La testimonianza di uno “Spirito Libero”: SAPERE E’ POTERE.

Ciao a tutti, mi chiamo Silvia, classe 1970, mamma divorziata di uno splendido diciottenne e sopravvissuta a due relazioni narcisistiche, una durata tre anni e la seconda conclusasi da poco dopo alcuni mesi di frequentazione.

Molti di voi mi hanno conosciuta qui sul blog attraverso i miei commenti in cui ho spesso raccontato le mie esperienze e devo dirvi che è stato utilissimo, mi ha aiutata molto a fare chiarezza dentro di me sulla necessità di tenere le distanze da persone/relazioni tossiche.

Ringrazio e ringrazierò sempre Claudileia per questa grande opportunità di poter parlare qui e confrontarmi con voi tutti. Sappiate che avete avuto un ruolo fondamentale nel darmi la forza per chiudere il rapporto con il secondo narcisista. Probabilmente senza di voi sarebbe proseguito ancora e avrebbe potuto causare chissà quanti danni.

Per fortuna sono riuscita a fermarmi in tempo e a liberarmi dalla dipendenza mentale che il rapporto con questa persona mi stava provocando.

Ora sento che è arrivato il momento di fare un passo oltre. Credo di aver sviscerato ogni aspetto possibile delle mie relazioni e sono arrivata alla conclusione che il Narcisismo non è solo un tratto disfunzionale della personalità, ma una vera malattia mentale purtroppo sottovalutata, anche se negli ultimi anni per fortuna vi è una consapevolezza sempre maggiore del problema e grazie a blog come questo è possibile acquisire gli strumenti per comprenderlo e superarlo.

Ho compreso che la dipendenza che si crea in questi rapporti non è tanto verso il Narciso in sé ma nei confronti della nostra stessa ferita narcisistica che ci spinge a legarci ad una persona che ci ricorda quel trauma lontano. Questo vale sia per la vittima che per il narcisista. Entrambi sono dipendenti per cui è corretto parlare di co-dipendenza, anche se a farne le spese più grandi sono sempre le vittime.

Per questo non è solo importante lavorare sull’emancipazione dalla relazione tossica ma anche e soprattutto su noi stessi, per curare quella antica ferita e diventare liberi di amare ed essere amati in modo sano.

Per quanto si possa conoscere e sapere sull’argomento, qualunque rapporto con loro sarà sempre destinato a replicare i soliti schemi noti, e sempre verrà il momento in cui il narciso attuerà la sua opera di manipolazione al fine di assoggettare l’altro ai suoi voleri. Cercare di combattere o convivere con questo nella speranza che le cose migliorino è umano e comprensibile, tutti noi ci abbiamo creduto e lo abbiamo fatto e questo fa di noi persone dal grande cuore, non a caso infatti siamo stati “scelti” dal narcisista proprio per questa profonda umanità che loro non posseggono, ma dobbiamo comprendere che perseverare in tali rapporti è un enorme spreco di energie vitali a vantaggio di un soggetto che si nutrirà delle nostre risorse vitali e poi se ne andrà lasciandoci come un guscio vuoto. 

Come sapete io ho vissuto due esperienze molto diverse, una senza sapere che la persona fosse narcisista, ma solo in seguito ai ripetuti traumi in cui si ripeteva il ben noto schema di abbandoni e ritorni, mentre le seconda con qualcuno che avevo già individuato come tale.

Può sembrare assurdo che chi ha vissuto un calvario simile possa volerlo di nuovo, questo mi ha fatta riflettere sulla dipendenza che avevo e sulla necessità di lavorarci sopra. Il confronto qui con voi tutti è stato prezioso, le vostre storie di dolore e la vostra voglia di riscatto mi hanno aiutata a mettere a fuoco la necessità di salvaguardarmi e riprendere la mia vita nella mie mani. Infatti mentre ero ancora in relazione con questa persona ho continuato a studiare e ad informarmi e a comprendere come nemmeno a fronte di una maggiore consapevolezza si possa avere un rapporto anche solo apparentemente normale con uno di loro. 

Come dice questo bellissimo blog la nostra vita è la nostra opera d’arte, è preziosa e unica e va protetta ad ogni costo da chi vuole sfigurarla.

Devo dire che le conoscenza maturata attraverso i quotidiani confronti con voi e le vostre storie, così dolorosamente simili in tanti punti, è stata la chiave di volta che mi ha permesso di evitare che il rapporto con questo secondo narciso raggiungesse i livelli terribili del precedente e mi ha permesso di riconoscere il momento in cui il suo tentativo di manipolazione è diventato tale per cui era assolutamente necessario prendere le distanze.

I numerosi traumi che il primo narciso ha lasciato in me hanno scavato un solco profondo che il secondo ha pensato di poter ripercorrere con facilità…ma non sapeva che IO SAPEVO, non sapeva che non mi avrebbe trovata impreparata stavolta di fronte alle manipolazioni e soprattutto non sapeva che io potevo DECIDERE se stare o non stare più al gioco. Ho scelto di non starci più.

Pensavo che il distacco sarebbe stato difficile come nel primo caso invece mi sono resa conto man mano che trascorrono i giorni che mi sento sempre più serena perché stavolta sono riuscita a prendere le distanze per tempo…cosa che purtroppo con loro è difficile perché, come tanti di noi sanno, ciò avviene spesso solo dopo ripetuti e dolorosi scarti seguiti da ritorni illusori che perpetuano la spirale degli abusi.

Ecco perché è stato così importante venire qui ed ecco perché consiglierò sempre questo blog a chiunque si trovi a vivere una situazione del genere.

Quindi grazie ancora di cuore Claudileia e grazie a tutti per avermi ascoltata, incoraggiata e spronata.

Ora sento di essere pronta a vivere la mia nuova vita “narcissist-free”.

Scusate se non tornerò per un po’ ma credo che ad un certo punto bisogna prendere le distanze anche dal parlare di questi soggetti come ho fatto quasi quotidianamente negli ultimi sei mesi, per quanto farlo sia stato importante e liberatorio e mi abbia dato soprattutto la splendida opportunità di conoscere ed apprezzare persone come tutti voi piene di incredibili qualità umane.

Ricordate sempre: Sapere è potere. 

A chi è nuovo/a voglio solo dire questo: studiate tanto, chiedete a chi è davvero esperto, solo così potrete fugare i vostri dubbi. Io i miei li ho risolti e la scelta tra restare nel buio o tornare alla luce è stata la seconda. Perdonatevi e non colpevolizzatevi per aver permesso anche più volte gli abusi: se ciò è avvenuto non è perché siete stati deboli o facilmente manipolabili ma persone di cuore che prima di arrendersi credono sia giusto dare all’altro delle possibilità. 

Ricordate anche che il lavoro su sé stessi non si esaurisce con l’emancipazione dal narciso ma deve continuare ogni giorno, coltivando il rispetto e la stima di sé stessi e dei propri confini personali per non permettere più a nessuno di calpestare o manipolare la vostra meravigliosa individualità. 

PS: Chi volesse scrivermi personalmente può chiedere il mio indirizzo a Claudileia all’e-mail del blog.

Sarò molto felice di mantenere il contatto e parlare finalmente di cose nuove e non più di narcisi. Ovviamente la mia speranza un giorno è quella che tutti noi potremo trovarci intorno ad un tavolo per festeggiare le nostre nuove vite che auguro a tutti noi piene di cose stupende. 

Un abbraccio enorme a tutti e buon cammino di liberazione con grande affetto, 

Vostra Spirito Libero 

45 pensieri su “La testimonianza di uno “Spirito Libero”: SAPERE E’ POTERE.

  1. Accidenti che bella testimonianza carissima dalle tue parole si intuisce la tua grande Anima che seppure ferita riesce ad emergere, sono in linea con il tuo pensiero che volere è potere e che l’informazione è salvifica, ti abbraccio cara amica che con i tuoi scritti hai aiutato un po’ tutti. Se puoi non smettere di scrivere , te lo dice una che riesce a farlo poco ma io cercherò di farlo di più perchè davvero può aiutare altri , grazie per aver raccontato di te

    Piace a 2 people

  2. Cara Spirito, che allegria leggerti in questa nuova veste! Sei veramente rinata e pronta a spiccare il volo verso una nuova vita. Questo contributo che hai voluto lasciare in questo nostro spazio , sarà uno sprone per tutti noi ad aprire i nostri cuori a brandelli e a donare le nostre esperienze nella convinzione che possano accelerare il processo di guarigione di tanti altri. Avrei voluto conoscere meglio le tue storie, perché come sai sono entrata nel blog da pochi mesi, ma apprezzo la tua voglia di guardare avanti e la tenacia di chi, nonostante tutto, capisce che la vita è una grandissima opportunità e non va sprecata. Grazie di vero cuore e spero di poterti rincontrare presto si questo blog, ma anche fuori. Abbracci

    Piace a 2 people

  3. Cara Spirito, buongiorno…
    È proprio il caso di dirlo.
    Dalle tue parole emergono consapevolezza e rinascita, i messaggi di cui chi è sprofondato come abbiamo fatto noi ha bisogno per riemergere.
    Ben fatto e buon proseguimento cara.
    Ti abbraccio forte.

    Piace a 1 persona

  4. Cara Spirito Libero, ti rispondo anche qui. Donarsi agli altri nel modo come hai fatto e come state facendo qui sull’web dimostra non solo alle persone che stanno soffrendo che è possibile trovare al di fuori di una relazione tossica una parte di mondo accogliente e solidale, che può comprendere il dramma che stanno vivendo, ma anche che le persone dotate di empatia e intelligenza emotiva non sono assolutamente destinate ad essere codipendenti a vita. Le persone in grado di donarsi e di sentire, di provare emozioni e di fare del bene agli altri possono essere le più vulnerabili agli abusi, ma sono le uniche non etichettabili e quindi le uniche veramente libere. Ti abbraccio forte e GRAZIE per le parole meravigliose che hai dedicato a questo lavoro che faccio con tutto il cuore e la forza che la libertà mi concede. Senza il vostro sostegno quotidiano e la vostra voglia di farcela questo spazio sarebbe molto più povero. Che il treno della tua vita ti trasporti sempre verso paesaggi lussureggianti come la tua immensa anima. Torna qui quando vorrai, è sempre casa tua.

    Piace a 1 persona

  5. Carsissima Spirito Libero, o magari Silvia (mi piace di più chiamarti col tuo nome, mi sembri ancora più vera), grazie della tua testimonianza, da cui traspare una grande consapevolezza e una grande crescita.
    Sono assolutamente daccordo che la conoscenza nel nostro caso è tutto. Finchè non si capiscono i meccanismi perversi che regolano questo tipo di relazioni non c’è possibilità di uscirne. Finchè non si autoriconosce la dipendenza e finchè non si lavora sulle proprie ferite non c’è salvezza.
    E per farlo bisogna leggere, informarsi e soprattutto confrontarsi, altrimenti si rischia di girare a vuoto magari per anni, anche in terapia se si decide di farla, cercando cause che non esistono e attribuendosi colpe che non si hanno.
    Solo raggiunte consapevolezza e conoscenza si può cominciare a lavorare su sè stessi e a staccarsi dalla dipendenza.
    Non a caso, perlomeno a me è successo così, questo nostro leggere avidamente e questo nostro informarsi approfonditamente è visto con il fumo negli occhi da np (del confronto meglio non parlarne con loro, e del confronto su questo blog la mia np non sa nulla e nulla mai saprà); io sono accusato di supponenza, di megalomania e di saccenza per voler fare lo psicologo di me stesso, e anche il suo, e la mia posizione è vista come una specie di paranoia che io uso ad arte per attaccarla ingiustamente.
    In questo senso questo spazio che ci offre Claudileia è salvifico, e il confronto con le storie così simili, ma ognuna così singolare, è fondamentale.
    Per cui grazie ancora per la tua testimonianza e per il contributo che hai portato.
    Un abbraccio grande e un invito a continuare a scrivere ancora un po’, anche se immagino la voglia di staccare definitivamente da questo mondo così pieno di sofferenza!

    Piace a 2 people

  6. ciao Spirito Libero, ti ho letta anche io!
    Grazie per la tua preziosa testimonianza: concordo moltissimo con l’aspetto dell’informarsi e del prendersi spazi e tempi per SAPERE, inteso anch come conoscere, noi stessi e le dinamiche e gli automatismi che ci muovono. Un grande abbraccio!

    Piace a 2 people

  7. Ragazze io ho un gran dolore, profonda diistima, gli altri mi scansano, la mia collega mi odia, io mi odio… soffro di bulimia e altre dipendenze. Sto malissimo con me stesa a questo si aggiunge il dolore per una relazione con un narcisista. Anche voi capita di odiarvi’ Io oramai mi vergogno di me stessa, non sopporto piu andare in ufficio, vorrei licenziarmi e nascondermi

    "Mi piace"

    1. Cara Francesca,
      non so dirti quanto mi dispiace di saperti così triste e sfiduciata, purtroppo ti capisco molto bene.
      Vorrei poterti abbracciare e consolare, vorrei poterti guardare negli occhi e dirti che sei una bellissima persona, che hai tantissime qualità e non hai un singolo motivo per odiarti o vergognarti.
      Ma non posso, però posso invitarti a leggere alcuni articoli molto chiari, anche su questo blog, sul come i narcisisti facciano a pezzi la nostra autostima, su come siano in grado di ridurci in uno stato pietoso anche se abbiamo tante qualità, come riescono a metterci una benda sugli occhi che ci costringe a perdere di vista tutto quello che si è realizzato per ottenere la nostra attenzione, incondizionata ed eterna.
      Leggi Francesca, e studia più che puoi, capire come agiscono, sapere che se sei caduta nella trappola ordita ad arte non è un caso, e che è appunto una trappola, e ricorda che uno dei motivi principali è che hai molte qualità che lui ti INVIDIA e che vuole distruggere.
      Capirai che non si posso aiutare che non vogliono migliorare, che l’unica è difendersi e allontanarsi, ma bisogna fare i conti con la dipendenza che riescono a istaurare. Ci vorrà tempo, pazienza e indulgenza con te stessa ma lo puoi fare.
      Aggrappati alle tue capacità, lui le ha viste, ci sono di sicuro e fai leva su quelle, prima per stabilire il contatto zero, più che puoi meglio che riesci; vedrai che un po’ alla volta i pensieri si chiariranno, riuscirai a razionalizzare a comprende molti meccanismi, e un passetto alla volta riuscirai a perdonarti a smettere di odiarti e poi ancora a prenderti cura di te.
      Se puoi fatti aiutare da una terapeuta, esperta in narcisismo maligno e sindrome da stress post traumatico, perché è esattamente quello che hai subito e che stai, forse, ancora sperimentando.
      Le sensazioni legate alla relazione con un np sono meccanismi che il tuo cervello pone in essere per superare il DOLORE che la stessa relazione provoca. C’è la dissonanza cognitiva, la dipendenza biochimica, informati Francesca cara. Come scrive la mia amica Silvia, Spirito Libero, la conoscenza è l’arma migliore per (ri)trovare la serenità.
      Se sei qui il primo, piccolo, passo lo hai fatto, forza Francesca. E facci sapere.
      Un abbraccio virtuale.
      B.

      Piace a 2 people

    2. Cara Francesca,
      mi unisco alle parole di Babi che – mi sento di dire – esprimono una verità assoluta e non hanno davvero bisogno di integrazioni.
      La cosa più saggia che puoi fare in questo momento è informarti, stare qui con noi, leggere, informarti e prendere spunto dai tanti articoli tradotti e pubblicati da Claudileia, nonché approfondire gli argomenti seguendo gli autori che il blog spesso cita.
      Mi sento di dirti che è la strada maestra per acquisire consapevolezza di quello che ti sta accadendo e fermare la giostra tossica sulla quale stai girando senza neanche sapere perché.
      Ti prego, segui se puoi i consigli di chi è qui su questo blog, ci siamo passati e ci stiamo passando, sappiamo di che cosa stai parlando. Fai un atto di fiducia, mettiti al riparo qui per un po’ e riprendi le forze e la lucidità necessaria a procedere con i prossimi passi.
      Un abbraccio grande

      Piace a 1 persona

    3. Cara Francesca concordo con Babi e speranza, non potevano dirti di meglio. Stai tranquilla,un passetto alla volta,per uscire dalla dipendenza,da qualunque dipendenza non ci vuole un secondo. Prenditi il tuo tempo ,non affrettare decisioni se puoi,perché magari staresti anche peggio. Come dice spirito libero, leggi,informati,confrontati ,vedrai che questo sarà un grande aiuto soprattutto se tu lo vorrai però. Un abbraccio

      "Mi piace"

    4. Mamma mia, se lo capisco! Purtroppo o per fortuna faccio il musicista, quindi non posso evitare il contatto con gli altri e – se da un lato è un contatto protetto, perché io sono sul palco – dall’altro, senza autostima e coraggio, a volte è un calvario vero e proprio. Però è un calvario che devo percorrere… per essere crocifisso. Sì, per essere crocifisso, ma anche per risorgere, dopo tre giorni. Per ora ne sono passati solo due. E forse siamo ancora tutti in dubbio. Ma non possiamo tornare indietro. Giuda ci ha venduti, questo è un fatto. Scrivo tutto questo da ateo, semplicemente per il valore metaforico. Le dipendenze sono inevitabili. Il calice non amaro non poteva essere allontanato dalle nostre labbra. Siamo nel momento massimo della nostra debolezza, della nostra impotenza, della nostra solitudine. Dobbiamo ancora morire. Facciamolo con dignità e poi resuscitiamo, ammesso che ne valga la pena (io, per me, sono un gran dormiglione…). La collega può andare al diavolo. Il narcisista già lo ha fatto, no? Non odiarsi deve essere l’obiettivo. Non siamo quello che ci dicono che siamo. Non dobbiamo credere, proprio noi, a calunnie sul nostro conto! Coraggio. Come cantava Michael Stipe: you know who you are.

      Piace a 1 persona

    5. Francesca cara, di cosa devi vergognarti, sai quante qualità hai che ora non tiri fuori o non apprezzi, questi esseri riescono a distruggerti facendoti credere di valere talmente poco…..ma noi valiamo e come!!!!!

      "Mi piace"

    6. Cara Francesca,non credere che gli altri siano migliori di te,non devi farlo!Tanti si vendono bene,e non valgono nulla..spesso i migliori,sono quelli che rimangono in disparte.Hai diritto alla serenita’,non permettere a te stessa di tirarti troppo giu’.Io ho sofferto di depressione,e tutt’ora,a volte faccio tanta fatica.Ma ho deciso di fare il mio,lavorare per sopravvivere,cercando di non dover chiedere nulla.Meglio soli ma liberi di viversi le proprie emozioni,anche negative,che ingessarsi per piacere agli altri.Il malessere va e viene,bisogna solo trovare il modo di reagire.Un bagno caldo,una passeggiata al sole,una mostra o un cinema..io faccio spesso queste cose in mia compagnia,e non e’ poi cosi’ male.Se riesci a prendere un gatto o un cane poi..non sai quanto possono aiutare.Non arrenderti!!!

      Piace a 1 persona

  8. Grazie di cuore a voi tutti e a te cara Claudileia, questo contributo ha voluto essere soprattutto un immenso ringraziamento a voi perchè se oggi riesco a parlare con lucidità e consapevolezza è grazie a questo meraviglioso percorso di crescita fatto insieme.
    Mi scuso se d’ora in poi sarò meno presente ma come ho anche detto a Claudileia sto avendo un periodo delicato in famiglia per via della salute di mio papà che prossimamente dovrà subire un intervento, quindi devo dedicare a lui le mie migliori energie per sostenerlo in questo momento difficile.
    Vi voglio bene e siete tutti importantissimi per me, non so dire quanto. Mi avete ascoltata quando nessuno voleva o sapeva farlo, mi avete incoraggiata quando mi sentivo triste e talvolta fatta sorridere quando le giornate erano grige e tutto sembrava non avere senso. Queste cose hanno un valore a di poco inestimabile. Non sentirsi soli in questa sofferenza è davvero tutto per chi ci è passato o ci sta ancora passando.
    Naturalmente continuerò a seguirvi e appena potrò vi lascerò un segno di vita e vi aggiornerò sui miei progressi…promesso!
    Posso già darvi un piccolo aggiornamento sul secondo narcisista: ha tentato di riagganciarmi venerdì dopo quasi un mese di silenzio immotivato credendo di trovarmi pronta a riprenderlo come avevo sempre fatto fino a quel momento (era già sparito altre volte, ma per periodi più brevi), ed invece, per sua sfortuna, stavolta è andato in bianco (e continuerà ad andarci). 🙂
    In passato, con il primo narcisista, ho subito passivamente ritorni anche a distanza di quattro o sei mesi, ora sono contenta di riuscire a respingere situazioni del genere senza difficoltà e con serenità…è un traguardo che consideravo impossibile fino a poche settimane fa, o comunque lo vedevo molto lontano.
    Se finalmente ci sono riuscita è perchè avuto la fortuna di trovare questo posto che per me è stata una grande palestra di vita per rinforzarmi…e volevo confermare quello che ha detto Blume in un commento, ovvero che ad un certo punto scatta come un click in testa e da un giorno all’altro loro perdono tutto il loro appeal e la loro importanza.
    Li vedi per quello che sono: burattini di sè stessi, senza anima e senza dignità. Dei ridicoli fantocci ambulanti.
    Capisci che non vale la pena non solo relazionarsi a loro nella speranza che cambino, ma soprattutto soffrire dopo che se ne sono andati o li abbiamo lasciati andare.
    Non che questo sia semplice ed immediato…lo sappiamo bene, ma avviene…bisogna crederci.
    Un enorme abbraccio a tutti con grande affetto ***

    Piace a 2 people

    1. Silvia cara,
      sono molto contenta di aver letto la tua storia perché il tuo vissuto mi ha dato ancora di più la consapevolezza che tutti, presto o tardi, ne usciremo. Non senza ferite, ma ne saremo fuori. Voi tutti, in questo blog, siete stati la mia ancóra di salvezza sin dal primo giorno. I tuoi consigli, come quelli di tutti gli altri, sono stati e sono, linfa vitale.
      Da soli non si può affrontare tutto questo. E’ un mostro che ti divora l’anima e il corpo e solo chi ha percorso, oppure sta percorrendo la tua stessa strada, può capire. Ma la certezza che queste TDC (acronimo facilmente decifrabile) prima o poi usciranno dalla nostra testa e dalla nostra vita è per me fondamentale per andare avanti. Anche io un giorno potrò finalmente dire “sono libera”.
      Purtroppo quel giorno non è oggi e, credo, non sarà nemmeno a breve. Ho molto ancora da fare, devo lavorare tanto, ma sono sicura che ce la farò.
      Ieri ho letto un aforisma che voglio tenere bene a mente “Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo” (Lao Tzu).
      Ti faccio tanti auguri per il tuo papà e spero di ritrovarti presto tra noi.
      Un abbraccio grande come il mondo……

      "Mi piace"

      1. Grazie delle tue bellissime parole cara Lolly e grazie per l’aforrisma..è verissimo, tutti i grandi percorsi, compreso watt pee dalla liberazione dalla dipendenza narcisistica, inizia con piccoli passi. Informarsi, condividere e volersi bene sono le cose da cui si inizia e poi piano piano arrivano le risposte che ci servono per emanciparci da queste situazioni tossiche o dalle loro conseguenze e iniziare una vita finalmente libera da condiziinamenti negativi e manipolazioni, perché di fatto le relazioni con questi soggetti si basano su questo..ti abbraccio anche io 🌸

        Piace a 2 people

  9. Cara Spirito Libero,

    Forse ti sei già eclissata per seguire da vicino la salute di tuo padre a cui faccio i migliori in bocca al lupo.
    In ogni caso desidero condividere la gioia immensa che mi ha dato leggerti oggi, un pensiero – il tuo – puro come il cristallo e onesto in ogni singola parola. Che è poi ciò che tu hai dato sempre all’interno del blog, con una delicatezza e una sensibilità che più volte mi hanno portato alla commozione. Mi dicevo che finalmente qualcuno, non solo era disposto a credermi, ma comprendeva ciò che dicevo.
    Conoscere è l’unica difesa che si può alzare verso queste persone malate che noi mai potremo guarire. Quanta sofferenza si potrebbe evitare se ci fosse più cultura in merito.
    Ti auguro ogni bene, scopro che abbiamo la stessa età e spero con tutto il cuore di incontrarti un giorno per dirti grazie.

    Piace a 1 persona

    1. Cara Speranza sono io a ringraziare te per avermi aiutata insieme a tutti a capire meglio quello che avevo passato..è stato magnifico trovare persone capaci di capire la mia sofferenza…che poi di fronte a certe storie durate molto più delle mie mi é sembrata pure piccola e a volte insignificante. Ma tutte le storie di abuso, di un mese come di vent’anni sono brutte e lasciano segni profondi che forse ci porteremo dietro a vita ma nel momento in cui troviamo una mano tesa tutto diventa più sopportabile e si trova la forza di sollevarsi dal fango, pulirsi le ali e riprendere a volare…ti abbraccio e anche io spero veramente di conoscervi tutti un giorno 💙

      Piace a 1 persona

  10. Sono d’accordo sul non parlare sempre e ossessivamente dei nostri (nostri?!) np, però mi ripropongo, dopo questa esperienza, di continuare a testimoniare. Per il resto, sai che ci troverai qua. Tutti voi siete stati importanti per me e io vorrei poter essere altrettanto importante per altri che purtroppo vivranno lo stesso dramma.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie SWA, testimoniare é un gesto di grandissina generosità che ha il duplice scopo di aiutare sia gli altri che noi stessi a stare luce e maggior chiarezza sui nostri vissuti. Io l’ho fatto ogni giorno per sei mesi e più avanti appena sarò più serena tornerò a parlarvi dei miei progressi sperando che nel frattempo le cose sia veramente migliorate per tutti. La coniscenza è fondamentale, Dmdico sempre che se avessi scoperto prima questo blog mi sarei risparmiata almeo due anni di inutili dispiaceri. Un caro saluto

      "Mi piace"

  11. Spirito, ma sei anche mamma 🙂 intanto un grazie…perché sei sempre stata gentilissima e accogliente. E complimenti per essere arrivata al punto di aver saputo, consapevolmente, chiudere con il secondo. Sembra quasi che, non chiudendo subito, tu sia voluta andare davvero a fondo nel capire, tra studio e comportamento, quanto è malsano il rapporto con i narc, indicandoci anche dei punti importanti per una vita ‘narcisista-free’. Egoisticamente, mi mancheranno le tue risposte, così come penso che mancheranno a molti qui…ma è bello ed è giusto che in quel ‘free’ ci sia, finalmente, l’andare oltre, non tornare con la mente su queste dinamiche perché, in qualche modo, leggere vuol dire ri-sentire sulla propria pelle certe sensazioni. Cosa dire più ? Un abbraccio grandissimo e un buon continuo, verso persone e relazioni costruttive, sane…vere.

    "Mi piace"

    1. Cara Eva grazie delle tue parole… dici bene, ho voluto mettermi alla prova con il secondo narcisista anche per comprendere ancora più a fondo le dinamiche. Ovviamente l’ho fatto in primis perché mi piaceva, non posso negarlo, e non nego pure che mi ero in parte illusa di gestire meglio le cose con lui sapendo di più rispetto a quanto non sapessi con il primo.
      Ma ho avuto la conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, che non c’è possibilità di relazioni migliori pur sapendo come gestire silenzi e triangolazioni…semplicemente non si può. Volevo essere certa e non avere dubbi o rimpianti. Certo se non fossi venuta qui ci avrei messo ancora più tempo…il blog di Claudileia e il vostro aiuto sono stati salvifici!
      Ti abbraccio 🌸

      Piace a 1 persona

  12. Letto tutto Spirito libero Silvia 🙂 molto bene ..Appena riuscirò a capire bene come devo fare mi metto tranquilla e condivider o con voi la mia storia.mi associo alla tua consapevolezza e al tuo cammino..mi sento in linea con te su tutti i fronti. Sai che io dico sempre di andarci a rileggere dall inizio che abbiamo cominciato a scrivere qui è io ho incontrato voi verso agosto / settembre …e siete stati il mio nido.il mio rifugio ,la sera ,di giorno quando ero stanca e solo con voi mi sentivo in sintonia . Non mi sono mai voltata indietro sicuramente per la mia grande volontà di evolvermi e lavorare ,lavorare su me stessa. Ma amo la vita è ogni giorno nonostante i dolori di tutta una vita ,vedo le foto di una montagna o dalla finestra il monte rosa e capisco come diceva la canzone di Modugno ” ma guarda intorno a te che sono ti hanno fatto,hanno inventato il mare” ecco la mia essenza e questa di amare il mondo nonostante tutto. Ma voi avete avuto e avrete sempre un ruolo importante nel completare questo percorso ..Non ancora terminato ma sempre in fase di lavorazione/ evoluzione . Un abbraccio grande

    "Mi piace"

    1. Grazie a te di tutto carissima Mirna…la strada per la completa emancipazione da questi rapporti non è né breve né semplice ma l’importante è crederci e fare ogni giorno un piccolo passo. Io fino a un mese fa ero ancora in dipendenza mentale e credevo che me lo sarei tenuto intorno ancora un bel pò ma quando ha iniziato a fare silent treatment prolungato è immotivato ho capito subito che era passato al livello successivo di manipolazione e qui per fortuna il grosso lavoro fatto negli scorsi mesi mi è venuto in aiuto per non accettare più una cosa del genere..né da lui né da nessun altro.
      Sappi che ti capisco perfettamente e vedrai che sarà così anche per te. Ti abbraccio 💙🌸💙

      Piace a 1 persona

  13. Grazie Spirito Libero perché infondi speranza con una tranquillità toccante.
    Racconti le tue esperienze con una luce che sembra che nemmeno ti siano mai accadute mentre sappiamo bene quanta sofferenza ci hanno portato queste storie. Sapere che si può tornare a fregarsene ed essere così leggeri è come la musica più bella che si possa sentire.
    Un abbraccio e grazie per il confronto che ci hai sempre dato

    Piace a 1 persona

  14. Silvia, Spirito cara …
    sono stata davvero felice di leggere la tua testimonianza, di percepire una consapevolezza potente e la capacità, che però ti ha sempre contraddistinta, di vedere lucidamente

    Piace a 1 persona

    1. ..scusa non so cosa ho combinato…
      di vedere lucidamente la realtà e narrarla con sincerità e schiettezza. Ho sempre apprezzato tantissimo i tuoi interventi e tenuto in gran conto il tuo personale punto di vista, condivido tutto quello che hai scritto in quest’ultimo articolo.
      Sono felicissima per te, felice di sapere che se ne può uscire a testa alta e senza compromessi.
      Mi piacerebbe che la vita ci desse modo di incontrarci in altri contesti a confrontarci su tutt’altri argomenti, ma sono contenta , nonostante tutto, di avere avuto il privilegio di dividere un po’ di strada con te.
      Buona Vita Silvia carissima.

      Piace a 1 persona

      1. Cara Silvia, vada assolutamente per il buon bicchiere….. magari ci sarà veramente l’occasione, chissà!
        Ritornare a godere dei piccoli (e grandi) piaceri della vita è il miglior regalo che facciamo a noi stessi dopo le miserie che abbiamo passato.
        Un abbraccio!

        "Mi piace"

  15. Mi piace molto quest’articolo, spero di continuare a leggerti in futuro in questa veste, di persona che dopo l’inferno ha giustamente rivisto la luce e la vuole indicare agli altri.

    Un saluto!

    "Mi piace"

    1. Grazie Giovanni, non mancherò in futuro di aggiornarvi ancora e spero di leggere tanti progressi anche per ognuno di voi. Un abbraccio 🌸

      "Mi piace"

  16. Grazie mille cara Silvia,per il contributo prezioso che hai dato su questo forum.
    Ho letto tutti i tuoi interventi,che sono stati davvero illuminanti .Tutte queste tue conoscenze che hai deciso di condividere anche con noi,ti hanno portato finalmente a spiccare il volo,lontano da queste persone tanto nocive.
    In bocca al lupo per tutto e soprattutto per il tuo papa’,ti auguro di cuore di trovare tutto l’amore che meriti.
    Spero di leggerti ancora,ti mando un grande abbraccio!

    "Mi piace"

  17. Male…..perchè me lo trovo dappertutto….viene solo x….ma da mesi trova un muro…….l’ho risentito e visto ma non x altro!!!!
    fa tanto la parte del marito fedele….che ha una morale, che ha obblighi………che se si è comportato male era x il mio bene (teatrale)
    ma torna sempre x…….
    oggi Eris ti dico che non ho quel dolore di una volta….non mi manca come una volta….ormai qualsiasi cosa lui faccia anche di buono per me è in malafede…..ma non ho le palle x un no contact definitivo
    ho riiniziato le terapie che mi fortificano un po’…..Eris a te???

    "Mi piace"

    1. Io sono in No Contact dal 13 gennaio
      Non guardo giro al largo faccio strade alternative
      Sto bene e male
      Ho ansia e felicità a tratti per la mia scelta che sto perseverando con tutte le poche forze che ho dentro date da tanti pensieri alcuni davvero sbagliati come erano i miei sentimenti per lui…esagerati
      Devo debellare un sentimento che era solo mio e piano piano ci lavoro su grazie alla consapevolezza a cui mi aggrappo nei momenti difficili
      Ogni tanto piango e mi libero dell’ansia che accumulo…so che questo è il percorso so che è dura ma non devo più averci nulla a che fare. Ha una moglie che usava come scudo per non coinvolgerai e decine di schiavette quindi io decisamente sono di troppo e non mi presto più a sto schifo
      La mia psicologa mi ha chiaramente detto che con me ha fatto un ottimo lavoro, un gran bel lavaggio del cervello e che mi ci vorrà parecchio tempo per rompere gli schemi e io non vedo l’ora di essere finalmente libera mentalmente da questa che è solo una schiavitu’ mentale e nient’altro
      Dobbiamo farci forza di noi stesse
      Io l’ho bloccato ovunque ma credimi Ilaria di tutto sto schifo ora fa male sicuramente il No Contact ma so che un giorno mi ringrazierò per averlo fatto. Ora non ho la perfetta lucidità per dirti che se ne esce ma mi fido di chi qui ha continuato a dirlo perché sono stanca di soffrire
      Un giorno mi ringrazierò anche per il modo in cui l’ho fatto…sono sparita non mi sono fatta più trovare. Lui non mi cerca perché evidentemente i miei sospetti erano più che fondati e questa è la mia salvezza perché almeno si diverte altrove ma se mai tornerà qui non dovrà più entrare e lavoro ogni giorno su questa consapevolezza
      Io lo sto facendo per me ma sapere che indirettamente gli ho fatto un gran torto a lui e al suo maledetto ego mi fa solo piacere e un domani ci riderò sopra ne sono sicura
      Era l’unico modo per riprendere l’unica cosa che mi era rimasta cioè un briciolo di dignità…io non ho bisogno di elemosinare niente da nessuno e ora ricostruisco con enorme fatica la mia vita visto che mi sono lasciata distruggere anche il conto in banca e lui mi ha lasciata in mezzo alla strada come si suol dire
      Un giorno magari racconterò ora sarei falsa a dire che ne sono fuori ma l’unica cosa che posso dire è che voglio restare fuori basta devo eliminare sto passato e guardare avanti
      Arriverà qualcosa di meglio lato affettivo forse ma prima ho altre priorità che mi sto imponendo di fare…mio figlio in primis che non ho ascoltato per troppi anni e il lavoro
      Ti abbraccio forte
      Pensa solo a te stessa e per farlo credimi c’è solo un modo: delete

      "Mi piace"

  18. anche il mio terapista, ha detto dignità…dignità…dignità….che spesso ho messo sotto i piedi….ho elemosinato amore e penso non ci sia di peggio, ed ancora ora che è tornato che si finge interessato a me (a altro di me) continua a non dare nulla, tutto gli è dovuto……anche per me schiavitù mentale perc di amore penso non ne sia rimasto nulla, un poveraccio che pensa ancora che io sia li a sua disposizione, poi si erge a buon marito e padre di famiglia….sempre uno SCHIFO ….la mia famiglia ora viene prima, non la trascuro anzi…..siamo stati sulla neve e ci siamo divertiti tanto….anche lui ego illimitato……ma solo con me perc gli altri lo hanno fatto cadere dal piedistallo…..Eris quando vuoi ci sono baciiii.

    "Mi piace"

  19. Ciao Silvia, finalmente sei uno spirito libero… Auguro a tutti un cammino verso la libertà, le tue parole e i tuoi interventi mi sono stati davvero di grandissimo aiuto, come del resto confrontarmi con ogni singolo vostro pensiero. Scrivere qui è terapeutico visto che nella mia zona di persone competenti in trauma da Abuso Narcisistico non ce ne sono…
    Non ricordo il nome di chi ha scritto che ha vergogna a uscire, credimi che sto passando pure io questo periodo… Vedo tutto negativo, sembra che le persone mi guidichino e si allontanino (diffamazione?).. Anche a chi ha scritto “dignità” che è un potente alleato verso la guarigione… Anche la pagina fb “guarire dall’abuso nascosto” mi ha aiutato molto… Silvia ti auguro tanta felicità, sei finalmente libera… Noi siamo qui, io di sicuro non me ne vado almeno per un po’, auguri per il papà. Un abbraccio.

    "Mi piace"

  20. Brava Spirito libero.Ti seguo spesso cambio anche spesso il nome,ma ci sono sempre su questo meraviglioso blog.Purtoppo anch’io pur essendo ed apparendo esteriormente Forte, se non un bulldozer;sono una calamita,tra Covert e hovert in tutti gli ambiti.Ora sono sgamata e disinlusa,vedo Narcisisti dappertutto spero di superare questo problema,sono prevenuta anche se ho imparato bene e riconoscendoli in un colpo d’occhio. Poi uso l’Assertivita ho imparato anche questo termine.Un abbraccio a tutti.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...