Quelle che… “Lui dice di non essere narcisista, ma ‘poliamoroso’. E ora?”

Fonte: https://kimsaeed.com/2018/04/07/5-cruel-ways-youll-feel-destroyed-by-the-polyamorous-narcissist/
Autrice: Kim Saeed, è autrice di diversi libri di auto-aiuto di fama internazionale. È specializzata in recupero e ricostruzione dopo relazioni tossiche. È la fondatrice di Let Me Reach, un sito di trasformazione della vita che insegna alle persone a sopravvivere agli abusi narcisistici. È autrice di bestseller come How to Do No Contact Like a Boss! e 10 Essential Survivor Secrets to Liberate Yourself from Narcissistic Abuse.
Trad. C. Lemes Dias

_____________________________

Cinque motivi epici per stare lontano dal narcisista “poliamoroso”

Prima di impegnarvi in una scelta di vita che ha tutto il potenziale per farvi esponenzialmente del male, esaminiamo cinque motivi per i quali restare alla larga del circuito “amoroso” messo in atto da un narcisista che afferma chiaramente di essere “poliamoroso” è decisamente una mossa intelligente da parte vostra.

1 – SARETE MESSE SEMPRE IN SECONDO PIANO

Buona parte delle persone intenta a trovare un equilibrio in una relazione con un narcisista, lotta costantemente contro le infedeltà che scopre.

Le persone con tratti narcisistici sono attratte dal poliamore principalmente perché lo vedono come un modo per evitare la vera intimità e l’impegno, mentre fornisce loro un’abbondante quantità di attenzione. Usano numerose relazioni e drammi per evitare le aspettative di una relazione monogama e alla fine causano una serie infinita di distruzione e di traumi emotivi a chiunque attraggano alla loro rete.

2 – VOGLIONO MASSAGGIARSI L’EGO, NON UNA RELAZIONE

I veri addetti del poliamore investono una grande quantità di tempo per garantire a tutte le persone coinvolte nella relazione lo stesso livello di ascoltato, di cura e di sicurezza emotiva. Se un vero poliamoroso arriva alla conclusione che l’accordo con il partner finisce per ferirlo, in genere trova un modo gentile e premuroso per porre fine alla relazione al fine di evitare ulteriori danni alla persona.

In questo senso la differenza con relazione ai narcisisti è abissale, perché le persone affette da questo disturbo non provano nulla per chi si sente ferito, ma si preoccupano unicamente quando la ferita riguarda loro stesse. Non sono disposte, quindi, a scendere a compromessi, ma solo a ricevere senza nulla concedere all’altro.

Le persone narcisiste spesso si aspettano che accettiate la loro pretesa di avere tutti i partner che vogliono, ma quando siete voi a provare a intraprendere un’altra relazione sono disposte a far scatenare l’inferno: o vi accuseranno di farlo per vendetta o vi minacceranno.

Ricordatevi, nella relazioni sane una persona non pretende di decidere tutte le regole da sola, indipendentemente dai suoi bisogni sessuali. Quando venite accusati di essere persone che “non capiscono” o “difficili”, allora avete a che fare con un narcisista predatore che vuole solo giocare con voi, non con un vero poliamoroso.

3 – ATTENTI ALL’AUTO-PROCLAMATO “POLIAMOROSO SPIRITUALE” CHE VUOLE UNA SITUAZIONE DI “SORELLANZA TRA MOGLI”

Vi spiego in cosa consiste il gioco del predatore menzionato nel punto 2. Ovviamente, questo vale per il narcisista maschio “poliamoroso”.

Curiosamente, esiste ancora una grande fascia demografica di uomini narcisisti che credono veramente di avere il diritto di avere quante donne vogliono come se fosse un “diritto divino”.

Questi uomini si infiltrano e si mimetizzano in cerchi poliamorosi, avvicinandosi ai neofiti più vulnerabili ed iniziando a condurli verso i loro obiettivi poligami occulti. Una volta che le persone cedono ai loro avances, tirano in ballo parti del Vecchio Testamento per fare loro il lavaggio del cervello. L’obiettivo è far credere alle persone che è così che dovrebbero essere i rapporti, il tutto condito con un discorso del tipo “torniamo alle origini”.

Be’, se vi dispiace l’idea di essere considerate la “sorella” di un’altra donna, di condividere con lei la condizione di “co-moglie” e se non ci pensate nemmeno ad accettare che il vostro uomo dorma con altre sotto il vostro naso, ovvero, se non siete disposte ad accettare di pagare un altissimo prezzo pur di soddisfare i bisogni esclusivi del vostro partner… vi direi di allontanarvi in fretta in furia da questo tipo di situazione.

4 – PREPARATEVI PER INNUMEREVOLI TRIANGOLAZIONI DECISAMENTE PESANTI

Se siete intimamente legati a un narcisista e avete prove concrete delle sue relazioni segrete, l’ultima cosa che immagino volete accettare nella vostra vita è una relazione poliamorosa.

La ragione di questo è che sarete SEMPRE triangolate con le sue ex e tutte le altre partner in divenire, con le quali si sentirà coinvolto in un dato momento. Ecco, vi chiederete sempre: perché lui non sceglie di stare unicamente con me?

In molti casi, la nuova partner proverà ansia nei vostri confronti e anche voi nei suoi. Perché? Perché i narcisisti amano mentire a tutte le parti coinvolte, di modo che voi e la new entry vi ritroverete a condividere lo stesso dolore e inquietudine. Figuriamoci se questo non basta e avanza per rendervi “pazze”, come amano raccontare in giro i narcisisti!

Basta sapere che la maggior parte dei narcisisti è drogata di pornografia e viene costantemente beccata per aver navigato su siti di appuntamento online. Tuttavia, nonostante questo, si divertono di più tenendo perennemente invischiati i loro partner in triangoli amorosi terrificanti con la promessa di sentirsi “quasi pronti” per abbandonare “A” o “B”.

I veri poliamorosi non giocano a questo tipo di gioco. Non c’è triangolazione o imbroglio di un partner contro l’altro, perché nessuno dovrebbe sentirsi di meno nella relazione. Tuttavia, come potete ben immaginare, la realtà è assai diversa: le persone che praticano il poliamore devono sempre scegliere con chi stare e chi viene prima. Pensate bene se si tratta di qualcosa per la quale vi sentite pronte a riflettere ogni beato giorno della vostra relazione…

D’altra parte, se venite derise perché vi sentite a disagio e insicure o vi viene detto come il narcisista e l’altra (o le altre) partner pensano che non siate proprio “tagliate per il poliamore”, sappiate che si tratta di pura manipolazione mentale narcisistica!

Purtroppo è proprio questo tipo di triangolazione a rendere euforiche le persone affette da DNP, evidentemente a vostre spese.

5 – IL NARCISISTA CHE AFFERMA DI ESSERE POLIAMOROSO NON ONORERÀ GLI ACCORDI DI BASE

Se accettate una relazione poliamorosa con un narcisista, imparerete presto che i vostri bisogni non contano. Sarete catapultate nel circuito aspettandovi almeno un certo livello di compassione e di considerazione da lui, solo per capire che vi ha ingannate con una simile proposta. Non è una situazione molto diversa da una relazione “monogama” con un narcisista, perché anche qui i vostri bisogni e le vostre aspettative di base non saranno mai soddisfatte.

Dopodiché, in entrambi i casi, il narcisista può mettere la vostra salute a repentaglio, poiché potrebbe:

  • Avere rapporti sessuali non protetti con le altre rischiando di contrarre malattie sessualmente trasmissibili o addirittura l’AIDS e trasmetterle a voi;
  • Venire costantemente meno ai progetti/piani che avete fatto insieme, spesso senza alcun tipo di preavviso o solo pochi minuti prima della loro realizzazione;
  • Attendersi che andiate d’accordo con le sue regole, ma nel caso in cui sarete voi a decidere di portare qualcun altro nella vostra vita, decidere di rendere la situazione davvero incresciosa per voi;
  • Persino accettare un altro partner, ma solo per mettere in atto una “svalutazione e scarto” distruttiva per voi in un secondo momento.

Una relazione o un matrimonio disfunzionale danneggia la vostra salute. Le persone sono spesso più disposte a lasciare un lavoro non soddisfacente di quanto siano disposte a lasciare una pessima relazione.

Le relazioni tossiche stressano il sistema immunitario, aumentano le infiammazioni, danneggiano il DNA e accelerano l’invecchiamento. I sintomi includono, tra l’altro, insonnia, burnout surrenale, perdita o incremento di peso, sindrome dell’intestino irritabile, stanchezza cronica, malattie croniche e affaticamento.

Diventerete sempre più bisognosi delle dinamiche relazionali fondamentali: compassione, rassicurazione, sostegno emotivo. Cose che non potete ammettere di aver bisogno, perché il vostro partner non le accetta, ma la cui mancanza può condurre anche la persona più calma e più rassicurante ad avere attacchi esplosivi.

Se state pensando di andare avanti anche quando la vostra relazione è assolutamente insoddisfacente, ricordate che la vita è troppo breve per scegliere l’infelicità quando c’è una via d’uscita.

Non siete bloccati insieme su un’isola in un episodio del reality “Nudi e crudi”; non siete gli ultimi due esseri umani vivi sulla Terra; il futuro del mondo non dipende dal vostro stare insieme…

Quindi, per quale scopo decidere di sacrificare la vostra stessa felicità?

92 pensieri su “Quelle che… “Lui dice di non essere narcisista, ma ‘poliamoroso’. E ora?”

  1. Cara Claudileia, questo articolo mi ha fatto tornare in mente la conversazione avuta con np2 in occasione della nostra prima uscita “conoscitiva”. Venne fuori il discorso che l’essere umano non può essere fedele per natura poiché facente parte della specie dei mammiferi, che non è monogama (un classico cavallo di battaglia degli infedeli cronici) poi lui usò proprio il termine “poliamoroso”.
    Come però si evince bene dall’articolo, il poliamore è una pratica, condivisibile o meno, in cui tutte le parti coinvolte devono essere a piena conoscenze l’una dell’altra e consenzienti. Ci deve essere comunque un forma di accordo e rispetto. Personalmente non riuscirei mai ad accettarlo ma alcune persone lo fanno, anche se non sono certa dei risultati positivi visto che l’essere umano è territoriale, anche per un fatto di progenie.
    Il narciso invece considera il cosiddetto poliamore solo a suo vantaggio….ovvero l’uomo può avere più partner mentre la donna deve essere dedita a lui. Inoltre loro nascondono le loro varie tresche al partner ufficiale, tranne quando decidono di divertirsi con le triangolazioni.
    Utilizzano questo termine solo per garantirsi il comodo di poter fare quello che vogliono senza impegnarsi seriamente in un rapporto.
    In sostanza, sono solo dei traditori seriali che cercano di darsi un tono.

    "Mi piace"

    1. Spirito Libero stessa identica cosa accadde a me all’inizio della storia in una delle nostre prime uscite.
      “Non siamo nati per essere monogami ” 😀
      Una frase così avrebbe dovuto rizzarmi i capelli, invece….e invece no, stiamo li a fargli cambiare idea….e certo… vabbè…

      "Mi piace"

      1. Alma cara sono terribilmente scontati e banali in queste loro dissertazioni scientifiche sull’infedeltá..quella volta gli dissi che concordavo sul fatto che l’essere umano è infedele e forse non se lo aspettava nemmeno 😅
        Io non ho mai cercato di fargli cambiare idea ma di sicuro quella conversazione é stata molto “illuminante” per farmi capire con chi avevo a che fare 😁

        "Mi piace"

      2. Eh….invece per me non è stato cosi illuminante. Certo, se ora un uomo mi dicesse così….arrivederci e grazie.

        "Mi piace"

  2. No, vi prego il poliamore no …Come dare una scusa magnifica ad un narcisista, quando già non bastasse la sua divina bontà verso il genere di sesso opposto (e, direi, non solo). Narcisisti a parte, davvero ci vuole un’enorme elasticità mentale per immaginare di stare in relazioni ‘aperte’, Ci si riesce davvero? ho visto coppie che, dopo anni, avevano un loro equilibrio interno e uno dei due aveva anche altri/e. Per me, soprattutto dopo l’ultima storia, sarebbe una fonte di insicurezza. Una delle cose che mi rendevo conto negli ultimi mesi è che stavo assumendo la funzione di controllore, presa nel gioco delle bugie. Ovviamente è una spirale..più si cade, più si è suscettibili di essere accusate di gelosia e paranoia (ma guarda’caso’ i fatti erano sempre diversi da quello che raccontava). Se al narc capitasse di trovare qualche articolo sul poliamore, mi sa che ne farebbe il suo cavallo di battaglia per il suo ‘volemose bene’ promiscuo.

    Piace a 1 persona

    1. Cara Eva, non c’è mica bisogno di dominare il termine. “Ragionano” già così e si comportano di modo identico. Il dettaglio è: perché dovrebbero dirlo a te? Dai, tanto vale sfruttare la tua dedizione fingendo di far altrettanto. Se non ti possono accoltellare alla spalle che gusto c’è nella vita? Considera che senza tutto questo caos non sanno cosa farsene della propria esistenza.

      "Mi piace"

      1. Grazie…in realtà appena ho visto l’articolo, mi è venuto in mente il discorso con un’amica. Prima di dicembre neanche sapevo che esistesse questa filosofia del poliamore…Per finezza, non scrivo cosa mi sembra. Per il resto non so cosa dire…è vero, c’ è un processo di degrado morale con loro. Come se riuscissero a tirare fuori il peggio..per poi dirti: “visto? sei tu quella …. (qualsiasi cosa negativa)”. Però devo ammettere che dopo questa esperienza c’è una cosa che mi preoccupa. Il caos..ci sono così abituata per il genitore narc che, sempre più frequentemente, mi chiedo quanto appartiene anche a me, che ci sono cresciuta dentro. Ma è un caos più organizzativo e logistico, diverso dal dover creare tensioni dal nulla. Quello che dici a Spirito Libero (La perversità relazionale sta nel tentativo di arruolamento, come hai ben descritto nel tuo commento, di una persona che mai e poi mai nella sua vita sarebbe disposta ad accettare un simile patto) è sacrosanto.

        "Mi piace"

  3. Cara Spirito Libero, una persona dotata di intelligenza emotiva – e non solo – sa perfettamente che le modalità di un rapporto, qualunque esse siano, vanno concordate con chi ha la sua stessa forma mentis. Dal momento in cui c’è la necessità di convincere qualcuno ad accettare qualcosa che non appartiene ai suoi principi, parliamo di manipolazione. Kim Saeed tocca un punto importante: il discorso pseudo religioso, quel “tornare ai primordi” in cui si agiva soltanto per istinto e le regole morali erano una chimera. Bene, ma questo non è la conferma di ciò che ci diciamo qui sulle scoperte delle neuroscienze per quanto riguarda il loro modo di pensare, ossia, come si fa a dire che non agiscono sulla base di ciò che determina un cervello rettiliano? Non c’è alcun tipo di sofisticazione in questo tipo di mente. Nulla concernente all’affettività. La ragione, i sentimenti profondi, le emozioni durevoli nel tempo, la progettualità (che è diversa dall’ambizione smisurata e scellerata)… ecco, tutto questo viene sacrificato e precluso in questo tipo di cervello. La perversità relazionale sta nel tentativo di arruolamento, come hai ben descritto nel tuo commento, di una persona che mai e poi mai nella sua vita sarebbe disposta ad accettare un simile patto. Risultato: mentono di essere monogami e fedeli persino in pensiero quando, in realtà, conducono infinite vite parallele. E lo fanno per il piacere dell’embroglio, non tanto per un bisogno fisiologico irrefrenabile di avere tante femmine a disposizione. Nascondono la loro vera natura per pura crudeltà e perché non ammettono di relazionarsi con persone che si comportino di modo identico. Questo significa anche sapere la differenza tra bene e male. Vogliono qualcuno da piegare, da plasmare e poi distruggere psicologicamente ed è proprio questo a renderli persone decisamente sadiche. Non è raro trovare donne che hanno rinunciato a tutti i loro principi e si sono piegate a tutte le volontà di una persona perversa per poi sentirsi dire: “Be’, visto che hai accettato di fare questo e quello, come posso ora fidarmi di te?”. Sanno perfettamente che quando una persona abdica dei propri principi e valori s’impoverisce interiormente al punto di pensare di porre fine alla propria vita, perché non si riconosce più. Nessun narcisista perverso al mondo o psicopatico è capace di accettare un rapporto alla pari perché l’obiettivo centrale, ciò che condisce gli pseudo rapporti che mette in atto a destra e a manca è l’assoluta necessità di annientare l’altra parte attraverso lo stravolgimento di tutto ciò che la rende unica, sopratutto quando si tratta di quei valori e di quei principi che può soltanto invidiare in lei. Questo perché, quando provano ad applicarli, si sentono talmente ingabbiati da ritornare ai vecchi schemi di sopraffazione e di abuso che ben conoscono, già nel nanosecondo successivo.

    Piace a 3 people

    1. Sono completamente d’accordo con quello che dici Claudileia. Aggiungo che nello specifico io lo lasciai parlare a ruota libera senza contraddirlo perché volevo capire fino in fondo che idea avesse dei rapporti. Per quello dico che fu illuminante. Al contrario, purtroppo, come tu stessa dici molti mentono spudoratamente sulla loro vera natura fingendosi dei perfetti uomini con la testa sulle spalle ed in grado di saper amare. Non so dire quali siano più pericolosi, se gli pseudo filosofi dell’amore libero che cercano proseliti (per poi ovviamente rinfacciarti quello che loro stessi proclamano come “buono e giusto”) o i finti fedeli che con l’inganno ti fanno cadere nella loro viscida rete. Un abbraccio

      Piace a 1 persona

  4. Il mio np una volta mi ha detto che se fossi stata “normale” avrei accettato una relazione libera dove entrambi potevamo andare con altri/e.
    Quindi la normalità per loro è il poliamore?
    Le triangolazioni erano all’ordine del giorno, ogni giorno spuntava il nome di una ragazza a cui venivo costantemente paragonata.
    Come giustamente è scritto in questo articolo, io mi sentivo profondamente ferita dalle sue triangolazioni, ma lui era incurante della mia sofferenza anzi si divertiva a vedermi stare male, lo faceva apposta “per farmi ingelosire” (parole sue).
    Lo stress è stato evidente, herpes, ciclo irregolare e forse ho il cortisolo alle stelle (a breve farò esami ormonali), sono ingrassata di qualche chilo eppure non mangio granché.

    "Mi piace"

    1. Sei sicura che ENTRAMBI potevate andare con altri?
      Perché difficile sia così, questa è una prerogativa solo loro e probabilmente fosse successo, la tua punizione sarebbe stata epocale.
      Il mio np, su questo argomento, cambiava sempre posizione, un giorno tutti liberi, un altro giorno ” ah no, io sono fedele quando sto in coppia” a seconda di come gli veniva meglio per confondermi e insabbiare le sue malefatte.
      Anche io ho avuto alcune delle problematiche fisiche elencate, che ora non ho più. Sono proprio dei portatori del male.

      Piace a 2 people

      1. Ciao Alma, infatti lui poteva andare con altre (e ci andava) mentre io non sono andata con altri ma lui era terrorizzato all’idea che conoscessi un altro, una volta mi disse: “se conosci un altro tu vai con questo (a letto intendeva)”.
        Ma se io volevo lui perché mai avrei dovuto farlo?

        "Mi piace"

      2. Se tu l’avessi fatto, lui avrebbe avuto un’arma da usare contro di te in eterno. Peccato che sanno scegliere persone che per principio difficilmente lo farebbero. Ecco perché riescono a mettere in piedi harem grandiosi di amanti fedeli. Valutano attentamente il “materiale” prima di provare a plasmarlo alla realtà che hanno in mente.

        Piace a 4 people

      3. Già nei suoi momenti di rabbia e disprezzo mi giudicava come poco seria, figuriamoci se fossi andata con altrI.
        Ma tanto sappiamo che il loro giudizio vale meno di zero, loro possono andare con tante (perché sono uomini?) e noi donne se andiamo con tanti siamo pu****e.
        Emblematica fu una sua frase: “voglio altre”, non “un’altra” ma “altre”.
        Io d’istinto gli risposi: “ma sei un arabo che vuoi tante donne? vuoi un harem?”.

        Piace a 1 persona

      4. Difendono i loro interessi con le unghie e con i denti. E se devono flirtare o fare sesso per ottenere un risultato lo fanno senza pensarci su perché il corpo è quel che è: uno strumento a servizio delle necessità del momento. La cosa interessante è che offrono alle loro prede una visione di “persone libere” per mascherare lo squallore che hanno dentro. Possono sorridere guardandosi allo specchio e pensandosi “uomini di mondo” perché soccombono a tutte le “tentazioni” che “la vita offre”. In realtà stanno onorando i loro disturbo in modo esemplare senza concedersi uno sprazzo di vita reale, una briciola di empatia, la bellezza di un sentimento vero nei confronti di nessuno. Abbracci a te!

        "Mi piace"

      5. Cara Alma, quando soffochiamo ciò che siamo e proviamo ad accettare le leggi perverse di qualcun’altro anche il fisico ne risente enormemente. Come già scritto a Spirito Libero, bisogna considerare questo tipo di “proposta” quando c’è secondo l’ottica di un cervello emotivamente molto povero in cui gli istinti (o il bisogno di sopraffazione) hanno la meglio su tutte le altre funzioni più evolute di un cervello normale. Il poliamore ha ben poco a che fare con dei soggetti abituati a non avere alcun tipo di onestà intellettuale o emotiva. Penso che simili patti poliamorosi possono pure esistere tra persone che ragionano in modo identico e senza forzature, ma non è certamente il loro caso. Questo perché la costrizione di qualcun’altro ad accettare la loro legge è il motivo che rende una preda interessante o meno. Per portarla al loro territorio fanno carte false e solo dopo, generalmente in fase di svalutazione, il discorso del “poliamore” viene tirato in ballo come un ultimo asso nella manica. Quindi, partono già con un livello molto alto di slealtà. I patti non sono mai chiari.

        "Mi piace"

    2. Cara Oliver, la normalità per loro è che il mondo intero accetti la loro perversità (e le loro perversioni) come regola di base. L’unica funzione degli esseri umani è capire la loro superiorità in modo generale e su tutti i campi. Quindi, se nella sua testa lui ritiene che è normale fare sesso senza protezione con molte donne e che tu saresti la persona “strana, pesante o anormale”, perché non accetta una condizione rischiosa per la tua salute e deplorevole dal punto di vista della tua autostima, agirà di conseguenza, ovvero, vendicandosi del tuo rifiuto attraverso svalutazioni sempre più pesanti. Vale la sua legge.

      "Mi piace"

      1. Infatti Claudileia, lui mi voleva fare passare le sue perversioni come una cosa normale.
        Nell’articolo si parla di pornografia, lui ne faceva un uso costante ed eccessivo, era proprio una materia di studio per lui.

        "Mi piace"

      2. Cara Oliver, è necessario comprendere che per loro il sesso non è fonte di vita o di piacere, ma deve essere dotato di un lato oscuro. Praticamente devono flirtare con la morte se vogliono avere quantomeno un barlume di emozione. Per questo difficilmente usano protezione nei loro rapporti oppure scelgono situazioni decisamente underground o moralmente dubbie per soddisfare il loro fabbisogno di adrenalina. Le persone devono comprendere che fare sesso senza protezione con un soggetto n.p. equivale a giocare a roulette russa. Se gli n.p. sono disposti a sacrificare TUTTO, persino la propria vita, per il brivido del momento, perché dovrebbero avere un po’ di riguardo per la tua?

        Piace a 1 persona

      3. “Un barlume di emozione”, è proprio questo il punto.
        Io analizzo molto il modo di scrivere e di parlare di una persona, mi ha colpito il fatto che lui parlasse costantemente di emozioni, mai di sentimenti.
        Ridondante era la frase: “voglio provare nuove emozioni”.
        Fortuna che le mie analisi sono ok, loro non tengono nè alla loro di salute nè tantomeno alla tua.

        Piace a 1 persona

      4. Oliver mi fai fatto ridere 😀
        pornografia come materia di studio… verissimo; ti dirò potrebbero seguire con immenso profitto un intero corso di laurea, magistrale.
        Eccellenti in tutte le “materie” tranne forse per le prove pratiche 😀 😀 😀
        Sul resto semi-analfabeti.

        Piace a 2 people

      5. yess!!!
        pornofilosofo che insieme a divulgatore scientifico e a tutti gli altri titoli e master fa la sua ‘porca’ figura 😀 😀 😀 .

        "Mi piace"

      6. Claudialeia…scusa ma hai strappato un sorriso 🙂 nel mondo musulmano si possono mantenere quattro mogli, garantendo ad ognuna di esse lo stesso pari trattamento. In termini di attenzioni, affetto e stabilità economica, prole compresa. Davanti ad una quatruplice responsabilità di questo tipo…il narc sarebbe fuggito a gambe levate. Dedicandosi giusto alle concubine e ai suoi mondi paralleli.

        Piace a 1 persona

  5. Ciao a tutte/i. Non è che sia molto pertinente con l’articolo (sempre molto interessante), ma volevo condividere l’ultima novità.
    Il mio andrà ad un’udienza dal Papa con un gruppo di persone che fanno volontariato e con le quali collabora da tempo – non per altruismo ma perché gli danno molta visibilità.
    Già che una persona simile vada bello come il sole dal Papa lo trovo perlomeno discutibile. Ma quello che mi ha fatto più arrabbiare è che mi ha chiesto di andare con loro – e vabbè…- perché magari vedrei “la luce” e tornerei “normale”.
    Queste considerazioni mi hanno fatto arrabbiare, sì, ma spiegano ancora una volta come lui non abbia la minima idea di come mi ha trattato in questi anni, continuando a voler passare come la povera vittima che è stata mollata ingiustamente.
    Ha anche aggiunto che è rimasto con me negli ultimi 4 anni ( durante i quali io avuto un tumore, sono morti mio padre e mio fratello, mia madre è diventata non autosufficiente – mentre lui mi triangolava) “anche senza ricevere una carezza”.
    Non mi capacito di come possa essere così “doppio” e di non essermene accorta prima…

    Piace a 2 people

    1. Il Papa!!!! …Il mondo del olontariato…dove possono mettere in scena tutto il loro ego e, come mi ha carinamente illustrato il narc-dopo che erano usciti i suoi mondi paralleli, può tranquillamente trovare altre. Se poi si abbina lavoro nel sociale e volontariato..il loro ego ha piena soddifazione. Però ammetto che riescono a crearsi un loro strano mondo protettivo, facendo quello che li fa star bene. Con chi li ‘apprezza’ per quello che mostrano o fanno (perché se di mezzo c’è il loro interesse, fanno). Sul vedere la luce..ma davvero? …riescono a svalorizzare ed essere offensivi, con questi termini ‘normale’ o, come mi è stato detto ‘ragionevole’. Alla fine cara Aomame..ma davvero se chi è insieme in coppia, poi, non c’è quando si sta male, quando si è sotto stress per malattie in famiglia..Il tuo ..farà la sua recita con il suo gruppo e pure con il Papa. Non cambia la sostanza..come il volontariato e il sociale non cambieranno quella del narc della mia storiaccia. Credo che in qualche modo le emozioni che riflettono dalle altre persone in quei contesti, le provano anche loro. Ma chiedigli poi di fare qualcosa per le stesse persone con le quali fanno volontariato, in un giorno che hanno un loro impegno..

      Piace a 2 people

      1. Ecco ci mancava il Papa…. adesso siamo davvero a posto!
        Una infinita fiera dell’apparenza, di (falsi) buoni costumi e buoni sentimenti, di vizi privati e pubbliche virtù.
        Davvero non hanno limiti, niente ma davvero niente di sacro o da rispettare.
        Aomame scusami, non so neppure chi lui a, però lo stesso spero che la ‘luce’ di un fulmine illumini anzi incenerisca tale modello di virtù…

        Piace a 4 people

      2. Questo argomento, nel mio caso, cade a pennello. Lui ci vive “imboscato” nella salvezza del prossimo, nel senso che è il suo lavoro, in aggiunta ha partecipato a volontariato e chi più ne ha più ne metta.
        Vi assicuro che di questa aurea che si è costruito ne fa un uso, a dir poco, agghiacciante.
        Questa era stata una delle cose che mi affascinarono di lui, non si può minimamente immaginare che un uomo dedito al prossimo possa essere così “bestia”.
        Oddio, solo a raccontarvi mi sale la nausea, perché mi vengono in mente tutti i suoi racconti da servitore dello stato.
        Ma vaff….
        Scusate ma che si può dire d’altro?
        Abbracci

        Piace a 3 people

      3. Il mondo del volontariato è il covo degli empatici. Quindi vanno sul sicuro. Se provano a trarre nutrimento e chiamare l’attenzione al Red Light District chi li considera? Ecco l’utilità del Papa e dei rituali e credenze religiose della gente che disprezza.

        Piace a 1 persona

      4. Per quello che ho visto, lui ci crede davvero..i peggiori insulti li ho avuti quando ho messo in dubbio la sua ‘empatia’. Per una persona che si è costruita reputazione, identità e lavoro tra sociale e volontariato, credo sia stato un insulto enorme. Anche perché la mia affermazione era basata su esempi presi da fatti capitati sia sul lavoro, che per le ‘realtà parallele’ che derivavano proprio dal mondo del volontariato. Ad oggi è l’argomento che più mi fa venire la nausea, perché il suo nome me lo ritrovo ovunque e, ci dovrò interagire anche di persona. Quel lato che tanto affascinava all’inizio diventa quello più difficile da digerire, dopo che sono usciti i problemi nell’intimità e nel privato. E penso che vale per tutte le persone che vedono davvero i due lati della medaglia. Facendo due più due è stato facile capire il perché lui si sente a casa in questi due settori, con tanto di scimmie volanti. Personalmente, da quello che ho visto più che il covo degli empatici, vedo il volontariato come il rifugio per chi ha bisogno di trovare compagnia, un gruppo, un sostegno. E un covert, tra l’altro, usa il mondo del volontariato in modo ancora più perverso, perché vuol essere un leader, senza però la sfrontatezza del narciso open. Scusate..questo è davvero l’argomento più spinoso per me ..

        Piace a 1 persona

      5. Oggi dopo quattro mesi l’ho rivisto due minuti in una situazione formale in cui ho dovuto anche stringergli la mano. Uno squallore senza fine. Mi sento così stupida per aver dedicato tempo ed energie ad un essere così inutile. A me aveva detto in fase svalutativa che ero una dipendente da sesso ed è stata quella accusa così infamante che mi ha letteralmente messo in fuga. Mi ha detto che stava solo scherzando ma da quel momento nn ha mai più avuto diritto di replica.

        Piace a 2 people

      6. Purtroppo in ambiti come il volontariato, le forze dell’ordine e anche la medicina, si nascondano gli np peggiori.
        Ho letto la storia di un ‘servitore dello stato’ seriale che utilizzava la divisa prima per blandire giovani mamme e carpirne la fiducia, farle innamorare, separarle dalla famiglia e in seguito sfruttarle economicamente anche con il ricatto.
        E la moglie sapeva, seppure devastata, e taceva perché le attività del maritino consentivano alle figlie un tenore di vita decisamente migliore di quello del solo stipendio.
        Che dire? Sono una vera calamità.
        Davvero il disturbo da np dovrebbe essere riconosciuto come patologia e l’abuso psicologico un crimine perseguito legalmente.

        Piace a 2 people

      7. Cara Babi, amano anche l’insegnamento. Gli psicopatici o narcisisti patologici nelle università, scuole o istituti rovinano intere generazioni di allieve e allievi. Se mettiamo poi la tendenza a plagiare i minori, molestare o abusare sessualmente di loro, abbiamo una vera tragedia sociale. Sono innumerevoli i casi in Italia, basta fare una ricerca su internet per ritrovarti leggendo fatti di cronaca che non arrivano alle prime pagine dei giornali perché sono TROPPI.

        "Mi piace"

      8. Già l’insegnamento… verissimo Claudileia, li trovi ovunque non dovrebbero mai essere e dove possono fare danni maggiori.
        Il punto è che costituiscono una percentuale relativamente piccola della popolazione (mi pare tra il 2% e il 6%, per la maggioranza maschi) ma fanno danni più della gramigna.
        Mi chiedo come fare ad arginarli, e non lo so…. prendono di mira le persone più fragili e bisognose per età anagrafica, condizione economica e sociale e ne fanno scempio.

        Senza dubbio bisogna crescere figli e figlie consapevoli, ma come si fa senza terrorizzarli?
        Di sicuro l’informazione è fondamentale anche questo blog che è vitale per l’approccio pragmatico, disincantato, diretto e sincero.
        Ma ci arrivano persone già comunque molto compromesse, che stanno ancora soffrendo, o che hanno sofferto, da morire; che non riescono o fanno fatica a venirne fuori o che, pur stando meglio, ne porteranno i segni per sempre.
        Mi fa stare male non avere modo di prevenire, perché è brutto avere sogni e cuore infranto, ma immaginate lo stesso scenario con contorno di problemi economici devastanti, figli insieme, tribunali, malattie ed è tutto solo per colpa loro.
        Leggevo da qualche parte che sembra provato scientificamente che abbiano una struttura cerebrale specifica e che si sta facendo strada l’ipotesi di inserire una scansione del cervello come supporto alla diagnosi. Ma chissà quando e se succederà, intanto mietono vittime.
        Ci vorrebbe una sorta di albo del narcisista, tanto sono seriali, con tanto di nomi, cognomi e ambiti di azione.
        Una persona moltissimo coinvolta consulta l’albo e si leva il salame dagli occhi 🙂

        Chiudo con una cosa buffa: di recente ho conosciuto per lavoro un tipo, molto gentile (ahi) molto disponibile (ahiahi) attivo nel volontariato, in parrocchia e protezione civile (aiutooooo 🙂 ) inutile dire che è finito direttamente nella mia personale black list che di recente si sta impolpando a dismisura 😀 , li vedo ovunque.
        Eh vabbè passerà pure questa.

        "Mi piace"

    2. Non si tratta di doppiezza, perché sanno perfettamente che si tratta di una recita funzionale al mantenimento della maschera. Come hai ben compreso, cara Aomane, quando riescono a infiltrarsi nel mondo del volontariato i danni riverberano a lungo su più vite, anche su quelle di persone davvero bisognose davanti alle quali posano da Messia.

      Piace a 1 persona

  6. A me disse dopo non molto, che voleva scopare in giro.. Ma che forse ci stava se a me non andava bene perché forse io avevo dei principi. Ma voi pensate dicano queste cose perché le credono o sempre per creare una sorta di confusione ?
    Poche settimane fa parlandoci, mi ha detto che dovrebbe frequentare solo quelle di cui non gli importa perché così lui sta meglio. Gli ho chiesto quindi se di me non glien è mai importato e mi ha detto che era il contrario. Questa è adulazione o sempre per darti quell ombra di confusione ? Certe frasi… Su cui non dovrei nemmeno soffermarmi, mi fanno pensare e mettere sempre un dubbio che sia un narcisista o soltanto uno che mette davanti solo se stesso.

    "Mi piace"

    1. “Questa è adulazione o sempre per darti quell ombra di confusione ?” ….direi che è esattamente adulazione PER confondere e spiazzare. Tu saresti quella speciale, “ma” lui non disdegna di pensare di poter andare con altre. Lo so che quando si è dentro al rapporto o quando si spera ancora, si vuol credere di essere quella speciale. Da fuori..non torna. Per me quei rari momenti in cui gli cade la maschera, quando ammettono che possono avere altre, che vogliono altre, beh…è il punto di non ritorno. Capita di rado e poi ricomincia la solfa del ‘tu sei speciale’. A parole. Che sia uno che mette il proprio ego davanti a tutto o un narc con tanto di diagnosi..il punto è ..davvero dopo quello che fanno, con i fatti, si può credere di essere speciali per loro? io c’ho provato. Direi che incubi e tachicardia sono state le risposte. Poi la scoperta del sottomondo. Il loro ‘sei speciale’ vale fino alla prossima.

      Piace a 1 persona

    2. E’ solamente un ricatto emotivo, il loro biglietto da visita.
      Così parlando scaricano la colpa su di te, che sei troppo perbenista, che vuoi un rapporto esclusivo, che pretendi… che poi tu voglia solo cose “normali” questo non importa, è che devono instillarti dentro il senso di colpa. Colpa tua se ti mollano da un giorno all’altro, colpa tua se vanno con altre, colpa tua se dicono bugie ecc ecc ecc
      Loro santi, noi diavoli.

      Piace a 2 people

      1. In quel caso però lo diceva come se il mio fosse un pregio, avere dei valori. Per questo alcune cose non me le spiego del tutto.
        Poi come ho già detto non ha cambiato la “confusione” nel dirmi che voleva farlo ma che di fatto non l aveva ancora messo in pratica.
        Ma verbalmente non ho mai compreso quel dire così, come se facesse un complimento a me e non a lui, dove volesse parare

        "Mi piace"

      2. Sì Certo, il pregio di credere ancora che forse ti stai sbagliando.
        Devi guardare i fatti Morgana, i fatti non corrispondono mai a ciò che ti dicono.
        E se sei qui, direi che è proprio così.
        Con i giochi di parole ci campano tutta la vita.

        Piace a 1 persona

      3. Hai ragione Alma, ed a volte x assurdo è una fortuna avere traccia dei messaggi, soprattutto audio dove in alcuni casi a distanza di 5 minuti da un messaggio con l altro sembra addirittura due persone diverse.
        Prendere coscienza definitiva intendo… Che sia “crudele” e che ci sia dolo in tutto questo… È un po come uccidere ripetutamente un pezzo di te.

        "Mi piace"

      4. ..in ogni caso una recita, Morgana.
        Anzi, ancora più subdola perché mettendosi dalla parte del presunto torto si mette in sfida con i tuoi valori con il duplice obiettivo o di farti accettare le sue nefandezze o di scartrati senza prendersene la responsabilità ma addossandola a te, ‘donna troppo virtuosa’: lui non ti merita e per questo ti lascia… ma lo fa per troppo amore quindi può bellamente tornare quando vuole.
        Come la giri la giri, ne escono vincenti, a meno di non mollarli con convinzione lasciandoli sguazzare nel loro stesso fango.

        Piace a 1 persona

      5. Di sicuro vuole uscire pulito, anzi l’ultima volta che mi ha parlato si è arrabbiato (come non mi mancava… mesi e mesi fa) urlando che qualcuno gli aveva detto che lui non era stato chiaro con me… e che quindi io PASSAVO da vittima e lui da stronzo… e non era giusto

        Piace a 1 persona

      6. Loro sono sempre in “buona fede” ma come ti permetti di dubitare di lui?😎
        Poveri, sono sempre incompresi quindi devono incazzarsi per farsi rispettare….
        Il mio alzava la voce e sbarrata gli occhi che sembrava un pazzo…..sambrava….
        Un pazzo.

        "Mi piace"

      7. Alma infatti la tristezza è che le persone vedo una persona che poco concilia con dei ricordi che abbiamo noi… in cui sembra un’altro e le persone che ci cadono (cadiamo) sono tante.. troppe

        "Mi piace"

    3. Giusto Morgana, alle volte ti sembra di avere a che fare con due persone diverse e ti chiedi quale sia quella giusta. Purtroppo quella vera è solitamente quella peggiore, che viene abilmente mascherata da quella che ti era tanto piaciuta o attratta all’inizio.
      Immagino in molte avranno avuto la strana esperienza di sentirli cambiare anche voce.
      Np2 ha sempre avuto un tono di voce abbastanza impostato, piuttosto virile. Una volta gli ho fatto una domanda che evidentemente lo metteva in difficoltà e ha tirato fuori un tono di voce assurdo, quasi infantile, oserei dire inquietante.
      Sempre sulla “dualità”, dopo il primo scarto di np1 lui si si presentò ad un successivo appuntamento in cui avremmo dovuto pacificarci con una faccia che non sembrava nemmeno la sua, ed era purtroppo la sua vera faccia, quella del narciso che avevo smascherato. Era quasi irriconoscibile rispetto all’espressione solitamente umile e gentile che aveva agli inizi. Ho visto il famoso “ghigno”del narcisista, e penso che chi ne ha avuto esperienza possa confermare che sembra in tutto e per tutto l’espressione di un diavolo. Altro che Papa, volontariato e opere di beneficenza. Tutti teatrini per mascherare il mostro che alberga in loro.
      Sono stati solo degli istanti con entrambi, ma sono stati importanti perchè la maschera è caduta e li ho visti come sono davvero. Purtroppo allora stavo vivendo una fortissima dissonanza cognitiva, ero nel pieno della svalutazione e del senso di colpa indotto, non ero lucida, provavo quella che tu chiami “confusione” e ho rimosso quella faccia orribile.

      Piace a 1 persona

      1. ..cosa hai scritto Spirito…pensa che sono giorni che evito di leggere cose sul ghigno. Non so perché..pensavo non c’entrassero con quello che avevo visto…invece ho rimosso O.o. PErché quando è uscito fuori tutto il suo mondo parallelo, la persona con la maschera del buono insicuro è caduta ed è uscito, per poco ma è uscito, l’essere sicuro di piacere, che sapeva bene che nel nostro ambiente di lavoro etc poteva trovare e sapeva anche a chi piaceva e, anche che se nell’intimità fosse andata male..poteva giocarsi la carta dell’insicuro. Madonna rimozione mentale…grazie

        "Mi piace"

      2. Spirito Libero, sì…. Con me è tornato a parlarmi ma la sua espressione o parole non avevano più niente di apparentemente dolce, ha improntato il riavvicinamento (non per vedersi ma pensò davvero solo per vedere come reagisco) sul lato soltanto fisico, complimenti fisici.
        Oggi anche se cerco di evitarlo, mi rendo amaramente conto (ed ancora con rabbia riconosco di non esserne impermeabile) che diverse ragazze dello stesso ambiente, cedono (per quanto vedo) ai suoi ammiccamenti, parole dolci.. Vedo che ricambiano nel senso che hanno piacere che lui faccia così. A chi non fa piacere essere adulate…Ma mi rattrista che lo faccia davanti a me e che Ad alcune basti così poco, senza sapere ciò che c è dietro a quelle moine. Io stessa ci sono caduta, ma mi fa male il pensiero.
        è come…. Sapere che quella penna non smetterà mai di scrivere, posso solo togliergli una piccola sfumatura d’inchiostro… Per tenerla nelle mie vene, l’amarezza è che ora colora solo le mie vene, e vorrei colorasse il mio cuore, perché mi rendo conto man mano che ho dei blocchi dentro che nemmeno pensavo di avere, e sono più arida, cosa che non volevo diventare.
        Non mi fido di nessuno ora… Fatico anche a chiamare per nome una persona maschile, perché ripenso e lui non voleva nemmeno quello, e me lo faceva notare come se mi fossi presa una libertà eccessiva.
        Non so come posso essere arrivata ad accettare quelle cose, proprio perché non lo capisco, fatico a credere siano successe e come…

        "Mi piace"

      3. Morgana purtroppo sappiamo bene cosa significa quando si riavvicinano ma senza un vero intento…come ho già raccontato il mio np spariva per mesi senza motivo e poi tornava solo per vedere se ancora lo volevo…e purtroppo l’ho ripreso più di una volta…ma spesso tornava per tenermi in attesa e godersi il mio desiderio frustrato. A volte dal ritorno a un appuntamento vero passavano delle settimane. Ci si chiede come abbiamo potuto permettere questo…purtroppo è il frutto della dipendenza biochimica, che è una cosa fortissima e non razionale. Il tuo ex np infatti ha proprio puntato su quel tipo di stimolo per riagganciarti…ovvero adularti sul lato fisico, benchè lo abbia fatto non per riprendere una frequentazione ma solo come pretesto per riavere le tue attenzioni , che poi è ciò che lo nutre.
        Un abbraccio

        "Mi piace"

      4. Morgana, lui non ha nessun rispetto per i tuoi sentimenti perché fa complimenti ad altre in tua presenza e se loro sono felici dei complimenti ricevuti dai tempo al tempo perché non lo conoscono come lo conosci tu e verrà fuori anche con loro la sua vera natura.

        "Mi piace"

      5. Oliver, è quello che mi rattrista. Non giudico, sono la prima ad esser caduta dopo due complimenti, ma è amaro vedere abbia così gioco facile. Un gioco crudele, e che ti perpetua dentro anche se ti ci opponi.

        "Mi piace"

      6. Sì, è un gioco crudele.
        Quanto fa schifo a dirti che vuole avere a che fare con quelle di cui non gliene frega niente, avresti dovuto rispondere: “se non te ne frega niente di loro lasciale stare e non prendere in giro nessuna”.
        Figurati se puoi insegnare cosa sia il rispetto a lui. Tempo perso.

        "Mi piace"

      7. No Oliver non mi dice apertamente così, vedo io che lancia occhiate o va a battere al vetro degli uffici di certe colleghe, in pratica fa il piacione, come mettersi in vetrina e si gode le reazioni…
        Dirmi apertamente, di recente mi aveva “solo” raccontato che dopo me, aveva provato a scrivere (dicendomi i nomi delle nostre colleghe…) perché voleva portarsele a letto. Ecco anche questo… Penso poteva evitare di raccontarmelo … Credo… Tutti coltelli che mi si rigirano dentro… Se non è per far male cos è ? Attacco di sincerità ?

        "Mi piace"

      8. Cambio di voce, di espressione, di argomenti… passando da frasi profonde ed empatiche a allusioni esclusivamente sessuali.
        E il ghigno… offensivo, doloroso quanto indimenticabile.
        Lo vidi più di tre anni fa, e mai lo dimenticherò.

        "Mi piace"

      9. Penso sempre che fatica fanno questi a mantenere una facciata, ma devono farlo altrimenti nessuno si avvicinerebbe a loro…

        "Mi piace"

    4. Scusa Morgana ma qui ho capito che lui ti ha detto chiaramente che deve (o dovrebbe, usare il condizionale non fa differenza) frequentare quelle di cui non gliene frega nulla perché lui così sta meglio.
      Complimenti, che rispetto ha per le persone? Sta meglio a far soffrire le donne?

      "Mi piace"

      1. Ah sì Oliver, ma l ha detto usando il condizionale penso… Per intendere che così lui ha meno complicanze…, oppure (questo era il dubbio) l abbia detto solo per mandarmi un velato complimento, dicendomi poco dopo che io ero tutt altro. Ma forse la verità sta nel messo… Voleva adularmi x vedere come reagivo, e nel contempo forse è vero che lui sta meglio portandosi a letto donne con cui non ha un vero rapporto, interesse.

        "Mi piace"

  7. Vero Babi…e ci credo, la divisa che affascina e, in teoria, trasmette l’idea di protezione. …Ma come fa la moglie…Però ci sta..dipende da cosa si mette sul piatto della bilancia, sto imparando che scelte per me assurde per altri sono passabili. La moglie almeno è consapevole, chi capita sotto il ricatto no :/ ..Nel mio caso..è l’altro tipo di ‘divisa’ quello del socio-sanitario. Anche lì..si opera con fasce deboli e già vulnerabili e con il corpo. Ovviamente quando mi sono accorta di un atteggiamento ambiguo, mi è stato detto che ero paranoica e che ero gelosa, no..non era gelosia era proprio percezione di qualcosa di malsano, non semplice ‘cura’ e attenzione per le persone. Il fatto è che riescono pure a diventare, quando vogliono, indispensabili …e la frittata è fatta.
    Quella del Papa e della luce rappresenta metaforicamente l’ideale del rapporto con il narc..vedere la loro ‘luce’ e essere illuminate solo dalle loro regole.

    Piace a 1 persona

    1. Eva hai detto benissimo e riconosco in quella faccia del “buono insicuro” la maschera preferita di np1…un’espressione da cane bastonato bisognoso di compassione con la quale si è mostrato inizialmente. Poi invece, ha tirato fuori la faccia diabolica di quello sicuro di sè, consapevole di avere la vittoria in mano per aver raggiunto lo scopo di avermi in pugno, senza che potessi più opporre una resistenza lucida. Per loro quello è il momento della massima gratificazione narcisistica, quando cioè capiscono che sei in ginocchio e che possono fare di te quello che vogliono.

      Piace a 1 persona

      1. ..già Spirito..compreso dirti che puoi restare a casa sua, tanto una volta accettate tutte le bugie, poteva essere magnanimo. Non so quanto faccia bene ricordare…ma tipo quella cosa che hai scritto prima sul ghigno…è come se avessi voluto separare le due immagini e pensare che non riguardava la storiaccia. Ecco come accidenti si perde la testa in queste storie. Sembra che con il tuo np1 condividono diversi aspetti, quello di stordire con la rivelazione della loro vera faccia su tutto.

        Piace a 1 persona

      2. Proprio così, e la cosa drammatica è che ci ho messo un sacco di tempo a capire che fosse un narciso, non riuscivo proprio a dare alcuna spiegazione a quella doppiezza e ho passato mesi e mesi a cercare giustificazioni , del tipo che era diventato così a causa dei rapporti con le ex che a suo dire lo avevano trattato male ecc ecc…insomma, tutte quelle finte storie che ti raccontano per consolidare l’immagine buona di povera vittima che ti propinano all’inizio…un abbraccio

        Piace a 1 persona

      3. ..già e ti capisco. In realtà quando parlò male della sua ex (la famosa ex) non so perché ..la prima cosa che pensai è ‘aja”..Ma una persona non la scopri subito..i mesi passano e anche il tuo np1.. Se uno fosse coerente, non c’è e non c’è ..ok, dopo un po’ ciao. Nel mio caso, se non avessi mantenuto il punto ..saremmo tornati a vederci pure dopo esser dovuta fuggire da casa sua, tanto ero tornata ‘ragionevole’ perché il w.e dopo il trasloco aveva avuto il tempo di fare le sue cose. No comment. Grazie per avermi sbloccato un pezzetto che stava lì nella testa ed evidentemente avevo voluto rimuovere (ma c’era). Un abbraccio grande

        Piace a 2 people

      4. Morgana carissima,
        è proprio come dici, ‘la mano che ti accarezzava all’improvviso aveva un pugnale… ‘ purtroppo l’aveva sempre avuto e non ha esitato ad usarlo e ancora e ancora.

        E’ letteralmente incomprensibile tale comportamento, potrebbe semplicemente lasciarti e andare a fare quello che ha dichiarato di voler fare. Ma non ti molla, dipende da te come e più di quanto tu dipenda da lui. Non ti lascerà stare mai.
        Sarai tu a dovergli disarmare la mano, puoi farlo, puoi e ne hai le facoltà solo tu.

        Noi ci siamo sempre quando vuoi, ma oltre incoraggiarti e sostenerti, consolarti non possiamo.

        Sei tu che devi agire e tagliare di netto, fa un male atroce, lo so e lui si dibatterà e si contorcerà e cercherà di fermarti in ogni modo, ma saprai essere più forte.
        Dentro di te, se la saprai ascoltare c’è la forza di tutte le donne, trovala, usala
        non farti spaventare da lei.
        La tua sensibilità (intuito, istinto chiamalo come preferisci) ti sta dicendo chiaramente che la relazione non ti fa stare bene, le notti insonni, i sentimenti negativi, i dubbi su te stessa , i disturbi fisici, sono segnali inequivocabili, anche se lui non fosse un narcisista maligno anche se fosse solo uno str*nz* (ma non lo credo) non va bene per te, quello che è stato era una farsa, un raggiro, spero tu lo abbia compreso, quello che puoi fare è mettere fine al giochino, e puoi farlo solo tu e puoi farlo adesso, oggi stesso, ora.
        Fidati del tuo istinto, fidati delle tue capacità le hai tutte: metti fine a questo massacro, paradossalmente se ci fosse un altro uomo in questo momento interessato a te non lo vedresti nemmeno.
        Un abbraccio.

        Piace a 1 persona

      5. Babi sei una forza della natura, davvero. In senso iperbuono.
        Lo so, ed in parte quando mi ha disconosciuto.. ho reagito trovandomi apprezzabile come poche volte sono riuscita a sentirmi, sono nel vero senso della parola rinata. Non mi sarei aspettata il ritorno ne suo, ne delle sensazioni che mi legavano a lui (nel bene e nel male)
        Cmq so cosa devo fare, e non penso nemmeno lui sia dipendente da me, in fondo ha buttato lì qualche messaggio (senza nemmeno aver bisogno di fingere sentimenti che non prova, ma solo adulazioni fisiche) ma con dei buchi e freddezza nel mezzo che mi fa dire che non dipende da me per nulla, sono davvero solo un numero se solo io me ne facessi una ragione allontanando il pensiero di lui dentro di me, so che il problema sarebbe risolto. Non mi illudo, io a lui non importo più nulla, ne finge sia il contrario. Ecco.. non so spiegarmi perché alla luce di tutto questo per me non sia indolore staccarmici.
        Ma so bene che è l’unica strada, poi stare nello stesso ambiente fa, e per fortuna non ci abito insieme ma sembra una sciocchezza ma fa
        Un abbraccio grande e grazie

        Piace a 1 persona

      6. Giusto Babi, una delle cose veramente atroci é che questi rapporti portano a non essere più in grado di saper riconoscere una persona valida da una tossica, non ci si fida, a volte si smette anche di cercare perché pensi di non meritare…questa è una delle “vittorie” del narcisista che ti devasta così tanto da lasciare terra bruciata per chi verrà dopo. Però credo sia solo una fase di passaggio, necessaria a volte per recuperare sé stesse e poi riaprirsi all’amore con più consapevolezza di quello che valiamo e meritiamo da un rapporto…almeno spero sia così per tutte noi🌸

        Piace a 1 persona

    2. Cara Eva,
      hai perfettamente ragione riguardo la moglie “scelte per me assurde per altri sono passabili” pensa , anche se sembra strano, che fa il paio con “è come se avessi voluto separare le due immagini e pensare che non riguardava la storiaccia” .

      In entrambi i casi si attivano le nostre difese, che fanno quello che possono per consentirci di sopravvivere, in senso letterale. E’ come se loro, che ragionano prevalentemente con il il cervello ‘rettiliano’, ci trascinassero sullo stesso territorio e per non soccombere ci costringano a lottare e reagire con l’istinto di conservazione più puro e ancestrale, ovvero quello rettiliano.
      Si spiega così la forte attrazione sessuale, che non è unione ma possesso, la gelosia, l’invidia, i ‘bassi’ sentimenti che ci travolgono, è perché siamo in pericolo di vita: e non si tratta di un’esagerazione o una lettura eccessiva di quanto accade. Il pericolo è reale e concreto e opprimente, il rischio di perdere la propria salute mentale, di perdere se stessi, è fondato tangibile direi.
      Disattivare l’impulso a salvarsi non è automatico, bisogna fare molto appello alla propria parte razionale, che però se ci sentiamo sotto attacco diretto non riesce a intervenire efficacemente e il cane continua a mordersi la coda.
      L’aspetto positivo è che sapendo quali leve si muovono si è meglio consapevoli è più capaci di razionalizzare e controllare certi impulsi istintivi.
      E’ durissima ormai sono quasi due anni da quando è cominciato tutto, durato veramente poche settimane, e seppure stia infinitamente meglio ci sono nodi come la rabbia, la necessità di avere giustizia, la paura del genere umano ancora vivi e dolenti.
      Bisogna perdonarsi e non è facile, accettare di essere state raggirate e non è banale, che nulla di quanto vissuto fosse mai stato vero anche se durato anni…. e rivedere con in mano un bisturi affilato e tagliare via carne viva.
      Brrr

      Piace a 2 people

      1. E’ difficile soprattutto perchè lui ha passato tempo a farti credere di essere l’unico in grado di proteggerti, custodire la tua fiducia… ed in parte ti ha isolato dalle “alternative” di quei pregi di altre persone (amiche), e poi all’improvviso è diventato il nemico numero uno per cui necessitare esattamente di ciò che ti dava per farvi scudo..
        Insomma la mano che ti accarezzava all’improvviso aveva un pugnale…
        Sembra crudo, ma dentro l’ho avvertito così

        Piace a 1 persona

      2. Grazie Morgana…è così, effettivamente soprattutto le prime volte che aveva iniziato con i sottintesi è stata una ministilettata, più sono rimasta più sono aumentate. Ma vedo leggendo voi che in questo è la loro modalità..Comunque sono assurdi. Oggi dal gruppo con cui collaboriamo è arrivata una mail che fa capire che ..mentre io cerco di defilarmi per evitarlo, lui farà un’attività retribuita (pur avendo un altro lavoro già). Quello che dicono (che mai avrebbe accettato di rifare quel lavoro) non vale neanche un secondo dopo, figuriamoci dopo giorni.

        "Mi piace"

      3. Ecco…. l’ingiustizia è anche che avendo carisma e sapendoci fare su diversi fronti gli va anche bene :-X e che cavolo…

        "Mi piace"

      4. …guarda questa forse è l’insegnamento che posso prendere da lui: essere più centrata nelle attività progettuali e, per dire, non fare poi cose che toccherebbero a chi si prende quell’incarico. Se volessi trarre una cosa buona da tutta la storiaccia è questa (visto che già lavorativamente sono abbastanza precaria). Imparando a dire un po’ di sani ‘no’ quando sarà (perché ci sarà, questo lo so) il momento.

        "Mi piace"

      5. Io credo che loro non si risparmino mai, soprattutto sul lavoro. Almeno io avvertivo che era ed è in costante gara con se stesso…

        "Mi piace"

      6. eh si…se gli ritorna in immagine e prestigio. Prova a fargli fare qualcosa di extra che non abbia un ritorno personale….E’ per questo che sono sicura che, più prima che poi, su alcune cose sarà chiesto a me o ad altri di farle. Però il fatto che non si risparmino quando gli interessa e in quello che vogliono, riescono bene li rende apprezzati. Questo rientra un po’ nelle stilettate generali, ma è anche il discorso di ieri..parole contro fatti, quelli che poi contano davvero.

        "Mi piace"

      7. Hai ragione Eva, purtroppo io a parte lamentarsi ho visto solo il mettersi in vetrina… ed essendo bravo e disponibile (sicuramente perchè gli piace,piacere anche sul lavoro) non sbaglia un colpo

        "Mi piace"

      8. Due anni…si, resta dentro..soprattutto se c’è stato un forte love bombing o una forte idealizzazione. Grazie, nonostante tutto nelle tue parole c’è una forza notevole e una chiarezza su queste dinamiche malsane. Quando ti leggo, e vi leggo, trovo quella comprensione che non c’è stata con chi ci stava intorno, ma anche con chi ha provato altri tipi di dispiaceri in amore, ma non riesce a immedesimarsi nella confusione da gaslighting. Sulle coppie..più che altro, anni fa, ho assistito ad una dinamica di una coppia, dove lui chiudeva gli occhi davanti a certi comportamenti della moglie..pensavo che non era giusto per lui. Però è la sua scelta, anche non voler vedere, quando si hanno tutti gli elementi davanti, alla lunga, diventa una scelta (che si paga a caro prezzo, poi..). All’epoca mi posi il problema se informarlo (è un parente), ma poi ho capito che non voleva vedere..parlando l’avrei messo solo in una situazione scomoda. Pensavo che non avrei voluto vivere quelle dinamiche, ma se penso alle triangolazioni del narc..l’ho fatto gli ultimi mesi e l’avrei fatto del tutto se fossi rimasta lì.
        Sull’intimità..ma in generale sul rapporto, mi ritrovo “non è unione ma possesso”…e per chi è insicura di base, praticamente aumentano le insicurezze portando (o aumentando la tendenza) al controllo. Dici che accettare di essere state raggirate non è banale..Credo che solo qui ho trovato una validazione a tutto quello che è stato quest’anno. Ma è vero..poco o molto è quello che lasciano dentro e addosso. La rabbia …meglio che la depressione, almeno ti ha fatto reagire. E, comunque, davvero grazie per le tue parole.

        "Mi piace"

      9. per Eva,
        brava questo è lo spirito giusto, possiamo imparare da questa orribile lezione, possiamo migliorarci, fosse pure sotto la spinta iniziale della rabbia o la rivalsa nei loro confronti.
        Importante è metterci al centro fare di noi stesse il primo e più importante obiettivo, imparare a dire i sacrosanti no, a fidarci delle nostre risorse, allenarle e valorizzarle.
        Non per un inno all’egoismo o all’autoreferenzialità ma per costruire, un po’ alla volta, una personalità strutturata in grado di aiutare efficacemente gli altri sapendo come prima cosa distinguere chi merita le nostre attenzioni e chi no.
        Ricordiamo sempre che loro invece sono condannati a vivere per sempre nell’invidia, il rancore, il costante confronto e misura di quello che non hanno e sanno che non avranno mai, che cercano di estorcere agli altri non per arricchirsi ma solo per depauperare.
        Alla fine sono dei poveracci, ma attenzione non è compassione ma solo prendo atto che non c’è nulla da fare e li lascio dove sono.

        "Mi piace"

      10. …ecco…forse il mio vero problema è che non lo riesco a vedere così ‘poveraccio’ da questo punto di vista. Lo vedo come uno che si è creato una serie di attvità che gli permettono tranquillamente di essere quello che è. Insomma trovando un suo equilibrio nella dsfunzionalità. Poi ci sono delle cose che gli piacerebbe fare, alcune le condividevamo (e come immagini questo era il punto di fascino)….in quest’anno..lui ha preso idee, fatto, ma allo stesso tempo poi ha accusato di rinunce (perché per avere una relazione normale con me, avrebbe dovuto rinunciare a stare ore con il gruppo di scimmie..). I no..ecco, no..non è una gara…è che mi sono ritrovata tutto insieme..traslochi, precarietà etc. So che poi direi di si agli altri del gruppo di collaboratori e sarebbe un casino. Poi ecco..su questo mi tocca tenere fede alle mie stesse parole, ma proprio per non affondare ancora di più. E si, forse almeno in questo un po’ di giustizia la cerco..se ti vendi come professionista, e sei pagato, allora puoi anche farle senza segretarie alle spalle. Finirà che per avere davvero pace, dovrò davvero orientarmi verso collaborazioni nuove, ma una cosa alla volta O.O e piano piano accettare dentro che strutturarsi come persona (i santi confini, quelli legittimi) è davvero l’unico modo per non ricascare. Grazie Babi, un abbraccio

        "Mi piace"

  8. Buonasera a tutti, tempo fa vidi in tv un servizio sul poliamore… Uomini e donne consenzienti e responsabili che avevano più di una relazione nel rispetto dell’altro, uscendo anche insieme e trovandosi a casa. Personalmente rispetto la loro scelta e non giudico, come non giudico chi ha qualcuno al di fuori del matrimonio (le cause sono molteplici)… Io ci ero dentro in pieno… Io per gelosia premetto che non riuscirei mai, infatti con lui ho dovuto soffocare pure quella (io gelosa quando ho un uomo? E lui non può avere amiche?) quanti bocconi amari mi è toccato ingoiare sempre nell’attesa di qualcosa che mai sarebbe arrivato…ricordo quando mi disse… Sai quante donne bisognose e disperate mi capitano sotto mano e io le devo aiutare? Povero… Ma io ringrazio il giorno dello scarto Cristo Santo… A che destino sarei andata incontro…

    Piace a 1 persona

    1. Dici bene Lalla, a volte lo scarto, è una grandissima fortuna perchè ti permette di fuggire, se una persona ne ha la forza e la consapevolezza di cosa sta scampando.
      Purtroppo spesso non è così e lo scarto ci tramortisce e ci lascia piene di dubbi, confusione e senso di inadeguatezza. E’ proprio quello che loro vogliono. Con loro non ci saranno mai chiusure dignitose, sarà sempre brutale, una sparizione improvvisa e senza appello, o una decisione che viene presa da te per lo sfinimento, comunque indotta abilmente per liberarsi di qualcuno che ormai “non serve più”.

      Piace a 1 persona

    2. “Sai quante donne bisognose e disperate mi capitano sotto mano e io le devo aiutare?”. Forse ha sbagliato verbo, al posto di “aiutare” avrebbe dovuto dire “abusare”. Perché nei fatti è quello che fanno. Più la tua storia è di sofferenza e vulnerabilità, più dimostrano di non accettare la tua resilienza. È come se si dicessero: “vediamo un po’ se ce la fai a sopravvivere a questo e quello…”

      Piace a 2 people

  9. Il suo motto è di vivere al massimo,perche ce né una sola.Il suo harem è prevalentemente fatto di persone compassionevoli e disponibili all’accudimento. Più ottiene e forse si concede,rendendo bisognosa la povera ignara, a lungo andare il sempre meno accusando di essere troppo focose.Il suo stato è
    parassitario e lo dice anche,vuole la
    competizione, con quelle che gli da di
    più in termine materiale.Peccato per lui,che io
    abbia chiuso i porti; da molto tempo.Non è più tornato.Cerca prede
    che non sappiano con chi hanno a che fare,anche se da subito si
    capisce chi è certo non a quel livello. Maschera con la seduzione serata,per
    poi triangolare nel giro di tre mesi
    dopo,anche se è in contatto da sempre con tutte
    quelle che non riescono a
    staccarsi.Cosi nel suo cammino oltre
    alle nuove rimane sempre qualche vecchia
    che sovvenziona in termini
    monetari.In mezzo c’è una cernita,chi
    se ne va e chi rimane.Auguri a chi rimane.

    Piace a 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...