura di sbagliare.
        Non puoi mai permetterti di rilassarti un attimo o mostrarti un po’ più fragile che loro subito ti fanno sentire sbagliata e sempre in debito di qualcosa che non si sa..visto che loro ti danno si all’inizio ma solo per poi prendere tutto quello che hai da dare finché non ne hai più. E poi ti fanno pure sentire colpevole di non avere più nulla da offrire. Ogni giorno mi sforzo di ricordare sempre tutte queste cose per evitare di ricadere nella nostalgia e nel dubbio di aver sbagliato qualcosa io. Si, sicuramente ho sbagliato, ma nel permettere troppo a lungo queste cose. Un abbraccio

        "Mi piace"

      12. Avrei tanto bisogno di questa “certezza” adesso…. quanto vorrei non avere questa “nebbia”.. logora, mi logora in solitudine.
        Grazie… un abbraccio grande

        "Mi piace"

      13. Cara Morgana, ti sei sentita in colpa per avergli negato il saluto, anche a me ha fatto sentire in colpa perché lui “improvvisamente” si è pentito di avermi bloccata per 3 mesi ed ora sarei io quella cattiva che lo tiene bloccato sul cellulare.
        Che pensi quel che vuole, che mi tenga pure sbloccata, non mi fa più sentire in colpa.
        Ha ragione Alma, loro non hanno la nostra logica, loro non sono UMANI.

        Piace a 1 persona

      14. Infatti mi dico, dovrebbe essere così facile essere determinata… eppure questo pensiero siano disumani, mi lascia perplessa nel non volerlo vedere così.. e nel contempo sai che è difficile essere capiti perchè è difficile credere esistano persone così e questo nel dolore ti fa sentire ancor più solo.
        Soltanto qui, c’è una visione che sai essere compresa. per tutto questo a volte vacillo… se non nella pratica, lo faccio mentalmente e nelle sensazioni “cupe” a cui mi porta il pensarci.

        "Mi piace"

      15. Sai qual è il punto cara Morgana?
        Che tu cerchi di vedere la tua bellezza interiore in lui, ma anche un briciolo pur di non accettare che esistano personaggi del genere.
        Ed anche io come te mi sono aggrappata a questa illusione che mi ha tenuta legata a lui per 1 anno esatto.
        Io per quello che posso capire leggendoti (sono molto attenta a come una persona scrive e non sbaglio quasi mai nel comprendere la personalità di chi scrive, non per essere presuntuosa, sarà che ho frequentato il liceo classico e ho imparato questo) sento che sei una persona davvero molto profonda e sensibile, sei una bella persona, lo dico davvero.
        Mi sono ricordata della brutta giornata di Pasqua che ho trascorso quest’anno, io lo contattai per dargli gli auguri e lui mi rispose freddamente, gli chiesi di vederci e mi rispose malissimo, insomma mi disse “ricambio gli auguri ma questo non deve essere un pretesto per attaccarti”. Ma certo, quando dicono loro dobbiamo essere pronte a vederli, quando lo vogliamo noi veniamo trattate come stracci.
        Per fortuna questo Natale non me lo ha rovinato.

        "Mi piace"

      16. Sol discorso degli auguri nelle ricorrenze ci sarebbe da scrivere a parte. Io posso solo dire che per due volte a Pasqua np1 mi ha regalato la sorpresina di stare con una…in genere non amano fare o ricevere auguri perché gli auguri sono qualcosa che deve venire dal cuore e loro non sentono questa cosa perché non hanno quel genere di empatia…per loro gli auguri sono una rottura.

        "Mi piace"

      17. Oliver, grazie per quello che hai scritto. Infatti io so di risultare confusionaria ed altalenante e giuro che non lo sono mai stata così tanto, ma è la prima volta che mi capita una persona che ti cerca (con allusioni fisiche, nonostante 4 mesi in cui mi ha “silenziato”) e se accetti di vederti allora ti rimbalza e lo fa da un giorno all’altro, senza di fatto vederti o parlarti mai…
        Io cerco (e magari lo faccio troppo… risultando pesante) sempre conferma esterna per essere certa di non essere io ormai viziata da letture o dall’essere prevenuta verso di lui. Ma una persona che fa così cercandoti ma di fatto non volerti vedere o parlare mai di persona non mi era mai successo, e mi manda nel caos.
        In tutto questo ci tengo a precisare che non voglio ricaderci ma volevo solo essere giusta, corretta, avere quella pseudo chiusura o non chiusura che non mi etichettasse come quella impulsiva, ossessiva e matta… che è stata la “macchia” che più mi è pesata in questi mesi, e su cui si è più centrato il lavoro che ho provato a fare su me stessa. E Credo davvero di non essermi mai sentita così davvero obbligata a lavorare su me stessa… perchè l’unica cosa certa che ho capito era che dovevo primariamente lavorare su me stessa, per togliermi quelle ombre che mi aveva buttato addosso, nella ragione o nel torto volevo togliermele per potermi rialzare.
        Per il resto come ho già scritto, io non amo l’astio… tanto meno verso chi ho amato.. seppur a senso unico, ed anche questa è una battaglia che non voglio perdere con me stessa facendomi snaturare da lui. La mia integrità interna prima di tutto…
        Ma ammetto che tutto questo è molto duro, e so bene che è una strada che è stata, o che state percorrendo anche voi, proprio per questo abbasso qui ogni arma mostrando tutte le mie ottusità perchè so di non essere nel campo minato che vivo con lui, anche ora anche se a distanza… e con chiunque io possa anche solo pensare di poter parlare di ciò che porto dentro su questa situazione perchè per chiunque sarebbe più facile vederla come un esagerazione mia. Perchè per molti persone così non esistono… a maggior ragione quando al di fuori sembrano acque chete..carismatiche.
        A volte non so se la capacità di voler bene, pur essendo una delle cose più “naturali” sia una dote od un fardello.
        Scusate ho riaperto gli argini…un po’ logorroica

        Spirito Libero, sì probabilmente gli auguri non gli piacciono…. alla fine me li ha fatti in ritardo ma ti farei sentire il tono… come fosse stata una scocciatura.

        "Mi piace"

      18. Morgana non darti colpe, non ne hai, non sei soffocante, non sei nulla di quello che dice lui, lui dice quelle cose solo per destabilizzarti. Tu vuoi solo delle spiegazioni, una chiusura decente come già ti ho scritto altre volte.
        Anche a me diceva che aveva timore di vedermi perché le volte precedenti gli era salita un’ansia pazzesca (sempre per il fatto che io volevo uscire il sabato con lui), stesse parole che ha detto a te!

        "Mi piace"

      19. È impressionante come coincidano i comportamenti. L’assurdo è che l ultima volta che ci siamo visti sembrava davvero combattuto da un ansia … Nel vedermi. Forse era vera per come è fatto, e magari gli è rimasta. Ma … Mi dico.. Ma se così allora avrebbe dovuto evitare di scrivermi ed adularmi penso, sarebbe stata una cosa più giusta.
        Un po’ le feste… Un po il vederlo “mansueto” mi ha fatto risalire i dubbi, lo so che sembro scontata ma queste cose le riporto qui proprio per non cedere ad insistere x chiarimenti che non avrò forse mai, ed a non sclerare per ottenerli. Ma ammetto che questa confusione mi implode dentro…
        Puoi essere forte negli intenti ma dentro…. È difficile mascherare dubbi, timori e nostalgie. Forse credevo che questi passi da fare fossero più veloci e più indolori… Ma non demordo.
        Stanotte l ho fatta in bianco ma non ho più ri-ceduto ai sonniferi, ho bisogno di lucidità.
        Vi abbraccio e grazie ancora, mi vedo un po imbalsamata … Ma meglio di sclerata, mantengo un po di “forza” nel sentire più controllo su me stessa.

        "Mi piace"

      20. Invece nel mio caso l’ansia non la mostrava affatto…era tranquillo, rilassato e sorridente quando stava con me, forse l’ansia ce l’aveva nel cervello ma secondo me non ce l’aveva proprio…era solo un modo per farmi sentire in colpa ed inadeguata, non all’altezza delle uscite con lui che è il signor NESSUNO.
        Infatti non ha nessun senso dirti che sei soffocante e poi scriverti e farti pure i complimenti.
        Noi usiamo la logica e cerchiamo di razionalizzare il loro comportamento, mentre loro davvero non hanno nulla nella testa e soprattutto nel cuore perché non provano nulla e credimi, Morgana, questa cosa per noi empatici è difficilissima da accettare.
        Mi dispiace che tu non dorma, io invece mi sveglio agitata più volte nel cuore della notte perché lo sogno spesso, sogno che mi umilia e mi tratta male.

        "Mi piace"

      21. Ma infatti anche a me a Pasqua disse che stava frequentando una ragazza (poi ha negato e ha detto che lo ha detto solo per farmi ingelosire, pensa te che divertimento farmi soffrire!).
        Sicuramente gli auguri non sono sinceri e se li fanno (per altre ricorrenze li ho ricevuti) è solo un modo per poterti riagganciare.
        A me diceva riguardo l’eiaculazione ritardata che era stanco per il lavoro o che aveva problemi/pensieri per la testa e io ci credevo pure! Infatti mia sorella mi diceva di non crederci perché un uomo i problemi a letto li scarica altro che…
        In effetti con altri uomini questi problemi non li ho mai avuti, eppure mi aveva talmente annebbiato il cervello che nella mia mente lo giustificavo pure.

        "Mi piace"

      22. Penso che provino un certo piacere a rovinare una ricorrenza….così ogni volta che arriverà Natale o Pasqua ricorderai che proprio in quei giorni ti hanno ferita. Ma penso loro vivano le ricorrenze peggio di tutti perché non hanno il senso della condivisione, per loro Natale Pasqua sono solo delle scocciature da passare in qualche modo…e quale modo migliore c’è se non rompere le scatole a una ex che magari non se lo fila più (con grandi sforzi) facendo qualcosa che colpirà nel segno..tipo farsi vedere con qualcun’altra, apparire magari dopo mesi e mesi con un messaggino che però ti destabilizzerà sicuramente.

        "Mi piace"

      23. Cara Morgana, è proprio come ti ha detto Spirito Libero, loro non provano la vera intimità con nessuna donna, non vogliono legarsi (a me è stato proprio detto esplicitamente che non si voleva legare).
        Il sesso prima te lo danno, poi te lo negano, ti dicono che sei una bomba a letto e allora ti chiedi ma perché ora mi sta rifiutando? Perché si divertono, vogliono sentirsi desiderati.
        E poi io ritengo che ricorrono spesso alla masturbazione, altrimenti non mi spiegherei la sua eiaculazione ritardata o la perdita di erezione ma questo è successo a me, non so ad altre.
        Loro sono appagati così proprio perché non “sentono” davvero il corpo della donna nell’intimità, diciamo che per loro è un esercizio ginnico, con nessuna donna si sentono abbastanza coinvolti ed ecco perché sono sempre alla ricerca di nuove emozioni, bada bene, di “emozioni” non di SENTIMENTI. Perché loro non sentono NULLA.

        Piace a 2 people

      24. Verissimo tutto Oliver, hanno comunque una sessualità problematica perché la separano delle emozioni quindi o é stata meccanica o insoddisfacente. Np1 “funzionava” bene per quello…ma appunto dava la sensazione di essere una macchina. Np2 aveva eiaculazioni precoci che giustificava per la troppa eccitazione che vedermi gli causava…
        Io non ho mai avuto un vero orgasmo con nessuno dei due. Evidentemente il mio corpo è più saggio di me e si è giustamente rifiutato di lasciarsi andare. Per farli contenti fingevo pure e non si accorgevano di nulla anzi, erano pure convinti di essere dei mega amanti.

        "Mi piace"

      25. Ecco , sul timore di legarsi anche a me l’ha sempre detto. Se le cose diventano assidue lui sente come se gli si accolla addosso e dice che gli sale l’angoscia e sta male. Proprio ieri mi ha scritto che vorrebbe vedermi ma solo l’idea gli sale un angoscia tremenda.

        "Mi piace"

      26. È proprio così Spirito Libero, loro hanno un vero e proprio harem e noi dobbiamo sottostare a loro, quando ne hanno voglia ci contattano ma noi non dobbiamo permetterci di proporre nulla, io non dovevo osare chiedergli quando ci saremmo rivisti perché ero “soffocante”, poverino lui si sentiva il coltello alla gola.

        "Mi piace"

      27. É così Oliver, alla fine capisci che non vale nemmeno la pena di tenerli come eventuali “amici di letto” perché comunque non c’è reciprocità….ci si vede solo quando hanno voglia, ivtuoi desideri contano poco e nulla, questo significa farti sentire un oggetto che serve “alla bisogna” e non una persona. Baci

        "Mi piace"

      28. Oliver hai espresso così chiaramente ciò che mi fa impazzire… ti contatta e dice “parliamone” e se passa un giorno e glielo ricordi e dici tu, ti risponde “no non voglio”.. lasci stare perchè se no ti rida come ai vecchi tempi della soffocante ed io non voglio ricaderci (non solo nell’etichetta ma avrei voluto parlarne) e lui dopo un po’ ti rilascia un altro messaggio dicendo che è vero non avevi colpe.. e forse bisognerebbe parlarne. Uno yo-yo senza un perchè..

        "Mi piace"

  26. Non bisogna più porsi domande di nessun tipo, ti fa solo rimuginare inutilmente e vacillare la mente. Risposte logiche non se ne hanno e non se ne avranno mai perché loro non appartengono alla logica dell’essere umano, bisogna cercare di disinteressarsi di loro, ora dico questo ma ho passato anni a chiedermi questo e quello e ho smesso di farlo non tanto tempo fa, questa è la strada da seguire.
    Di tutto quello che ho vissuto con lui devo solo ricordare per non ricaderci nuovamente, né con lui né con qualsiasi altro, per il resto non mi importa più di capire il perché e il per come, mi basta aver capito che sono dei perversi, incapaci di viversi la vita reale, emotivamente disabili e questo direi che è più che sufficiente per stare alla larga, ora devo solo riparare i danni che mi ha provocato e sappiamo che non è un lavoro da poco, purtroppo.
    Abbracci.

    Piace a 1 persona

  27. Sono stanca di sentire sempre lo stesso copione e sapere quanti esseri np esistono e pensare pure che hanno in nostro amore. Scusate i miei toni, ma in ogni vs post trovo pezzi della mia storia. Inoltre mi viene il mal di stomaco a pensare a tutte le umiliazioni che gli abbiamo permesso solo perché noi usavamo il cuore e loro erano fatti solo di nulla.
    Se penso che a volte lui era talmente palese a manifestare certi suoi atteggiamenti e io talmente innamorata per nn rendermene conto…..ora rileggendo tutti i vs post è come rivivere la mia storia.
    E questo è un’altra umiliazione perché ti rendi ulteriormente conto delle loro povertà.
    Ormai il Natale è trascorso e x me è stato molto difficile: quante volte ho pensato alla sua illusione ma nello stesso tempo ho vissuto il dolore dell'”astinenza” sì perché ho capito che entrato nella mia vita con tutti gli effetti di una droga e x uscirne nn basta esserne consapevoli ma vi vuole una grande volontà.
    sento come se una parte di me fosse stata menomata per sempre.

    Piace a 2 people

    1. Ti capisco Samantha, io anche dopo un anno che non lo contatto per mia volontà ci sto ancora male. Non perché mi manca, me ne ha date troppe di batoste, ma per tutte le volte che ci ho creduto e gli ho dato una possibilità di dimostrarmi che era diverso. Purtroppo non conoscevo ancora bene il narcisismo e non sapevo che queste persone non sono in grado di cambiare ma solo di ripetere all’infinito le loro dinamiche malate con chi glielo permette..
      Riusciremo a superare tutto, loro no..saranno sempre uguali..
      Un abbraccio

      "Mi piace"

  28. Cari tutti,
    volevo unirmi al coro di auguri e ringraziamenti, anche se in (tragico) ritardo 😀 .
    Siete stati formidabili compagni di un viaggio durato mesi, in questo blog ho trovato informazioni, conforto, accoglienza, condivisione.
    Grazie a Claudileia per il suo impagabile contributo e a tutti coloro che passando di qui lasciano un commento, uno spunto di riflessione, un pezzo di vita.
    Grazie e ancora grazie, speriamo che il nuovo anno ci porti la serenità che meritiamo.
    Babi.

    Piace a 2 people

    1. Auguri cara Babi!
      A volte penso alle parole che mi hai scritto riguardo il mio np, che è un vero GEGNO e che lo riempiresti di mazzate! 😂
      Mi hai dato tanta di quella forza e tuttora se ripenso alle tue parole mi viene da sorridere.
      Un abbraccio.

      Piace a 1 persona

      1. Si ricordo bene 😀 😀 😀 , un vero talento…
        dai per fortuna ci sono capitati due stupidi che guardati con distacco e ironia si rivelano le tragiche marionette che sono.
        A lungo sono stata convinta che una buona dose di sculaccioni sarebbe stata salutare, adesso non so… visto le attitudini che hanno rischio di fargli pure un favore 🙂 quindi meglio lasciarli nel loro brodo, condivido quanto ha scritto Alma sono dei disabili sentimentali, non c’è purtroppo niente da capire.
        Ho studiato a fondo l’argomento, potrei quasi avventurami in un percorso universitario e non è detto che non lo faccia, e sono venute fuori robe pazzesche: pornografia, prostituzione, trans, scambio di coppia, gang bang, se ti viene in mente una porcheria qualsiasi stai pure certa che l’hanno già pensata o realizzata o che stanno per arrivarci.
        Hanno una lista di problemi infinita che si riversa nella sfera sessuale: omosessualità latente, cripto pedofilia e chi più ne ha più ne metta.
        Meglio starci alla larga, anche perché a mio parere non ci sono vari livelli di np ma solo punti diversi di un’evoluzione unica che è identica e una escalation che si ferma solo perché le circostanze non consentono la realizzazione di tutte le loro perversioni.

        Un abbraccio cara Oliver,
        alla fine teniamoci stretta la consapevolezza che CON loro saremmo state moooolto peggio.

        Piace a 2 people

      2. Pornografia, prostitute, scambi di coppia (non so se l’ha mai fatto ma era una sua fantasia), sesso a 3 (altra fantasia, non so se mai realizzata), turismo sessuale e chi più ne ha più ne metta. Bello schifo.
        Ti abbraccio anche io cara Babi.

        "Mi piace"

  29. Babi e tutte voi,si è proprio così, per anni ho letto anche se mai partecipato ad un blog che forse sarebbe stato un Po più utile,che sono capaci di tutto ma proprio perché le persone non le vedono come tali ma come mezzi, come oggetti,porsi quesiti e infinitamente inutile. Ma ancora ogni tanto lo si fa ed è quello che fa male ,il non potete dare un senso a tutto questo . Mio primo n.p.era completamente diverso dal secondo ma gli schemi identici.sono stati 5 anni con circa 30 andate e ritorni ,avevo scoperto che era stato coinvolto in storie di pedopornografia anche se mai ho potuto approfondire davvero come avrei voluto,era il suo passato..era impotente tra l altro con parecchi problemi, manipolatore ,maestro del controllo e grande illusionista . Labile . Un giorno ti adorava, due giorni dopo schema cambiato, stop ai progetti,non so bene cosa provo. Poi tornava con regali,gioielli,ecc ecc poi di nuovo insicuro …niente maltrattamenti ma questa giostra era gia il top.per il secondo e stato molto diverso ma schema simile. Più piccolo di me,collega,con una mia posizione centrale accanto al suo capo ,negli uffici ,lui fuori,io anche ogni tanto. Ma la velocità del suo bombardamento e stata pazzesca,ha aspettato di fare sesso perché voleva quel posto,quel momento ,con un rispetto che mi ha sconvolto. Era una maschera si era travestito da quello che pensava che io volevo. Nel giro di 3 mesi 24 ore su 24 era da me,progetti infiniti,case in montagna ..e per poi appena scoperto che in realtà lui triangola va..con la sua ex che gli dava fastidio a detta sua…e poi li ovvio in un giorno e stato più semplice dire non sono più innamorato ,tu sei perfetta io no…fino ad ora ho dovuto fingere perché mi dispiaceva ..e di cosa ?? Tutto perfettamente senza una sola LOGICA .perché non esistono ,loro non esistono come esseri umani ragazze . E così. Ti vogliono lasciare nel caos nello spavento, nel limbo,paghi per aver scoperto,per aver anche solo CAPITO chi sono,basta solo quello.

    "Mi piace"

    1. Verissimo Mirna, paghi salato anche solo aver capito chi sono…
      Sono vermi, parassiti senza intelletto, puro istinto predatorio.
      Siamo state forti e un pizzico fortunate nell’avere abbandonato la nave molto presto anche se a prezzo di grande sofferenza.
      Noi abbiamo modo di superare questo momento, di evolvere e forse di apprezzare meglio la vita. Loro rimarranno nel nulla per sempre e potranno solo peggiorare.
      Ti abbraccio forte.

      Piace a 2 people

    2. Cara Mirna io ancora davvero non mi so spiegare come riescano a fingere emozioni, addirittura il batticuore mente sei tra le loro braccia…è una cosa che non si può fare a comando farsi battere il cuore a mille ….ma forse erano solo scariche di adrenalina che causavano quei batttti accelarati e non le emozioni.

      Piace a 1 persona

  30. Si infatti non valgono no.. come ben noi sappiamo esiste una parte prettamente utilitaristica,li l età non c entra per loro non esiste età, bellezza,ecc ecc esiste solo come sappiamo ip rifornimento narcisistico e certo con una più grande si sentono anche più accuditi magari. Quindi più considerati…poi sai spaziano e non hanno una regola..sicuramente. stanotte mi è successa una cosa strana che poi mi ha rovinato il risveglio degli unici due giorni di relax in Toscana anche se sono andata da ” mio padre” o almeno quello che per 50 anni ho creduto padre,che comunque non stava bene.ma tornando al sogno ho sognato np.come volessi ancora la storia e ieri sera prima di dormire mi passavano in mente a raffica tutti i particolari dei ricordi belli e bruttini. Come se la mente andasse da sola . Mi sono spaventata ,ho detto. Ma che sto tornando indietro dopo 5 mesi?…No spero sia normale ,poi durante la giornata e andata meglio ,ecco questo ti fa capire come capitato a te che non si è ancora totalmente liberi con cuore e mente. Speriamo non capiti spesso.

    "Mi piace"

    1. Mirna cara, mi ha molto colpita una coincidenza ovvero che l’np si sia ripresentato nei tuoi sogni in concomitanza con la visita a tuo padre.
      Vorrei condividere un episodio recentissimo che ha dell’assurdo.
      In questi giorni di feste aziendali ho ricevuto dagli ex colleghi, con cui sono in ottimi rapporti, una foto di gruppo una trentina di persone del vecchi ufficio tra cui c’era anche l’np, la foto fatta con il telefono e con poca luce non era nitida, ebbene il suo viso così in quella foto mi ha ricordato tantissimo il viso di mio PADRE, quando avevo 8/10 anni!!!
      Analoga forma, stessi capelli brizzolati, stesso taglio delle labbra e degli occhi, come se al netto dei dettagli le linee essenziali me lo ricordassero in maniera vivida.
      Ti giuro è stata una folgorazione, uno shock, ho avuto un urto di nausea pazzesca, ci ho pensato e ripensato e ci sono altri dettagli fisici in comune con mio papà, un uomo molto rigoroso e severo… che dire il subconscio ci fa brutti scherzi ma brutti assai….
      Magari questa può essere una chiave di lettura?
      In qualche modo sovrapponiamo persone care con cui abbiamo un rapporto irrisolto (o banalissimo edipico) inconsciamente ad altre persone in cui ravvisiamo gli stessi tratti?
      Non capisco, sono ancora frastornata mi sembra una cosa assurda ed è possibile che io sia del tutto rimbambita…. ma potrebbe spiegare la dipendenza instaurata in tempi così rapidi e perché solo lui e nessun altro…. almeno questo sembra il mio caso….
      Boh.

      Ne approfitto per rinnovare a tutti gli auguri di un magnifico 2019.

      Piace a 1 persona

      1. Cara Babi non sei strana… é assolutamente possibile che inconsciamente qualcosa di intimamamente familiare ci attiri nei narcisisti. Può essere una somiglianza fisica con un genitore o familiare o un modo di fare.

        "Mi piace"

      2. BABI si noi riviviamo molte cose del nostro passato. Mi ha stupito che li in Toscana io sentivo di più questa confusione questo pensiero e addirittura tutta notte nel sogno. Come ti ho detto sono stata magonata tutto ip giorno . Sicuramente un legame ce con la figura paterna ,per me tra l altro mancata e forse fonte di molte dipendenze affettive. Un abbraccio Babi ,sono contenta che ho potuto condividerlo con voi.

        Piace a 1 persona

      3. Mi associo sulla riflessione fatta relativa all’assonanza np-padre. Nel mio caso entrambi di origini laziali, di un paesino delle montagne. Il modo di parlare dell’np, l’accento, ma più che altro alcuni termini che avevo sempre solo sentito da mio padre, mi fecero subito sorridere. Mi intenerirono. La stessa semplicità, la forza lavorativa, il legame con la terra, l’energia instancabile, insomma c’era qualcosa di forte che me lo ricordava. Al suo contrario, mio padre, non è mai stato lo schifoso che l’np si rivelò. Diciamo che c’era un richiamo di origini e di semplicità, una somiglianza sicuramente solo superficiale, o di accento, che però mi legò, da subito. Mi sentii a casa. Questo sicuramente mi tradì. Tradì anche mio padre, che sentendo la sua fonetica ci si riconobbe, e lo accolse come un figlio. Solo con il tempo capì che qualcosa non andava, che era bugiardo (quando ancora io non lo sospettavo), che era “cattivo-vendicativo-possessivo-e subdolamente furbo” e cominciò a rivelare preoccupazione a mia madre, quando sapeva che ero con lui.
        Io con questa storia ho indagato anche sul legame con mia madre e padre, e ho scoperto che quel padre mi è sempre mancato pur essendoci. Come ho già espresso in post precedenti lo scorso anno, il legame con lui è sempre stato filtrato dalla presenza di mia madre. Quindi, senza stare a ripetere tutta la storia familiare che ho minuziosamente sviscerato, confermo che anche nel mio caso, il fatto che np mi ricordasse mio padre mi diede un senso di sicurezza. Pensate un po’, che fregatura! Un bacio a tutte

        Piace a 2 people

  31. Auguri di buone feste a Cla e a tutti noi… Per me è stato il terzo Natale passato sereno con i miei figli e senza la paura dello spirito negativo del fenomeno che tutto copriva e che tutto rovinava.
    Sono sempre più grata alla signora che ha compromesso il mio matrimonio… e pensare che all’inizio l’ho anche odiata. Ho sofferto tanto, ma ora posso dire che la vita mi ha dato un’opportunità insperata: la serenità ed è ciò che spero per tutti voi. Un forte abbraccio

    Piace a 2 people

  32. A proposito del capodanno . Questo sarà il primo Capodanno dove ho davvero necessità di stare da sola senza ubriacarmi di folla,ipocrisia ecc ecc . Quindi a casa o tv o un bel libro 🤗🤗🤗sola

    Piace a 2 people

  33. Ciao a tutti e, a questo punto, buon anno nuovo.

    Anno nuovo in cui, avendo scorso un po’ i vostri commenti e rimembrando alcuni miei pensieri della fase in cui anche io mi dicevo “ma in fondo ha anche lati positivi, oh quanto mi manca quella chimica eccetera”, onde tagliare la testa a tutte le nostalgie festive e non, vi proporrei una simulazione, visualizzazione o come vogliate chiamarla: immaginate di trasformarvi in una mosca per una settimana (basta una settimana), una che ronzi intorno al materiale organico che il vostro np. si porta dietro (altro che materiale organico, lo sappiamo, questi esseri non sono). Poi rispondetevi: cosa secondo voi ha fatto in quella settimana? Io, che per motivi seri e legali ho dovuto farlo davvero, vi assicuro che neppure materiale organico lo considero più: indifferenziata e via! Vi passeranno tutti i dubbi residui.
    Nei casi in cui la simulazione non fosse sufficiente, perché il vostro attaccamento morde ancora l’inconscio, consiglierei di farlo davvero: da prede diventate testimoni oculare della loro natura predatoria. E vedrete come l’anno nuovo sarà senza rimpianto alcuno, cuore infranto alcuno, tristezza alcuna.

    E’ impressionante: già molte prove le avevo prima, ma ora posso serenamente dire, vedendo tutto con i miei occhi, che questi esseri fanno ben più schifo di qualsiasi fantasia, o sospetto, o prova abbiate mai avuto fino ad ora.

    Voi ragazze soprattutto: non sprecate un solo pensiero di più al sesso con lui; non avete idea della perversione, supera ogni peggiore fantasia vi siate fatte.

    Voi genitori, ancora più soprattutto: togliete i vostri figli dalle loro sgrinfie.

    Concentratevi su schifo e truffa, poi moltiplicate per infinito.

    Ci risentiamo un altr’anno 😉

    Piace a 1 persona

    1. Cara Lucia, buon anno anche a te!
      Nel mio caso le fantasie del mio np me le ha chiaramente palesate: sesso a 3 (lui e 2 donne), sesso lui con mia sorella, sesso con me e mia sorella assieme, un vero schifo.
      Di certo lui è davvero una spazzatura.
      Buon anno a tutti, che il nuovo anno ci porti tranquillità, lontano da questi np che non ci meritano.

      "Mi piace"

  34. Buon Anno anime belle, non dico fine ne inizio… Voglio continuare, proprio per ciò che combatto dentro a tenermi stretta le cose che di buono ho di me stessa , che posso vivere e dare alle persone giuste. E se sbaglierò ancora (spero di no) sarò comunque felice di non essermi fatta inaridire da certe “persone” la vittoria con me stessa è questa. Lo stesso augurio anche per voi. Perché da quanto leggo ne avete, anzi siete… Un sacco di cose belle che fanno la persona che siete ! Innalzate questo al posto del calice ❤️
    Un abbraccio grande

    Piace a 2 people

    1. Buon anno, io come avevo detto me ne sono stata qui, ho scritto su un quaderno qualcosa per rammentare a me stessa ciò che è accaduto quest’anno e tutto il dolore e le ragioni che mi hanno portata a questo punto.
      Il bilancio è negativo, sotto tutti i punti di vista e quindi occorre la strategia di recupero . Che credo sia proprio quella di cui scrivi, Morgana, tenersi stretta la parte migliore di noi, che c’è ed è fortissima, e le persone belle che abbiamo incontrato.
      Esiste una realtà diversa da quella nella quale ci avevano immerse. Non è tutta rose e fiori neanche quella, ma siamo liberr di scegliere.
      Auguri, di trovare rispetto, amore o il vostro sogno, qualunque esso sia.
      P.

      Piace a 2 people

      1. Non é tutto negativo Penelope se inizi da ciò che sei tu.., è negativo per il dolore , sensazioni, confusione, illusione… Che ci siamo e ci portiamo dentro tutt’ora ma se sentiamo tutto questo è perché abbiamo la capacità di amare, sognare, sperare e soprattutto vivere. Non voglio mollare questa “possibilità” teniamola stretta
        Auguri che la speranza ed il cuore ci sorregga sempre.
        🍀❤️💪🏻un abbraccio Penelope

        Piace a 2 people

      2. Condivido quello che dice Morgana…
        Queste storie purtroppo ci mettono alla prova duramente, fanno emergere le nostre fragilità ma anche la forza interiore di cui siamo dotate, la stessa forza che i narcisisti non hanno e hanno preso da noi perché noi siamo stelle capaci di infondere agli altri tantissima luce ed energia positiva mentre loro sono solo dei tristi buchi neri mai sazi di nutrimento.
        Dobbiamo ripartire dalla consapevolezza di avere questa luce e tornare a farla brillare, per noi, per gli altri. Loro non hanno questa fortuna, sono esseri che vivono male anche quando in apparenza sembrano felici e realizzati perché vivono nella falsità del personaggio che si creano, il loro è un triste palcoscenico e noi in qualche modo ne abbiamo fatto parte ma ora abbiamo la possibilità di riprenderci in mano la nostra vita e questa è la cosa più importante perché nessuno può dirci ciò che dobbiamo essere o obblugarci a soddisfare esigenze altrui per avere in cambio il nulla 🌸

        Piace a 1 persona

      3. Giustissimo cara Spirito Libero!
        Proprio stamattina mi chiedevo: ma quante volte ha elencato i miei difetti, quante volte mi ha detto: “se tu non fossi stata così”, “la colpa è tua”, “hai poca femminilità”, “non hai modi”, “tu gli uomini li fai scappare”, “se tu fossi stata più intelligente avresti usato altri modi per incastrarmi”, “non mi piace come ti sei vestita la scorsa volta”.
        Ed io che invece lo ho sempre accettato per quello che è.
        E altrettanto avrebbe dovuto fare lui.
        Tanto anche se fossi stata diversa, “perfetta”, non mi avrebbe comunque amata.

        "Mi piace"

      4. É vero Oliver, per loro non sei mai “abbastanza”, io ho sempre pensato che un`altra sarebbe stata più “capace” ma in realtà a loro non basta nessuna, anche la più “perfetta” per le loro esigenze (perché per loro non c’è amore ma solo utilizzo) prima o poi verrà svalutata.

        "Mi piace"

      5. Per il 2019 auguro a ognuno di noi di essere più forte e sempre più capace di mettere noi al primo posto e di amare noi stessi come realmente meritiamo.
        Un abbraccio a tutti

        Piace a 2 people

      6. Mirò un augurio il tuo che non lascerò …. La forza sarà tenerlo tra i denti stretto. Spirito Libero , Olivier in fondo le nostre qualità le abbiamo o non ci avrebbero mai cercato…. Ritrovarle ed anzi farle splendere più di prima è forza l unica rivalsa, che se solo non li fa riflettere su ciò che hanno lasciato andare, andrà comunque bene per noi perché dal male ci siamo comunque migliorate! Altro che adattarsi. Non è facile, si scrive ma anche le dita tentennano, ma la nostra anima lo sa invece e ne è benissimo capace ne sono certa.

        "Mi piace"

      7. Certo Morgana, sputano nel piatto in cui mangiano, ci disprezzano ma poi ci cercano, evidentemente noi le qualità le abbiamo.

        "Mi piace"

  35. Cara Claudileia, cari compagni di questo prezioso blog, anime belle, Vi auguro un anno di svolta importante per la nostra vita.
    Citando lo straordinario libro “Donne che corrono coi lupi”: “saper riconoscere il predatore e sapere come trattarlo, conoscere i travestimenti, i trucchi e le manipolazioni. Sa tenergli testa, facendo quello che occorre fare. Una donna che riscopre la sua parte selvaggia, riparando l’istinto ferito, bandendo l’ingenuità, imparando a riconoscere e ascoltare gli aspetti più profondi della psiche e che fa sentire a gran voce ciò che vuole. Solo così sarà possibile sentire di appartenere di nuovo profondamente a noi stesse, riprendere i nostri cicli, avere una presa sulla nostra vita, tornare “a casa”.
    Ovviamente questo lo estendo a tutti gli uomini qui presenti.
    Il mio piccolo passo l’ho fatto proprio oggi, me ne sono andata definitivamente senza più voltarmi.
    Un abbraccio e di nuovo Buon Anno!

    "Mi piace"

  36. Auguri buon 2019, un nuovo anno semplicemente libere…….Non perdiamo altro tempo con gente che non ha voglia di condividere la vita con noi, che inventava scuse continue per ignorarci e non dedicarci tempo….Chi non vuole dedicare il suo tempo, prenda la sua strada ed esca dalla nostra! A me è pure arrivato il suo messaggio di buon anno, da uno che negli anni ha fatto di tutto per non partire insieme: beh certo il messaggino implica certamente meno sforzo rispetto ad organizzare un viaggio con una donna…..bella differenza! Buon nuovo anno, che il 2019 ci liberi definitivamente!

    Piace a 1 persona

    1. Cara Molly, anche ha me ha promesso viaggi e weekend romantici che non ha mai mantenuto.
      Invece a mandare messaggini fingendosi pentito è bravissimo.
      Io non lo sento e vedo da Novembre, nessun contatto, meglio così.
      Che questo 2019 ci liberi dalla loro tossicità.

      "Mi piace"

      1. Certamente Oliver, sono fatti con lo stampino: noi avremmo voluto un week end o una vacanza come tutte le persone normali? Giammai, scuse trucchetti e bugie per non farci mai contente, sta probabilmente lì la loro soddisfazione: rendere le proprie donne insoddisfatte e tristi, mai appagate. Il messaggino cosa vuoi che gli costi? Un paio di minuti del loro preziosissimo tempo…??? Scappare a gambe levate, unica regola. Buon anno ancora

        "Mi piace"

  37. Ho letto una citazione di Bambaren che credo ci vesta alla perfezione… E vorrei fosse l’augurio più grande ” Non perdere mai quella luce speciale che ti illumina gli occhi e che proviene direttamente dalla tua anima, e se dovesse accadere , combatti ogni giorno per conquistarla. ” ❤️

    Piace a 1 persona

  38. Molto bella Morgana la citazione. Non è facile non perdere quella positività perché purtroppo intorno a noi ce tanto ma tanto di non bello e non mi riferisco solo agli n.p. Ora sicuramente sta a noi scegliere chi tenere vicino e chi no. Solo a noi. Non è un compito semplice ma per noi qui che siamo degli empatici a volte sembra che attiriamo come calamite…tutto quello che a volte andrebbe accuratamente evitato. Ogni giorno abbiamo da imparare qualcosa. Ogni giorno facciamo bene a non dimenticare quello che abbiamo vissuto e i rischi che si corrono entrando in alcune dinamiche . Non è semplice e a volte la forza viene meno ma sicuramente noi siamo già vincitori perché sappiamo e conosciamo. Il resto è scelta . Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    1. È vero Mirna, non so se è sfiga o cosa… Però è vero. Così come lo è che non siamo tutti i gg in grado di fregarcene e di avere la forza di guardare ciò che siamo, per questo quando ce l ho provo a condividerla.. Ma lo stesso faccio quando non ce l ho cercando in voi quella spinta e conforto che fortutamente trovo. Siamo umane… E forse non c è cosa più bella per vivere questa vita.
      Ma tra un mare di sfiga oggi voglio pensare alla fortuna che esistano persone come voi.. Delfini che sorrido in questo mare nonostante tutto e ti guidano fuori dall”essersi persi” 💪🏻🎈

      Piace a 1 persona

  39. Auguri bellissimi i vostri e soprattutto sinceri perchè vengono dal cuore di chi ha vissuto le stesse sofferenze e delusioni…quindi doppiamente sentiti.
    Io festeggio con voi non solo l’arrivo del nuovo anno ma anche un anno da quando ho smesso di cercare np1…lo vidi infatti per l’ultima volta proprio ad inizio di gennaio dell’anno scorso, un incontro che per me non fu bello perchè l’ho sentito distante e poco presente e anche io ormai avevo perso lo slancio nei suoi riguardi…e infatti dopo pochi giorni da quell’incontro ho detto finalmente BASTA COSÌ dopo la sua ennesima provocazione e triangolazione facendosi vedere insieme ad un’altra. I mesi successivi sono stati duri ma per me ma preziosi, tutti dedicati allo studio approfondito del narcisismo perchè avevo bisogno di capire a fondo tutto, e man mano che andavo avanti nella conoscenza è stato come se delle porte si aprissero una alla volta….quello che ho visto a volte mi ha fatto molto male ma dovevo conoscere il mostro per poterlo sconfiggere.
    Sono di essere riuscita a non farmi riagganciare quando si rifatto vivo a settembre in veste “amichevole”, ho capito che tutto quel lavoro, quel dolore è servito a corazzarmi da queste incursioni che nel passato invece avevano sempre portato a delle ricadute. Spero che abbia capito di avermi persa e che non si può essere amici dopo una relazione in cui l’altra persona non è stata rispettata ma presa e mollata a ripetizione come una scarpa vecchia. Mi sono talvolta chiesta se sono stata troppo dura e se dovevo invece perdonare, ma con loro è solo tempo perso e perdonare per il quieto vivere significa sminuire degli abusi che invece un peso ce l’hanno e non devono essere mai dimenticati e devono capire (ma non sono in grado di farlo) che nella vita si raccoglie ciò che si semina. Ho deciso invece di perdonare me stessa e di concedermi la possibilità di ricominciare a vivere le mie giornate senza il peso e l’angoscia di non essere mai “abbastanza”.
    Ieri ho passato una serata serena, sono stata bene e non ho avuto alcun “blues” come a Natale.
    Spero di andare avanti così.
    Un abbraccio a tutti

    Piace a 1 persona

    1. Cara Spirito Libero, sono contenta che ieri sera tu non abbia avuto alcun “blues”, invece a me stamattina sono scesi i lacrimoni sulle guance.
      Complimenti per la forza che hai avuto a settembre quando non ci sei ricascata, io ogni volta che ci sono ricascata sono stata sempre peggio.
      Loro giocano sempre la carta dell’amicizia e ti fanno pure sentire in colpa se tu sbatti loro la porta in faccia.
      Però sensi di colpa loro non ne hanno, nel mio caso per le proposte indecenti che mi ha fatto e per la tanta mancanza di rispetto in generale.
      E tutte le volte che mi ha detto che gli dovevo stare alla larga o che ognuno doveva andare per la propria strada o quando mi ha bloccato per 3 mesi si è mai fatto lo scrupolo di rimanere amici?
      NO.
      E allora perché mai dovremmo farcene noi scrupoli?

      Piace a 1 persona

      1. Infatti cara Oliver, non bisogna avere scrupoli nel tenere le distanze da chi non ci ha mai davvero rispettate, l’amicizia è un bene prezioso che va donato solo a chi lo sa meritare e apprezzare…che poi la cosiddetta “amicizia” che loro offrono non è sincera ma solo un modo di tenerti agganciata e a disposizione nel caso le cose gli vadano male con qualcuna….non fanno mai nulla senza uno scopo, che è poi quello di garantirsi delle fonti di rifornimento…un abbraccio

        Piace a 1 persona

    2. Benissimo Spirito libero,noi sappiamo che siamo stati a contatto con una forte dipendenza e sempre dobbiamo stare all erta per eventuali ricadute o anche solo di ripetizioni. Hai detto bene per combattere il mostro bisogna conoscerlo bene e noi lo conosciamo se non altro. Certo ci sono momenti come flash..che capitano e ti fai delle domande o ti assale un ricordo . Perdoniamoci si per questo ma non pensare ti prego anche solo per un attimo che forse potevi essere piu indulgente e buona . Lo sei stata fin troppo e tu lo sai che le nostre storie qui le abbiamo raccontate senza filtri. Hai fatto bene Spirito libero,noi siamo state tutte molto forti altrimenti non saremmo qui. Ancora buon inizio

      "Mi piace"

      1. Grazie cara Mirna, sono determinata a proseguire in questo no contact e anche grazie a voi il peso è più leggero.
        Novità : np2 si è fatto vivo oggi facendomi gli auguri di buon anno. Ovviamente era solo un cucù per vedere se rispondevo e una scusa per triangolare. Infatti si “scusato” per non avermi fatto gli auguri di natale visto che era a Barcellona con la “donna” .
        Wow…aspetta un attimo che mò mi segno la notizia del secolo. Ovviamente ha lasciato un segno, e sapeva di farlo. Io ho fatto finta di niente e ricambiato gli auguri senza altri commenti, non ho voluto dargli soddisfazione ma siccome ha visto che non gli avevo chiesto nulla in merito ci ha pensato lui. Questa che lui chiama “donna” l’ha abbondantemente e ripetutamente cornifcata con me e chissà con quante altre.
        Ovviamente ora è tornato dalla vacanza e siccome si starà già annoiando mi ha cercata.
        Questa è la prova provata che anche quando hanno relazioni stabili continuano a tenere il piede in due o tre scarpe ad insaputa della lei ufficiale.
        Fanno schifo.
        Spero di riuscire a liberarmi anche di questo parassita….
        Un abbraccio…

        Piace a 1 persona

  40. Esatto Spirito Libero, fanno gli amici solo per tenere una zampetta lì, nel caso avessero bisogno loro, naturalmente… Di cosa avevamo bisogno noi, non è mai stato un loro problema, anzi…. Buon anno

    Piace a 1 persona

      1. Mamma mia Spirito libero rientra perfettamente negli schemi .. proprio esatti e sono sempre più impressionata da come noi davvero conosciamo le dinamiche e sappiamo quanto sono vere. Che dirti… hai fatto molto bene…E sinceramente sono sempre più spaventata dalle persone del mondo . Ho conosciuto per caso una persona qualche giorno fa in modo abbastanza bizzarro e devo dire l ho trovato interessante. Ma primo e impegnato,secondo immediatamente sentivo ancora più vivo il ricordo dell elemento ,terzo e questo è il peggio ho avuto paura,ho pensato già analizzandolo,che e un Po strano,inquietante e misterioso e come ben noi sappiamo non è un Bell inizio di sensazione. Comunque non gli ho dato molto pensiero e soprattutto mi sono limitata a ricambiare gli auguri senza lasciare modo di continuare con i messaggi di w.a. insomma la fuga e stata dietro l angolo per me. In un attimo avevo già le nostre storie nella mente e pensavo a quanta gente pericolosa ce in giro e quanto si sia a rischio . Forse questo proteggermi può essere esagerato anche la storia con ultimo n.p. l ho iniziata fuggendo poi…ho capitolato…quindi quando sento che devo fuggire sento il pericolo del coinvolgimento…E non va bene…E una fase sempre molto delicata che conferma il lavoro fatto nel tempo .

        "Mi piace"

      2. Cara Mirna sono sicura che oggi siamo cambiate e abbiamo le antenne “alzate” rispetto a soggetti di questo tipo….purtroppo si sa che le relazioni in cui uno non è libero sono pericolose, anche quando si crede di poterle gestire in qualche modo. Io ho capitolato a suo tempo con np2 per una forte attrazione mentale e ho combattuto a lungo con questa cosa….oggi ho molta più consapevolezza e spero di essere più forte nel non farmi più manipolare.
        É triste vedere come quante persone oggigiorno non si facciano problemi a tradire un partner..narcisisti e non. Fai bene a stare all’erta.
        Un abbraccio

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...