I meccanismi psichici che ci portano al superamento del lutto post abuso narcisistico: sublimazione e resilienza

Tratto da: Los perversos narcisistas, di Jean-Charles Bouchoux, psicoanalista, psicoterapeuta, scrittore e formatore specializzato nel ricupero delle vittime di narcisismo perverso in famiglia e nella coppia. 
Trad. C. Lemes Dias

________________________

IL LUTTO IMPOSSIBILE

La maggior parte di noi ha difficoltà ad accettare tanto le perdite quanto il periodo necessario di trasformazione che implica la rinuncia. Questa difficoltà è tipica della nostra evoluzione e degli abbandoni che abbiamo dovuto affrontare durante l’infanzia.

Sono rinunce che nuovamente affronteremo nel corso della nostra esistenza, e che certamente saranno l’occasione per realizzare importanti cambiamenti.

Un narcisista perverso è incapace di affrontare tutto questo. Lui non può sopportare il conflitto, soprattutto quando causato dalla perdita dei suoi oggetti interni. Per un narcisista perverso gli oggetti interni sono l’immagine idealizzata degli oggetti esterni introiettati. Per esempio, un bambino piange quando la madre esce di casa. Questo accade perché un bambino non va oltre ciò che indicano i suoi sensi. Se non vede la mamma niente indica che continui ad esistere, ecco perché non potrà sopportare la sua assenza fino a quando non avrà introiettato la sua immagine, cioè, fino a quando potrà ricordarsi di lei. Solo così, anche quando la mamma sarà assente, il bambino potrà costatare l’esistenza della madre dentro di sé.

Più avanti, quando studieremo i genitori perversi, vedremo come ai narcisisti perversi non è stata permessa la separazione.

L’ANGOSCIA DELLA PERDITA

Il narcisista perverso, per evitare l’angoscia della separazione, imparentata col lutto – cosa che potrebbe capitare nel caso in cui si sentisse abbandonato – non investe durante molto tempo nella vittima come un soggetto, ma deve convertirla in un oggetto. Egli vuole essere riconosciuto come una brava persona, spera di essere rivalutato, ma il suo vissuto infantile lo porta a pensare che se qualcuno è capace di offrire amore e riconoscimento, allora può anche togliere tutto a qualunque momento. Il perverso ha una considerazione talmente bassa di se stesso da pensare che questo continuerà ad accadere e che nessuno resterà mai accanto a lui. La svalutazione dell’altro è ciò che gli permette di lottare contro il pericolo che rappresenterebbe un partner sufficientemente buono, perché la sua perdita sarebbe troppo devastante da attribuire a se stesso. In contropartita, la perdita di un “cattivo oggetto” può permettergli di mantenere l’illusione di un sollievo, attribuendo la causa di questa perdita alla vittima stessa. 

C’è un detto popolano che afferma «morto il cane, morta la rabbia». Uccidere il cane per paura che sopravviva (visto che ha la rabbia) permette al narcisista perverso di non sentirsi potenzialmente una vittima e di conclamare la sua onnipotenza. Tuttavia, quando la rabbia è di casa, conviene al perverso mantenere il cane vivo, così da poterlo ammazzare tutte le volte che vorrà: è il suo modo di non dover mai far fronte alla perdita.

Il perverso utilizza così tanti meccanismi proiettivi che finisce per non conoscere mai veramente l’altro, riuscendo a conoscere soltanto la proiezione dei suoi propri oggetti interni e difetti.

Per quanto riguarda la vittima del perverso, essa dovrà attraversare un processo simile a quello del lutto se vorrà sfuggire all’influenza del suo boia, abbandonando la negazione ed accettando la rabbia e la tristezza per ricostruirsi.

LE DIVERSE FASI DEL PROCESSO DI LUTTO

I lavori realizzati sul processo di lutto mi permettono di differenziare alcuni fasi:

LA NEGAZIONE: quando ci annunciano la morte di un nostro caro, se la notizia è troppo insopportabile, stentiamo a credere. La nostra psiche rifiuta la notizia e fa come se non esistesse. Di questa forma la nostra psiche ci protegge di una informazione troppo violenta. «Non è vero…, forse si tratta di un equivoco…, non ci posso credere…»

LA RABBIA: alla negazione subentra la fase della rabbia. Questa rabbia è un tentativo di espellere le emozioni legate alla rivelazione. Le emozioni insopportabili sono gettate all’esterno, molto spesso dando la colpa a una terza persona. «È colpa del medico…» oppure «L’altro guidava troppo veloce…»

LA DEPRESSIONE: quando si accetta l’informazione, la rabbia viene superata. A questo punto subentra un enorme tristezza, generalmente accompagnata da sensi di colpa e rimorsi, dalla depressione e, nei casi più gravi, dalla malinconia. Può capitare che, in alcuni casi, questa fase rimanga nell’inconscio: per esempio, quando la durata adeguata del lutto non viene rispettata, essa genera dei sensi di colpa. La sofferenza potrebbe essere anche l’ultima prova per dimostrare che il vincolo è davvero esistito.

L’ACCETTAZIONE: infine, arriva la rinuncia, la resa di fronte all’evidenza. L’informazione si integra e la persona potrà riorganizzare la sua vita in funzione della perdita. Due sono le strade che potranno essere percorse, quella della sublimazione e quella della resilienza.

SUBLIMAZIONE E RESILIENZA

La sublimazione

La sublimazione è un meccanismo di difesa particolarmente adattato a un comportamento corretto. Le pulsioni vengono direzionate verso obiettivi socialmente importanti. L’aggressività e i desideri sessuali possono essere deviati verso obiettivi sportivi, artistici o morali. Ciò converte la sublimazione, agli occhi di alcuni psicoanalisti o psicologi nella difesa ideale. Molti considerano la sublimazione come l’obiettivo di qualsiasi lavoro una persona faccia su di sé, perché permette una maggiore connessione sociale.

Tuttavia, anche quando consideriamo la sublimazione un meccanismo di difesa, incluso anti conflittuale, essa ancora appartiene all’inconscio.

Più ci addentriamo nell’inconscio, meno dobbiamo utilizzare i nostri meccanismi di difesa e più guadagniamo in libertà. Questo perché non siamo più guidati da forze dell’inconscio che ci sfuggono, ma dalle nostre reali motivazioni. Ecco cosa ci porta verso la via della resilienza.

Esempio:

Avere successo per se stessi

Javier torna dalla scuola e racconta al padre di aver preso 14 su 20 in un compito scolastico. Il padre, particolarmente esigente con il figlio, rimprovera Javier per non aver fatto abbastanza. Quindi, Javier raddoppia i suoi sforzi e, dopo un po’, fa vedere al padre un compito in cui ha preso 16/20. Il padre segue senza essere del tutto soddisfatto, sempre chiedendo al figlio di rendere un po’ di più a scuola. Quando Javier arriva a casa con un 19/20, il padre gli chiede perché mai non ha preso un 20.  

Javier auspica il riconoscimento paterno, prova rabbia per non riuscire ad ottenerlo e investe tutta la sua energia negli studi. Anche diventando un professore il riconoscimento che si aspetta mai arriverà. Quando, orgoglioso, annuncerà al padre di aver ottenuto la cattedra all’università, si sentirà dire da lui: «Te l’hanno regalata?».

Con la scusa di ottenere il meglio per suo figlio, il padre di Javier si rifiuta di riconoscerlo e gli assegna il ruolo del perdente. L’utilizzo delle sue pulsioni sublimate a servizio degli studi, permette a Javier di raggiungere un altissimo livello di istruzione. Avrebbe potuto provare gratitudine per il padre però, nonostante sia arrivato alla cattedra, per molto tempo dovrà prendere degli antidepressivi.

Solo dopo la psicoanalisi Javier rinuncerà al riconoscimento paterno, troverà l’equilibrio e prenderà la strada della resilienza. A quel punto smetterà con gli antidepressivi e inaugurerà uno spazio espositivo per giovani artisti nel quale potranno esporre le loro opere e ottenere il riconoscimento che non ha mai avuto. Grazie all’analisi e alla consapevolezza dell’origine dei suoi desideri, Javier è riuscito a passare dalla sublimazione delle sue pulsioni all’autentica resilienza.

La resilienza

Se parliamo della Fisica la resilienza è la capacità che ha un materiale di riprendere la sua forma iniziale dopo essere stato compresso. Quando schiacciamo un palla di gomma, essa riprende la sua forma appena finita la pressione esercitata.

Per la Psicologia la resilienza è la capacità di sopportare grandi pressioni di fronte alle avversità, però anche di ricostruirsi psichicamente quando avviene la distruzione delle strutture di una persona, tanto fisiche, quanto psichiche e materiali.

Le nozioni sulla resilienza sono state sviluppate soprattutto da Boris Cyrulnik nelle sue opere Les vilains petits canards e Un merveilleux malheur.

Esempio:

Un’altra vita dopo un incidente

Durante una scalata, René ha un incidente e perde parte della gamba. Dopo essere stato curato, accettato la perdita dell’arto e essersi ricostruito psicologicamente, René diventa un allenatore sportivo per ragazzi diversamente abili. Oltre alle sue qualità di atleta, per i giovani René è diventato la prova vivente della reale possibilità di andare oltre la propria disabilità.

René è molto soddisfatto del lavoro che fa e quando parla del suo incidente riesce a vederlo non solo come una dura prova ma anche come la migliore opportunità che la vita gli ha concesso.

Prendendo i due esempi menzionati impariamo che i principali meccanismi che ci permettono di arrivare alla resilienza, al contrario della sublimazione, sono coscienti. Per Boris Cyrulnik, i fattori della resilienza sono, soprattutto, l’acquisizione di risorse interne, gli incontri, la possibilità di trasformare parole in azioni, la capacità di attribuire un senso a ciò che accade, l’amor proprio, il senso dell’umorismo, ecc.

La maggior parte delle nostre risorse interne e delle nostre capacità creative si sono sviluppate durante l’infanzia. Come vedremo più avanti, Donald Winnicott, psicoanalista inglese, ha lavorato molto con il gioco come spazio transizionale tra il fantasma e la realtà, e con la sua interazione nell’evoluzione dei bambini.

61 pensieri su “I meccanismi psichici che ci portano al superamento del lutto post abuso narcisistico: sublimazione e resilienza

  1. Carissimi tutti, colgo l occasione di questo articolo,per ringraziarvi ancora.
    Penso di essere sulla via della guarigione, ho profuso tutta me stessa , ho desiderato con tutto il cuore di allontanarmi dal lupo travestito da pecora.
    A 20 giorni dall incontro che mi ha angosciata, mi è arrivato un suo messaggio…ciao…mi dispiace che non ci sentiamo più, come stai? E poi..io io io io…
    Mi ha urtata, ma non destabilizzata.
    Ho visto la superficialità, il vuoto, l’incapacità di relazionarsi.
    3 mesi che siamo in un luogo di 400 anime, e mai che sia venuta a parlarmi.A parole..h.a detto a tutti che mi invitava, veniva da me.
    Ho imparato a rispondere con falsità. Come fa lei..tanto non ci vedremo più.
    Ora sono di nuovo me stessa, felice e serena.Quanto mi aveva condizionata ed ammaestrata!!!Quanto ho dovuto lavorare su me stessa per ritrovarmi.Ma il consiglio che mi sento di dare è: abbiate sempre fiducia nei vostri valori personali, nelle piccole e grandi cose che avete costruito, nelle vostre qualità.
    Ora non tornerei più indietro.
    Sicuramente sono più esigente nei rapporti, non darò più senza avere.
    Non ascolterò più senza essere ascoltata.
    Continuerò sempre a seguirvi , contate per qualsiasi cosa si di me!
    Un abbraccio speciale a Claudileia ,una grandissima donna!!!
    PS scusate ma ho scritto di getto🤗

    "Mi piace"

    1. PS tra pochi giorni sarà il mio compleanno, l anno scorso di questi tempi, con i biglietti già presi per la nostra vacanza al mare…se ne dimenticò ( o meglio mi svaluto’ ‘)
      Al mare poi, continuò la farsa…” ma tu quando sei nata? Non ricordo”Mi feri’.
      Mi passò la voglia di fare questa vacanza, ma tutto era già pronto.
      Qualcosa dentro di me mi diceva che tutto ciò era tossico, cattivo senza senso.
      Avevo ragione…

      "Mi piace"

      1. Carissima Ribelle, intanto il 13 sarà anche il mio compleanno, quindi ci tengo a dire che se mi dici il giorno ti farò i migliori auguri acquariani! Certo che ha provato a svalutarti alla grande calpestando – guarda caso! – il giorno in cui sei nata. Quando fanno finta di scordarsi il tuo compleanno sanno che questo tipo di ferita ti resta particolarmente impressa: vogliono trasmetterti l’impressione che il tuo arrivo al mondo è stato insignificante e che festeggiare il giorno del tuo primo respiro è una cosa infantile. Fanno questo perché per loro ogni anno che passa è una tragedia greca. Man mano che invecchiano vivono molto malinconicamente i loro compleanni, per questo vogliono deprimerti durante il tuo facendo il possibile per rovinare il tuo stato d’animo e sabotare le tue iniziative. Le sue azioni non contano più perché tu di compleanni meravigliosi ne avrai ancora tantissimi da pianificare con gioia e amore per la tua vita! Ti abbraccio!!! E se avrai tempo vieni qui che gli auguri ti facciamo alla grande!!!

        "Mi piace"

    2. Cara Ribelle, sono contenta che stai tenendo duro 🙂
      Non è facile mantenere un no contact quando si ha il/la narcisista a pochi metri da casa (penso sempre a Speranza che lo può vedere dalla finestra di casa…terribile) quindi brava e avanti così.
      Alla fine di tante riflessioni maturate nel corso dell’ultimo anno ho capito che la cosa forse più difficile di tutte sia il no contact mentale…nel senso di riuscire a toglierceli dalla testa una volta per tutte e di non permettere ai ricordi di influenzare negativamente la vita presente.
      Io combatto ancora a distanza di due anni dall’inizio del mio no contact con il senso di svalutazione che mi ha lasciato addosso il primo Np (poteva avere me, ha scelto un’altra), e se penso che alla fine ci vedevamo raramente e per poche ore (l’ultimo anno ci siamo visti solo quattro volte) mi rendo conto di quanto possa essere ancor più difficile tacitare certi pensieri ricorrenti quando con l’Np si sono vissute esperienze forti, come nel tuo caso, in cui siete state molto vicine e avete condiviso molte cose insieme. Per non parlare poi di chi ci ha passato una vita accanto (come Gianni, che saluto). Quindi la mia ammirazione va a tutti voi che avete avuto tanta forza per combattere e superare tutti quei macigni che loro lasciano: dissonanza, sintomi da stress post traumatico, vergogna per aver permesso di essere stati maltrattati e via discorrendo. Bravissimi tutti e sempre avanti…

      Auguro a te e Claudileia (e a anche Blume, che come te compie gli anni il 15) di trascorrere un compleanno meraviglioso e di proseguire sempre a testa alta, consapevoli del vostro valore e di meritare dalla vita solo il meglio dalle persone migliori.
      Un grosso abbraccio

      "Mi piace"

      1. Cara Spirito grazie e grazie…perché tu con i tuoi interventi gentili e puntuali, mi hai aiutata tantissimo.
        All inizio non sapevo neanche da dove partire,la mia storia era un non senso..come mai un’ amicizia ti sta riducendo cosi?
        Quando sono arrivata qui, mi ero già indirizzata verso il giusto..mi ero allontanata.Ma qui ho trovato conforto, ascolto e tranquillità soprattutto quando sapevo di incontrarla.
        Tu cara Spirito sei stata per me preziosissima, ti porterò sempre nel mio cuore.
        Come dici giustamente…il vederli nuoce sempre, ma ora che la manipolazione è manifesta non mi faccio più intenerire.
        Se vuoi ho avuto la prova del suo disturbo, 20 gg fa…
        La sua scena melodrammatica ed esagerata ..poi il silenzio …poi il ritorno con un messaggio dove addossava velatamente la colpa a me.
        Ma ora l ho estromessa dai miei pensieri.Mi sento serena .
        Aveva provato a mettere in crisi la mia identità, ma io non ci ho mai creduto.Ho sempre avuto chiari i miei valori e la mia personalità. Pero’ è stato devastante..sentirmi cosi .
        Quello che avevo costruito nella mia vita bello o brutto, era da difendere.
        Non mi capacito dell invidia nascosta, delle svalutazioni, delle bassezze lanciate con nonchalance.
        Io mi sentivo in sua balia.Ho capito come si può sentire il prigioniero di una setta.
        Oggi dopo 7 mesi di allontanamento, sono riconnessa con me..sono felice dei kg ritrovati, della routine, del mio essere mamma con poco tempo per tutto.
        Ho capito che è un percorso lungo, tanto sono devastanti ed insidiosi.
        Ma qui siamo una squadra…non dobbiamo mollare mai.
        Grazie degli auguri…i tuoi, i vostri ,per me sono preziosi.Gli auguri negati da una vipera con i biglietti aerei in mano per venire a scroccare la vacanza.
        Ma vi faccio anche io gli auguri per una rinascita …collettiva..nel nome della libertà.
        Un bacio grande e grazie

        Piace a 1 persona

      2. PS sempre 20 giorni ho rivisto il suo vero volto…alla fine della sceneggiata, quando col ghigno mi ha detto …così come ti ho lasciata( sci) ti ho trovata…svalutazione massima.
        Avevo dubbi sulla sua natura? bene…dopo di questo sunto narcisistico direi proprio di no.
        😊

        Piace a 1 persona

      3. Per Spirito .Cara Spirito, quando dici..voi che avete condiviso tanto…
        Purtroppo Spirito ,io ho condiviso momenti con il nulla.Non ho mai conosciuto questa persona, ora lo so .
        Ha conosciuto il mio mondo, ma io non ho avuto accesso al suo..ho visto solo il suo ufficio ordinatissimo🙄
        Ma l accesso al mio mondo è stato superficiale, perché al di là delle cose materiali…lei non ha avuto accesso al mio mondo interiore, non sapeva come fare.
        Insomma…se capiamo che alla fine non c è stato un vero incontro umano o amoroso o passionale…forse siamo in grado di lasciar andare tutto.
        Un abbraccio

        "Mi piace"

      4. Sì Ribelle, la tua vita è molto più importante della finta esaltzione che ti ha propinato la Np. Loro sono bravi a farti credere che quanto vivi con loro sia fantastico e unico, ma poi se scavi a fondo vedi che nulla di quanto dicono o fanno porta a qualcosa di concreto, loro offrono solo “emozioni del momento” ma se cerchi di costruire qualcosa di vero a livello di rapporto o amicizia viene fuori tutta la loro inconsistenza…
        L’invidia per ciò che non hanno è il motore che muove ogni loro azione…e per loro è un gusto doppio mettere in crisi chi ha quello che loro non hanno…
        Vivono male in un caos interno drammatico, devono succhiare energie.
        Quindi meglio averli lontani in ogni senso….
        Un abbraccio

        "Mi piace"

      5. Buongiorno Cara Spirito Libero, leggo solo adesso i vostri commenti e quindi colgo l’occasione per fare i miei migliori Auguri di Buon Compleanno a Claudileia e a Ribelle, a te e a tutte le donne come noi che sono state in un girone dell'” Inferno” e che ne sono uscite vittoriose. Vorrei far parte di questa squadra e ringraziarvi di cuore.

        Piace a 1 persona

      6. Cara Lucia, benvenuta tra noi “sopravvissute” 🙂
        Parlaci pure della tua storia, se hai dubbi o domande chiedi pure…io qui ho risolto veramente tanti dubbi e nodi che avevo grazie al confronto con tutti e alla lettura degli articoli.
        Siamo una bella squadra di persone in gamba e vedrai che troverai sicuramente le risposte che cerchi 🙂
        Un abbraccio

        "Mi piace"

      7. Grazie di cuore cara Spirito Libero di avermi accolta nel vostro gruppo, non sai la gioia ed il conforto che ricevo da tutte voi che avete vissuto un’ esperienza simile alla mia. Questi articoli sono molto interessanti, i vostri commenti sono un vero toccasana per la mia anima per lungo tempo ferita. Io mi vergogno tantissimo per aver lasciato che un uomo si approfittasse di me in un momento in cui ero particolarmente vulnerabile e bisognosa di attenzioni e di amore. Dopo il classico “love bombing” che mi ha fatto vivere una vera e propria favola, ho subito tutti i tipi possibili di abusi…..sessuale, scarto, false promesse, insulti, mortificazioni, offese, minacce….di tutto e di più . Mi vergogno di esserci ricascata tante volte, colpita dalle sue innumerevoli richieste di perdono, dalla mia enorme dipendenza affettiva da lui, mi vergogno di essermi sentita come ” drogata” è sempre alla ricerca di una “dose” per sentirmi viva….ma oggi, con la consapevolezza acquisita grazie a tutte voi, capisco, mi rendo conto che questa ” droga” mi avrebbe uccisa, se non nel corpo, nella mia mente e nel mio spirito. Io ho bisogno di chiedere scusa a me stessa, di perdonare me stessa e spero che un giorno ci riuscirò’. Ti voglio bene e mando un affettuoso abbraccio a te e a tutte le sopravvissute che fanno parte di questo gruppo😘😘😘😘

        Piace a 1 persona

      8. Cara Lucia,
        sei capitata nel posto giusto e vedrai che piano piano tutto quello che provi (vergogna, umiliazione, senso di sfiducia) passerà. Non è smeplice nè immediato…tante di noi lo testimoniano, c’è chi ne esce prima e chi con più fatica ma è anche un’occasione straordinaria per lavorare su noi stesse e le nostre fragilità, di cui comunque non dobbiamo farci colpe perchè rappresentano il nostro percorso e la nostra identità.
        Vedrai che una delle cose belle è che dopo aver avuto aiuto ti verrà anche voglia di aiutare gli altri, e quello sarà il segno che stai superando il trauma.
        Vorrei dirti che sarà semplice attraversare questo mare nero del periodo di passaggio tra la chiusura e la rinascita, purtroppo non lo è ma essendo vicina ad altre persone che lo stanno attraversando la fatica sarà più lieve….e’ il dono e la forza di questo spazio meraviglioso, unico nel suo genere.
        Ci sono tanti siti che parlano di narcisismo e abusi psicologici, un problema fortunatamente sempre più studiato e divulgato, ma nessuno che offra tanto sostegno morale e informativo come accade qui, quindi grazie come sempre a Claudileia per tutto quello che fa (gratuitamente tra l’altro) per aiutare tante vittime di abusi a ritrovare consapevolezza e dignità.
        Posso chiederti quanto è durata la tua relazione con il narcisista? Il love bombing?
        Quando hai capito che qualcosa non andava?
        Ripercorrere le varie fasi del rapporto può essere doloroso ma ci aiuta a collocare l’esperienza in un dato spazio temporale e a elaborarla meglio.
        Un abbraccio forte

        "Mi piace"

      9. Buongiorno cara Spirito Libero, grazie di cuore per le tue sagge parole. E’ molto difficile per me ripercorrere il labirinto di dolore, risalire sulle ” montagne russe” dove sono stata per ben 5 anni. Quando l’ho conosciuto, mi ha subito riempito di attenzioni, amore smisurato, mi mandava tantissimi messaggi al giorno, era sempre presente perché , essendo disoccupato, non aveva niente da fare, il suo unico impegno ero io. Io , all’inizio, ero molto felice, la mia vita non era mai stata così’ colorata, mi sembrava incredibile che un uomo cosi’ meraviglioso, premuroso, innamorato, fosse capitato proprio a me. Dopo due mesi di questo vero e proprio bombardamento d’amore cambia, diventa freddo e mi lascia, senza nessun motivo, dicendomi che non se la sentiva di continuare….Torna pentito dopo 20 giorni ed io, innamorata più’ che mai, lo riprendo. Altro love bombing, altri 5 mesi di fiaba….poi di nuovo cambia…insulti, mortificazioni, gelosia patologica e via dicendo….dopo 3 giorni ritorna con le rose, mi chiede perdono ed io, innamorata, lo riprendo…Da qui, un susseguirsi di love bombing, sparizioni improvvise, tradimenti, richieste di perdono, giorni si, giorni no, una vera e propria altalena in cui io avevo perso la mia serenità’, L’ ansia mi divorava,avevo sempre un malessere anche fisico con bocca amara, tachicardia, e la pressione alta.Premetto che gia’ mi ero documentata su internet , leggevo tanti siti che parlavano dei narcisisti patologici, leggevo le testimonianze di altre donne e piano piano sono cambiata nei suoi confronti. Mi sono anche fatta aiutare da una psicologa. Il mio processo di guarigione e di allontanamento da lui e’ durato circa due anni, in cui, pur rimanendo con lui, non ero piu’ la stessa, inventavo scuse per non vederlo, mi mostravo fredda e distaccata è tutto questo per farmi lasciare da lui perché io avevo paura di lasciarlo . Temevo le conseguenze. L’ anno scorso, essendo nel frattempo diventata più forte, un pomeriggio come tanti, l’ho lasciato definitivamente con vari messaggi al cellulare. La sua reazione è’ stata pessima, insulti, minacce, offese, di tutto e di più’. No-contact immediato e piano piano, lentamente, mi sono sentita rinascere….Adesso è’ quasi un anno che non lo vedo, non lo sento, anche se lui ha cercato di contattarmi anche tramite un’amica, ma io non ho mai risposto. Non dico di essere completamente guarita, ma di una cosa sono sicura…..non tornerei mai indietro, voglio andare avanti ed essere una persona nuova. Grazie😘, un forte abbraccio.

        "Mi piace"

      10. Cara Lucia,
        grazie per aver portato la tua testimonianza. Sarà di aiuto anche ad altre persone, e questo è già un primo passo che hai fatto…aprirti e ricordare la tua storia, ora puoi già parlarne al passato ed è importantissimo. Sei già in no contact da tempo, hai fatto bene a chiudere quando ti sei sentita pronta e forte per non ricadere più. E’ importante infatti iniziare il no contact senza dubbi o false speranze e con la massima convinzione di non voler più un rapporto del genere nè quella specifica persona nella nostra vita. Finchè non si arriva a questa consapevolezza non se ne esce e si resta incastrate in certe dinamiche malsane per tantissimo tempo.
        Io ho avuto due reazioni con narcisisti e anche io, tra l’una e l’altra, ci ho perso quasi cinque anni della mia vita… come te ho chiuso con entrambi quando ero arrivata al limite delle sopportazione, con quel barlume di lucidità per capire che era impossibile proseguire e che dovevo salvarmi.
        Ho scoperto però che aver chiuso non era sufficiente perchè poi è subentrato il senso di fallimento e sconfitta, il sentirmi persona non degna di essere stata amata o scelta come partner, e su questo ho dovuto lavorare e sto ancora lavorando molto perchè ho capito che è proprio in questa ferita, nel non sentirmi “abbastanza meritevole” che i narcisisti hanno organizzato la loro opera demolitiva della mia persona.
        A te è capitata una persona che probabilmente aveva anche dei forti tratti borderline, e sicuramente i traumi che hai subito sono stati fortissimi. Tuttavia, hai saputo prendere le distanze e uscirne anche con l’aiuto di una psicoterapia: hai fatto bene a farti aiutare perchè queste situazioni non vanno sottovalutate, le violenze picologiche possono fare molti più danni a lungo termine di quelle fisiche e sapere che si è stati in una relazione abusiva ci aiuta ad inquadrare meglio il problema.
        Sfortunatamente tante vittime si appigliano al legame affettivo e tenacemente lottano per salvare quello che credevano fosse un sentimento condiviso o sperano che con tempo, impegno e pazienza le cose cambieranno in meglio…ma purtroppo non è così e prima ci si rende conto che queste storie con l’amore non hanno niente a che vedere, meglio è.
        Io sono stata incastrata per tre anni nella prima relazione proprio perchè non volevo riconoscere la dinamica svalutante verso la mia persona, mi appigliavo alla nostra particolare intesa fisica (tra noi la chimica era incredibile) e credevo che avessimo una specie di rapporto “speciale”, visto che comunque lui tornava sempre a cercarmi dopo ogni sua sparizione (dovuta ad altre storie che iniziava nel frattempo). Mi dicevo che se tornava a cercare me allora significava che ero speciale per lui, e così, proprio come te, lo riprendevo nella mia vita senza condizioni, senza capire che invece lui mi stava solo usando come ruota di scorta momentanea in attesa di trovare una nuova fiamma.
        Quando finalmente questa dinamica mi è stata chiara ho trovato il coraggio di chiudere, e da quel momento sono passati ormai due anni senza più alcun contatto da parte mia.
        Con il secondo narcisista ero molto più schermata, ma si era comunque creata una forte dipendenza mentale. Anche in quel caso lui ha attuato una serie di svalutazioni verso la mia persona…ma ero molto meno vulnerabile grazie all’esperienza precedente e devo dire che in certi casi sono anche riuscita a contro manipolarlo e destabilizzarlo (cosa che comunque non consiglio di fare, perchè comunque non porta a nulla) …fortunatamente ne sono uscita a testa alta grazie a tanto supporto e confronto avuto qui. Ora sono in no contact da cinque mesi e devo dire che la ripresa è stata decisamente più rapida rispetto al primo rapporto, sempre grazie al grosso lavoro di consapevolezza e confronto avuto nel blog con tutte queste splendide persone e Claudileia.
        Ora pian piano mi sto ricostruendo una vita, con nuove amicizie e nuove conoscenze…sto imparando a circondarmi solo di persone positive e a respingere ogni tentativo di prosciugamento energetico…
        Abbiamo dimostrato forza e coraggio e vedrai che piano piano troveremo la nostra strada verso la serenità…dobbiamo però ricordarci che aver chiuso con il narcisista è solo una parte del percorso, l’altra è lavorare sulle nostre fragilità e ferite che hanno permesso tali abusi. Capire dove loro si sono agganciati per riuscire nel loro intento manipolatorio e distruttivo è molto importante, altrimenti si corre il rischio di ricadere in situazioni simili…immagino che con la psicoterapia tu abbia affrontato anche questi nodi e sono certa che da questa esperienza nascerà una nuova Lucia molto più forte e determinata a non volere più alcun rapporto abusante nelle propria vita 🙂
        Ti abbraccio forte

        "Mi piace"

      11. Cara Spirito Libero, non so esprimerti la mia gioia nel leggere il tuo lungo messaggio. Per tanto tempo mi sono sentita sbagliata, pensavo che ci fosse qualcosa di anormale in me perché subivo, subivo e ancora subivo, senza trovare il coraggio di ribellarmi, avevo paura di lui, l’ansia che mi trasmetteva mi annientava e aspettavo come una cretina che la bufera passasse e lui ritornasse l’uomo innamorato, affettuoso e pieno di attenzioni per me. Ho scambiato tutto questo per amore, ma forse io non ho mai conosciuto il vero amore, nemmeno con il mio ex marito con cui sono stata sposata per tanti anni e che mi ha lasciata per riprendersi la sua liberta’. Ecco, da qui cominciano le mie ferite, la mia fragilita’ emotiva, la mia vulnerabilità alle quali quello psicopatico si e’ aggrappato per farmi ancora piu’ male.Tu hai vissuto due esperienze con due narcisisti, ma con la seconda eri più’ preparata, quindi la tua consapevolezza ti ha portata piu’ facilmente alla rottura con lui anche se, comunque, dev’essere stata ugualmente dolorosa. Tu mi scrivi che tra voi due la chimica era perfetta….in effetti la chimica con questi soggetti e’ insuperabile, e questa e’ sicuramente una delle cose che ci trattiene a rimanere con loro. Ma poi, in seguito agli abusi psicologici che ci fanno subire costantemente, cominciamo a provare un sentimento nuovo verso noi stesse….cominciamo a volerci bene, decidiamo che vogliamo rispettarci e da qui inizia il nostro cambiamento…..ma la guarigione definitiva quando arriverà’ ?? Averti conosciuta, condividere con te e con le altre questo mio vissuto, mi fa sentire meno sola. Non so se a te e’ capitato, ma io, durante qualche momento di astinenza ( mi piace chiamarlo cosi’) ho pensato che forse mi stavo sbagliando su tutto, che forse lui mi amava davvero ed io non l’avevo capito, che l’ avevo lasciato ingiustamente, che ero io quella cattiva. Ma, per fortuna, questi pensieri duravano poco perché leggendo gli articoli , le testimonianze, il copione pressocche’ identico, mi consolavo. Mi fa molto piacere parlare con te, grazie , grazie, grazie di avermi dato questa opportunità’. Hai ragione quando dici che le nostre storie possono aiutare altre donne, vittime inconsapevoli di questi mostri che non meritano neanche una lacrima da parte di una donna. Ti abbraccio forte forte😘😘

        Piace a 1 persona

      12. Cara Lucia,
        grazie perble tue parole…guarda, la cosa bella qui è che leggendo i nostri commenti vedrai che il COPIONE adottato dagli NP è sempre lo stesso, con poche variazioni…quindi capirai che non sei sola nell’aver passato certe cose.
        E’ un conforto grande condividere con gli altri la propria esperienza… a me ha aiutato moltissimo…
        Quando passerà è una cosa molto soggettiva…dipende da tanti fattori: la durata, il tipo di relazione, l’investimento affettivo (il tuo, loro non investono nulla se non lo sforzo iniziale per agganciarti e tenerti salda con la dipendenza)…
        Io con il primo Np sono caduta subito perchè venivo fuori da una lunga relazione di otto anni e mezzo in cui l’aspetto fisico era stato poco coltivato dal mio ex, avevo molto bisogno di sentirmi desiderata e voluta e l’Np ha saputo intercettare quel desiderio alla perfezione mostrandosi molto passionale e “prestante”. Tra noi c’era anche una certa differenza di età (lui quasi 16 anni più giovane) e questo per me era ancora più esaltante…cioè…io 44enne desiderata da una 28enne molto carino e atletico (era uno sportivo)…mi sembrava un sogno. Ero convinta che lui volesse conoscermi meglio e rendere pian piano il rapporto più solido, ero molto felice di averlo conosociuto….ma già dopo i primi incontri ho notato che non era così semplice vedersi, lui mi diceva che preparava gare e io gli credevo….invece ho scoperto se ne andava in giro tra feste e locali con varie “amiche”…e di questo non sapevo nulla.
        Per me fu una grande delusione, ma non sono riuscita a chiudere e lui da allora iniziò a trattarmi sempre peggio, sparendo e riapparendo a distanza di settimane o mesi. La mia dipendenza biochimica era fortissima purtroppo e così lo riprendevo sempre. Fortunatamente ho avuto la forza di chiudere quando ho capito che mi avrebbe sempre tenuta come ruota di scorta, diciamo che il mio orgoglio mi è venuto in aiuto…ma per tre anni ho messo quello stesso orgoglio sotto i piedi perchè pur di rivederlo sarei stata disposta a tutto.
        Credo comunque di essere stata più fortunata rispetto a tante di noi che qui hanno raccontato rapporti ben più impegnativi con matrimoni e persino figli…in quei casi credo la delusione e il dolore di scoprire che il tuo partner di una vita è un traditore seriale e per di più senza tenere conto di possibili rischi per la tua salute (sono spesso molto promiscui e non prendono precauzioni) sia incommensurabile…
        Un abbraccio

        "Mi piace"

      13. Cara Spirito Libero, dopo aver letto la tua storia, molto molto simile alla mia, non mi sento piu’ sola, non mi sento piu’ ” anormale”, hai ragione tu, il copione e’ lo stesso….e anche il finale. Noi vittime, innamorate ma sfiancate dai loro comportamenti disturbati, ad un certo punto ” ci svegliamo” e decidiamo di scappare….ma non e’ semplice, c’e’qualcosa che ci trattiene….la forte dipendenza affettiva, la paura delle sue reazioni, la paura di rimanere sole….ma poi la forza, il coraggio e l’amore verso noi stesse prevale e decidiamo di chiudere, per sempre…..come hanno reagito i tuoi due narcisisti quando li hai lasciati? Scusami per la domanda, ma visto che io ho dovuto anche sopportare lo stalker per diverse settimane, con le minacce che me l’avrebbe fatta pagare, con gli insulti, con le peggiori parolacce che si possono dire ad una donna, volevo sapere se il ” copione” prevede anche questo. Un abbraccio forte.

        Piace a 1 persona

      14. Cara Lucia,
        spero davvero che un giorno tutti noi potremo guardare al passato di queste storie senza dolore ma con quel sereno distacco di chi, pur avendo sofferto, è riuscito a riprendersi la vita e a portarla dove desideriamo.
        Come hanno reagito i miei due narcisisti al mio allontanarmi?
        Il primo non ha fatto nulla….il giorno che l’ho lasciato si era mostrato in foto su whatsapp con una ragazza (dopo che pochi giorni prima era stato insieme a me), io vedendo quella foto ho pensato che si fosse fidanzato e così gli ho scritto che gli auguravo buone cose per tutto. Per me era insopportabile vederlo con un’altra in foto mentre io sono sempre stata quella da vedere di nascosto.. della serie “Sono altre le persone che meritano di essere mostrate a tutti insieme a me”.
        Il suo silenzio al mio ritirarmi fu un’ulteriore ferita, come a dire “anche se te ne vai non me ne frega niente”, ma proprio questa sua cattiveria di fondo in modalità aggressivo-passiva mi ha permesso di mantenermi forte e non cercarlo più.
        Lui poi mi ha cercata dopo otto mesi di mio silenzio come se niente fosse, ma io non ho voluto riprendere i contatti. Da allora non l’ho più sentito per fortuna e per quanto ne so, la sua nuova tipa non se la passa molto bene visto che lui continua a dichiararsi single.
        Il secondo è stato lasciato da me quando meno se l’aspettava…un giorno all’improvviso mi sono ribellata alle sue continue svalutazioni a sfondo sessuale (mi parlava di sue fantasie in cui io ero sessualmente umiliata) e gli ho detto che per me la cosa era finita lì e che non volevo più saperne. Questo è accaduto cinque mesi fa.
        Lui ha provato a trattenermi dicendo che sperava che restassimo almeno in buoni rapporti ma non ho più voluto parlargli.
        Anche se è stata dura sono contenta di essere arrivata al famoso “punto di rottura”…alla fine questo è proprio quello che vogliono, sfinirti, scartarti e riprenderti fino a quando tutte le tue energie sono esaurite, ma per fortuna non ho permesso a nessuno dei due di arrivare a tanto. Per me è stato fondamentale approfondire la tematica del narcisismo…ho capito che in fondo i veri dipendenti da questi rapporti sono loro, perchè non possono fare a meno di avere qualcuno a cui succhiare energie vitali per mantenere la loro impalcatura fragile…
        Noi persone empatiche fatichiamo a staccarci perchè, a differenza loro, ci affezioniamo davvero e ci dispiace allonatanarci da una persona a cui abbiamo voluto ben , ma è importante imparare che il bene va dato solo a chi dimostra di tenerci e rispettarci…in tutti gli altri casi non dobbiamo avere remore morali nè sensi di colpi a chiudere, perchè ne va della nostra salute mentale e fisica. Nessun affetto, nessun amore infatti, merita la nostra umiliazione e svalutazione, mai e per nessun motivo.
        Ti abbraccio forte

        "Mi piace"

      15. Cara Spirito Libero, ho letto molto attentamente il tuo messaggio e vorrei dirti le mie impressioni : per quanto riguarda il tuo primo narcisista, la cosa che ti deve sicuramente consolare che tu non eri l’unica….facevi parte di un harem e lui ti cercava quando gli faceva comodo. È’ sicuramente brutto da dire, ma, purtroppo, mi sembra la triste realtà. La ragazza che lui, dopo qualche giorno, ha messo sul profilo di whatssap insieme a lui, gia’ c’era….ma non ti deve suscitare invidia, tristezza, bensi’ tanta tanta compassione perché forse non ha capito con chi ha a che fare, non sa degli innumerevoli tradimenti che ha subito e che continuera’ a subire….Tu, nonostante l’amore che provavi per lui, sei stata coraggiosa e bravissima a lasciarlo, l’hai fatto per te, per il tuo amor proprio che nessuno, dico nessuno ha il diritto di calpestare. Non e’ escluso che ti cerchi di nuovo, tra qualche mese, tra un anno, quando le sue scorte stanno per esaurirsi. Ti dira’ che sei speciale, che non ti ha mai dimenticata, che ha tanto desiderio di rivederti….ma tu sarai gia’ abbastanza forte da non ” abboccare” e non risponderai. Per quanto riguarda il secondo, le dinamiche sono pressoché uguali, il fatto che ti abbia lasciata andare senza drammi e’ perché’ aveva già la ruota di scorta. Io invece ho subito minacce , insulti, stalker e via dicendo, ma non perché lui fosse realmente innamorato di me, ma perché , in quel momento, non aveva rimpiazzi, non aveva nessuna dalla quale succhiare energia vitale, ecco perché . Loro non sanno stare da soli, il vuoto che hanno e’ insopportabile, quindi, fuori una , entra un’altra e questa danza macabra, per loro, durera’ all’infinito. Noi ci siamo salvate, grazie alla nostra intelligenza, alle nostre letture, al confronto con altre vittime. Io spero che le donne , tutte le donne sole, che vorrebbero incontrare l’uomo che le ami veramente, si documentino prima, che al primo segnale negativo, scappino a gambe levate, che non si facciano abbindolare da quattro complimenti, dalle moine, dagli innumerevoli messaggi su whatssap perché ormai queste chat sono piene di flirter e manipolatori seriali che tutto vogliono da noi, tranne darci l’amore che vogliamo. Un abbraccio forte, buon pomeriggio.

        "Mi piace"

      16. Cara Lucia, hai ragione su tutto e hai descritto perfettamente le dinamiche.
        In entrambi i casi io ero solo una cosiddetta “risorsa secondaria occasionale” per cui a loro del mio andarmene glien’è importato abbastanza poco…non ho mai avuto invidia nei confronti delle donne ufficiali perchè so benissimo come sono trattate. Il secondo narcisista era impegnato e quindi vedevo come si comportava alle spalle di lei….mi incontrava di nascosto inventando mille scuse e ricordo che una volta che aveva la macchina guasta se l’è addirittura fatta prestare da lei per vedermi….pensa te che tristezza di rapporto doveva essere il loro. A me lui non manca, era solo un pervertito e pure incapace sessualmente, mentre ogni tanto sento nostalgia del primo (parlo a livello fisico, non emotivo) ma non esiste al mondo che possa ripresentarsi ancora tra mesi o anni e pensare che io abbia dimenticato come mi ha fatta sentire “quella di serie b”.
        Dici benissimo….oggigiorno, narcisisti a parte, bisogna stare molto attente ai personaggi che girano in rete e non solo e che sono molto abili a farti credere cose belle che poi non sanno portare avanti, oppure si defilano alla prima difficoltà…fortunatamente queste dure esperienze con i narcisisti ci aiutano ad individuare più velocemente certi soggetti e a starne alla larga 😉
        Un grosso abbraccio

        "Mi piace"

  2. Carissima Claudileia siamo vicine ..io il 15😊Non avevo dubbi che tu fossi una donna acquario…idealista ed altruista..( come tutti ci credo poco…ma chissà come mai mi ritrovo nel mio segno)
    Hai ragione…questo sarà di nuovo un bel compleanno, da festeggiare con le persone che mi vogliono bene e cercherò di evitarla come la peste!!!
    Sai che riflettevo su un meccanismo che avevo acquisito ? Io ero consapevole dei comportamenti pessimi che avrebbe attuato ( non mettere mai mano al portafoglio, dimenticarsi le festività, non chiedermi mai nulla) ma anticipato tutto per non rimanere delusa…e quindi non infrangere l ideale che avevo costruito.
    Quindi…mi precipitavo a pagare per prima, ascoltavo senza parlare, sapevo già che non mi avrebbe dato gli auguri ,per non rimanerci male.
    Assurdo!!Ma ho capito che io mi ponevo così ..una continua difesa preventiva.
    Cara Claudileia ti darei un abbraccio gigante, sei stata fondamentale nel mio recupero. Questo mio compleanno ve lo dedico, perché ho allontanato una strega dalla mia vita, ma ho trovato una nuova me stessa…più felice di tutte le piccole e grandi cose del proprio mondo.
    Mi sentivo infantile a rimanerci tanto male per un mancato augurio, ma ora so che è giusto che sia così! Chi ti è amico ricorda anche le piccole cose della tua vita, ed il compleanno è una di quelle .
    Tutt’ ora io ricordo sempre il compleanno della mia amica del cuore che non è più…per me è quella la data indimenticabile scolpita nel mio cuore .
    Un abbraccio grandissimo

    "Mi piace"

  3. Buongiorno a tutti.
    Intanto anticipo gli auguri di buon compleanno alla splendida Claudileia!!!
    L’articolo come sempre è centratissimo, pienamente condivisibile, soprattutto per quanto riguarda la resilienza; se si arriva lì si è fuori dalle grinfie di np; e certamente i np ne sono privi.
    Colgo l’occasione per condividere con voi un passaggio importante: lunedì ho avuto l’ultima seduta di psicoterapia; il percorso è finito, dopo più di 5 anni….. Tirate le somme con lo psicoterapeuta mi porto a casa la consapevolezza di aver fatto un pezzo importante di strada e di aver messo in atto una serie di cambiamenti che mi hanno permesso il superamento del mio trauma e hanno permesso la ripresa della mia vita secondo quelle che sono le mie vere e sane esigenze.
    E tutto il resto, lavoro e non solo, sembra girare per il meglio.
    Quando noi stiamo bene le cose iniziano ad accadere!!!! Spero continui così!
    Vi saluto con questo mio messaggio che spero sia positivo per quanti ancora stanno lottando!
    Un abbraccio!

    Piace a 1 persona

    1. Carissimo Gianni, questa sì che è una super notizia!!! So come ci si senti… Ci diciamo ORA SÌ CHE SONO TRA ME E ME. Ti ricordi la metafora del ragno? È come avere finalmente un filo elastico che ci sorregge, intessuto da noi stessi grazie al lavoro di un buon terapeuta. Ma che bella cosa mi stai dicendo! Sono davvero felice per te e per le tue spalle dritte dritte. Non ho dubbi che il lavoro è stato immane e contemporaneamente ricco di spunti per gli anni a venire. Abbracci commossi e buon proseguimento!!! W te!!

      "Mi piace"

      1. Grazie cara Claudileia, ti dirò di più, anche il cuore ha ripreso a battere, per un’altra persona….. la cosa è purtroppo molto complicata per una serie di motivi, non so dove mi porterà, ma mi sto godendo tutte le sensazioni finalmente vere che mi sta riservando. Come fossi un ragazzino e come fosse la prima volta, e forse lo è sul serio, nel senso che la consapevolezza è diversa.
        Se poi non dovesse diventare una cosa praticabile pazienza, ma sto in ogni caso vivendo un’emozione vera con una bella persona.
        Di tutto questo ringrazio sicuramente il mio bravissimo terapeuta ma anche te e il tuo meraviglioso spazio, che è stato fondamentale dandomi sempre uno spunto in più e un confronto quotidiano.
        Grazie, ti sarò sempre grato per il tuo aiuto, non lo dimenticherò.
        Ancora auguri per domani.
        Un mega abbraccio!

        Piace a 2 people

  4. Tantissimi auguri di buon compleanno Claudileia 🎊🎊🎊🎊🎊🎊
    Ti auguro tante soddisfazioni e gioie 💜Sono felice di averti incontrata sul mio cammino,un abbraccio grandissimo 🤗🤗🤗🤗

    "Mi piace"

      1. Carissima Babi, grazie per la poesia di queste tue parole. Sono molto onorata di averlo costruito insieme a voi, persone splendide che sanno cosa significa donarsi e imparare dalla vita!!! Un mondo di bene anche a te!!!

        "Mi piace"

    1. Ciao Aria, come stai ?
      Scusami ho difficoltà a ritrovare l’articolo in cui ci raccontavi delle ultime evoluzioni col tuo NP…
      Un abbraccio !

      "Mi piace"

      1. Passiflora cara grazie del pensiero! Dopo che mi aveva fatto cercare dall’amico, io non l’ho più cercato. Sono state e sono settimane molto intense al lavoro quindi diciamo che il pensiero l’ho contenuto. Ho notato da parte sua lunghe assenze da whatsapp. Ma saranno le solite manfrine 🙄. Ti abbraccio con affetto 💙

        "Mi piace"

      2. Beh, a volte anche il lavoro ci viene in aiuto.
        E’ così anche per me, e non è per nulla una cosa negativa, non solo mi aiuta a staccarmi dai pensieri sbagliati, ma anche accresce la mia autostima.
        Cerca, se puoi, di non controllare i suoi accessi whatsapp.
        Volevo anche dirti che nell’articolo del blog del 13 febbraio è spiegato molto bene come bloccare il soggetto sui social possa sollevarci dall’ansia di vederlo online/offline, ma che comunque non ci contatta.
        So che è difficile, specie in questo periodo per te, bloccarlo, però se l’ansia crescesse a livelli insopportabili, valuta anche questa possibilità.
        Ciao, ti mando anche io un abbraccio grande !

        "Mi piace"

  5. Ciao Claudileia !
    Buon compleanno, creatura gentile !!!
    Non finirò mai di ringraziarti per aver pensato e realizzato questo blog.
    Tra l’altro, ritengo che questo sia stato il tuo modo di praticare sublimazione e resilienza, così come descritti in questo bellissimo articolo.
    PS: ti invidio un sacco per la monstera deliciosa, anche io ne cercavo una, ma quelle che ho trovato erano tutte enormi e non me le potevo permettere per problemi di spazio !!!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille, carissima Passiflora!!! Per me sublimazione e resilienza sono il top degli obiettivi che possiamo avere per uscire da qualsiasi tipo di rapporto tossico. Resilienti siamo nati, se siamo empatici, quindi il punto è ripristinare lo status di prima, quello più intuitivo e naturale. Per quanto riguarda la monstera ci sono versioni piccole che puoi acquistare online. Un buon sito è https://it-it.bakker.com/, anche se tocca aspettare un po’ perché spediscono dalla Germania :(. Un abbraccio gigante a te!!! Grazie ancora!!!

      "Mi piace"

      1. Grazie mille,
        su quel sito ho visto che esiste anche la monstera minima, ancora più piccola ma sempre con quelle caratteristiche foglie irregolari e bucate effetto tropical !!!
        🙂

        Piace a 1 persona

  6. Buongiorno family 2…posso chiamarvi così? Mi avete tenuto compagnia nei giorni più duri quando non sapevo dove sbattere la testa, trovato per caso dopo aver cercato “no contact per 21 giorni – c’è pure un video caspita) e lui ritornerà… Riga sotto :il no contact con il narcisista e penso” cosa è? “… Mi si è aperto un mondo.Ho iniziato a leggere avidamente tutto, più leggevo più avevo veramente paura… Di cosa è lui e quello che è capace di fare, ma davvero esistono persone (?) così? Si esistono e ne è pieno il mondo. Ora abbiamo i mezzi per riconoscerli e difenderci.
    Esiste un meme che dice cosi:una cosa che ci ha insegnato Bugo(cantante Festival di Sanremo che ha duettato con Morgan) e che con i narcisisti manipolatori l’unica cosa da fare è andarsene.Ora,leggerlo in un blog non dedicato al narcisismo mi ha stupito e fatto veramente piacere, chissà che qualcuno leggendo non venisse preso dalla curiosità e cercasse di più… Forse salvare anche?
    Faccio i miei più sinceri auguri a Claudelia per il suo compleanno…
    Auguri anche a Ribelle e avanti tutta!
    Un salutone a Gianni felice!
    Un abbraccio a Spirito, Ribelle, Aria, M, Passiflora, Melisenda, Speranza, Ale,… Ragazze vi abbraccio forte tutte quante… Non abbiateme se non vi ho menzionato, ogni vostra storia, ogni vostra esperienza è un tassello in più per me e per questo vi ringrazio dato che, per chi come me non può fare terapia, mi – ci-aiutano a guardarci dentro. Grazie.
    LALLA

    "Mi piace"

    1. Cara Lalla un abbraccio a te!!Anche io non posso e voglio fare terapia, perché mi arrabbio solo all’idea che ci debba andare io e non lei!!!
      Ce la possiamo fare…abbiamo tutta la forza per capire ed allontanare.
      I nostri percorsi così diversi ci hanno portati qui..e nel web.Tutte abbiamo avuto lo smarrimento di scoprire di avere a che fare con una psicopatia ,ciò è stato altrettanto destabilizzante!
      Anche io ringrazio te Lalla e tutte le altre anime splendenti che ho conosciuto!!
      Forza ..insieme ce la faremo
      Un grande abbraccio

      "Mi piace"

    2. Cara Lalla, grazie del pensiero…
      Oggi è San Valentino e per me non è solo la festa degli innamorati ma di tutti coloro che si vogliono bene. E io voglio bene a te e a tutti qui, siete stati e siete preziosi e ogni vostro commento mi ha aiutata a capire meglio queste dinamiche assurde.
      Ho pensato a lungo di aver amato il mio primo Np anche se credo che l’amore sia a miliardi di anni luce da quello che viviamo con loro, purtroppo sappiamo bene quanto possa essere deludente e frustrante il rapporto con un Narcisista patologico e quante energie e speranze perdiamo per strada insieme a pezzi di noi…che poi è così duro rimettere a posto.
      Fortunatamente, a 5 mesi di distanza dalla chiusura con il secondo Np mi sento bene e carica, ho avuto strascichi “solo” per un mese e mezzo (mi vedevo brutta, indesiderabile) e se questo è stato possibile, ovvero superare in poche settimane lo stress post traumatico, è solo grazie a tutto quello che ho imparato qui, che mi ha permesso di rinforzarmi e superare la cosa senza conseguenze più gravi.
      Oggi mi sto riaprendo un pò per volta a nuove emozioni, è un percorso a tappe, non sempre facile e lineare (resta pur sempre quella ferita originaria messa a nudo dagli Np da curare e superare) ma sono felice di essermi rimessa in gioco e non aver permesso alle paure di fermarmi.
      Non voglio darla vinta agli Np che con le loro svalutazioni ti fanno pensare che non sei degna di essere amata da nessuno. Voglio pensare e sperare che là fuori esistono persone degne di questo nome, capaci di rispettarti ed essere davvero presenti in modo positivo per le nostre vite.
      Auguro a tutti di passare questo giorno sentendo l’affetto delle persone più care.
      Un abbraccio fortissimo

      "Mi piace"

  7. Ciao Lucia grazie di cuore!
    Sappi che qui troverai tante persone pronte a condividere con te il tuo dolore e le tue speranze.Non ti sentirai mai giudicata, anzi troverai la forza di guardare avanti piu ‘ positiva!
    Un abbraccio 💜

    "Mi piace"

    1. PS pensa io sono così contenta di essermi sganciata dalla np, che contrariamente ai miei usi,domani sera farò una grande cena in montagna aperta ai nuovi amici.
      Oggi sto cucinando ,impastando,con allegria.Bisogna festeggiare l uscita dalla propria vita dei tossici, bisogna ricordarsi che la vita è una e va condivisa con le persone che ci meritano!
      Forse la incontrerò ma..lei non è invitata, e questo per me è già un grande regalo

      Piace a 1 persona

      1. Grazie di cuore a te, Ribelle, perché ti ho conosciuta e perché posso condividere con te e con tante persone la mia bruttissima esperienza. Cucina, divertiti e preparati una favolosa festa di compleanno, domani non mancherò’ di farti gli Auguri😘 Dimentica chi ti ha fatto del male e circondati solo di belle persone come te. Un abbraccio, buona serata😊

        "Mi piace"

  8. Grazie di cuore cara Claudileia 💜…prima dovrò schivare la np..purtroppo, ma non mi importa , oggi voglio essere serena con i miei cari e con chi mi frequenta senza doppi fini!!
    Il mio regalo è il concerto dei Duran a Dublino..la musica mi ha riportato alla mia dimensione, come sempre è stata un’ ottima terapia💜
    Un caro carissimo abbraccio

    "Mi piace"

    1. Tantissimi Auguri di Buon Compleanno Ribelle, ti auguro di trascorrere una giornata feliceeee con le persone che ami e che ti amano, ti auguro che la vita ti sorrida sempre da oggi in poi e allontana da te tutto cio’ che non ti fa stare bene. Un abbraccio forte😘

      "Mi piace"

      1. Grazie cara Lucia,ho letto la tua storia…sei stata fortissima come del resto tutte noi, purtroppo le nostre storie hanno tutte lo stesso copione, che siano d amore o d ‘ amicizia.
        Qui sei al sicuro!!
        Un abbraccio grande

        "Mi piace"

  9. Tantissimi auguri Blume,
    ti ringrazierò sempre tantissimo per avermi fatto riflettere sui tanti passaggi che non avevo colto razionalmente. Le tue analisi molto tecniche mi hanno spinta ad approfondire.. un carissimo abbraccio💜

    "Mi piace"

  10. Carissime oggi come un anno fa…si è data per malata.Io ho chiesto a mia sorella di farmi gli auguri su fb( non ho la data del mio compleanno)…giusto per vedere fino a che punto mi ignorasse…e lei…lei ha pubblicato la foto di tutte le medicine …🤣🤣🤣🤣ma ovviamente ha ignorato il mio compleanno.
    Che dirvi …sono libera…mi sento felice perché un anno fa lei mi deludeva profondamente, ed io avevo preso i biglietti per la vacanza .Svogliatamente pensavo a giugno e mi chiedevo perché avrei dovuto portarmela lì!
    Quest anno stesso copione, io totalmente diversa …che supercompleanno.
    Che persona triste e meschina.
    Buon compleanno a me …finalmente liberata🎊

    "Mi piace"

    1. Carissima Ribelle, non ho parole…..questo atteggiamento, indifferente e meschino, delinea perfettamente il suo disturbo narcisistico di personalita’……egocentrica e menefreghista. Ma come fa a non ricordare che un anno fa come oggi tu l’hai portata in vacanza con te per festeggiare il tuo compleanno ?? Solo una persona profondamente disturbata puo’ comportarsi così , soprattutto dopo aver letto il messaggio di tua sorella su FB . Questo dimostra che tu hai ragione, che ti sei resa conto che e’ una persona tossica da tenere assolutamente lontana dalla tua vita. Mi dispiace perche’ devi averle voluto veramente bene. Buon Compleanno cara Ribelle e buona rinascita😘😘

      "Mi piace"

      1. Cara Lucia,
        hai ragione, ho voluto bene , ma a qualcuno che non è mai esistito.
        Molte volte l ho scritto come per ricordarmelo: non ho avuto a che fare con una personalità sana.
        Oggi sto raccogliendo le prove di tanti indizi, dopo che io sono ridiventata lucida grazie al no contacr.
        L anno scorso ero un bersaglio passivo.
        Mi sembrava di non essere ferita, ma invece ogni sua subdola svalutazione mi spezzava.
        Oggi sono consapevole di essere stata sfruttata e presa in giro.Ammettere questo è stato un processo lungo, perché ho dovuto combattere contro la dissonanza.Una voce che prendeva le briciole che mi dava e me le ingigantiva.
        Ti rendi conto che stai bene, quando nessuna loro azione ha più potere .
        Tu…gliel hai tolto!
        Un abbraccio e coraggio!!!

        "Mi piace"

    2. Carissima Ribelle, osserva bene gli estremi: tu stavi festeggiando la vita e lei… lei ti ricorda la malattia e la morte proprio il giorno del tuo compleanno. Se attendeva molto probabilmente che tu la invitassi per poi dirti di ‘no’, ma siccome non è riuscita a darti questo dispiacere ha provato ad abbassare il tuo livello di energia con un post davvero ridicolo. Un abbraccio grande a te e buon inizio di settimana!

      "Mi piace"

      1. Cara Claudileia stesso copione dell anno scorso…non avevo pensato però a questo abbinamento!
        Lei non sapeva del mio aperitivo, non è proprio salita in montagna, ma sapeva del mio compleanno.
        L ho ovviamente ignorata, non seguo più i suoi post, come del resto lei.
        Buona settimana a te🤗🤗

        Piace a 1 persona

  11. Buongiorno a tutti,
    vorrei rendervi partecipi di un’ altra fase delle scoperte che si fanno dopo aver frequentato un np.
    Io che pensavo che lei fosse una fantastica maestra etc etc…
    Bene, sto scoprendo che ha combinato un sacco di casini con gli allievi, addirittura con comportamenti al limite della sospensione dell abilitazione.
    Anche io da principiante fuori mollata su una pista ..ma ero già agganciata…e lei prontamente mi mandò un SMS dicendomi: ti ho visto dalla seggiovia…eri bravissima ( carota e bastone)
    Comunque come avevo letto in giro che queste persone apparentemente sembrano vincenti , ma in realtà il loro caos interiore non li aiuta a mantenere le relazioni e il rigore lavorativo.
    Mi sento sempre più forte e lontana da questo personaggio, mi sta ritornando la voglia di allenarmi, di stare bene anche nel fisico .
    Non auguro a nessuno un’ esperienza così traumatica per il corpo e la mente.
    Intanto sto facendo piazza pulita di pseudo amicizie.
    Devo tenere duro altri 2 mesi, poi penso che sparirà per sempre dalla mia vita.
    Buona settimana a tutti…e avanti con il no contact

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...