Quando i narcisisti patologici incontrano la PNL: 10 modi di proteggersi dell’insalata di parole

Leggiamo un esempio suggerito da Dough O’brien, esperto di Programmazione Neurolinguistica e Ipnoterapista, co-fondatore del Dipartimento di medicina gratuita presso il Columbia-Presbyterian Hospital di New York sugli “sleight of mouth” (giochi di prestigio linguistici), ovvero l’uso dell’abilità linguistica per cambiare la prospettiva di una persona, col fine unico di persuaderla ad accettare comportamenti e parole a volte dubbiose oppure ad acquistare prodotti e servizi senza che ne abbia bisogno[1]:

Diciamo che siete arrivati a lavoro tardi, che siete in ritardo e il vostro capo vi rimprovera:

“Sei in ritardo. Dimostri di tenerci poco al tuo lavoro.”

Ecco le 14 risposte disponibili conforme gli schemi “sleight of mouth” :

  1. REALTÀ STRATEGICA: “Come puoi pensare che il ritardo e la cura siano la stessa cosa?”
  2. MODELLO DI MONDO: “Sono in molti a credere che la cura sia dimostrata dalla qualità del lavoro svolto e dai risultati ottenuti.”
  3. ESEMPIO CONTRARIO: “Conosciamo tutti persone che sono sempre puntuali e che, una volta arrivati qui, si dimostrano una barzelletta.”
  4. INTENZIONE POSITIVA: “La mia intenzione non è quella di arrivare in ritardo o di sembrare disinteressato, ma di utilizzare il tempo con la migliore qualità e la massima produttività mentre sono qui”.
  5. RIDEFINIZIONE: “Io non sono in ritardo, il traffico mi ha fatto ritardare.”
  6. CHUNKING UP: “Stai dicendo che l’aspetto più importante del mio lavoro è presentarsi in orario?”
  7. CHUNKING DOWN: “Quanti in questo momento sono in ritardo e non ti preoccupano più di tanto?”
  8. METAFORA O ANALOGIA: “Se un chirurgo è in ritardo a cena perché sta salvando una vita, vuol dire che non gli importa niente di ciò che ha cucinato sua moglie?”
  9. UN ALTRO RISULTATO: “La vera domanda non è se sono in ritardo o quanto ci tengo. La vera domanda è quanto sto producendo per la compagnia.”
  10. CONSEGUENZA: “Se fosse arrivato puntualmente non sarei stato in grado di chiudere la vendita: ho fatto colazione con il cliente.”
  11. GERARCHIA DEI CRITERI: “Non è meglio concentrarsi su quanto la persona s’impegna al lavoro piuttosto che sulla sua puntualità?”
  12. SCARICAMENTO: “Accidenti, vorrei che tu ci tenessi così tanto a me da dirmelo prima!”
  13. MODIFICA DELLE DIMENSIONI DEL QUADRO: “Col tempo vedrai che ho portato velocemente più affari per l’azienda rispetto a tutte le persone che si sono presentate in orario.”
  14. META FRAME: “Molte aziende più avanzate stanno lavorando con tempi flessibili per aumentare la produzione. Credevo di averci a che fare con un manager lungimirante.”

Leggiamo una testimonianza interessante sui narcisisti amanti della PNL:

Il mio ex aveva un lungo storico su come otteneva rifornimento narcisistico da vari gruppi. Dopo essere stato un buddista, sembrava avesse preso la PNL come a un culto. Per lui la PNL era qualcosa di grande, un grande aiuto alla sua vita e, quando ho sottolineato che poteva essere una pseudoscienza, la possibilità di qualcosa di dubbioso, si è molto arrabbiato e negato qualsiasi discussione razionale. Non poteva sopportare che qualcuno obiettasse su di una fonte potenziale di offerta narcisistica.

Lui comunque non aveva una formazione formale vicina a ciò che giustificherebbe eticamente il suo tentativo di avere un’influenza terapeutica sulle persone. Ma dopo aver letto un sacco di libri sulla PNL, ha iniziato ad applicare spietatamente le tecniche sulle persone. Nelle discussioni dei forum sulla PNL si vantava di come usava con successo i suoi trucchi sui membri dei gruppi che frequentava. Usava parole come terapia e trattamento. Nella sua percezione soggettiva, ne ricavava moltissimo materiale narcisistico, a prescindere se il suo intervento era stato benefico oppure se, in realtà, avesse disturbato o irritato le persone.

Un esempio: era stato molto soddisfatto delle tecniche di “Sleight of Mouth”, che hanno lo scopo di ottenere dei vantaggi costringendo le persone a fare ciò che si vuole nonostante la loro obiezione, disattivando momentaneamente tali obiezioni con mezzi manipolatori. Nessuna persona decente vorrebbe fare qualcosa del genere, ma per un narcisista si tratta di un’abilità perfetta da apprendere[2].

COME POSSIAMO ESSERE SICURI CHE NESSUNO USI QUESTI “TRUCCHI” CON NOI[3]?

1. SIATE ESTREMAMENTE DIFFIDENTI NEI CONFRONTI DELLE PERSONE CHE COPIANO IL VOSTRO LINGUAGGIO DEL CORPO

Se state parlando con qualcuno che potrebbe essere in PNL, e notate che è seduto esattamente uguale a voi oppure che rispecchia il modo in cui posate le mani, mettetelo alla prova facendo alcuni movimenti e vedendo se fa la stessa cosa. I PNL esperti saranno più bravi a mascherare questo atteggiamento rispetto a quelli meno preparati, ma quelli meno esperti copieranno immediatamente il vostro stesso movimento. Si tratta di un buon indizio per comprendere che la persona sta cercando di manipolarvi.

2. MUOVETE GLI OCCHI IN SCHEMI CASUALI E IMPREVEDIBILI

Ecco un modo davvero divertente per avere la meglio contro un fanatico della PNL che prova a manipolarvi. Soprattutto negli stadi iniziali dell’induzione dei rapporti, gli utenti della PNL dedicheranno un’attenzione incredibile ai vostri occhi. Potete pensare che fanno così perché provano un genuino interesse a quello che state dicendo. In parte è vero, ma non perché si preoccupano dei vostri pensieri: stanno osservando i vostri movimenti oculari per vedere come archiviare e accedere a ulteriori informazioni. In pochi minuti, non solo saranno in grado di dire quando state mentendo o inventando qualcosa, ma saranno anche in grado di capire quali parti del vostro cervello state usando quando parlate, il che può portarli ad avvicinarsi molto da ciò che state pensando, tanto da farvi credere di averci a che fare con una specie di santone, o quantomeno di una persona dotata di intuizione intrapsichica riguardo ai vostri pensieri più intimi. Un trucco intelligente per sfuggire a questa soggezione è quello di muovere in modo casuale gli occhi – guardate in alto, a destra, a sinistra, da un lato, dall’altro, in basso… fatte sembrare questi movimenti qualcosa di molto naturale, ma pur sempre casuali e senza uno schema preciso. Questo farà impazzire una persona che fa uso della PNL, perché in questo modo non riuscirà a calibrare i vostri pensieri.

3. NON GLI PERMETTETE DI TOCCARVI

Si tratta di un comportamento abbastanza ovvio che generalmente non viene detto. Immaginiamo che state chiacchierando con qualcuno che conoscete e che fa uso della PNL. Dopo un po’ vi ritrovate in uno stato emotivo più “acuto” – forse iniziate a ridere forte, oppure vi arrabbiate tantissimo per qualcosa, insomma uno stato alterato. La persona con la quale state parlando inizia, allora, a toccarvi mentre siete in questo specifico stato. Potrebbe, ad esempio, toccarvi sulla spalla. Cosa succede con questo? Bene, vi stanno “programmando” per far sì che più tardi, volendo riportarvi allo stato in cui vi trovavate, possano farlo (o così la logica ribelle della PNL detta!) semplicemente toccandovi sullo stesso punto. Sarebbe a dire, fanno un gesto del tipo “oh cavolo, dai, ma davvero?!”.

4. DIFFIDATE DEL LINGUAGGIO VAGO

Una delle tecniche primarie che la PNL ha ereditato da Milton Erickson è l’uso di un linguaggio vago per indurre la trance ipnotica. Erickson ha scoperto che quanto più vago è il linguaggio, più induce le persone in trance. Perché? Perché c’è meno possibilità che una persona diventi suscettibile di essere in disaccordo con noi, oppure che reagisca a ciò che stiamo dicendo. In alternativa, un linguaggio chiaro e tondo porta una persona fuori dalla trance. (Tenete presente l’uso che Obama ha fatto di questa specifica tecnica con la campagna “Change”, ossia, una parola così vaga da portare chiunque a leggere qualcosa in essa.)

5. DIFFIDATE DEL LINGUAGGIO PERMISSIVO

“Sentiti libero di rilassarti.”

“Sei libero di provare a guidare questa macchina, se vorrai.”

“Puoi goderti tutto ciò che vuoi.”

Attenti all’infinocchiatura di queste affermazioni perché si tratta di un grande intuizione degli ipnotisti pre-PNL, come Erickson: il modo migliore per convincere qualcuno a fare qualcosa, incluso andare in trance, è il consenso che vi dà per farlo. Per questo motivo, gli esperti ipnotisti non daranno MAI ordini a qualcuno di fare qualcosa, cioè, non vi diranno mai “Entrate in trance”, ma diranno cose del tipo “Sentiti libero di rilassarti QUANDO VUOI”.

6. DIFFIDATE DELLE PAROLE SENZA SENSO

Frasi insensate come “Più lascerai andare questa sensazione, più ti ritroverai in movimento, ancora e ancora, verso il continuo allineamento del presente con il suono del tuo successo.” Questo tipo di frase sconnessa è il pane e il burro della fase stimolante della PNL; l’ipnotista in realtà non sta dicendo nulla, sta solo cercando di programmare i vostri stati emotivi interni e spostarli verso dove vuole che vadano. Chiedete SEMPRE “Puoi essere più preciso a riguardo?” oppure “Puoi spiegarmi esattamente cosa intendi dire?”. Sono domande che portano a due risultati: a) l’interruzione di tutta questa tecnica; b) l’obbligo di spostare la conversazione verso un piano molto più chiaro “rompendo” il linguaggio vago di induzione alla trance di cui abbiamo parlato nel punto n.4.

7. IMPARATE A LEGGERE TRA LE RIGHE

Le persone che utilizzano la PNL usano costantemente la lingua con significati nascosti o stratificati. Ad esempio “La dieta, l’alimentazione e dormire con me sono le cose più importanti, non credi?”. In apparenza, sentendo questa frase detta frettolosamente, sembrerebbe talmente l’ovvia come affermazione da portarvi ad acconsentire senza pensarci troppo. Sì, certo la dieta, l’alimentazione e il sonno sono cose molto importanti, ok, e questa persona è davvero in buona salute, il che è una bella cosa. Qual è, allora, il messaggio occulto? “La dieta, la nutrizione e dormire con me sono le cose più importanti, non credi?” Sì, e voi, inconsciamente, avete acconsentito. Gli esperti PNL possono essere incredibilmente sottili con questo.

8. ATTENTI A DOVE FOCALIZZATE LA VOSTRA ATTENZIONE

Fatte molta attenzione a riconoscere le persone che usano la PNL: vi invitano a fare ciò che vogliono avvalendosi di uno spunto inconscio. Ecco un esempio: un utente di PNL che stava cercando di farmi scrivere per il suo blog gratuitamente ha notato che non sembravo prestare attenzione a ciò che diceva, che guardavo in lontananza, dopodiché ha iniziato ad usare la tecnica elencata al punto # 7 raccontandomi di non aver mai dovuto pagare nulla perché gli editori gli inviavano gratis dei libri e CD. “Tutto gratis”, aveva iniziato a sibilare contro di me. “Ottengo tutto da loro. Gratuitamente.” Ovvio, no?

9. NON ACCONSENTITE A NIENTE SOTTO PRESSIONE

Se sentite di dover prendere una decisione velocemente su qualcosa e avvertite di essere indotti a farlo, lasciate perdere tutto. Attendete 24 ore prima di prendere qualsiasi decisione, specialmente quelle finanziarie. NON fattevi ammaliare dalla presa di decisione emotiva sulla base dello stimolo del momento. Gli addetti alle vendite sono armati fino ai denti con tecniche di PNL specifiche per acquisti basati sulla dinamica impulsiva delle persone. Non fattelo e basta, usate la vostra mente razionale.

10. FIDATEVI DEL VOSTRO INTUITO

Ecco la regola principale e primaria: se il vostro istinto vi dice che qualcuno vi sta fregando, o se vi sentite a disagio quando siete vicini a una persona, fidatevi sempre di lui. Le persone che fanno utilizzo della PNL sono apparentemente “reticenti”, vaghe come venditori di auto usate. Scappate o chiedete di essere rispettati con la sospensione dell’uso delle tecniche della PNL almeno quando interagiscono con voi.

Speriamo che questa breve guida vi aiuti a resistere a questa noiosa e perniciosa forma moderna di “magia nera”. Portate queste informazioni con voi sul vostro telefono o stampate per la prossima volta che andate a comprare un auto usata, quando dovete fare un abbonamento in palestra oppure quando guardate un politico parlare in TV.

L’utilizzo sempre più diffuso delle tecniche della PNL vi sorprenderà… le stanno usando ogni volta di più … non credete?

 ———————————————————–

[1] http://www.sleightofmouth.org/

[2] https://www.psychforums.com/narcissistic-personality/topic44346.html

[3] https://ultraculture.org/blog/2014/01/16/nlp-10-ways-protect-mind-control/

Annunci

3 pensieri su “Quando i narcisisti patologici incontrano la PNL: 10 modi di proteggersi dell’insalata di parole

  1. Sì, io lo credo.
    Mi è capitato spesso di riflettere sulla connessione tra la manipolazione di cui parliamo qui a opera dei n.p e la manipolazione in senso più ampio.

    Tantissime storie di sedicenti santoni, guru, esperti in discipline varie, incluso le spirituali, a posteriori sono risultate avere al vertice individui severamente perversi e carismatici che con le tecniche descritte – e altre – riescono a manipolare pensieri e azioni non di una ma di centinaia di persone alla volta. Pensiamo alle varie sette (es. Osho, Sai Baba), ai culti finiti male (The Family di C. Manson), ai metodi di “persuasione” di certi interrogatori o servizi segreti (progetto MKUltra per il controllo mentale da parte della Cia), alle biografie di individui di altissimo livello e percepiti sulle prime come portatori di verità nobili poi nel tempo riconosciuti come manipolatori, occulti o meno (Es. Luther King).

    Ho riportato qualche esempio ben documentato (in questo campo occorre stare ben vicini alla storia documentata e stare alla larga da teorie del complotto, una sottile linea rossa), per dire che la manipolazione, anche senza arrivare alla magia bianca, nera, a riti satanici (Es. Bestie di satana), vodoo e organizzazioni segrete strutturate (es. massoni), funziona a vari livelli personali o di gruppo in modi similari, ma sempre partendo dalla sottrazione di identità dell’abusato.

    Grazie per questo articolo: io credo che la chiusura del cerchio, ovvero la riprova che questo argomento (declinato qui partendo dalla PNL ma secondo me ampliabile a tutte le forme di manipolazione possibili) sia del tutto attiguo e pertinente al narcisismo maligno oggetto delle nostre sofferenze visto che molti di questi fenomeni/personaggi ormai storici, riletti alla luce delle odierne nostre conoscenze, altro non sono che opere su larga scala da parte di psicopatici abili abbastanza a turlupinare ben più di una o quattro persone persone contemporaneamente.

    Grazie, sempre.

    Piace a 1 persona

    1. Carissima Lucia, sottoscrivo in pieno le tue parole. Infatti, la PNL è soltanto la punta dell’iceberg. Quasi sempre i soggetti n.p. STUDIANO queste tecniche o sono stati magari in giovinezza affascinati da qualche setta, dell’occulto e della possibilità di potenziare il livello di manipolazione mentale altrui attraverso qualche tecnica pseudo scientifica o presuntamente “terapeutica”. Amano avere “amicizie” in ambito terapeutico per imparare da chi ha studiato, senza “sprecare il tempo” leggendo alcunché, come fare per ottenere ciò che vogliono senza destare sospetti nelle vittime. Alcuni manuali che potrebbero essere utili alle vittime per superare un trauma, quando cadono in mano a soggetti disturbati diventano arme di distruzione di massa. Un abbraccio forte a te!

      Piace a 1 persona

  2. Comunque ho notato che anche tra stimati psicoterapeuti si celano narcisisti.Ho fatto i complimenti per un video sulla psicopatia ad un esperto terapeuta sul tema,gli faccio una sola domanda per agganciarmi ad una sua teoria.Lui mi risponde che fa solo consulti in sede appropriata.
    (Ovvio a pagamento)Gli rispondo su
    messanger,( gli ho chiesto
    l’amicizia,che lui mi concede)che sarei
    andata volentieri ma siamo troppo
    distanti e lo saluto cortesemente
    chiudendo il discorso.Lui mi risponde
    sarcastico; che vanno da lui da tutte le
    parti d’Italia poi mi toglie l’amicizia e
    mi blocca su messanger.Whhoooo non
    gli serviva la mia amicizia!!Che se ne
    fa di una che non va ai suoi
    consulti!.Poteva evitare di
    bloccarmi,su messanger, lo avevo
    salutato prima io e non lo avrei più
    disturbato ;dato che io ai suoi consulti
    non avrei potuto andare.Ora neanche se mi pagasse la trasferta ed il consulto lui non andrei.Non lo trovo un atteggiamento corretto ma molto opportunistico

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...