La testimonianza di Jasmine “Non sapevo più distinguere il bene dal male, talmente mi aveva manipolata”

Ho avuto una breve storia (7 mesi) con un personaggio molto più grande di me e con una figlia. All’inizio sembrava essere quello perfetto, mi faceva sentire la sua regina, mi diceva di essere la persona più importante, la sua ragione di vita… Bello, affascinante, pronto ad aiutare sempre gli altri in qualsiasi momento. Il sesso era passionale, ma spesso concentrato sui suoi desideri e bisogni, con modi spesso rudi. Nei primi tempi c’era un problema: non riusciva ad andare avanti o spesso nemmeno ad iniziare. Alla mia domanda sul perché, e solo dopo tanta insistenza, mi disse che prima di me aveva sempre avuto donne con un fisico da modella e che forse la mia pancetta lo bloccava un po’! Tuttavia alla fine mi diceva che ero perfetta così e che soprattutto dovevo essere me stessa con lui.

Quando l’ho conosciuto mi è sembrato di vivere una bellissima favola con un uomo che diceva di amarmi alla follia e che mi ripeteva quanto fossi speciale in tutto, ecc. Eppure non mi sono mai sentita veramente a mio agio. Ho sempre avuto una strana sensazione dentro di me.

Un giorno mi scrisse in un messaggio: “Sei perfetta, sei come vorrei che tu fossi.” La frase mi fece un po´ pensare, ma accecata dall’amore ho solo visto una grande dichiarazione che andava oltretutto a rafforzare l´insicurezza in me stessa. Lo stesso uomo, però, usava il trattamento del silenzio sempre che c’erano piccole discussioni, ignorando costantemente ogni mia chiamata e messaggio. E se rispondeva faceva la vittima, dicendo che si sentiva male, che non riusciva ad essere lucido, che aveva la vista annebbiata, ecc. Era talmente bravo a manipolare che alla fine ero SEMPRE io a scusarmi anche quando non avrei dovuto! E quando ci furono questi episodi mi sono sentita spaesata, perché non sapevo più chi avevo di fronte. Talmente era grande la poca stima di me che mi addossavo di tutto pur di alleggerire lui!

Quando ho iniziato a dire basta e a porre dei limiti mi ha lasciata da un giorno all’altro. Pochi giorni prima mi aveva detto di essere la sua vita, ma evidentemente non ero più la bambolina che gli pagava tutto e che accondiscendeva e basta.

Paradossalmente mi diceva di non essere troppo accondiscendente, ma se mi opponevo faceva l’offeso!

Non dimenticherò mai quello che mi scrisse quando mi chiese dei soldi: “Se hai così tanta paura che non ti tornino in tasca ti regalo il mio quadro che vale 2.500 €, e così hai una garanzia e lo puoi rivendere” aggiungendo che “NONOSTANTE IL RAPPORTO (?????) sulle questioni economiche non ci troviamo…” Classica tattica di manipolazione per farmi sentire in colpa e cedere. Rapporto? Ma se nemmeno lui l’aveva mai saputo definirlo!

Questi sono soggetti pericolosi, spietati. Pur di ottenere quello che vogliono non guardano in faccia nessuno! Non sono in grado di pensare al futuro, fanno ragionamenti puramente concentrati sul risultato che possono ottenere senza dar peso alle conseguenze.

Dopo tutto mi ha ferita molto il fatto che aveva cominciato a rifrequentarmi sapendo benissimo che lo amavo ancora e chiamandomi solo per ottenere ciò che voleva mentre mi trattava, oltretutto, come l´ultima ruota del carro.

Durante la nostra storia ho finanziato sia lui che sua figlia, pagando praticamente tutto negli weekend, cene e cose vari. Una volta l´ho aiutato pagando una sua bolletta di gas e gli ho fatto un bonifico perché aveva dei problemi con una ditta di consegne. Ok, lui non me li hai mai chiesti direttamente questi soldi ma ha recitato bene la parte della vittima sapendo benissimo che mi sarei intenerita! Fatto sta che sono venuta a sapere che quei soldi li ha usati per pagare una parte dell’affitto e non per saldare il debito con la ditta di consegne! A quel punto mi sono un po’ innervosita e gliel’ho fatto presente. Come sempre lui ha sdrammatizzato la cosa facendomi sentire anche in colpa per essere stata fredda! Col passare del tempo stavo notando che il mio estratto conto diminuiva sempre di più, in quanto avevo un affitto da pagare, le bollette, la spesa, ecc. Premetto che non sono una donna che rinfaccia le cose e quello che ho fatto. Seppur molto ingenuamente, l’ho fatto col cuore. Quando mangiavamo a casa mia ero io quella che portava a casa la spesa. Non si è mai nemmeno degnato di portarmi per una volta una busta di latte. Abbiamo anche avuto diversi diverbi per questo motivo e quando gli ho detto che non ce la facevo più a sostenere tutte le spese ha cambiato totalmente atteggiamento e stranamente qualche settimana dopo mi ha lasciata, ovviamente negando che fosse questo il motivo.

Quando poi abbiamo ricominciato a frequentarci era estate e mi ha proposto di dividere sempre le spese per evitare di nuovo discussioni! Avrebbe potuto farlo anche durante la nostra storia perché la sua situazione economica era rimasta la stessa, invece in quel periodo ha preferito approfittarsene come si deve.

Ha avuto il coraggio di dirmi che riteneva la mia vita noiosa perché avevo un lavoro con degli orari, una famiglia stabile e il mio adorato nipotino. Secondo lui tutto girerebbe intorno a loro… Il punto è che in quel periodo stava andando a finire in mezzo ad una strada, con debiti fino al collo. Quando mi ha lasciata ha detto che tutto quello che ha fatto, incluso venire da me a dormire e scrivermi i msg la mattina ecc., erano tutte cose che lui aveva fatto “impegnandosi molto” e per farmi un piacere.

Dopo avermi lasciata ha continuato a farsi vivo ogni 3 giorni senza minimamente tener conto del mio stato d´animo, come se nulla fosse successo. Quando ricominciamo a frequentarci metto in chiaro da subito i miei sentimenti e che non voglio essere una trombamica. Lui mi dice che non lo vuole nemmeno lui, perché darebbe poco valore alla nostra storia… Beh, ha fatto tutt’altro. Sì, alla fine sono diventata esattamente quello e ho scoperto che si sentiva con altre donne flirtando a non finire. A me era chiaro che le stesse prendendo in giro e quindi non ci ho dato peso, ecc. Ad ogni mio voler chiarire la nostra situazione mi diceva in toni accesi di essere assillante e che avrei dovuto vivere tutto con più leggerezza. Alla mia domanda se mi stavo aggrappando ad un’illusione rispondeva che non lo sapeva! Ovvio, avrei potuto girare i tacchi e andarmene. In quel periodo credevo di amarlo troppo ed ero convinta che riaverlo nella mia vita fosse una specie di regalo, o meglio, una cosa per la quale avrei dovuto sudare per meritarmela DOPO TUTTO QUELLO CHE IO GLI AVEVO FATTO! Pensate a quanto era riuscito a manipolarmi!

Il motivo della nostra rottura, secondo lui, erano i nostri continui litigi. In realtà avevo cominciato a non accettare più la separazione in casa con la sua ex e il fatto che avesse ancora troppa confidenza con lei (lui le diceva anche le nostre cose private!) ecc. Cose che per lui erano del tutto normali! Cercavo di fare l’impossibile per farlo stare bene e renderlo felice, sostenendo economicamente e oltre le mie possibilità sia lui che la bambina. Lui era senza lavoro fisso e indebitato a più non posso.

Esattamente in questa “seconda fase” è venuto fuori il vero lato del suo carattere: egoista, opportunista, cinico e insensibile. Di colpo i soldi non erano più un problema e mi ha detto di fare sempre metà per uno finché non si fosse sistemato (strano che quando avevo proposto io, durante la nostra storia, lui l’avesse presa malissimo!). Un giorno mi chiese altri soldi (oltre 1.000 Euro) per dei traffici che aveva in giro e quando mi sono rifiutata mi ha detto che non poteva contare su di me nonostante il nostro rapporto! Le chiamate e i messaggi, anche se giornalieri, erano quasi sempre per puro interesse personale o perché aveva bisogno di qualcosa, mai per sapere solo come stavo. Non si è mai interessato della mia vita.

Ad un certo punto della nostra storia non sapevo più distinguere il bene dal male, le cose giuste dalle sbagliate. Quando cercavo di farmi valere e dire la mia opinione su una cosa per me inconcepibile lui mi rispondeva che dovevo essere orgogliosa delle sue proposte (per esempio, quando mi ha chiesto dei soldi per investire in non so cosa, facendo passare il tutto per l’affare e il guadagno del secolo!!) e che stavo esagerando con tutti i miei dubbi e le mie domande. Riusciva a farmi dubitare di me stessa, a farmi sentire paranoica e malfidente! Per fortuna sono riuscita ad avere un briciolo di autocontrollo e se non ho ceduto alle sue richieste è stato grazie agli amici che mi hanno fatto aprire gli occhi.

Nonostante avessi SEMPRE avuto una strana sensazione e il mio istinto mi dicesse che non era l´uomo giusto, sono andata avanti a causa di questi pensieri:

“Insomma se sono sana di mente e una persona si comporta bene perché devo sospettare paranoicamente di lei?”

“E se mi innamoro di quella persona e incomincio a vederne i difetti perché non devo pensare che siano limiti superabili nel tempo?”

Ho voluto crederci fino in fondo perché lui è stato bravo a travestirsi da “medicina” e a farmi credere di amarmi alla follia. Invece IL SUO UNICO SCOPO ERA QUELLO DI SPILLARMI DEI SOLDI E SENTIRSI RINATO GRAZIE ALLE PRESTAZIONI SESSUALI.

Per farla breve: alla fine ho scoperto che si sentiva con “una sua amica” e che stava cercando di mettersi insieme a lei.

Non ha nemmeno avuto la decenza di dirmelo quando l’ha fatto.

Ha preferito sparire come se io non fossi mai esistita.

È così che funziona: per loro non siamo mai esistite se non per puro interesse personale. A loro non importa cambiare, perché ritengono di essere i migliori.

Invece sono solo dei falliti senza un briciolo di dignità e rispetto verso di sé o gli altri.

NON MERITANO NEMMENO DI AVERCI CONOSCIUTO.

Annunci

33 pensieri su “La testimonianza di Jasmine “Non sapevo più distinguere il bene dal male, talmente mi aveva manipolata”

  1. Cara Jasmine, rileggo nella tua storia molti aspetti che riguardano anche la mia, sin dalle prime righe.
    In primis la svalutazione sull’aspetto fisico, le altre avevano un fisico migliore del mio ma durante il love bombing mi diceva che ero bellissima e che non gli era mai capitato di avere un’attrazione forte con un altra donna come con me, io ero perfetta e non c’era niente che non andasse in me ma lui “poverino” aveva sofferto per la sua ex e aveva le sue “paure”.
    Ma già dall’inizio la cosa mi puzzava perché io non ho ceduto subito alle sue avances e mi diceva che io così facendo lo inibivo e lo frenavo (quindi lui doveva avere la mia comprensione perché aveva sofferto per la sua ex ed io che non volevo concedermi subito per paura di essere usata e poi buttata -cosa che poi è successa, il mio sesto senso non sbagliava- avevo la “colpa” di inibirlo).
    Oltretutto dentro di me sentivo che lui andasse con altre nonostante mi avesse detto (mentendo) che non aveva rapporti sessuali da un anno.
    In realtà dopo 5 mesi ho scoperto che era un turista sessuale e dopo ben un anno che fosse un predatore sui social.
    Il trattamento del silenzio lo usano per farti arrovellare il cervello e far sentire te in colpa di colpe inesistenti così devi essere TU a chiedere scusa per cose che non hai mai fatto, facendo notare il loro pessimo comportamento loro poverini si sentono in ansia perché non sanno mettersi in discussione e chiederti scusa e se lo fanno è solo perché vogliono riagganciarti ma dopo 5 minuti ti rifanno sempre le stesse cose.
    Per fortuna economicamente non mi ha spolpata, ho quasi sempre aggiunto soldi quando andavamo ai locali, però ha sfruttato le mie case di proprietà come fossero un albergo, con tutti i comfort, cena pagata da me sempre, mai che abbia contribuito.
    Ti chiamano con una faccia da cu** solo per sfruttarti, mai per affetto.
    Lui riteneva la tua vita noiosa perché invidiava la tua normalità, non essendo LUI capace di avere un lavoro regolare doveva buttare mer** su di te per sentirsi migliore.
    Hai fatto bene a mettere in chiaro che tu non volessi essere una trombamica, con queste persone bisogna mettere dei paletti, dei confini altrimenti non smettono di calpestarti fino a quando non riesci più ad alzarti.
    Le altre sono sempre presenti nella relazione con questi personaggi e più ti affanni per dimostrare loro quanto li ami e più ti ritrovi prosciugata di energie per poi renderti conto che dall’altra parte non ricevi assolutamente NULLA se non umiliazioni continue e tanta, tanta mancanza di rispetto con continui paragoni con queste “altre”.
    Il tuo np non ha avuto la decenza di dirti che stava sentendo un’altra perché loro la decenza non sanno neanche dove stia di casa, semplicemente noi siamo un paio di scarpe vecchie da buttare o da riprendere quando sono annoiati o quando le cose vanno male con le altre.
    L’importante è non consentire a queste persone di ripresentarsi nelle nostre vite, altrimenti l’abuso aumenta e ne usciamo davvero distrutte a tutti i livelli.

    Mi piace

  2. Ogni volta che leggo una testimonianza mi viene il mal di stomaco perchè mi sembra si stia parlando dell’uomo che mi ha portata fin qui.
    Sono arrivata fino alla fine con un tremendo senso di angoscia.
    Gli stessi comportamenti, le stesse svalutazioni, il parassitismo e lo sfruttamento economico.
    Cara Jasmine ti abbraccio virtualmente e mi addolora moltissimo leggere di ciò che ti ha fatto.
    La parte che più mi colpisce, perchè mi ha devastata più degli altri maltrattamenti, è il senso di colpa mostruoso che riescono ad instillarti per i LORO comportamenti.
    Io stessa mi ritrovavo a chiedere SCUSA dopo essere stata offesa e manipolata con frasi deliranti.
    Alla fine della discussione ero completamente disorientata, come se avessi preso una fortissima botta in testa, e non riuscivo a rimettere insieme le idee.
    Partivo discutendo di qualcosa di chiaro e definito e mi ritrovavo a dubitare delle mie stesse percezioni.
    Mi sentivo VERAMENTE incapace di intendere. Passavo i giorni seguenti in totale stato depressivo, in preda a sensi di colpa angoscianti solo per averlo turbato e fatto star male con il MIO comportamento.
    Speravo che gli passasse tutto in fretta, mi convincevo che quella sarebbe stata l’ultima litigata perchè, se io mi comportavo bene, tutto si sarebbe risolto e saremmo tornati quelli di prima.
    Ogni volta mi diceva: ” Vedi? Sei sempre tu che inizi. Io non litigo mai!”
    L’abbandono spietato è un altro classico. Tu stai li, completamente sfinita e dolorante a domandarti “come mai non si interessa di come sto?”
    Perchè non gliene frega niente. Sa benissimo che stai male. Ti ha ridotta lui così e non gli servi più in questo stato.
    Non ha risorse interne e non sarebbe in grado di darti alcun sollievo. Per farlo dovrebbe ammettere ciò che è. Non lo faranno mai, negheranno fino alla morte.
    Ha ragione Oliver. L’unica soluzione è non permettergli di rientrare nelle nostre vite!

    Piace a 1 persona

    1. Carissima Bea, a me diceva espressamente: “se ti comporti bene”.
      Sì, se mi fossi comportata bene ossia fossi stata muta, cieca e sorda, ad aspettare che mi gettasse qualche briciola sarei stata “premiata” con un’uscita.
      Manipolata al massimo, grandi sensi di colpa sulla sua “presunta” tachicardia.
      Che grande colpa è voler vedere la persona a cui tieni?
      Come si fa a vivere così, in attesa delle briciole?
      La cosa assurda è che loro vanno avanti con le loro vite, fanno i comodi loro mentre noi dobbiamo stare ad aspettarli immobili per poi essere scartate ancora ed ancora.
      Se chiudi la porta non concedi più l’abuso, non gli dai più la tua fiducia e lui si attacca al tram.

      Piace a 1 persona

      1. Mia Cara Oliver, cambiano le parole ma il senso è lo stesso. A me diceva e ancora dice “tu vuoi solo litigare!”
        Dici bene, non si può vivere in attesa delle briciole. Ed è per questo che dopo tutti questi anni di maltrattamenti sto reagendo così “bene” .. perchè non ne potevo più di subire.
        E’ inutile discutere con loro. Se anche riuscivo ad arrivare ad una qualunque conclusione, il giorno dopo sembrava resettare tutto. Sembrava avesse perso la memoria e ricominciava a comportarsi come prima.

        Mi piace

  3. La testimonianza di Jasmine è toccante per due motivi: per la giovane età e per l’innocenza che traspare dai suoi racconti.
    Fin dalle prime frasi, quando dice che il tizio era separato con una figlia ho intuito che non era cosi: sicuramente era sposato, e non separato in casa come voleva credere ed ha approfittato di una giovane ed ingenua donna piena di amore e di speranze per farsi i suoi cosiddetti “porci comodi”.
    Che oltre a querti abbia pure approfittato economicamente di lei è inqualificabile.
    Nessun uomo con un minimo di dignità chiederebbe mai anche un solo centesimo alla donna che dice di amare, anche a costo di mangiare pietre e lavorare venti ore al giorno per venti euro, invece questi “signori” si fanno ampiamente mantenere a spese altrui.
    Ora rifletto e penso che i mie due np mi abbiano sempre voluta come amante e mai come compagna perché io pur avendo la mia casa vivo con mio figlio, che ormai è quasi adulto e quindi viene visto da loro come “un altro uomo”.
    Entrambi invece hanno scelto compagne con casa propria ma senza figli…..ovviamente una situazione molto più vantaggiosa per loro visto che possono dominare la situazione indisturbati. A questo punto ringrazio di avere un figlio maschio accanti anche se so che molti di questi parassiti hanno rovinato le vite di donne con figli piazzandosi da loro…evidentemente non avevano l’alternativa “donna libera senza figli”.
    Credo che il mio primo np stia con la nuova donna solo per opportunismo, perché ha bisogno di far vedere al mondo che ha qualcuna ma non ha nessuna intenzione di fare le cose seriamente, infatti come ho già detto altre volte lui sul suo profilo Facebook ha lasciato sullo stato personale “single”, e di certo non é una svista.
    Il secondo np…è un insegnante precario e si è spesso lamentato con me per la mancanza di lavoro (nonostante sia un ingegnere con un curriculum iperqualificato) ….ma lo vedo sempre vestito molto bene, e ultimamente va in giro con un Suv nuovo di zecca. Non credo che un tipo con una tale situazione possa permettersi un macchinone del genere…
    Considerando il particolare colore della macchina credo che appartenga alla sua convivente, probabilmente benestante, ecco anche spiegato il motivo per cui non vuole mai farmici salire sopra, per non correre il rischio che un’impronta sul tappetino, un capello, una scia di profumo possa insospettirla….non sia mai che possa rischiare di perdere la gallina dalle uova d’oro. A 35 anni e senza lavoro sarebbe umiliante fare ritorno a casa di mamma e papà…..
    Altra cosa molto vera detta da Jasmine é che loro tornano sapendo che sei innamorata ma solo per avere quello che vogliono, sfruttano cioè il tuo sentimento a loro vantaggio.
    Quando tornano non é perché hanno ruflettutto e hanno capito di amare a loro volta, ma solo perché sanno di avere la strada spianata.
    Questo lo ha fatto con me più volte il primo np e anche quest é una delle cose che non perdono.
    Perché é vero che l’amore non si può imporre a nessuno e non basta amare per essere ricambiati , ma se io so che una persona é innamorata e io non lo sono, rispetto il suo sentimento e non vado a cercarla. Loro non hanno alcun rispetto dei sentimenti perché non sono in grado di amare nessuno.
    Tutte queste storie confermano che queste persone quando decidono di mettersi in coppia stabile lo fanno solo ed esclusivamente per tornaconto personale, finanche sposarsi e fare figli.
    Ne è conferma anche il che inevitabilmente ad un certo iubte in tutte queste testimonianza viene fuori che il narcisita intrattiene relazioni varie al di fuori del rapporto principale, é questa é una costante per tutti.
    Insomma….il solito triste copione ben noto ormai.
    Abbracci a tutti 🌸

    Mi piace

    1. Cara Spirito,
      quando ho chiesto al mio per quale motivo non si fosse trasferito a casa di lei mi rispose testualmente: “Perchè lei ha una bambina. E poi non è
      abituata a stare in coppia. In tutti i suoi anni di convivenza con il compagno non hanno mai avuto il conto in comune.”
      Più chiaro di così…
      Riporto ciò solo come testimonianza perchè come attendibilità siamo pari a zero.

      Mi piace

      1. Cara Bea: a) non si mettono insieme a persone simili a loro, oppure che ritengano una specie di alter Ego: sarebbe troppo faticoso gestire una persona simile a loro e l’ultima cosa che vogliono è dover cedere un minimo di potere. Il potere è la prima cosa che una persona comune mette da parte in un rapporto affettivo, perché la sua ottica è quella della condivisione e della crescita mutua; b) i bambini sono visti sempre come un problema, un ostacolo, un impedimento, un blocco nella loro vita – anche se i perversi possono ampiamente sfruttare gli innocenti per avvicinarsi alle loro prede, ad esempio sfoggiando i propri figli, chiedendone uno con tanto di lacrime e rapporti passionali oppure avvicinandosi prima dei bambini dell’altro per vincere la sua iniziale diffidenza; c) non scelgono mai di sposare persone che non possono sfruttare economicamente o quantomeno sfruttare l’immagine di persone pulite che hanno. Il partner prescelto deve credere CIECAMENTE in tutto ciò che dicono, tollerare l’intollerabile e “vincere” tutte le prove umilianti e svalutanti messe in atto da loro per essere degno della LORO FIDUCIA. Dietro ad ogni matrimonio con un narcisista patologico o psicopatico c’è sempre un suo tornaconto personale, certe volte non immediato ad occhio nudo. Ci sono prede che appartengono a un nucleo familiare solido, elemento che basta e avanza per rendersi appetibili ad un n.p. che, grazie all’invidia patologica verso tutto ciò che non ha la capacità di avere o di costruire da sé, seduce PRIMA i membri che contano della famiglia, ancor PRIMA DI DEDICARSI ALLA PREDA. So che è orribile rendersi conto di tutto questo, ma dobbiamo guardare in faccia la realtà. Quando pressati su questo argomento, la loro risposta è: “Ti amavo, ma poi TU sei cambiata, sei diventata un’altra, non ti riconosco più… eri dolce, eri tenera, non perdevi mai la calma… Ma cosa è successo? Forse non mi hai mai amato.” Rendersi perfettamente conto del livello di sfruttamento emotivo ed economico insito nel proprio matrimonio sin dall’inizio rende la donna insensibile a molte delle manipolazioni di un narcisista patologico navigato. A quel punto lui si sente “costretto” ad andare a pescare oltre il fiumiciattolo del suo matrimonio perché “ha bisogno di tenerezza, di dolcezza, di seduzione, di passione, ecc.” CHE PROVENGANO DA PERSONE CHE CREDANO CIECAMENTE IN LUI. E quando scrivo CIECAMENTE voglio dire proprio questo: non puoi dubitare della loro parola nemmeno per un secondo, altrimenti sei indegna del loro ‘amore’. Ecco perché difficilmente un n.p., quando scaricato dalla moglie e oramai inquadrato dall’amante storica TROVA UN’ALTRA VITTIMA da parassitare, qualcuno che non sappia assolutamente niente della sua vita e che abbia preferibilmente seppellito ogni intuizione. Abbracci a te e alla piccola. Siete meravigliose.

        Mi piace

  4. Cara Bea, grazie, pian piano tutto di loro mi si chiarisce e grazie mille a Claudileia per pubblicare queste testimonianze. Ora sono sicura al 100% che le loro scelte di coppia sono solo degli affari. A lungo mi sono tormentata per non essere considerata quella con cui fidanzarsi, pensavo di valere meno delle altre e invece é solo perché per loro era meno conveniente rispetto ad altre situazioni. Tutto qua.
    Ora credo che anche le famose vacanze che entrambi gli np fanno siano finanziate dalle loro compagne. E io che soffrivo pensando che fossero loro a regalarle mentre a me a malapena hanno offerto un caffè…che stupida, sono stata così male per nulla.
    Un abbraccio

    Mi piace

    1. Cara Spirito Libero, quanto cosa mantenere un harem? L’albergo con una, la cena con l’altra, il caffettino con non so quante colleghe e colleghi (perché devono dimostrare il loro potere di acquisto per essere rispettati, no?). Se hanno poi dei vizi extra, come fare sesso a pagamento o fare dei regali a destra e a manca, il quadro diventa ancora più economicamente deprecabile per un partner ufficiale. Anzi, azzardo dire che spesso risparmiano con famiglia e amante storica per investire in nuove prede e/o prestazioni sessuali a pagamento. Più squallore di così.

      Piace a 1 persona

      1. Il soddisfacimento dei loro ‘personali bisogni’ è al primo posto della loro lista SEMPRE. Possono tagliare le spese anche sull’istruzione dei figli o smettere di pagare un mutuo pur di “investire” nelle loro necessità speciali. Questo perché NELLA LORO TESTA hanno dei MERITI che giustificano il soddisfacimento di questi bisogni irrefrenabili e impellenti. Bisogni che non possono essere rimandati in nessun caso e che devono essere soddisfatti nel modo e con chi vogliono. Le conseguenze di questo agire? Il dissesto economico conclamato con il partner che fa da cuscinetto finché può, a volte anche umiliandosi e raccontando bugie ai parenti pur di salvaguardare il patrimonio familiare.

        Mi piace

      2. Ne sono pienamente convinta….chi è davvero in difficoltà economiche non sfoggia un buon abbigliamento e non può nemmeno permettersi la benzina per andare in giro, figuriamoci un suv di lusso. Che vite di merda…nella più piena falsità. Vorrei che questo mi bastasse a prendere le distanze da np. Sono arrabbiata con me stessa per esserne ancora affascinata mentalmente. Eppure non lo stimo affatto, e questa contraddizione mi dilania quando esco dall’ipnotismo e attivo la mia parte razionale.
        Tuttavia, rispetto alla precedente esperienza, ho capito che quando ne sono lontana, quando non lo cerco e non lo senti non soffro come con il precedente) di cui eri innamorata) sono serena e non mi manca. Questo mi dà la forza di andare avanti su questa strada.
        Probabilmente ci saranno altri scivoloni ma voglio ricordarmi sempre la direzione da seguire, e questo blog e tutte le testimonianze mi aiutano tanto.
        Un abbraccio grande

        Mi piace

      3. Grazie, caro Spirito Libero. Credo che l’immagine iniziale è dura a morire perché contemporaneamente vendono una serie di non-valori come valori assoluti. Uno di questi non valori è la FURBIZIA. Molti uomini e donne raccontano di sentirsi come degli apprendisti ai primi tempi, come se dovessero essere “iniziati” per certe cose nella vita, una delle quali la furbizia. Parliamo di persone oneste che quando si sono trovati di fronte a racconti che avevano a che fare con fatture false, evasione fiscale, disonestà commesse nei confronti degli amici, clienti, dipendenti, ecc. si sono scoperti come AFFASCINATE. Solo dopo, quando l’incantesimo è finito è che si sono resi conto di essere stati accondiscendenti con lo sfruttamento e la disonestà altrui. Penso che tutti noi che siamo qui ci siamo visti in questa situazione. E’ come se ci dicessimo: “Che furbo, ma guarda cosa ha fatto! Possibile che gli vada sempre bene, mentre io sto qui a lavorare e a pagare le tasse… Lui si può permettere tante cose, mentre io PER ESSERE ONESTO/ONESTA, devo sudare il doppio.” Il fascino del male è insito nell’anima umana. Siamo curiosi di sapere come sia possibile tutta questa ‘furbizia’. Non colleghiamo la cosa come l’assenza totale di una coscienza. L’agire del “furbo” ci sembra più che altro un elemento trascurabile, quasi sinonimo di intelligenza, qualcosa da riderci su. Da furbo a “maestro di vita” è un passo.

        Piace a 1 persona

  5. Infatti Jasmine sono parassiti.Quello che conoscevo io aveva come prassi;aveva un harem e chiedeva a tutte,chi la cena,chi il carburante,chi il viaggio,chi le grane con varie cartelle esattoriali da saldare,chi il telefono ecc,ecc.Il fatto che avevo capito subito con chi avevo a che fare senza conoscere il disturbo np,però non riuscivo ha staccarmi ero ipnotizata da un coglione.Fortuna ho chiuso tutti i canali da anni.Si credo che non sappia più chi sono per mia fortuna.Ha avuto un infante dalla moglie e penso che continuera’la sua farsa lo stesso tanto fanno ciò che gli pare con tutto è tutti sempre.’l’Oceano è grande e i pesci sono tanti,troppi. C’è sempre chi ha bisogno di attenzioni.Un Saluto Claudileia.

    Mi piace

  6. Sicuramente sono dei bravi venditori di sé stessi Claudileia….potrebbero vendere un pezzo di vetro ad un esperto facendogli credere che si tratti di un diamante raro….
    Nella sua testimonanza Jasmine parla anche dell’inefficienza sessuale del narcisista da lui abilmente “rigirata” raccontando la balla delle ex che erano modelle per farla sentire responsabile della sua impotenza.
    Per fortuna nonostante la dipendenza riesco ancora a capire le balle….devo dire che é stato provvidenziale l’ultimo incontro in cui “finalmente” sono riuscita ad ottenere un rapporto completo da np2. In otto mesi ciò non era mai avvenuto e davo la colpa alla scomodità del vedersi in macchina e in luoghi poco sicuri ecc. ecc.
    A parte che se uno vuole paga una stanza di albergo, ma figuriamoci.
    Lui vantava “performance” con la convivente. A me ha sempre scritto delle cose pazzesche sui messaggi, nemmeno fosse Rocco Siffredi…..
    Ebbene, stavolta non ho voluto farmi prendere per i fondelli e dargli il solito contentino, ho proprio chiesto il rapporto completo e siccome era da un pó che non ci vedevamo ha acconsentito.
    Inutile dire che non é stato niente di fantasmagorico come lui ha sempre detto, anzi, era un po’ impacciato, imbranato e pure un pochino ridicolo, e come ciliegina sulla torta, pure veloce.
    Quello che a me è piaciuto era più che altro la situazione inconsueta in cui eravamo, ma di certo lui non era all’altezza.
    Questa dovrebbe essere una delusione nella normalità invece per me é stato un sollievo!
    Ho capito che per fortuna non sarò mai fisicamente dipendente da lui, ho auto amanti mille volte migliori.
    Insomma, sono delle finzioni in tutto.
    Lui ha capito di non essere stato un granché e ha subito cercato di gratifcarmi dicendo che di me si fida e altre cavolate…ma il corpo non mente.
    Piano piano si smascherano da soli, é matematico….mai credere a quello che dicono.
    Scusate se ho parlato di una cosa intima, ma solo per spiegare il concetto della loro finta identità, anche sessuale.
    Grazie ancora a tutti…abbracci e buona giornata! 🌼

    Piace a 1 persona

  7. Sapete io più di una volta mi sono arrovellata il cervello con questa domanda: ma perchè non ha finto meglio?!?
    Va bene, ero nella fase di scarto ma gli servivo come base sicura.
    Ormai raccattavo solo briciole gli sarebbe bastata la sterile chiamata di mezzogiorno per farmi contenta.
    Evidentemente il suo odio per me era diventato talmente incontenibile che preferiva finire per strada anzichè accontentarmi.

    Cara Spirito Libero, che delusione questo rapporto. Ma meglio per te davvero. Almeno ora sai!
    Per quanto riguarda le vacanze ti dico che è proprio così, le ultime due le ha pagate la scema sottoscritta. Tanto eravamo una famiglia.
    Incontentabile anche la, forse peggio che a casa. Per la settimana bianca sua altezza voleva andare al caldo e abbiamo speso un patrimonio (questa però pagata con il conto in comune).
    Chiaramente anche li il mare e le cibarie non erano di suo gusto ma soprattutto non c’era nessuno! Ecco lui ha sempre avuto la fissa che voleva fosse pieno di gente. Poi stava incollato a me tipo medusa ma voleva vedere gente.
    Anche in questo caso ho avuto conferma dall’amante che si è sentita in diritto di farmi sapere che lui non voleva assolutamente partire. Si lamentava continuamente di non aver voglia di andare al mare e che tutto era partito da me.
    Ma si può vivere in questa maniera qua?
    Ma chi schifo di vita è?
    Mentire anche sulle ferie..che roba squallida.

    Mi piace

    1. Veramente Bea, loro mentono in primo luogo a sé stessi e poi a tutto il mondo.
      È si….è stata una delusione….se lo avessimo stato prima forse ora non starei qui a parlare….me l’ha tirata così lunga perché da bene di non essere un granché da quel punto di vista, e intanto ha consolidato la dioendenza mentale con i vari giochini dell’apparire e scomparire.
      In vacanza con te lui non voleva vedere tanta gente ma “essere visto” da tanta gente….che lo invidiassero di essere in un bel posto, felice e contento. Cioè, pure in vacanza non riescono proprio a staccare la spina e devono sentirsi ammirati da tutto il pianeta.
      Guarda, anche a me ha sempre sminuito lo stare con la compagna, definendola una che lo controlla a vista e che non gli dà respiro…poi però fanno i viaggi insieme….sicuramente pagati da lei. Ogni volta che é stato via in questi mesi silenzio tombale e poi subito messaggi arrapati non appena rientrava. A volte non sapevo nemmeno fosse in vacanza.. me lo diceva dopo esserci stato…
      Scusa se chiedo….ma com’è che sei entrata in contatto con l’altra donna? Ti ha cercata lei o l’hai cercata tu?
      Io sinceramente non cercherei mai la compagna di np. Mi sembra già tutto così penoso.
      Ti consiglio di non cercare alleanze….non serve a nulla. Spesso le altre donne fingono solidarietà (come nel caso dell’amica di Blume, ex dello stesso np) ma solo per controllare meglio la situazione.
      Un abbraccio

      Mi piace

    2. Caspita ragazze,quando leggo certo cose mi viene quasi il dubbio che si stia parlando tutte della stessa persona.
      Lo sfuttamento economico è quello che piu’ di tutto mi ha destabilizzato e ferita.Lui aveva ampiamente compreso che io avevo delle possibilita’ e si è approfittato di me dall’ inizio alla fine.Io che mi consideravo anche mediamente intelligente, mi sono dovuta ricredere quando ho capito la situazione.
      E’ stato abilissimo perché non mi ha mai chiesto nulla direttamente,se non in una occasione e proprio per questo io ho continuato a dare e dare.
      Faceva la vittima,mi raccontava di quanto fosse giu’,oppure mi diceva che non poteva vedermi o rispondermi,perche’ preso a risolvere i suoi mille problemi.
      Io stupida e intenerita allora,mi offrivo di risolvere tutto nutrendo la speranza ,che risolti i suoi problem,i avrebbe potuto darmi quell’amore che tanto ambivo.
      Invece no,rimaneva tranquillo e sorridente per un’ora e poi di nuovo tornava l’insoddisfatto di sempre.
      Quell’insoddisfazione che leggevo nei suoi occhi quando era con me,mi rendeva ancora piu’ insicura ed ecco ,allora, che mi rimbalzava in testa la stessa domanda:Cosa posso fare per vederlo felice,COSA POSSO DARGLI??
      Sentivo che mi nascondeva di tutto e quando si faceva sentire e mi raccontava di dove stava andando a bere io mi sentivo sempre piu’ stupida :i soldi per bere si,i soldi per offrirmi una cena o un drink no.
      L’ho sovvenzionato in tutto,viaggi compresi.
      Lui prendeva tutto senza mai dire grazie,come se gli fosse dovuto.
      Anche a me diceva che era una persona che non litigava mai,che voleva tranquillita’ e che la colpa era mia se non stavamo bene.
      Anche me diceva che gli mancava la me dolce e accomodante e aggiungeva, che se un giorno fossi stata brava ,avrebbe potuto darmi quello che volevo.
      Cosa potevo fare di piu’???
      Ho raggiunto la disperazione piu’ totale e un giorno in un attimo di lucidita’l’ho messo alla prova.
      Gli ho detto mentendo,che avevo problemi economici e che non sarei stata piu’ disposta a tollerare certi suoi comportamenti con il genere femminile.
      Due settimane dopo mi ha lasciata.
      Un caso?? credo di no.
      Sono semplicemente parassiti,ma vi garantisco che a distanza di un anno io l’ho dimenticato e sono nuovamente pronta ad amare,se qualcuno mi meritera’.
      Vi abbraccio forte.

      Mi piace

      1. Cara Michelle che dirti…idem in tutto
        E appena ha visto che erano finiti e toccava a lui aiutare me…beh manco a dirlo
        Sono rimasta pure senza lavoro ovviamente si è defilato appena ho attuato il No Contact
        Poi è tornato dicendomi che mi aveva tenuto da parte dei soldi ma ovviamente era una palla per riagganciare
        Amen è andata così
        Ora ci si riprende
        È un peso grosso da portare anche quello economico perché senza soldi e senza lavoro ci si sente ancora più stupide (parlo di me ovviamente)
        Un abbraccio e grazie per la tua testimonianza non mi sento così sola perché vedo che le dinamiche interne sono identiche a qlle che provavo io
        Almeno adesso riesco a non spendere !!!

        Piace a 1 persona

      2. Eris,le loro scuse per riagganciarti sono veramente patetiche!
        Ricordo che lui diceva che non era importante andare nei posti belli a cena,che si sarebbe accontentato anche di mangiare a casa e poi piantava musi infiniti se non lo portavo nei posti “in” della zona.Veramente un pezzente.
        Oggi che sono lucida,potrei raccontare tantissimi annedoti….Festeggiamo per essercene liberate e proviamo pena per le “nuove” arrivate.
        Ti abbraccio

        Mi piace

      3. Cara Michelle, credo che tutti questi soggetti abbiano sviluppato un’abilità pazzesca nel riuscire a farsi dare quello che vogliono facendoti credete che sei tu a volerlo fare…più manipolazione di così non so cos’altro ci sia…
        Hai fatto bene a metterlo alla prova…loro contano molto sul buon cuore delle persone e sugli impegni che queste ultime si prendono con loro (mentre loro di impegni veri non ne prendono mai) ma messi di fronte a richieste ben precise , guarda caso, o si vittimizzano o spariscono nel nulla.
        Vorrei aggiornare tutti sulle ultime.
        Ho avuto negli ultimi due giorni degli scambi di messaggi con il secondo np.
        E’ stato altamente contraddittorio…a momenti mi è sembrato volesse prendere le distanze per imprecisati suoi problemi che lo agitano, in altri dice che c’e’ per me, in altri ha scritto che mi considera “una delle donne più intelligenti che abbia mai conosciuto” che sono il “top” (di che non si sa) e il mattino dopo parla della nostra relazione al passato augurandomi pure buone cose per tutto.
        Ora, io credo abbia capito che non è in grado di gestire la relazione parallela (da lui voluta con certe modalità), ha visto che i suoi tentativi di manipolazione sono caduti nel vuoto in quanto non mi sono mai mostrata eccessivamente bisognosa o attaccata, ultimamente è stato lui a chiedermi di vederci più spesso…ma evidentemente non l’ho nutrito come voleva e quindi adesso prende le distanze per rifornirsi altrove , ma ovviamente da buon narcisista cerca di tenermi buona con i complimenti e le frasi ad effetto. Insomma, copioni credo già noti a molte…
        La sua strana “gentilezza”e dolcezza in questo frangente mi lascia perplessa, intuisco che sta facendo il doppio gioco.
        Ho deciso di non mostrarmi dispiaciuta, anzi sono stata molto posata e ho condiviso il fatto che vedersi a rischio e in modo precario non giova alla serenità di nessuno di due e quindi si prenda pure tutto il tempo che vuole 8anche l’eternità), probabilmente ha provato a vedere come reagivo e visto che non ha ottenuto il mio pregarlo in ginocchio ha deciso di inventarsi questa sua necessità di ritrovare un equilibrio e di sospendere i nostri incontri. Però “se mai avessi bisogno in caso di emergenza” lui c’e’. Ma che vuol dire? Che se mi schianto contro un camion lui viene a soccorrermi?
        Ricordo ancora quando l’anno scorso gli confidai miei problemi di salute e lui fu molto freddo in proposito….mentre ora è disposto a correre in mio aiuto in caso di bisogno? Ma va là.
        Non lo so…ma dire chiaro che la cosa è finita e tante grazie non era più semplice?
        Ovviamente no,perchè loro non chiudono mai del tutto, restano sempre nell’ambiguo perchè tu te ne stia buona buona sullo scaffale delle “ripescabili”.
        A questo punto, per togliergli la terra sotto i piedi, gli ho detto chiaro che è stato bello e inetsno vedersi in questi mesi ma se mai dovesse farsi risentire in futuro di lasciar pure stare i messaggi erotici e tutte le sue fantasie trasgressive. Mi ha detto va bene stai tranquilla, cancelliamo pure le chat (ovvio, devono sparire tutte le prove), non avere timore (di che? non sono io la fidanzata, ma lui)….insomma, un gran miscuglio di cose senza senso logico.
        Ecco, stamattina a causa di tutte queste cavolate avevo un mal di testa assurdo, poi per fortuna mi sono ripresa, fatto una bella doccia e ho fatto le mie cose in tranquillità e senza pensare a lui.
        Ora non mi chiedo affatto se tornerà e quando, penso solo che questa è una grande opportunità per riprendere in mano miei spazi, rinforzarmi e stare fuori dai giochi.
        Certo sapere che ora starà già impalmando la nuova non è piacevole ma va bene così.
        Un abbraccio a tutte!

        Piace a 1 persona

  8. Mi ha cercata lei, per dirmi che non lo voleva, era lui che la perseguitava. In realtà lui diceva le stesse cose.
    Ma sai io la “ringrazio” per averlo fatto. Perchè nella sua cattiveria e stupidità mi sono vista attraverso gli occhi di lui.
    Sicuramente lei avrà calcato la mano ma le cose che diceva, di base, erano vere.
    Mi ha raccontato degli episodi realmente accaduti (storpiati e ingigantiti) ma che di fatto c’erano stati.
    Poi solite balle: vivevamo in casa come separati, lui dormiva sul divano, non avevamo rapporti …
    Devo dirti cara che lei è davvero di un’ignoranza bestiale! Mi sanguinava l’orecchio a sentirla parlare ed anche il mio ex marito mi disse, più e più volte, che era caduto con lei SOLO perchè io non gli davo più le stesse attenzioni di prima. Lei era li e se l’è fatta andar bene.
    Non ha risparmiato offese nemmeno per lei, anzi…
    Perchè lei mi abbia realmente contattata non lo so.. Io a quel punto ero già riuscita a parlare con il suo ex compagno che è stato ben felice di spiattellarmi tutto.
    Ecco, l’unica persona pulita in tutta questa storia è stato lui.
    L’unico che abbia avuto la premura di dirmi tutto. Altrimenti io non avrei mai scoperto la verità fino in fondo.
    Vedendolo e parlandoci ho capito che anche la mia antagonista aveva tutto. Non gli mancava niente! Eppure ha sfasciato la sua famiglia per andare con il mio e molti altri uomini.

    Mi piace

  9. Cara Bea, ci sono due persone pulite in questa brutta storia….tu e il compagno di lei. Non cadere nelle stupide accuse che non eri più amorevole come prima ecc ecc.
    Tutte scuse per giustificare il tradimento.
    Tutte le coppie hanno problemi, alti e bassi…non si può essere sempre al top. Le persone normali ne parlano, non vanno in giro a cercare altro.
    Mi rendo sempre più conto di quanto siano brutti questi individui. Parlano male delle mogli alle amanti e delle amanti alle mogli, sono senza palle, senza dignità, raccontano di volta in volta storie per ingraziarsi l’una o l’altra.
    Sono malati sicuramente, ma anche consapevoli del male che fanno. Godono nel vedere la sofferenza negli occhi di chi li ama.
    Il mio primo np godeva quando in modo “del tutto casuale” tirava fuori il telefonino e apparivano tutte le chat delle sue amichette…faceva in modo che io vedessi che scriveva ad altre, mi guardava sottecchi per verificare che io vedessi, con quel sorrisetto da coglione, mentre io mi sentivo umiliata e non avevo nemmeno il coraggio di dire nulla perché di fatto non stavamo insieme.
    Sono felice di essermi liberata di quella merda, spero di riuscire a liberarmi anche dell’altro…che tanto immagino di non essere l’unica che vede di nascosto, dice sempre di avere poco tempo….ovviamente dovrà distribuirlo in giro.
    Sospetto che abbia tresche anche con allieve minorenni. Che schifo insomma.
    Un abbraccio enorme

    Mi piace

    1. Cara Spirito,
      Ti rispondo qui perché sotto al messaggio che mi hai mandato non mi fa inviare la risposta.
      Ti prego di non cadere nella sua trappola.
      Sai benissimo che l’ambiguita’ e la contraddizione sono le principali caratteristiche che contraddistinguono questi personaggi.
      Cerca di essere forte e spostare la tua attenzione su altro.
      Le domande(lecite) che ti fai,sai che non possono ricevere risposte sensate,perche’ con loro di sensato non c’e’ mai nulla.
      Tu meriti di essere l’unica e insostituibile donna nella vita di un uomo.
      Non devi essere seconda a nessuna,perche’ in queste ambigue situazioni sei solo tu a perderci.
      La tua autostima deve aumentare e non diminuire.
      I suoi modi teneri sai che fanno parte della recita.
      Mi raccomando tieni duro e tienici aggiornate.
      Un abbraccio

      Mi piace

      1. Grazie cara Michelle….condivido appieno tutto quello che hai scritto.. Fortunatamente questa persona non é mai davvero riuscita a piegarmi del tutto, grazie al cielo conoscevo il suo problema psicologico per esserci già passata e in qualche modo ho limitato i danni, ma resta sempre il fatto che queste persone di danni ne fanno comunque…grandi i piccoli non importa…per non parlare del tempo che rubano impedendo con la loro presenza, anche solo a livello di pensiero, di vivere appieno la tua vita.
        Per questo vanno tenuti a debita distanza.
        Un abbraccio

        Piace a 1 persona

  10. Ti ringrazio di cuore.
    Non credo affatto alle sue parole infatti. Non ha importanza perché l’ha fatto. La cosa peggiore non era che mi tradiva, ma il male che mi faceva per tenermelo nascosto!
    Vorrei che qualcuno mi avesse avvertita. Anche con un bigliettino anonimo, ma che l’avesse fatto. Lei stessa magari.
    L’avrei buttato fuori subito.
    So che è assurdo, perché lui mi trattava malissimo, e io ho dovuto scoprire di essere cornuta per mandarlo via.. Ma quello era il mio limite. Lui lo sapeva bene. Il tradimento non l’avrei mai perdonato.
    Ti auguro davvero di trovare presto il tuo e levarti di dosso anche questo secondo np.
    Io pensavo di morire senza..E invece finalmente respiro!
    La scusa del tempo è patetica.. Chissà perché ne hanno sempre così poco per gli altri e fin troppo per loro!
    Grazie per lo scambio di opinioni di oggi. Ogni giorno imparo sempre qualcosa in più che contribuisce a ricostruire me stessa attraverso la mia storia.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie a te cara Bea. Siamo tutte persone ferite, chi in un modo e chi in un altro.
      Grazie a queste esperienze ho imparato a corazzarmi ma resto sempre addolorata quando leggo le storie altrui, specie quando questi individui approfittano della buona fede, dei sentimenti, della bontà d’animo.
      Qui troverai sempre qualcuno che ti ascolta e ti sostiene, é stato così anche per me e non smetterò mai di ringraziare chi mi ha aperto gli occhi.
      Non so ad oggi se voglio un altro uomo nella mia vita, sono troppo delusa da tutto ma la speranza è sempre l’ultima a morire….
      Volevo scusarmi pubblicamente se non sempre sono riuscita a capire il dolore di chi vive accanto ad un narcisista….purtroppo io ho visto solo una parte del loro modo di essere, ma di certo é molto più dura la consapevolezza per chi ha donato in buona fede la propria vita a chi invece la fa a pezzi senza ritegno. La mia massima comprensione e affetto.
      Hai fatto benissimo ad allontanarlo.
      Un grosso abbraccio e buona serata 🌸

      Mi piace

      1. Cara non ti devi scusare di niente, siamo tutte qui per aiutarci e superare il dolore dei maltrattamenti.
        Io stessa sai, quando sapevo di situazioni in cui il marito cornificava palesemente la moglie, ritenevo che la stessa fosse una specie di fessa oppure una con le fette di salame sugli occhi.
        E pensa un po’, io ero come loro e neanche lo ritenevo possibile.
        Ricordo ancora la prima risposta via mail di Claudileia in cui mi diceva “Bea lui sta vivendo una vita parallela” ed io “ma noooo te lo assicuro è IMPOSSIBILE, lo conosco come le mie tasche!”
        Certo, come no!
        Le mie amiche stesse, i miei familiari, lo titenevano come me un santo. Non le guardava neanche le altre donne, sembrava addirittura timido.
        Io stessa pensavo “ma dove vuoi che vada, è talmente dipendente da me”
        Per lui ero moglie,madre, sorella,amica…
        Non è mai uscito di sera, mai una cena con amici, solo lavoro.
        Mai è tornato a casa sporco di rossetto o con una scia di profumo.
        Sono sicura che al di fuori, al di la delle menzogne che metteva in giro lui sul mio conto, le persone pensassero sul serio che io fossi una tontolona.
        Ma lui non usciva di casa senza la mia completa approvazione, persino sui calzini. Ordinava il mio stesso gusto di pizza per essere sempre allineato con me. Credevo sul serio che avesse avuto una sorta di crisi interiore! Un periodo di fortissimo stress dovuto al troppo lavoro.
        Alla faccia del troppo lavoro!!
        Piacerebbe anche a me trovare un compagno in futuro, ma dopo questa esperienza non so se sarà possibile.
        Non so neanche più come si dovrebbe comportare un uomo per essere definito “normale” …

        Piace a 1 persona

      2. Cara Bea, ecco…queste sono le cose che trovo molto spaventose nell’avere a che fare con narcisisti di qualunque ordine e grado, in particolare quando si tratta di soggetti “covert”.
        La sensazione iniziale è che siano persone molto più sensibili della media, in tanti casi (sempre per la facciata) praticano volontariato e vanno pure in Chiesa, poi alle spalle hanno un mondo segreto fatto di perversioni, doppie vite e dipendenze di ogni genere. Riescono a nasconderlo benissimo, anche al punto di negarlo a sè stessi nel senso che possono decidere di chiudere tutto da un giorno all’altro e dimenticarsene come se non fosse mai accaduto. Ti cancellano proprio dal sistema, come un file dal computer.
        Il tuo ex sembrava addirittura “dipendente” in tutto e per tutto da te e questo rende il tutto ancora più assurdo. Avrai pensato di avere avuto a che fare con due persone diverse…
        Il mio primo np nel primo periodo sembrava il ragazzo più dolce del mondo, a me faceva quasi pena …ma lui voleva proprio apparire così, per indurmi ad abbassare tutte le difese per poi attaccare meglio. Ecco perchè quando la verità su quello che sono e quello che fanno viene fuori si resta completamente disarmate, perchè mai e poi ti aspetteresti certe cose da chi ti era apparso come una persona buona e amabile.
        Poi ci sono anche i narcisisti manifesti, che rivelano abbastanza presto il loro modo di essere ma lo stesso riescono in qualche modo a condizionarti perchè sanno su quali aspetti della tua personalità andare a parare..sono molto bravi ad agganciarsi ai lati più vulnerabili, e ognuno di noi ne ha uno. Non è necessario avere avuto infanzie infelici e complesse per cadere nella loro rete…in quanto loro riescono ad ingannare anche gli esperti che li hanno in cura.
        Un abbraccio

        Piace a 1 persona

  11. Cara Jasmine
    Non so cosa dirti stesso trattamento durato più di 5 anni di finto amore
    La cogliona sono stata io perché a differenza tua, i paletti non li ho mai messi per il terrore di deluderlo o subire tradimenti o scarti. Avevo paura di tutto
    Ne sei uscita da molto? Come stai ora?
    Ritrovarsi a terra economicamente è una sensazione che purtroppo vivo da troppo tempo incluso il fatto che se tutto va bene ora che non c’è più, tra 15 giorni inizio finalmente a lavorare e magari mi risollevo economicamente col tempo
    Ora sono talmente giù di morale che ogni cosa che concretizzo realmente mi riporta all’auto inganno alla dissonanza e alle false illusioni pur di non sentire tutta la realtà dentro. Ma sono lucida la conosco bene e ciò che scrivi corrisponde al mio vissuto e non posso negarmelo.
    Un abbraccio cara No dispiace davvero avessi parole di conforto te le direi ma vedendo il mio attuale stato non ne ho
    Posso solo sperare che almeno tu stia meglio

    Mi piace

  12. a proposito di manipolazione e del dramma che conosciamo bene. Tanto per capire, detto da un Tudor qualsiasi, purtroppo mio marito per una vita. “Io, per farmi una cliente cercavo di sedurla. Quando poi mi guardava con uno sguardo diverso (ammirato, innamorato?) finivo per provare anch’io qualcosa per lei”. L’amore secondo Narciso o giù di lì. Una descrizione eccellente di chi sono, che spiega i cadaveri lasciati su quel percorso. Siamo lo stagno, siamo lo specchio. Quando inevitabilmente ci prosciughiamo o ci frantumiamo ci odieranno. Esistono grazie a noi. Oggi è la Festa della Mamma. Vogliamo essere genitrici di esseri così, di qualcosa che non ci assomiglia? Il cuore di una donna è madre anche quando non ci sono figli. Contiene sempre qualcuno. Chiedo scusa agli uomini che vengono qui, non voglio sminuirli. L la nostra Claudileia è madre , non solo delle sue figlie, quando ci racconta di sé, ci mette dentro, ci accoglie. Buona giornata.

    Piace a 1 persona

    1. Mi hai commosso, cara Daniela. Mi sento molto protettiva nei confronti delle persone che hanno a che fare oppure hanno avuto a che fare con questi manipolatori della peggiore specie. Giocare con i sentimenti altrui è molto pericoloso, ma è l’unico modo che soggetti n.p. e psicopatici conoscono di stare al mondo. Interagire con loro significa accettare il rischio di essere manipolati TUTTO IL TEMPO. Per loro è come respirare. Ogni sguardo di donna, anche quando solo simpatizza con loro, è un’occasione per farli pensare: “Ma questa qua, cosa può darmi? Cosa posso estrarre da lei? Come sarà fatta?”. E’ qualcosa di automatico per loro… e di altamente disfunzionale. Alla lunga può soltanto danneggiare nel profondo il loro partner. Quale donna non si sentirebbe costantemente sminuita quando sa che il proprio marito fantastica ad occhi aperti e davanti a lei su tutte le donne che incontra? E’ qualcosa di molto doloroso e che costituisce il pane quotidiano di chi sposa un narciso. Ti abbraccio fortemente, mia cara. GRAZIE DAVVERO.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...