Le cinque qualità che i narcisisti perversi cercano nelle loro vittime – e in che modo le usano contro di loro

Fonte: https://thoughtcatalog.com/shahida-arabi/2018/01/5-qualities-malignant-narcissists-look-for-in-their-victims-and-how-they-use-them-against-you/
Autrice: Shahida Arabi, psicologa e psicoterapeuta (Columbia University), specializzata in bullismo e violenza domestica. Opere The smart girl’s Guide to self-care e Becoming the narcissist’s nightmare: how to devalue and discard the narcissist while supplying yourself
Trad. C. Lemes Dias

_________________

Essere maltrattati da una persona narcisista non può mai essere ritenuto una colpa delle vittime stesse, in nessun modo, circostanza o forma. Chiunque può essere eletto bersaglio da un predatore emotivo: essere semplicemente umani basta e avanza per rendervi vulnerabili ad essere presi di mira dai soggetti “tossici”. Detto questo, è importante riconoscere i tratti che un/a narcisista predilige in un bersaglio in modo che tutti possiamo proteggerci meglio e tagliare i ponti prima, specialmente quando ci rendiamo conto di essere sfruttati.

Molti di questi tratti sono assolutamente meravigliosi quando hanno la possibilità di prosperare nel contesto di una relazione sana (e quando moderati da un’appropriata cura di se stessi), ma con un narcisista perverso/maligno, possono e saranno usati contro di voi.

  1. COSCIENZA

Forse una delle qualità più ricercate dai narcisisti è la capacità di essere coscienziosi. Gli individui coscienziosi si preoccupano per il benessere degli altri e rispettano i loro obblighi verso gli altri. Dal momento che prendono decisioni basate sulla loro coscienza, è probabile che proiettino il loro senso della moralità sul narcisista e credano che lui o lei prima o poi imparerà. I narcisisti sanno che quando trovano qualcuno abbastanza coscienzioso da preoccuparsi dei bisogni altrui, possono sfruttare una tale preziosa qualità fino all’ultima goccia.

I predatori maligni sanno che una persona coscienziosa darà loro il beneficio del dubbio, finirà per concedere loro seconde opportunità e si preoccuperà di rispettare i suoi bisogni mettendo da parte i propri. I narcisisti sono consapevoli del fatto che per i loro obiettivi, questo modo di prendersi cura è correlato all’ “obbligo” generato dall’idea di una relazione romantica – e confidano che le persone altamente coscienziose vogliano adempiere a un tale obbligo anche quando implica ritrovarsi in una situazione rischiosa.

“I soggetti disturbati spesso prendono di mira le persone che possiedono due qualità che non hanno: coscienziosità ed eccessiva gradevolezza (cioè deferenza). Quindi, è una coscienza solida a rendervi più vulnerabili alla manipolazione narcisistica. I manipolatori usano la colpa e la vergogna come armi principali. Bisogna avere, quindi, la capacità di provare vergogna e senso di colpa per far funzionare le loro tattiche. I personaggi disturbati non hanno queste capacità. Le persone coscienziose, invece, trasformano queste qualità nel loro cavallo di battaglia”. Dr. George Simon, Personalities Prone to Narcissistic Manipulation

  1. EMPATIA

L’importanza di avere un obiettivo empatico non può essere sottovalutata. I narcisisti non ricevono una buona dosi di nutrimento narcisistico (lodi, attenzione, risorse, ecc.) da parte di chi non ha empatia. Loro stessi non hanno empatia, ma i loro obiettivi scelti spesso hanno empatia da vendere. Il combustibile emotivo che gli individui empatici forniscono rende un narcisista potente e lo fa sentire di avere il controllo di tutto; altrimenti, essenzialmente “muore di fame” e va a caccia di un’altra fonte di approvvigionamento.

Una tale caratteristica che rende ricco un essere umano può essere usata contro le vittime per impoverirle all’interno del ciclo di abuso. Essere disposti a vedere la “prospettiva” del narcisista anche quando si è maltrattati è qualcosa su cui i predatori contano per portare avanti lo schema abusivo. Un individuo altamente empatico appartiene a un pubblico ideale, che perdona il narcisista dopo ogni “incidente”.

I narcisisti sentono di poter semplicemente inventare una storia o porgere scuse finte per cancellare i maltrattamenti. Sanno che gli individui empatici cercheranno di razionalizzare il loro comportamento e di trovare scuse per la loro tossicità. Fanno affidamento sulla loro capacità di perdonare e simpatizzare con gli altri, anche dopo orribili episodi di abuso. Facendo appello all’empatia delle loro vittime, i narcisisti maligni sono in grado di sfuggire alla responsabilità delle loro azioni, sempre e comunque.

Gli individui empatici tendono a sobbarcarsi di tutte le responsabilità, anziché ritenere il narcisista responsabile delle sue azioni. Questo accade perché avvertono una straordinaria dose di sensi di colpa quando assistono alle eventuali punizioni che gli vengono inflitte (sia dalla legge che dalla società). Ecco perché spesso si sentono in dovere di proteggere un maltrattante piuttosto che esporlo per quello che è.

  1. INTEGRITÀ

La persona che mantiene la parola è incredibilmente attraente per un narcisista moralmente impoverito. Gli individui con integrità hanno una ricchezza di attributi che i narcisisti sentono di poter sfruttare a proprio vantaggio. Dopotutto, se la vittima sente che non è nel suo codice morale imbrogliare o rinunciare preventivamente a una relazione, a chi giova? Al narcisista, che, d’altra parte, non ha tali scrupoli morali.

Mentre i narcisisti maligni non provano rimorsi per le loro vittime, le loro vittime si sentono moralmente in apprensione quando decidono di reagire, perché sentono di tradire, in qualche modo, la relazione, ritirandosi dai loro obblighi percepiti verso il narcisista. L’integrità delle vittime, che può avvantaggiarli nei rapporti con altri individui empatici e affini, diventa un’arma in mano a un narcisista  – un’arma usata contro di loro per distruggere il senso di sé e la fiducia nel mondo che hanno.

  1. RESILIENZA

La capacità di “riprendersi” dai maltrattamenti è qualcosa che (contro qualsiasi senso) rafforza il legame della vittima con un narcisista. Individui resilienti, come sopravvissuti all’abuso infantile, costituiscono una notevole riserva per un/a narcisista perché capaci di sopportare un’enorme quantità di dolore senza darsi per vinti. Si tratta di una qualità meravigliosa da esibire quando si tratta di affrontare le avversità della vita, ma in un ciclo di abusi narcisistici la resilienza di un sopravvissuto viene usata contro di lui/lei per avvolgerlo nella rete di inganni intessuta dal/la narcisista.

Dopotutto, è improbabile che individui altamente resilienti si arrendano anche dopo episodi di maltrattamento eclatanti. Nonostante possano avere una maggiore capacità di rilevare le minacce nel loro ambiente, optano per ignorare i loro istinti e si predispongono a lottare per la relazione contro tutte le avversità, adottando la mentalità del “salvatore” o del “combattente”, mentre lavorano per sostenere una relazione fondamentalmente insostenibile. Possono persino misurare il loro amore con la quantità di crudeltà che abbiano sopportato fin lì. Ciò accade anche a causa della natura del legame traumatico che sviluppano con la persona tossica o violenta.

  1. UN ALTO GRADO DI SENTIMENTALISMO

Una vittima che è sentimentale e che ama profondamente si sente attratta da un individuo narcisista perché ammaliata dal love bombing (eccessiva adulazione e lode usata per ottenere il controllo di una persona). Si tratta di un’arma che fa leva sui bisogni e desideri di una persona per ottenere con facilità ciò che si vuole. I narcisisti idealizzano le loro vittime nelle prime fasi della relazione. Si assicurano la loro fiducia appellandosi alla sete di amore che hanno. Adorano creare ricordi piacevoli che possono essere romanticizzati/edulcorati dalle vittime durante i periodi peggiori della relazione.

Sono soggetti che si divertono prendendosi gioco delle emozioni delle loro vittime; sanno che possono rispecchiare intensamente le prede prima di iniziare a ritirarsi. L’obiettivo resta la creazione di quell’effetto “anima gemella” totalmente fabbricato che lascerà i loro obiettivi depredati indelebilmente e dipendenti da loro. Gli individui empatici e sentimentali sono il foraggio perfetto per i narcisisti, vere cavie usate per testare tecniche di seduzione perversa  – tutto ciò che devono fare è manipolare il desiderio del loro obiettivo di trovare una relazione significativa. Si tratta di un desiderio umano, altrimenti naturale, che sfortunatamente viene deturpato da questi predatori.

“Quando l’interazione con te procede, lo psicopatico valuta attentamente la tua persona. La tua persona dà allo psicopatico un’immagine dei tratti e delle caratteristiche che apprezzi in te stesso. La tua persona può anche rivelare, a un astuto osservatore, insicurezze o debolezze che desideri minimizzare o nascondere dalla vista. In quanto allievo del comportamento umano, lo psicopatico testerà quindi delicatamente le tue forze interiori e avrà bisogno di quella parte sommersa del tuo Sé … La persona dello psicopatico – la “personalità” con cui la vittima è legata – non esiste realmente. È stata costruita su bugie accuratamente intrecciate insieme per intrappolarla. È una maschera, una delle tante, fatta su misura dallo psicopatico per soddisfare i particolari bisogni e aspettative psicologiche della vittima.Dr. Paul Babiak e Dr. Robert Hare, Snakes In Suits: When Psychopaths Go To Work

Le buone notizie? Tutti questi punti di forza e qualità possono anche essere usati per portarvi all’auspicato distacco dal narcisista. Potete usare il vostro alto livello di empatia per praticare la compassione verso voi stessi e riconoscere che siete degli esseri umani unici che non meritano di essere maltrattati. Potete usare la vostra coscienza, integrità e fede nel bene dell’umanità per entrare in contatto con altre persone che possono sostenervi e condividere i vostri stessi valori. Potete impiegarli per perseguire l’amore che meritate veramente – con una persona dotata di coscienza. Soprattutto, potete usare la vostra capacità di recupero per diventare dei sopravvissuti e superare anche questa veste dopo l’abuso narcisistico.

Potete usare la vostra forza per rompere lo schema definitivamente, una volta per tutte.

346 pensieri su “Le cinque qualità che i narcisisti perversi cercano nelle loro vittime – e in che modo le usano contro di loro

  1. E’ evidente che non sono pronta, mi sono ritrovata da sola con lui e mi ha detto che era un sacco che non sentiva il mio odore. Magari era solo una constatazione, anche perché avevo effettivamente appena spruzzato il mio profumo uscita dalla palestra. Ma volevo scappare, ho tirato fuori una battuta stupidissima e sono scappata. Ecco il “controllo” pessimo che ho … sembra che tanta fatica si bruci in un attimo. Ed ancora sono a domandarmi, perché buttare certe frasi..

    "Mi piace"

    1. Questo è un ripescaggio cara Morgana😊….ha ripreso a salutarti e ora dice che gli mancava il tuo profumo….la prossima volta dirà che gli mancano i tuoi baci e voilà che il gioco riprende…
      Si sarà stancato i avrà litigato e messo in stand by la stagista e ora torna a te che se non ricordo male eri la seconda in ordine di successione ….
      Cosa ti avevo detto? Se ti mostri meno presente vedi come tornano….purtroppo dico io…..purtroppo perché sei ancora molto presa anche se hai cercato di prendere le distanze….sappi solo che se ricominci il rapporto prima o poi lui ti darà un’altra stangata…questo devi metterlo in conto…mi piacerebbe dirti che non è così e che andrà meglio ma purtroppo con i narcisisti le cose non vanno mai meglio…si..ci sono dei ritorni e delle brevi “tregue” (quando devono riprenderti) ma poi il gioco dei triangoli riprende…..
      Se non fosse un narcisista é comunque uno stronzo solo per come ti ha trattata ….questo non dimenticarlo….
      Un abbraccio….e facci sapere….

      Piace a 1 persona

      1. Spirito libero, sono basita… Cerco di stare distante da sguardi od altro non so più nemmeno se per darmi tempo di staccarmi o se per non rovinare tutto e dovermi risentire in colpa o sciocca nello sbagliare ancora. Però mi domando… Non ê passato molto tempo dagli sguardi di disprezzo e dal dirmi che non avevo dignità e non dovevo più scrivergli, come puoi passare da quello a questo ? Non so, forse la battuta sul l’odore era solo una constatazione… (Giustifico spesso perché non voglio essere quella che vede male a priori). Ho solo una certezza, essere cauta. Continuare a tutelare il mio sentirmi “a posto”, sarà sciocco come obbiettivo ma penso sia l’unica vera cosa che mi fa riprendere un po di forza, e se sbaglio temo di crollare come un castello di carte..

        "Mi piace"

      2. Morgana fai bene a mantenerti alla giusta distanza perché come hai visto tu stessa queste persone passano dall’odio ingiustificato e dal disprezzo in apparenza senza appello a cercarti di nuovo..anche io non capivo come potessero farlo. Purtroppo lo fanno, non hanno vergogna né dignità. Un abbraccio

        "Mi piace"

      3. Come può passare daquello a questo (l’opposto)? Lo fa, senza scrupolo di coerenza, per riagganciarti nella rete, perché è affetto da dnp.

        "Mi piace"

      4. Blume, Spirito Libero, non penso sia un riaggancio, penso fosse solo un
        “Dirmelo” magari davvero solo x dirmelo o vedere la mia reazione. Anche perché se no penso avrebbe detto anche altro. Mi spiazza che non mi senta pronta a rispondere nel giusto modo, se a non farmi pervadere di queste sensazioni per una sola frase di questo tipo…
        Buon risveglio e speriamo sia una buona giornata… Per fortuna domani non si lavora

        "Mi piace"

      5. Vedi tu stessa che una sola frase di questo tipo ti spiazza e ti riattiva sensazioni, forse anche sentimenti… perché avrebbe dovuto dire altro? Dipende dai suoi obiettivi del momento, magari non vuole rivederti subito (perché ha da fare, non perché sia timido o si senta in colpa), ma ha bisogno di riportarti nel cono della sua influenza. Gli basta questo, magari, al momento. Lui dice una mezza parola sull’odore, basta solo questo… e tu di nuovo sotto l’incantamento!

        "Mi piace"

      1. Nonostante alcuni professionisti, anche molto bravi, sostengano che la persona narcisista sia la vera dipendente, trovo più azzeccata la tesi secondo la quale non dipendono dall’altro ma dall’azione che compiono sull’altro, dal potere che esercitano su di lui. Questo perché non sono in grado di provare sentimenti veri o sviluppare un vero attaccamento. Non hanno ciò che viene chiamato “costanza dell’oggetto” e quindi non si legano ad una persona fino al punto di andare oltre il desiderio iniziale/entusiasmo e l’opportunismo subito dopo. Possono rendersi dipendenti dai maltrattamenti che ti infliggono, dal sesso, dalle sensazioni che provano quando litigano con te, dal controllo che esercitano su di te, ma non da te. Ciò fa sì che la loro attenzione si sposti costantemente verso chiunque, secondo i loro codici, dia più di te. Se possono maltrattare un’altra persona molto più di quanto ti maltrattano, allora passano a dipendere dal potere che esercitano sull’altra persona, scartandoti in via definitiva o tenendoti nei paraggi per divertimento. Abbracci a te!

        Piace a 1 persona

    2. Morgana, cara, non vorrei che tu interpretassi i miei interventi come una rottura di scatole gratuita.
      Ti prego leggi quello che succede ed è successo ad altri/e, gli schemi sono purtroppo consolidati e ripetitivi è come assistere allo stesso squallido spettacolo che si ripete all’infinito.
      Era previsto che se tu ti fossi rafforzata e l’avresti ignorato lui ti avrebbe cercata, purtroppo però anche il finale di questa fase (hoovering) è già scritto anche se nessuno lo spera. Non sei pronta a lasciarlo andare, sei forse pronta a farti maltrattare ancora? Perché succederà e anzi sarà pure peggio.
      Credo e l’ho sempre detto, se vuoi lasciare qualche ‘segno’ di te un ricordo in qualche maniera non dispregiativo, devi scappare, e informarti e rinforzarti facendo cose belle più possibile fino a quando l’avrai davvero emotivamente lasciato andare.
      Ti abbraccio fortissimo.

      Piace a 1 persona

      1. No Babi, non rompi le scatole anzi, e leggo, forse il mio male è lo “sperare” che le cose non possano essere davvero così avariate, ma nel dubbio sto cercando di ricaricarmi. Certo è che constato solo con questi fatti (incrociandolo) che sono più “indietro” di quanto credessi.

        "Mi piace"

    3. Cara Morgana
      perché lo fa? Ti rispondo con un episodio della mia storia…

      01.01.2017: mi manca il tuo odore. Il giorno dopo sparisce
      04.01.2017: ricompare, senza avvisare, a casa mia dove ovviamente lo accolgo.
      05.01.2017: non posso darti quello che vuoi (4 anni di relazione ormai andati). Sparisce fino a metà gennaio.
      19.01.2017: breve scambio di messaggi poi sparisce
      27.01.2017: chiamo e dico piangendo che non ce la faccio più. Risposta: “sei una persona deleteria per me, mi hai rovinato la vita e ti dovresti vergognare per lo schifo che hai fatto (???) e se non la smetti di fare la vittima giuro che ti incendio la macchina”

      Questo è solo un piccolo pezzo della mia storia Morgana. Mi auguro non diventi mai anche il tuo.
      Un abbraccio

      Piace a 2 people

      1. Miroò mi ha fatto venire in mente tanti “ricordi” 🙂
        NP1 mi scarta a maggio 2015 per un’altra e sparisce fino a metà ottobre…poi ricompare (storia estiva finita) e dopo oltre un mese e mezzo di messaggi (io non volevo rivederlo subito…un pò di dignità suvvia) ci vediamo a metà novembre…sparisce… si fa vivo intorno a Natale, ci vediamo dopo S.Stefano…qualche messaggio e ci si rivede il 4 gennaio 2016…poi sparisce per una ventina di giorni…si rifa’ vivo il 24 gennaio (anniverario dle nostro primo incontro, ma penso non lo avesse ricordato, io si)…ci vediamo il 29 gennaio….gli consegno una lettera in cui gli spiego quanto ci tenessi a lui….sparsice nel nulla…..lo trovo in chat a metà febbraio che cerca altre…lo blocco 4 mesi…lo sblocco a giugno e lui mi ricontatta subito….un mese di “ritorno di fiamma”…sparisce dopo ferragosto….
        Potrei continuare fono a gennaio del 2018, quando finalmente mi sono rotta le palle di tutta questa cavolata!
        Morgana medita……

        Piace a 1 persona

      2. Mirò, è follia molto peggio di quanto ho vissuto io quello che racconti. Cattiveria esagerata. La base sarà simile, ma ciò che dici è incommentabile, assurdo…mi dispiace davvero.
        La base simile… Mi pare sia che rovesciano dei commenti a te, che sanno invece dovrebbero dire a se stessi. Ti auguro , come a tutte, una bella dose di forza e di fortuna per buttare quanto più indietro possibile questi fatti.

        "Mi piace"

      3. Cattiveria e sadismo visto che c’era un’altra persona già da mesi (ovviamente l’ho scoperto dopo). Ma pensi mi siano mai arrivate delle scuse? Assolutamente no. Lui non deve niente a nessuno. E quando ho osato chiedere spiegazioni o fargli sapere che avevo scoperto la verità ho raccolto altri insulti e la stessa minaccia di allora. Oltre a negare la presenza di quest’altra persona.
        Non tutti sono capaci di tali crudeltà e cattiverie per fortuna ma tutti sono capaci di grandi falsità e di giocare coi sentimenti degli altri
        Buonanotte

        "Mi piace"

    4. Il tuo odore…sai Morgana questa frase mi è stata fatta in un occasione d9ve mi ero allontanata e lui era fuori dal locale che mi aspettava. E appunto lui bramava il suo rifornimento narcisistico perché io ero a un pranzo di lavoro e lui non poteva venire e così pensa mi ha raggiunto aspettando i fuori ” scrivendoci sento il tuo odore ” Ecco questa frase alla quale ho molto pensato ora ritorna . Certo l odore. SONO DEI VERI PREDATORI. questa frase dice molto. COME PER DIRE SEI NEL MIO TERRITORIO ,NEL MIO CETCHIO .come quando diceva segno il territorio mio così nessuno ti avvicina. ANIMALI PREDATORI VERI.

      Piace a 1 persona

      1. Avete ragione sull’odore, mi è sempre piaciuto quando me lo diceva e faceva come se mi respirasse a pieni polmoni chiudendo gli occhi. È vero… Ti fa sentire in qualche modo importante per lui

        "Mi piace"

      2. Cara Morgana, sono dei gesti e frasi studiate a doc. Comprendono con l’esperienza cosa funziona per ottenere un risultato, un effetto scenico. Sanno come ‘turbare’, non come sedurre. Una persona turbata pensa al gesto o alla frase che ha causato il suo turbamento, giusto? Quindi, di conseguenza pensa a loro. E’ così che ti padroneggiano il cervello. Basta poco, un niente, ed eccoti a dare importanza estrema alla loro frase o al loro gesto. Se tu fossi un’ingenua, anziché scappare, avresti risposto qualcosa come “anche tu mi manchi” e il gioco era fatto. Ti dicono una roba da due soldi per farti fare tutto il lavoro di ritorno, mille film… Sono vecchie volpi che hanno imparato ad usare questi trucchetti grazie all’osservazione attenta del comportamento umano. Fiutano le tue fragilità e poi ti sbranano. Attenzione massima che sei sotto tiro. Notte, cara.

        Piace a 1 persona

      3. Meno male, nella stupida battuta una cosa sana l ho fatta allora.
        Mi fai tornare in mente una frase che gli piaceva particolarmente “È proprio quello che Ti sbrana a farti sentire vivo” ..
        Più delle parole devo far attenzione allo sguardo, è la sua cosa che mi ha sempre colpito di più. Comunica molto di più con quello che con il resto. Sia in positivo che in negativo…
        Buonanotte a te e grazie

        Piace a 1 persona

      4. La voce anche…..a me si rivolgevano in modo gentile quando volevano ottenere qualcosa….avevavno capito entrambi che con me la voce grossa o le imposizioni non funzionano….e non so come abbiano fatto visto che io non gliel’ho mai detto. Hanno molta intuizione. Sanno esattamente cosa fare per rientrare in contatto, puntano anche molto sulla mancanza che creano e sul “fattore sorpresa”….nel senso che tornano sempre (se gli lascia anche solo una mezza porta aperta) ma non sai se lo faranno a giorni, settimane o anche mesi…e in genere riescono sempre a farlo al momento giusto, come se avessero delle antenne radar che capitano i tuoi stati del momento!
        Nella storia con np1 durante le sue sparizioni io non stavo ad aspettarlo e cercavo in tutti i modi di conoscere e uscire con altri…ma lui aveva il “dono” di ricomparire magicamente quando le cose con questi non andavano bene. Allucinante.

        "Mi piace"

      5. Si, hanno intuito su queste cose, però, guardate, secondo me anche ce provano a caso, con tutto l’armamentario seduttivo che conoscono. A me è capitato che mi abbia ripescato con la voce, lo sguardo, le parole giuste al momento giusto, approfittando di mia debolezza di condizione, quando ero più bisognosa di affettività, quando qualcosa mi andava male o anche troppo bene con un altro… Però è anche capitato che abbia usato il tasto sbagliato, es. una volta che, ballando, insisteva ad alludere ad una situazione mia di coinvolgimento erotico che, per la verità, in quel preciso momento nei suoi confronti era ai minimi storici, perché mi aveva infastidito troppo con le sue cacchiate. Perciò, fanno di tutto per provare a ricoinvolgerti, o la va o la spacca. Non sono dei geni del male. Sono dei volgari approfittatori seriali.

        "Mi piace"

      6. Si…ci provano a casaccio…lo fanno in continuazione in più direzioni e imparano in fretta le modalità giuste di ripescaggio proprio grazie alla legge di grandi numeri…come si direbbe a Roma (cara Blume correggimi se sbaglio) “ndó cojo cojo”… se una li sfancula hanno già altre due o tre o anche di più pronte a riprenderli….

        "Mi piace"

      7. Concordo con Blume, sembra che abbiano dei doni sovrannaturali ma non sono speciali siamo noi ‘fragili’, vanno a caso, fanno più o meno sempre lo stesso show.
        Nel mio caso molti tasselli sono andati a posto dopo quando ho scoperto l’esistenza di questo disturbo.
        Per esempio buttava là delle frasi, sulla metratura della sua casa (chissene?) o il tipo di auto (idem) ma sono furbi perché sembravano commenti casuali, intanto studiano la tua reazione. Per dire una stupidaggine credo abbia notato che cambiavo spesso la borsa, così una volta ha detto che amava regalare le borse, che aveva un certo gusto nella scelta, e via così.
        E non capivo il perché di queste affermazioni, la necessità di confidare aspetti intimi della sua vita, in fondo eravamo solo colleghi e io con le decine di persone con cui ho avuto a che fare per lavoro non ho mai mai mai condiviso certi dettagli.
        Cercava di sembrare un padre presente, un buon marito anche se trascurato (che ridere) adesso lo so: è tutto un lavorio per capire dalle tue reazioni quali sono i tasti sensibili. Soprattutto quelli che non ammetti neppure con te stessa. Sei una persona interessata allo status sociale (casa , auto , posizione lavorativa?) tenterà un approccio utilitaristico, oppure vorresti inconsciamente una vera famiglia e dei figli (ecco il bravo marito e padre), oppure vorresti un socio in affari (allora si presenta come disponibile a supportare le tue idee sul lavoro) e via così.
        Sondano, capiscono dove sei vulnerabile (non certo la scelta della borsa, quello è uno dei test) e poi affondano il colpo appena hai la guardia abbassata.

        Piace a 1 persona

      8. Cara Babi, la tua analisi è perfetta. Le informazioni siamo noi a consegnare in un piatto di argento nel periodo del love bombing, anche inconsapevolmente. Abbassiamo la guardia ed eccoli pronti a captare tutto per usare a posteriori. Ci sorprendiamo quando un uomo ci osserva nei dettagli, spesso come se fosse una donna, un’amica. Immagazzinano le informazioni su ogni preda come dei computer e poi, all’occorrenza, usano tutto contro di lei o per compiacerla. Non ci sono poteri sovrannaturali in atto, ma uno studio automatico delle informazioni che possono servire ai loro fini.

        "Mi piace"

      9. Confermo Babi. Fanno molte domande all’inizio ma non per un desiderio di conoscerti ma proprio come dici tu per aggiustare meglio il “tiro” quando sarà il momento di affondare la lama…e quando accadrà lo farà sempre andando a colpire proprio laddove sei più vulnerabile. Con i narcisisti non bisognerebbe mai confidare debolezze, paure o desideri…nemmeno episodi del passato che poi possono usare contro di te.
        Se gli confidi di avuto diversi amanti all’inizio possono dirti che sei molto attraente e faranno di tutto per essere il migliore amante che tu abbia mai avuto e poi in fase di scarto dirti che sei una putt…buona solo per il letto. Se al contrario ti mostri come una persona seria prima sembreranno apprezzarlo e poi arriveranno a dirti che sei una tipa noiosa e poco interessante….insomma…se la cantano e se la suonano da soli, e tu finisci per non sapere nemmeno più chi sei.

        "Mi piace"

      10. Aggiungo che una volta individuata la maschera da indossare, la usano senza scrupoli. Sapendo benissimo di stare interpretando una parte.
        Quando, per vari motivi – new entry più interessanti, prede con troppe pretese, eccessivo coinvolgimento, altro a piacere – si stancano allora cominciano con i silenzi, le fughe, e l’arsenale ben noto della svalutazione, scarto, tentativi di ripescaggio etc etc.

        "Mi piace"

  2. MORGANA se leggi i vecchi post miei ho dedicato un post allo sguardo. Si lo sguardo loro ,almeno nel mio caso ce l hanno magnetico, anche queklo affinato negli anni secondo me. Il plagio in molti casi avviene solo attraverso lo sguardo e basta. Guarda i ladri che vanno nelle case o in molte banche dove sono avvenute queste cose. Ovviamente su di noi e ancora più semplice. Io evitavo.di guardarlo negli occhi ma lui non voleva . Voleva lo fissassi.bene senza distogliere lo sguardo. Ora mi spiego il perché. La sua scusa era che volevo sfuggire al suo amore. Al suo plagio …direi …

    Piace a 1 persona

  3. Morgana resisti !!!
    Esamina come corrisponde tutto quello che fa, apprendi di più della patologia confrontando la sua pratica quotidiana con la letteratura scientifica inerente alla questione, archivia bene impresso nella mente il tutto e cerca di non dare seguito alle sensazioni romantiche che sono invece auto-indotte o comunque derivanti da un tuo, e solo tuo, stato d’animo.
    Che tutto ti aiuti ad essere più forte e soprattutto più indifferente alla prossima occasione fino ad un distacco emotivo e mentale reale e definitivo.
    In bocca al lupo.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Dance, sì sto cercando di darmi tempo, ho preso qualche gg di ferie anche se a casa almeno mi stacco un po. Penso e ripenso, ok magari l ha detto solo come constatazione di fatto, ma rivolgermi la parola, saluto, tono più tranquillo proprio quando ho ripreso il mio peso, cerco di uscire divertirmi pensare ad altro. Coincidenze o davvero hanno fiuto pur non interagendo con te ?..
      Non ha mai parlato con le amiche con cui parlo io, ora le saluta. Magari vedo coincidenze come qualcosa a cui dare un perché. E mi faccio solo troppe domande, ma ormai sono viziata e mi muovo come in una cristalleria. Mi spiace solo che interagendo anche con altri, mi rendo conto che ormai ho timore di fare la cosa sbagliata qualsiasi cosa dica o faccia. Sono imballata. Ho come una sorta di condizionamento di ciò che ho vissuto nonostante sia passato tempo.

      "Mi piace"

  4. per chi é di Milano, segnalo una corsa, camminata contro la violenza sulle donne. Per stare in compagnia, e “reagire” 🍀, si chiama “run together stop violence” si terrà in zona corso Sempione il 17/11. Io ci sarò 👍🏻🌈

    Piace a 1 persona

  5. Salve a tutti, vi seguo da un po’ e solo adesso ho deciso di scrivervi perché ho sempre avuto il dubbio che la persona che frequentavo fosse un narcisista o meno.
    Rileggendo le storie di Spirito Libero, Blume e di Mirna molti “punti” della mia storia coincidono con i loro.
    L’ ho conosciuto a dicembre 2017,una mia cugina sua amica da ben 20 anni (cosa di cui lei va fiera) me lo ha presentato come un bravo ragazzo. All’inizio era molto gentile con me, mi riempiva di complimenti sia sul mio aspetto fisico che sul mio carattere (frasi del tipo sei bellissima, hai dei begli occhi verdi, mi piace il tuo taglio di occhi, mi piace la tua voce, sei più bella sotto la luce della luna, c’è qualcosa di magnetico che mi attrae in te, sei tenera di cuore, sei colta ed intelligente, dopo una sola settimana mi ha anche detto che i sentimenti verso di me stavano aumentando).
    Mi coinvolgeva nella uscite con i suoi amici, addirittura la notte di Capodanno era dispiaciuto che io non fossi andata con loro perché il cenone era già prenotato e c’eravamo conosciuti troppo tardi ma che al prossimo evento avrebbe voluto portare anche me.
    Era affettuoso anche in presenza dei suoi amici, mi accarezzava le mani, mi baciava.
    Mi sembrava tutto troppo bello per essere vero.
    Ma già dai primi giorni avvertivo qualcosa che non andava: parlava male della sua ex, diceva che stava con lei per compassione (aveva la madre malata) e che siccome lo aveva lasciato lei (fidanzandosi dopo un mese e mezzo con un altro) aveva paura di legarsi e non ha più voluto fidanzarsi e che è andato anche da uno psicologo che lo ha “aiutato” a risollevarsi perché con lei si sentiva annegato sott’acqua e dopo che si sono lasciati ha cominciato a riemergere. Come? Con i viaggi frequenti (e anche qui c’era qualcosa che mi puzzava).
    Avevo come un GPS interno che mi diceva che lui sarebbe andato con le altre nonostante mi rassicurava dicendomi che non ha mai tradito la ex nonostante se lo sarebbe meritato, figuriamoci me che a detta sua ero migliore di lei.
    Anzi addirittura diceva che io sarei andata a letto con altri (proiezione?).
    Poi dopo pochissimo tempo è cambiato, ha cominciato a dirmi che abbiamo accelerato i tempi, che si sente confuso, che vuole stare solo, che non vuole conoscere nessuna.
    Nonostante ciò continuava a mandarmi messaggi (prima il buongiorno tutti i giorni, poi ha cominciato a diradare e mi mandava messaggi solo quando voleva vedermi, del tipo una volta a settimana, a volte anche ogni 2 settimane).
    Insomma piano piano mi ha fatto accettare un rapporto “libero” dove però le regole le dettava lui (se a fine serata osavo chiedergli quando ci saremmo rivisti mi diceva che ero soffocante, che andavo “avanti avanti”).
    Era lui a dovermi mandare un messaggio e a decidere di vederci (esclusivamente di lunedì o martedì quando non sapeva con chi uscire).
    Ha cominciato ad escludermi dalle uscite con i suoi amici perché non voleva che pensassero che fossimo fidanzati.
    Ha cominciato a svalutarmi pesantemente dicendo che non sono una ragazza seria perché ho avuto troppi fidanzati (in realtà io gli avevo semplicemente detto che molti ragazzi mi facevano il filo, non che ci sono stata insieme).
    Lui invece si reputava serio perché si è fidanzato una sola volta e per giunta a 29 anni.
    Mi ha denigrata sul mio modo di vestirmi di una serata dicendo che questo è stato uno dei motivi per cui non si è più sentito attratto da me. Quella sera avevo un semplice cappotto nero, una gonna (non corta) grigia, un maglione e una sciarpa rosa tenue, sono stata sempre semplice nel vestirmi,mai volgare. Mi diceva che gli piacciono le ragazze che lui può scoprire a poco a poco e non quelle che vanno mezze nude in giro ed io sono una di quelle anche perché nonostante sembri più giovane della mia età ho comunque 37 anni e non mi metto top succinti come invece fanno le sue “amiche” con cui va a ballare i balli latino americani. Per carità nulla da dire su chi va a ballare, ma non puoi venire a criticare me sul mio modo di vestirmi quando invece le tue amiche sono davvero volgari.
    Mi ha detto che non si sentiva attratto da me nè fisicamente nè caratterialmente.
    Una sera ha finalmente ammesso che durante i suoi viaggi è andato nei night, che in Thailandia si è fatto fare i massaggi con l’happy ending ma che è comunque un ragazzo serio perché lui da fidanzato non ha mai tradito e che queste cose le ha fatte da single. Invece la poco seria ero io che avevo avuto troppi fidanzati. Che avevo ceduto alle sue insistenze di andare a letto con lui (in verità lui già dalla seconda sera voleva portarmi a letto ma io non ho ceduto perché gli ho detto che avevo paura di farmi male essendo da poco uscita da una relazione di 7 anni con un ragazzo che da un giorno all’altro ha deciso di andare in chat e dopo 1 mese sposarsi con un’altra, il giorno prima parlavamo di matrimonio e stavamo cercando casa…). Lui ha fatto leva sulla mia fragilità di quel periodo per massacrarmi e distruggermi lentamente. Se osavo ribellarmi per il fatto che mi escludeva dalle uscite con gli amici mi bloccava e spariva per settimane e io mi logoravo nel silenzio a cui ero sottoposta. Dopo un po’ mi ricontattava chiedendomi scusa e dicendomi che aveva sbagliato e che avevo ragione, ma dopo 2 minuti ritornava ad essere peggio di prima.
    Nei suoi momenti di massima cattiveria mi ha detto che sarebbe andato a letto con altre perché a lui di me non gliene fregava nulla oppure veniva nel mio paese a farsi un caffè (siamo a 5 km di distanza) e non mi avvisava perché non mi sopportava, con la mia presenza gli stavo col fiato sul collo (testuali sue parole). Me lo diceva apposta per farmi stare male.
    Mi aveva promesso weekend romantici che non abbiamo mai trascorso perché si è rimangiato tutto (future faking?). Quando gliel’ho fatto notare mi ha detto che sono come suo padre ed un suo amico che se promette loro qualcosa e poi non la fa si lamentano. Al paese mio alle promesse devono seguire i fatti ma niente da fare, aveva sempre ragione lui. Io avevo la fissa dei weekend.
    All’improvviso ha cambiato idea sul fatto di voler rimanere single, mi ha detto che se avesse trovato una ragazza seria, più bella di me e che non lo soffocava si sarebbe fidanzato.
    Ora vi spiego in che senso io lo soffocavo, non solo premendo affinché ci rivedessimo ma anche perché sua madre se andavamo oltre l’una di notte cominciava a chiamarlo e lui dava la colpa a me dicendo che io lo trattenevo.
    Stiamo parlando non di un ragazzino ma di un “uomo” di 38 anni che ritiene di dover stare ancora a casa dei suoi genitori a subire l’atteggiamento despotico di sua madre perché gli fa comodo che gli lava e gli stira le camicie e che mangia gratis, insomma un parassita nonostante lavora stabilmente.
    Parassita non solo dei suoi genitori ma anche nei miei confronti, facendo i turni di lavoro di pomeriggio e di notte gli portavo da mangiare ma lui non ha mai ricambiato offrendomi una cena, gli ho fatto regali costosi ma non ho mai ricevuto nulla in cambio, anzi mi è stato detto che non se ne fa niente di ciò che gli portavo (di tutto, dalla pizza fatta in casa alla frutta non trattata della mia campagna che però non disdegnava, anzi mangiava tutto ciò che gli davo) e che vuole una ragazza che lo fa stare bene e non che lo soffoca come me.
    L’ho accolto a casa mia, l’ho trattato con i guanti ma non facevo mai abbastanza per lui.
    Diceva che voleva conoscere le altre, che voleva fare sesso a 3 (con me ed un altra donna, cosa che non ho accettato, mi chiedeva di trovare un’altra ragazza disposta a ciò nonostante io gli avessi detto con fermezza NO).
    Riporto alcuni episodi:
    A marzo è sparito per un mese e dopo che ci siamo risentiti mi ha detto che non voleva più vedermi perché stava conoscendo un’altra ragazza della scuola di ballo. Poi però è tornato da me perché gli è andata male con questa ragazza.
    Mi ha triangolata di continuo con le sue amiche dicendo che erano più mature di me, che a differenza mia avevano un’amicizia disinteressata, ogni volta che ci vedevamo spuntava il nome di una ragazza.
    Le sue “amiche” non mi sopportavano perché ero morbosa con lui davanti a loro. Mi sono passate addirittura davanti ma hanno finta di non vedermi. Ovviamente lui ha creduto a loro, non a me. Mi sono sentita una visionaria, eppure ero certa che hanno fatto finta di non vedermi, addirittura una sua amica ha fatto finta di grattarsi la testa mentre guidava per coprire i suoi occhi ed evitare il mio sguardo che ero a piedi a meno di 3 metri di distanza da lei mentre mi passava davanti.
    A luglio ho trovato foto di una ragazza sul suo cellulare ma si è giustificato dicendomi che era una ragazza che piaceva al suo amico.
    Ho trovato la “nostra” scatola di preservativi (ero diventata una detective, lo spiavo sui social, gli contavo i preservativi, non ho mai fatto certe cose in vita mia) con altri due preservativi aggiunti di un’altra marca, si è giustificato dicendo che glieli aveva dati un suo amico, non ci ho mai creduto, sono convinta che li abbia usati con un’altra (una dei viaggi? una conosciuta qui? chi lo sa!) e che quelli avanzati li abbia uniti a quelli della nostra scatola. Da quando ha conosciuto me i viaggi sono continuati ma non era più andato nei night (guarda caso!).
    Ad agosto è partito per l’ennesimo viaggio e sui social ho scoperto che il giorno dopo che era stato con me era andato a ballare ed era allegro e spensierato nella foto abbracciato ad un’altra. Che sia stata solo una amica o una con cui ci è andato a letto mi sono sentita ferita profondamente anche perché mi aveva telefonato dicendomi che quel preciso giorno aveva fatto una “passeggiata” con un amico.
    Nella stessa telefonata mi ha addossato un sacco di colpe, se non ci vedevamo spesso era colpa mia perché ero soffocante, mi ha detto che due persone possono vedersi anche tutti i giorni ma dipende dalla qualità del rapporto. Il nostro rapporto quindi era scadente.
    4 anni fa aveva avuto un rapporto simile al nostro (senza impegni) con un’altra ragazza che portava tranquillamente assieme agli amici perché lei a differenza mia era più discreta. Finito questo rapporto leggero con lei sono rimasti pure buoni amici!
    Mi ha detto che se io fossi stata “normale” avremmo pure potuto continuare il nostro rapporto.
    Un rapporto che lui stava distruggendo giorno dopo giorno con bugie, tradimenti emotivi e manipolazione anziché coltivarlo.
    Io ce l’avevo messa davvero tutta a salvare il salvabile ma mi rendevo conto che più mi impegnavo e più tutto mi sfuggiva di mano.
    Ero dolce, affettuosa, pronta ad ascoltare i suoi sfoghi, i suoi problemi a lavoro.
    Ha addirittura cambiato le carte in tavola dicendo che lui all’inizio voleva “conoscermi” e vedere se scattava la scintilla ma che invece si è passati subito al sesso. E menomale che me la sono pure tirata da quel punto di vista perché lui voleva farlo già il secondo giorno come vi ho già detto prima. Gli ho ricordato che qualcosa era scoccato visto che mi parlava di sentimenti. Mi ha risposto che mi ha riempita di complimenti perché i complimenti sono come un regalo ossia una cosa che una persona sente di dire o fare in quel momento ma che poi le cose possono cambiare. Anche le persone sposate si lasciano o non provano più attrazione l’uno per l’altra.
    Una cosa del tutto normale.
    Era un bugiardo patologico, mi ha riempita di bugie, ad esempio un giorno mi ha detto che non ci potevamo vedere perché doveva festeggiare il compleanno dell’istruttore della scuola di ballo e io da brava detective quale ero diventata avevo controllato su Facebook che il compleanno cadeva addirittura in un altro mese! E lui incolpava me dicendo che io volevo litigare, che non era come dicevo io (gaslighting?). Io mi sentivo impazzire.
    E poi la goccia che ha fatto traboccare il vaso: mi ha detto che voleva portarsi a letto mia sorella (che è fidanzata).
    Sono affogata in un mare di dubbi su me stessa.
    La mia autostima è calata sempre di più, mi sentivo brutta e con un brutto carattere. Più brutta di mia sorella, meno interessante delle sue amiche.
    Poi mi sono detta: ma come? Mi diceva che non gli piacevo fisicamente e voleva portarsi a letto mia sorella? Ci assomigliamo molto tant’è che ci scambiano per gemelle. Addirittura all’inizio mi diceva sempre che tra me e mia sorella gli piacevo più io!
    Questa è stata la goccia che mi ha fatto dire basta, non potevo tollerare una sua fantasia sessuale del genere (che tale poteva rimanere, mia sorella lo reputa viscido), lui mi ha chiuso il telefono in faccia dicendomi che sono io che non voglio che mia sorella esca con lui e che se volevamo continuare a vederci dovevo per forza farlo uscire con lei. Come se mia sorella non avesse una sua volontà, come se fosse un oggetto che io dovevo servirgli su un piatto d’argento.
    Le sue fantasie sessuali sono rivolte verso mia sorella, verso mia cugina (che lo reputa un bravo ragazzo, ma lei lo sa che lui ha perversioni sessuali su di lei? Che fa i viaggi lo sa bene, io che li facesse a scopo sessuale l’ho saputo mesi dopo quando ormai ero troppo coinvolta. O è così tonta da non capire che il suo è turismo sessuale? O più semplicemente lo copre? Ho chiuso i contatti anche con lei, non ci ho litigato, non ci ho mai più parlato dopo che me lo ha presentato, non ne voglio più sapere) e verso ragazze che neanche conosce e di cui fa screenshot da Facebook sul suo cellulare. Dimenticavo, ogni ragazza che passa lui si gira a guardarla, anche se ha 20 anni.
    Lui mi ha bloccata su WhatsApp e Messenger da agosto e io ho fatto altrettanto, sono in no contact ma soffro ancora molto.
    Scusate il post lungo.
    Mi sento a pezzi.

    "Mi piace"

    1. Mi dispiace Oliver. A sprazzi rileggo cose appena vissute…. Lo sfruttamento, ed il renderlo negativo nonostante siano stati gesti di premura. Anche per me é finita ad agosto. A me più di tutto sono pesati e pesano i sensi di colpa, ed il sentirmi uno zero. Penso davvero che per rialzarsi si debba trovare in primis la comprensione che non abbiamo tutte le colpe che ci vengono addossate ed anzi… Ci dobbiamo “perdonare” per aver permesso a chi più furbo di noi, ai sentimenti ha fatto prevalere il “calcolo” di trovare i nostri umani difetti e li ha usati per farci cedere e trovarci delle colpe in parte plausibili. E dobbiamo fare cose che amiamo fare, ed interagire con altre persone facendo uscire gli aspetti belli che sono soltanto nostri, e come tali farci apprezzare ed apprezzarli noi stessi. Costa fatica e dolore ma è come “ricostruirsi” un identita che non troviamo più….
      Insomma…. Un po ricordano delle iene, perdona la cattiveria ma ti riducono all’osso e non contenti si nutrono del tuo “cadavere”
      Io Non sono ancora così “strong”… Ma cerca di tirare fuori i tuoi punti di forza, hai delle qualità, tirale fuori, vivile. Purtroppo anche lui ne fa parte… Perché Se non fossi stata una persona buona probabilmente non avrebbe attecchito così…
      La sensibilità è una cosa rara, e se ben usata una forza. Se non l avessi avuta lui non avrebbe potuto sfogare la sua frustrazione. Tienila riparata tra le mani… Difendila ma lasciala sbocciare nuovamente quanto prima possibile, per te… Pensa per te ora.

      "Mi piace"

      1. Bellissime parole, Morgana, sono davvero contenta di sentirti parlare così, e complimenti per il percorso che stai facendo.
        So che la ‘guarigione’ non è una via lineare, ma è importante imboccarla.
        Un abbraccio.

        Piace a 1 persona

      2. Grazie Blume. Non pensavo nemmeno di resistere tanto, senza cedere a ricercarlo… O cedere attaccando con altre battute al suo riprendere il saluto o lo scambio di parole. Non voglio parlare troppo presto…. Non sono ancora impermeabile ma di sicuro mi aiuta il “sentire” ancora così vicine le sensazioni dei sensi di colpa e di quel sentirmi dire che non avevo dignità , e quella rabbia… Le sensazioni brutte mi aiutano a stargli lontano x ora. Così come mi aiuta la sua incoerenza … Ed il vedere con quante si sta facendo vedere. Questa cosa non la comprendo molto…. Non so come possa vedere stimolante per noi altre farsi vedere fare il piacione con altre… Alla fine mi piace ancora, ma la persona così ti scade….
        Un passo avanti l ho fatto però, ho rancore per lui ma non ho più l’esigenza di dimostrarlo a lui….
        Ho capito che posso essere più bella o più brutta, posso essere più dolce o più rabbiosa, posso esserci o non esserci….. Ma è tutto irrilevante per lui.

        "Mi piace"

    2. Cara Oliver, benvenuta nei post. Che dire, la tua storia è da manuale, ci puoi ritrovare molti passaggi delle nostre storie e noi nella tua.
      Pur nella diversità di situazioni, che dipendono anche da come siamo fatti noi e non solo loro (anche perché cavalcano, camaleonticamente, quello che trovano), le dinamiche sono sempre le stesse.
      Tu devi solo concentrarti sulla tua ripresa, lui è andato. Approfitta al massimo del no contact, in cui stai così male nella dipendenza che sembra peggio di tutti i tormenti inflitti da np, ma che è tuttavia precondizione necessaria alla ripresa. Non vederli è una mano.santa, se hai deciso di allontanarti veramente.
      Se non la fai, considera il sostegno di una psicoterapia.
      Un abbraccio

      Piace a 1 persona

    3. Anche a te Oliver benvenuta. Purtroppo.
      Come vedi da sola è un Narcisista come da manuale.
      Puoi solo cercare il recupero definitivo della tua persona intesa come anima, sensibilità e integrità.
      Se non è il primo contatto con soggetti simili (ricorda il passato: a scuola, al lavoro.) sai che li possiamo incontrare in ogni ambito della nostra vita.
      Lavora anche per capire cosa di te sentono debole o incerto e, una volta preso coscienza, dobbiamo prendere la chiave che gli da accesso a noi per toglierla dalla toppa.
      Il lavoro c’è e spesso è un po lungo ma si arriva alla fine come ultimamente alcuni di noi ci hanno comunicato.
      Buona fortuna.

      Piace a 1 persona

    4. FORZA Oliver, sto leggendo ora la storia ….hai visto quante analogie…ci sono proprio perché gli schemi sono identici. Sei qui tra noi e noi capiamo. Un abbraccio

      "Mi piace"

    5. Carissima Oliver, intanto benvenuta tra noi. Vado al sodo. Perché mai questo soggetto ha confessato di sentirsi attratto proprio da tua sorella? Perché voleva generare in te l’isolamento totale. Era un modo per colpire i tuoi legami più intimi, facendoti provare invidia e sconforto nei confronti di tua sorella o delle altre eventuali donne della tua famiglia. Devo dire che leggendoti ripenso ad alcuni articoli di Marietan sulla psicopatia. Sarò chiara, non sparo diagnosi perché non ho le competenze, ma la mancanza di ogni limite è tipica della psicopatia. Solo uno psicopatico può reggere una facciata perfetta per anni o decenni con un folto gruppo di persone. Esempio: lo psicopatico può andare tranquillamente da una orgia in cui sono presenti il peggio del peggio a cantare nel coro di una Chiesa senza aver alcun rimorso di coscienza, scrupoli, o pensieri che turbino la sua psiche. Immaginiamo, però, che questo ‘tipo’ non stia nell’ultimo gradino del narcisismo perverso, appunto, che non sia uno psicopatico: è quantomeno un turista sessuale. Io, essendo brasiliana, conosco la realtà di Rio de Janeiro e di Salvador, luoghi conosciuti per l’altissimo numero di turisti sessuali belgi, tedeschi e purtroppo italiani. Gli aerei con direzione Cuba e Tailandia, sono pieni zeppi di questi MOSTRI che tornano nelle loro case come se niente fosse e vengono ACCOLTI nelle loro cerchie come se fossero andati ‘per lavoro’ in luoghi improbabili, perché incompatibili con la loro professione. Cara Oliver, non avere alcun dubbio di aver lasciato alle spalle un vero MOSTRO. Hai avuto a che fare con il peggio dell’umanità, scappando fortunatamente senza danni fisici. Emotivamente dovrai capire qual’erano le sue intenzioni quando ti ha confessato la sua presunta attrazione per altre donne, addirittura puntando su chi aveva un legame con te. Lascia perdere ogni collegamento con la sua cerchia. Perdonami, ma stai soffrendo per la tua autostima distrutta, NON PER LUI. Noi non soffriamo per ‘i maschi invisibili’, ma soffriamo per essere cadute nella loro trappola. Per esempio, quando ti diceva che tra te e tua sorella, eri tu quella che gli piaceva di più, non trovavi ‘strano’ che facesse questo tipo di paragone? Eppure, cara Oliver, questo tipo di frase, atta a gonfiare il nostro narcisismo malato, è la vera causa della nostra sofferenza. Insomma, vogliamo che QUELLA PERSONA ci veda come una sorta di ‘unicorno’: esistiamo solo noi e basta. Loro, però, guardano le altre… con un solo intento: quello di manipolare la donna che hanno accanto. Ogni sguardo rivolto alle altre quando sono con te, sui loro seni, sui loro sederi, sui loro visi, gli elogi ai loro talenti, alle qualità che solo loro hanno è fatto con il chiaro intento di farti stare malissimo. E’ manipolazione e basta. Potrebbero guardarle quando non sono con te, giusto? Ma lo fanno apposta per infliggerti un dolore e generare in te un complesso di inferiorità atto a renderti PARALIZZATA. La domanda che bisogna porsi è: io davvero voglio essere l’unica donna nella vita di un PERVERSO? Quale prezzo avrei pagato se lui si decidesse, dall’oggi al domani, essere tutto mio? Ti rispondo io: avresti pagato con la vita. Se c’è una cosa alla quale un soggetto del genere ci tiene è alla sua libertà (promiscuità). Loro la difendano con le unghie e con i denti facendo pagare un prezzo altissimo a chiunque resti nei paraggi. Quando ci sono storie di turismo sessuale e promiscuità, chiedo sempre alle donne di controllarsi perché la loro vita vale più di un ‘sogno d’amore infranto’. Ti sei salvata e quindi non posso dirti altro che ‘prenditi cura di te e dai a te stessa tutto l’amore del mondo.’ Non chiederci scusa. Sono io che ringrazio per il tuo contributo qui. Ancora una volta BENVENUTA.

      Piace a 2 people

      1. Claudileia fino a pochi anni fa era impossibile trovare informazioni in rete sugli psicopatici, non sai quante volte ho cercato.
        Eppure questi soggetti così pericolosi sono intorno a noi, si aggirano tranquillamente in tutti i posti che frequentiamo,vivono nelle nostre famiglie, non si scriverà mai abbastanza a riguardo.

        "Mi piace"

    6. Cara Oliver, quando si pensa di avere letto di tutto, quando si pensa di essersi fatti un’idea di quanto marcio sono in grado di generare e di sapere fino a che punto possono arrivare, la realtà supera ogni immaginazione…
      Lo so lo so che sembrano frasi fatte, ma mai come in questo periodo (ahimè) sto comprendendo a fondo certi modi di dire che prima mi sembravano un po’ … meh!
      Che essere disgustoso, ti è toccato, lercio fino al midollo, triangolare addirittura con tua sorella! Peggio del peggiore squallido pornaccio di serie z (non che ce ne siano di serie superiori eh) immagino le fantasie con due sorelle, che dire mi dispiace tantissimo, davvero.
      Mi fa tanta rabbia sapere che gente simile possa ‘pascolare’ tra la gente normale e non restare chiuso in una gabbia per il resto della sua esistenza ridotto in condizione di non nuocere.
      Guarda d’istinto mi viene di fargli male fisico, l’unico che capiscono alla perfezione, di organizzare un incontro finto con te e tua sorella in cui spunta il suo fidanzato magari supportato da qualche amico e lo caricano di botte fino a togliergli la voglia di certi passatempi. Non ne vale la pena lo so ma sarebbe di grande soddisfazione.
      Immagino, anzi so bene, quanto tu possa soffrire, quanto possa sentirti svalutata e fragile, ma prendo un pezzetto dell’articolo che hai scelto di commentare perché ci credo davvero, ed è un pensiero che mi ha molto aiutata:
      <>
      Poi ci sono nostre peculiari punti deboli che determinano la durata e , forse , la gravità dell’abuso ma è sufficiente essere umani per esporci come vittime potenziali.
      Se può aiutarti parti da questo: non è colpa tua. Fai benissimo a stare lontana e a rafforzarti in ogni modo. Documentarsi è essenziale, il processo di conoscenza e anche analisi è importantissimo, se puoi farti aiutare da uno specialista è meglio. Il resto lo farà il tempo. Un abbraccio affettuoso.

      "Mi piace"

      1. scusate è saltata la frase:
        Essere maltrattati da una persona narcisista non può mai essere ritenuto una colpa delle vittime stesse, in nessun modo, circostanza o forma. Chiunque può essere eletto bersaglio da un predatore emotivo: essere semplicemente umani basta e avanza per rendervi vulnerabili ad essere presi di mira dai soggetti “tossici”.

        "Mi piace"

      2. Ciao Babi, ti ringrazio per la comprensione.
        Domenica è passato con la macchina dai paraggi di casa mia ma per fortuna non mi ha visto.
        Sapessi come dormo male, sogno che mi fa il ghigno, mi sveglio con la tachicardia.
        Leggervi mi fa stare meglio durante il giorno, il problema è la notte.

        "Mi piace"

      3. Già… la notte è il momento peggiore, ancora dopo un anno mi capita di fare brutti sogni o svegliarmi di colpo e non riuscire più a riprendere sonno. Non vorrei darti suggerimenti superflui, ma quando mi è servito ho usato molto la valeriana oppure melatonina nella versione ‘retard’ per limitare i risvegli 😦 .
        Volevo aggiungere anche un numero di telefono Centro Italiano Psicologia Analitica: 02 5513817 è gratuito, prova a sentire se hai bisogno di supporto.

        "Mi piace"

  6. Ciao Morgana, ti ringrazio per la comprensione. I sensi di colpa…ma naturalmente se lui si comportava male con me era sempre colpa mia!
    I miei pregi sono diventati improvvisamente difetti inaccettabili: il fatto per esempio di essere tenera di cuore prima lo attraeva poi all’improvviso è diventato un difetto inaccettabile.
    Mi accarezzava le mani mentre mi mentiva, diceva che il giorno dopo doveva lavorare e non era vero. Lo faceva perché non voleva vedermi ma preferiva uscire con le sue amiche, escludendomi.
    Era capace di rovinare una bellissima serata gli ultimi 5 minuti prima che me andassi piantando su dei litigi assurdi basati quasi sempre sul fatto che volevo che ci vedessimo il sabato.
    Quando subodoravo che il clima stava cambiando perché il suo umore improvvisamente cambiava gli dicevo di non rovinare tutto ma lui era capace di dirmi che se avesse conosciuto un’altra con me avrebbe chiuso. Poi il giorno dopo mi porgeva finte scuse e mi diceva che voleva continuare con me.
    Quando tentavo di spiegargli che si comportava male mi distraeva parlandomi per esempio del mio cane, deviava il discorso su altro.
    È stato un parassita della mia anima, mi ha adescata con la finta gentilezza per poi demolirmi, mi ha succhiato tutta l’energia.

    "Mi piace"

    1. I pregi che diventano difetti dovrebbero farti riflettere sulla credibilità di quelle cose…. , anche io gli lasciavo cibo e lo accompagnavo a casa e quei gesti la stessa bocca li definiva “speciali”.. Poi quando mi ha messa da parte li ha definiti “invadenti”. Può essere una cosa del gente reale quando dette entrambe le cose dalla stessa persona? Oggi.. dico di NO.
      Dirti che se avesse conosciuto un altra con te avrebbe chiuso…. É una cattiveria inutile, come x me sentirmi dire che voleva scopare con altre.
      Similitudine troppo simili…. Queste son le cose su cui si deve riflettere.
      Se fanno male è perché NOI non siamo impermeabili, perché abbiamo sensibilità ed una persona Vera dentro di noi.
      Ti ha portato via energia, vero… Riprenditela. Ricostruisciti, te lo dico perché ci sto provando in prima persona. Per certi versi vivo con il paraocchi verso di lui… Ma cerco di fare l’opposto verso il mondo. Perché esiste un mondo… Ed io l’avevo messo da parte… Anche per questo tutto ciò che ha detto ha avuto così tanta “presa”.
      Stringi con le unghie.. Te stessa a te stessa, ritrova lucidità e ciò che ti fa ritrovare la sicurezza in te. Io non amo essere rabbiosa, ma ho passato giorni dove gli ho detto le peggiori cose perché la rabbia era incontenibile ma per riscoprire un minimo di sicurezza in me ho dovuto mettere da parte ciò che non sono.. La rabbia non sono io, né le colpe che mi ha dato, se non per la parte in cui mi ha “pungolato” tirando fuori i miei difetti amplificati. Ecco togliere ciò che non sono ma di cui mi sono trovata l etichetta è stata per adesso la mia “forza” che mi tengo stretta ad ogni passo che cerco di fare in avanti, sperando di non cedere indietro. Te lo dico perché spero tu possa provare a farlo a tua volta.
      Anche senza conoscere il tuo… Per ciò che ti ha detto, e fatto non merita, non merita troppi esami di coscienza né il tuo tempo.
      “Egoisticamente” prendi energia in questo momento, dagli amici, o da noi qui, perché ti serve per reagire, e gli amici e chi ti capisce sa che lo stai facendo per una giusta causa.

      Piace a 1 persona

      1. Concordo pienamente. Quelli che erano pregi diventano difetti insopportabili. Di me inizialmente amava l’autonomia, poi questa qualità è stata definita egoismo, cinismo verso gli altri (il narcisista che accusa di questo è veramente il colmo…).
        Ma il problema, come dice Morgana, non sta in quello che dicono loro, ma negli effetti di di noi di questo loro dire. La realtà è che vedono davvero le nostre qualità, ma per questo in loro emerge l’invidia (uno dei motori primi del dnp), dunque devono distruggere quella bellezza. Ti devono strappare le tue qualità, annullarle, e mandarti in giro come un automa che non ha più nulla da dare, a nessuno, compresi se stessi. Noi, ci arrendiamo a questo processo: soffriamo perché le nostre qualità vengano ancora riconosciute, anche lottiamo per questo, ma di fatto quel che succede al nostro interno è sentirsi di non valere: ecco che le nostre qualità si sono davvero prosciugate, non le abbiamo più. Abbiamo permesso di rubare la nostra luce.

        "Mi piace"

      2. Morgana, bella, sto recuperando un po’ a ritroso.
        Sono felicissima di leggere quanto scrivi è sintomo di un piccolo passo importante verso l’uscita, sei sulla strada della consapevolezza e il rispetto di se stessi.
        Non posso dire che da qui è tutto in discesa, anzi. Adesso bisogna affrontare i nostri punti deboli. Ma almeno il tempo impiegato e il dolore da tenere in conto per ricostruirsi è qualcosa di utile al nostro benessere futuro che DEVE arrivare, ne sono convinta.
        Non è l’n.ma perla donata a un maiale che adora rotolarsi nel suo fango :).
        Bacioni.

        "Mi piace"

    2. Oliver da quanto racconti e da quello che ho letto in questi giorni stai descrivendo un narcisista patologico / psicopatico di quelli pesanti.

      Veramente assurdo che tua cugina l’abbia presentato come ” un bravo ragazzo ” – forse è questa l’idea che trasmette all’esterno ?

      ma non capisco, frequentano tutti i corsi di ballo sti personaggi ?

      "Mi piace"

      1. Il “problema” é quello, all esterno danno una buona impressione anche questo un po’ blocca dal parlarne con altri e contribuisce a farti pensare ancora di più sia tu quella sbagliata purtroppo ☹️

        Piace a 1 persona

      2. ma questa cosa che racconta Oliver, il fatto di uscire con sua sorella, è da matto proprio – questi mi danno l’idea di mocciosi iper viziati che hanno sempre avuto tutto e devono avere tutto – incontrano queste ragazze gentili, che gli portano da mangiare, cercano di capirli – capire cosa, quanto sono stro.zi ? Devono incontrare una che al primo sbaglio li riempe di calci senza tanti complimenti e li scaraventa per strada – è assurdo che tipi del genere riescono a fregare anche più donne contemporaneamente, assurdo

        Piace a 1 persona

      3. Si, concordo, il fatto della sorella è proprio da matti, ma rientra sempre nel grande disegno np: inserirsi nel mezzo tra le persone, triangolare sempre per creare competizione, in questo caso con un surplus di divertimento crudele perché si tratta di due sorelle, di equilibri familiari. Pensa a che divertimento fai saltare e creare drammi perpetui!!!!!

        Piace a 1 persona

      4. Blume cara : se si guarda tutto con un po di ironia, con un sorriso se uno ci riesce, capiamo a che razza di deficienti abbiamo dato il via libera per questi comportamenti –
        sto tipo insiste perché deve andare con la sorella, lo pretende – non c’è nessun disegno se non un povero idiota che la mattina si sveglia con idee assurde e pensa che siano accettabili – e gli amici della sua cerchia magari lo considerano in gamba per questo.
        Capisci cosa voglio dire ? Mi sembra che in questi ultimi anni siano diventati importanti persone che anni fa avrebbero preso schiaffi e uova addosso tutto il tempo. Penso questo sia successo perché qualcuno ha deciso che la cultura, l’intelligenza erano cose pesanti, andavano sostituite con questi comportamenti ridicoli ma leggeri, così sempre per farsi due risate da salottino, anzi da soggiorno.
        Immagino che in decenni più impegnati un tipo del genere sarebbe stato considerato un povero fesso sfigato, ma oggi viene considerato uno in gamba perché fa triangolare le donne….
        Il tutto sempre perché queste cose fanno gossip, fanno fare due risatine – riflettete su questa cosa

        "Mi piace"

      5. Beh, una sala da ballo è un grande bacino in cui pescare, no? Se fossimo negli anni ’70 invaderebbero le sedi politiche, nel ‘700 non si sarebbero persi un ricevimento, in Roma antica sarebbero stati sempre alle terme…😆

        Piace a 3 people

    3. Si, infatti succhiano l’energia come parassiti. INDIPENDENTEMENTE da quello che facciamo noi. Qui proprio sul blog questo lo abbiamo constatato. Perché le nostre reazioni a np sono state fra le più diverse. C’è chi si è ‘azzerbinato’ totalmente arrivando a meditare il suicidio, c’è chi ha contrattaccato assestando colpi in una spirale di sfida infernale. Per tutti, l’identico risultato: np rimane lo stronzo che è, noi ci ritroviamo esausti di energie, incapaci totalmente di vivere.
      Bisogna dunque rassegnarsi, tanto nulla può cambiare. E sforzarsi di reagire, nel senso di non chiudersi in un bozzolo protetto al mondo ma insensibile ad esso. Morgana dà i giusti consigli: riscoprire i mostri pregi, mettere in moto energie positive con altre persone e in noi stessi.

      "Mi piace"

      1. E sopratutto, aggiungerei, comprendere che si tratta di UN’UNICA PERSONA ad averci trattato in un determinato modo nell’arco della nostra intera esistenza. Che potere ha per giudicare la nostra vita? Il potere che gli diamo noi. Senza la nostra energia non vanno da nessuna parte.

        Piace a 1 persona

    4. Per Massimo.
      Non provano nemmeno a farsi avanti con una preda che c’è una possibilità remotissima che li prenda a calci.
      Loro vanno solo sul sicuro.
      Magari su una preda che non li calcola perché al momento non è interessata ma mai su una che è assolutamente in contrasto con loro. Infatti con le primissime indagini capiscono cosa ti piace e diventano magicamente esattamente quello.
      Si insinuano in spazi già esistenti.
      Ad esempio:
      se io non guardo proprio lui che è rockettaro e nel camminare giro la testa verso uno classicheggiante il giorno dopo mi chiederà aiuto per diventare esattamente così ….e aggiungerà la lusinga…. perché lo ha sempre desiderato e con il mio aiuto che sicuramente sono esperta ce la potrà finalmente fare!
      Capito il meccanismo.
      Sicuramente riesci a trasporlo in atteggiamenti di tipo diverso con tuo fratello.

      Piace a 1 persona

      1. Dance cara, ho capito di che elementi parliamo, infimi e vigliacchi.

        Dai racconti che sto leggendo sto addirittura rivalutando quella merda.ccia che mi ritrovo in casa, e questo è quanto dire : mi sembra che abbia almeno più carattere rispetto a questi o almeno più convinzione ; ti assicuro che certamente non cambia look o gusti in base alla situazione. Ciò non toglie che rimane un mostro senza empatia.

        Ma questi che descrivete sono infimi all’ennesima potenza, magari lui lo fa fuori o fa di peggio, chi può dirlo.

        Sono brutte persone, questo è sicuro al 100% – ne conosco vari anche tra “amici” e conoscenti, e ora riesco ad inquadrare sempre di più i loro comportamenti assurdi e fastidiosi. Li sentirai sempre parlare male di tutti, seminare zizzania, spesso sono logorroici in maniera nauseante, ognuno ha un suo modo particolare di essere in qualche modo sgradevole

        "Mi piace"

      2. Caro Massimo, parlano male sopratutto delle persone per le quali nutrono un enorme invidia oppure che non sono riusciti a sedurre. Le donne che non cadono nella trappola di un narcisista nell’ambiente di lavoro ne sanno qualcosa. Diventano automaticamente brutte, zozze, lesbiche, malvestite, frustrate, poco di buono, fredde, sprovviste di ogni qualità, incompetenti, tristi, pazze o cattive, grasse o anoressiche. I colleghi con più talento non se la passano meglio. Paventano chissà quali agganci per i poveracci. Magari dicono che appartengono a chissà quale loggia della massoneria, che pagano gli altri per ottenere più consenso, che sono dei leccapiedi. Insomma, il numero di etichette che danno a chi non ci sta impressiona, e poi si offendono se uno dice: “Be’, e tu cosa saresti? Non è che sei un po’ narcisista? Per caso non hai una vena paranoica che ti porta a vedere nemici ovunque?” Apriti cielo!

        Piace a 1 persona

      3. Per rispondere a Dance sul camaleontismo. Rabbrividisco ora al ricordo. Lui non aveva mai letto un libro ..almeno una cosa degna di chiamarsi tale. Ha visto che io leggevo un genere di libri mi ha chiesto se glielo presta vo. Lui nei viaggi in treno che faceva tra casa mia e sua quando non veniva in macchina perché tutti i giorni era da me anche quando volevo respirare un attimo e fare la spesa, veniva a fare la spesa, le unghie dall estetista, parrucchiere ..E via via…perché aveva paura secondo me di perdere il controllo, con me che volevo sfuggire sempre. Beh insomma il viaggio durava un oretta , lui era diventato un lettore impegnato e poi mi mandava i vocali per spiegarmi il capitolo letto e dire la sua opinione. Lui era un altro , con me si adattava a un personaggio probabilmente magari mai messo in scena, sapeva che io d8stinguevo i vini e lui voleva sapere tutto , tutto è poi andare a comprare i vini particolari che per lui il vino aveva due colori o bianco o rosso del resto ogni sapore era uguale. Insomma per dire il grande camaleontismo . E questo è il grande pericolo perché è ciò che inganna di più.

        Piace a 2 people

  7. Massimo a chi lo dici, da fuori è tutto chiaro. Da dentro credimi è stato un incubo. Mi ha tolto tempo, sonno, serenità, energie.
    Sei bella, sei brutta, ti voglio, non ti voglio, il mio cervello andava in tilt.
    Ha tanti amici ed amiche, io non so davvero come facciano a credere che sia un bravo ragazzo.
    Un altro segnale d’allarme che ho sottovalutato si è rivelato proprio la prima sera: ha parlato malissimo di un suo amico con cui esce sempre, mi ha detto che è una persona insicura, che non è selettivo nella scelta delle ragazze.
    Cioè neanche mi conosci e spari a zero sul tuo “migliore” amico?
    Poi col tempo ha continuato a parlare male di lui, ha perfino detto che lo tratta con i guanti e che gli serve solo per accompagnarlo nei suoi viaggi.
    Io ho cercato di farlo ragionare, di dirgli che tutti abbiamo pregi e difetti e che deve accettare la diversità di carattere e che non può sempre criticare tutto e tutti ma niente, mi ha risposto che siamo tutti sotto lo stesso cielo, che tutti parliamo alle spalle, che anche i suoi colleghi di lavoro parlano male di lui, che anche il suo amico parla male di lui con altre persone.
    Stesso trattamento verso la sua ex, sempre la prima sera ha sparato a zero su di lei, dicendo che era pazza, bipolare, che lo ha solo tenuto come valvola di sfogo perché stava male per la malattia di sua madre.
    Morgana, ma sono fatti tutti con lo stampino questi esseri? A me diceva:”mi piacciono le altre”, “voglio altre” parlando al plurale. Ma quale mente normale si rivolge al plurale? Ti può piacere una donna, non tante donne.
    La cosa che mi ha mandato in tilt e che mi faceva sempre sentire “difettosa” era che verso la sua ex era sempre premuroso e dolce. Mi sono sentita inferiore a lei. Cioè sono entrata in competizione con una ragazza che neanche conosco.
    Ci sono ricascata un sacco di volte, l’ultima ad agosto quando mi ha fatto gli auguri di buon onomastico.
    La cosa buffa è che nell’ultima telefonata mi ha detto che lui ha dato a me un’ultima possibilità e me la sono bruciata. Ma la possibilità di cosa? Di essere calpestata?

    Piace a 1 persona

    1. Olivetti…… identica frase me L ha detta piu volte “ti sei bruciata un’altra possibilità “…
      sono anch io sempre più basita dalle troppe similitudini. Prendi coscienza dei pregi e tue particolarità che ti rendono unica a tuo modo, li hai gridali al mondo perché davvero se ci pensi x quanto possiamo sforzarci persone così non li apprezzeranno mai davvero … ma tu invece li hai e penso ci sia tanta gente a cui possiamo dare la parte bella di noi. E goderne noi stessi senza essere tarpati e snaturati ☹️🍀

      Piace a 1 persona

    2. Oliver ti credo e come

      li ho capiti questi personaggi : di base hanno avuto tutto e anche di più, è quello il problema. Per questo si permettono di fare tanto gli sbruffoni e di giocare con le vite delle persone – non prenderanno mai abbastanza calci per quanto mi riguarda.

      Sparano sentenze e giudizi a destra e sinistra, ma in base a cosa ? Cosa hanno realizzato di così grande ? Qual’è la loro qualità ? Fare i meschini con le persone, triangolare o cose del genere ?
      Ti fanno sentire in colpa ma gli zero assoluti sono loro.
      Quando queste persone vi giudicano chiedetevi : ma chi mi sta giudicando ? Cosa ha fatto di così importante ? Chi è ? Quali grandi valori e ideali porta avanti ?

      Nel suo giro è considerato un bravo ragazzo ? Contenti loro, se lo tengano ben stretto

      "Mi piace"

  8. Infatti Morgana, non serve a niente mostrare i propri pregi a loro, ma ad altre persone che sicuramente ci apprezzeranno.
    Massimo, anche mia sorella dice di non stare male per le parole che escono dalla sua bocca perché sono solo falsità e cattiverie.
    Il suo giudizio sul mio aspetto e sul mio carattere provengono da una nullità.

    Piace a 1 persona

  9. Ciao Blume, l’ho bloccato su Messenger e su WhatsApp, non penso comunque mi cercherà più, avrà trovato un’altra preda. Ho smesso di fare la detective, non lo controllo più su Facebook, mi farei del male da sola. Tante volte quando lui mi ha bloccata ho provato un immediato senso di liberazione, ma poi mi ha ripescata e io ci sono ricascata.
    A volte mi sono “azzerbinata” ma molte altre volte, soprattutto alla fine perché non ce la facevo più, ho reagito ribellandomi e lui ha usato le mie lecite reazioni contro di me dicendomi che non sono una persona calma, che lui vuole una persona calma accanto a sè. Chiunque perderebbe la pazienza se ha a che fare con lui.
    Per quanto riguarda l’invidia hai ragione tu, lui non provando empatia prova solo invidia, nei miei confronti e anche nei confronti del suo “amico” definendolo una persona insicura. In realtà la persona insicura è lui e proietta la sua insicurezza sugli altri.
    Non è capace di stare in una relazione.
    Massimo, a proposito di gossip e risatine mi sono ricordata che all’inizio mi disse che tra me e mia sorella gli piacevo più io, ero con mia sorella e mia cugina e lo incontrammo casualmente per strada e lei ce lo presentò, io all’epoca ero fidanzata con un altro. Insomma quando poi ci siamo frequentati mi disse che lui insistette con mia cugina (che non mi disse nulla) affinché io uscissi con lui e mia cugina gli disse che io ero fidanzata e che lei rideva con lui immaginando che mia sorella si sarebbe ingelosita se io fossi uscita con lui. Cosa c’è da ridere su una cosa del genere io non lo so. Vedere due sorelle in competizione diverte lui e mia cugina? Stiamo parlando di persone che hanno 38 anni non di ragazzini!
    È anche logorroico, Massimo hai capito proprio tutto di lui!
    Ciao Dance, mi rincuora la vostra comprensione, sapessi quanti dubbi ho avuto su di me e sul fatto che lui non fosse narcisista. Forse il fatto che io sia sempre disponibile è una calamita per questi soggetti.
    Grazie anche a te Mirna per la comprensione.
    Claudileila, hai perfettamente ragione, lui non ha nessun potere di giudicare la mia vita.

    Piace a 1 persona

    1. L azione fondamentale secondo me l hai fatta. Bloccare su tutto…io l ho fatto dopo un ora e non vado più su fb.a prescindere dal fatto che è bloccato , da 3 mesi. Non pubblicò,non guardo, non mi cancello ma lo farò a breve. Ora non voltarti indietro…se puoi…

      "Mi piace"

      1. Cara Claudileila, ammetto che all’inizio ho provato invidia nei confronti di mia sorella perché con lei sarebbe stato disposto ad uscire anche subito mentre con me aveva diradato di molto gli incontri. Fortunatamente sono tornata in me e mi sono resa conto dello squallore di questa persona che vuole intaccare anche i miei legami familiari.
        Ho letto Marietan e Pinuel e mi ritrovo in molti loro punti, il rinforzo intermittente, lo stile di vita parassitario, il magnetismo emotivo e il fascino superficiale, le bugie, gli occhi da “rettile”, la noia nelle relazioni e potrei continuare all’infinito, le ha tutte queste caratteristiche.
        Sai, lui va anche a Messa!
        All’inizio io sono stata ingenua, non credevo andasse per turismo sessuale in quei posti ma durante un litigio gli dissi che le mie amiche e mia sorella erano certe che andasse lì per quel motivo. Mi rispose che sono delle malpensanti e che va a vedere il mare in quei posti! Poi dopo mesi mi ha confessato dei night e dello schifo che andava a fare, dicendomi che lo fa solo se capita e che da single può fare quello che vuole.
        I suoi amici mi hanno voltato le spalle, non mi salutano più, nonostante io a loro non ho fatto nulla di male, non ho mai parlato male di loro, anzi dicevo a lui di smetterla di criticarli di continuo alle loro spalle.
        No, non mi sembra normale che diceva che gli piacevo più di mia sorella all’inizio. Quando poi gli ho ho detto che io fisicamente sono rimasta sempre la stessa mi ha risposto che ora non gli piaccio più.
        Forse ho perseverato con lui perché volevo essere l’unica donna nella sua vita, mi sentivo da meno alla sua ex ragazza che lui sostiene di non aver mai tradito ma ora mi rendo conto che può darsi pure che non l’abbia mai tradita fisicamente ma emotivamente l’ha fatto e il tradimento emotivo fa male tanto quanto quello fisico.
        A proposito di libertà, lui mi diceva:”io sono un uccello libero, se mi va di andare con un’altra ci vado! Non rinuncio alla mia libertà per niente al mondo.”
        Hai fatto un’analisi perfetta.
        Questa mia cugina è cattivella e pettegolina, non frequentandola assiduamente non pensavo fosse così perché si è sempre erta a maestra di vita, sempre pronta a
        dare consigli, sempre saggia. Va a Messa pure lei, a volte con lui.
        Mirna avverto una profonda solitudine adesso, ma non mi volterò indietro, so bene che se ci ricado un’altra volta non mi rialzo più. Non posso e non devo permettermelo/permetterglielo.

        Piace a 1 persona

      2. Lascia perdere i suoi ‘amici’. Spesso sono solo un paio di puttanieri (perdonami il linguaggio colorato) che vorrebbe trasgredire come lui ma c’è qualcosa che gli blocca. Sono apprendisti perversi che patteggiato per il loro ‘maestro’ o gli devono qualche favore. Per quanto riguarda tua cugina sospetto che sia la classica donna che si crede potente frequentando uomini che la trattano come una confidente. Sono donne che ascoltano e convalidano le peggiori cattiverie maschili nei confronti delle altre donne per credersi al di sopra di tutte le altre. La differenza tra questo tipo di donna compiacente con il peggio e le Charlie Brown è che le ultime sono ex amanti che hanno subìto un declassamento, mentre la donna accondiscendente con la perversità maschile non necessariamente lo è stata. Perché lo fa? Per dirsi e dirci: “Io sì che capisco la mente maschile!”. Balle. Possono provare empatia per un perverso, ma a forza di frequentare gente sprovvista di coscienza finiscono per perdere l’empatia verso le persone moralmente integre e per trovare ‘simpatico’ il loro lurido cinismo verso la vita. Vanno alla messa? Immagino il quanto la cosa possa far piacere al Diavolo! Possono pure baciare i piedi al Papa e guardarsi intorno per vedere quanta ammirazione destano in chi non conosce la loro malvagità, ma l’essenza ipocrita resta intatta ed è di per sé una condanna che impedisce ogni forma di evoluzione dell’anima.

        Piace a 1 persona

      3. Sicuramente è una scimmia volante.
        Poi c’è stata una sua amica che nonostante fidanzata lo ha ospitato per una notte a Roma e sono finiti a letto.
        Lui quando me lo ha raccontato rideva pensando al fatto che mentre era intimità con lei il suo ragazzo le ha mandato un messaggio!
        Perché tanto per lui fare certe cose è normale. E sono sono sempre amici! Contenti loro!
        E poi la poco seria sarei io.
        Purtroppo queste schifezze me le ha dette mesi dopo che ci stavamo frequentando, non poteva mica dirmelo subito altrimenti lo avrei schifato e non avrei proprio iniziato.

        Piace a 1 persona

    2. Oliver cara, non è che io ho capito tutto di lui, è che questi personaggi si somigliano un po tutti, è davvero inquietante.
      Io vorrei consigliarti una cosa : quella che tu vedi come la sua ” cerchia di amici ” il fatto che lui abbia tanti amici, questo potrebbe fregarti.
      Vedila come una congrega. Viene chiamata così in vari articoli.
      Il fatto che parlino di te potrebbe tenerti legata. Allontanati con stile, tu non sei come loro. Alla fine si azzannano tra di loro, stanne sicura.
      Queste sono delle micro sette .

      "Mi piace"

    3. Sicuramente ha iniziato a triangolare ancor prima di uscire con te…la loro attività preferita….
      Sicuramente mentre eri fidanzata eri “da conquistare” e quindi pub appetibile…
      Ma con il tuo ex ragazzo è finita a causa sua?
      Il mio primo np aveva molte “amichette” fidanzate e credo gli piacesse moltissimo fare quello che compete con il moroso ufficiale….
      Ovviamente nel momento in cui una donna si mette con lui il discorso cambia….

      "Mi piace"

      1. Il mio ex ragazzo è un altro str****
        Siamo stati assieme per 7 anni, mi ha lasciata e ripresa un sacco di volte, andava in chat alla ricerca di altre e siccome gli andava male tornava da me, tutto questo a mia insaputa. Mentre stavamo cercando casa e facendo progetti assieme ha deciso una notte (perché era annoiato) di andare in chat e ha conosciuto una straniera (lui era all’estero per lavoro), se l’è portata in Italia (lei e suo figlio di 10 anni) e se l’è sposata subito dopo (essendo di un altro continente penso abbia dovuto sposarla per farla rimanere in Italia).
        Ora che ci penso all’inizio con l’ultimo narcisista c’è stato un episodio “strano”, il 2 gennaio sera non è uscito con me, ha detto che aveva una cena a casa di sua sorella. Eppure mi stava facendo un love bombing incredibile, il giorno prima mi aveva riempita di complimenti sulla mia bellezza e intelligenza! Sicuramente sarà uscito con un’altra, gli scrissi un messaggio di buonanotte ma mi rispose dopo 3 ore esatte.

        "Mi piace"

      2. Si si…pure a me il giorno di Pasqua aveva detto che era in famiglia a cena la sera e invece ho poi scoperto che era andato a una festa…
        Penosi.

        "Mi piace"

      3. Ah le feste! Diceva che aveva il turno di lavoro di notte ma su Facebook ho trovato le sue foto dove era chiaro che fosse andato a ballare con le sue “amichette”.
        Ho passato una brutta Pasqua io, dopo un mese che non ci sentivamo gli mando un messaggio di auguri e mi dice di non “appiccicarsi” perché sta sentendo un’altra ragazza. Poi quando ci incontriamo (perché cambia idea e vuole vedermi) mi parla di questa “amica” della scuola di ballo, io vedo i suoi Like alle sue foto su Facebook e capisco che è lei la ragazza che gli piace.
        Gli chiedo chi sia questa ragazza e cosa ci sia tra loro e mi risponde “semplice amicizia”. Essi semplice amicizia perché lei non ha mai accettato di uscire con lui. Ed è ritornato dalla fessa ossia da me.
        Ho dovuto crearmi un profilo falso su Facebook, io che non sono mai stata iscritta su Facebook, che non l’ho mai usato perché contraria a mettere il mio nome e cognome e le mie foto ho dovuto mettermi sotto falso nome per spiarlo. Non ero più me stessa.

        Piace a 1 persona

      4. Infatti Oliver…la cosa brutta è che si arriva a fare delle cose che normalmente non si farebbero…a me ha detto che era andato in vacanza in Egitto con una sua amica e che avevano dormito in letti separati…hahaha…figurati se gli ho creduto. Tutte quelle che lui mi definiva come “amiche” erano tizie con cui aveva relazioni.

        Piace a 1 persona

      5. Sono talmente abili che riescono a trovare ragazze disposte ad andarci a letto e a dimenticare tutto il giorno dopo continuando tranquillamente a rimanere con il proprio fidanzato.
        Con loro l’amicizia resta.

        "Mi piace"

      6. Mi viene in mente un giorno che doveva vedersi ,a suo dire ,con la padrona di casa che affitta a la casa alla sua ex,alla cubana , e che appunto a suo dire lui ancora pagava l affitto 500 euro,ma da quando aveva conosciuto me non voleva sospendere di pagare perché poverina, a suo dire ,aveva una figlia e non poteva pagare l affitto da sola, non aveva più lavoro però, sempre a suo dire beveva e faceva uso di cocaina. Eh beh..niente male direi, comunque un pomeriggio e andato da questa pseudo padrona di casa per dirle che avrebbe disdetto il contratto intestato a lui e che da ottobre appunto non l avrebbe più rinnovato . Si sono incontrati in un supermercato al centro commerciale , ma come ho fatto a credergli ancora me lo chiedo, comunque quel giorno e arrivato poi a casa da me con le fedi incise di fidanzamento , non d oro ovviamente…E con una collana finissima di acciaio con una piccola croce che poi come avevo raccontato a claudelia in un post l ultima sera che abbiamo passato insieme si è spezzata da sola mentre era sul mio collo. Magicamente. Comunque il giorno dopo le fedi lui dice che ha perso il telefono. Come avrà fatto a credergli dalla tasca un telefono enorme e non accorgersene ? Fatto sta che il telefono e scomparso ed è successo dal giorno in cui ha messo la foto mia e sua su w.a. E dal giorno in cui gli ho chiesto se era così necessario nascondere l ultimo accesso di w.a. E così ho cominciato a capire un pochino. Aveva due telefoni e ovviamente due numeri in quel momento…E ce ne sarebbero di piccoli episodi..E tutto durante il love bombing dei più serrati.

        "Mi piace"

      7. Mirna è pazzesco…veramente sembra impossibile ma con loro non c’è da sorprendersi DI NULLA. Sicuramente hanno più numeri di telefono, più account di Facebook e chat (il mio secondo np aveva tre account su Facebook di cui uno creato il giorno del del suo compleanno….con la foto profilo di una donna! Non riesco nemmeno ad immaginare il motivo….si fingeva un trans forse?😱😁)….
        Non ci si può minimamente fidare di quello che fanno e che dicono. Poi con lucidità si mettono insieme i tasselli e viene fuori la mostruosità delle loro macchinazioni.

        Piace a 1 persona

  10. Alla fine i suoi amici sono come lui, parlano male l’uno dell’altra alle spalle. Se non mi salutano sono problemi loro, io sono con la coscienza a posto.
    Anche mia cugina è stata sottoposta a critica da parte sua, sul suo modo di vestirsi, sui suoi tratti fisici, è stata anche definita pazza. Mi ha detto che secondo lui lei vorrebbe qualche chance da lui. Ovviamente anche lei è oggetto di fantasie sessuali da parte sua.
    Lui critica tutte le ragazze, hanno sempre qualche difetto fisico.
    Massimo i suoi amici si azzannano alle spalle e poi non mantengono neanche loro la parola data, non si presentano agli appuntamenti e il giorno dopo sono più amici di prima, li vedi tranquillamente su Facebook a farsi le foto alle serate nei locali estivi sulla spiaggia.
    Io gli facevo notare che non ho mai mancato ad un appuntamento e mi arrovellavo il cervello nel cercare di capire perché loro venivano trattati meglio di me.
    Mirna per noi Agosto è stato un mese salvifico 🙂

    Piace a 1 persona

  11. Buongiorno a tutti/e
    Grazie di cuore alla Gentilissima Dr.ssa per la Sua perenne opera, per aiutarci ad avere le difese adeguati contro i cannibali virtuali! Questi essere non ci scelgono perché siamo empatico, generosi oppure intelligenti o ricchi! Questi opportunisti ci usano come le chiave che aprono le diverse serrature, visto le loro incapacità di affrontare una piccola banalità senza avere un sostegno, un aiuto o uno che si sostituisce al loro. Come bambini lattanti, infermi o portatori di handicap ( con tutto l’amore ed il rispetto per questi persone). Questi persone, in narcisisti,( solo perché lo sono) sonno dei sanguisuga, vampiri , sciacalli con il rispetto per questi creature che si nutrono per necessità e sopravvivenza! I narcisisti si nutrono di noi delle nostre qualità per gusto, sadismo, invidia e malvagità. Ci lasciano vuoti e senza energie e veniamo aggrediti e denegarti, uomini o donne che siamo.
    Vi auguro buonanotte.
    Milziade

    Piace a 1 persona

    1. Miliziade, scrivi “si nutrono per gusto, sadismo…” Accidenti se è vero…
      Io sono basita, dopo che mai avrei pensato tornasse a cercarmi visto che mi aveva scartata lui e fosse stato per me… Lo ammetto sarei ancora andata avanti masochisticamente per ritrovare ciò che vidi all inizio; è tornato a farsi sentire e salutare da fine ottobre, e dopo alcune mie richieste di parlarsi negate… Ora che cerco di non rispondere ai messaggi è arrivato a spintonarmi e scrivermi la notte per sapere se dormo…
      Quando rifiuti più volte di vedermi ma continui a punzecchiare in modo sempre più marcato…. Penso proprio sia “per il gusto di… O sadismo” diversamente affronteresti la persona. Sarei stata disposta a non riaccendere la discussione, ma solo a ritrovare un dialogo e vedere se mi dava una, una soltanto, una prova che lui non fosse così…. Ed invece non ha mancato il tiro. Mi ha confermato di tenermi a distanza pur non smettendo di cercarmi ma solo limitato al verbale e se non risposto (per salvare me stessa! Per cercare di mantenere ciò che a fatica ho provato a recuperare di me), a gesti di stizza come spintonarmi cosa che non mi aspettavo.
      Se non vuoi una persona…. Che tra l altro ti a dato il bene di quando si ama … Allora lasciala stare, non torturarla…

      "Mi piace"

      1. Buonasera Morgana, discutere in modo costruttivo, è un strumento per la nostra crescita, accettare la critica, e fare introspezione e autocritica è una sana scelta! Non è giusto, quando uno della copia, deve prendere la colpa, sottomettersi alla volontà altrui l essere invisibile. Non è amore, rispetto e reciprocità. Quindi assolutamente, non è una relazione, è un danno. Un caro saluto Morgana, a presto!

        "Mi piace"

  12. Sapevo non fosse Amore, perchè a parte l’inizio poi aveva cambiato le carte dicendo che era sesso. Ma credo che anche nei rapporti di sesso valga il rispetto e la considerazione.
    Sottostare alle sue volontà bhè posso anche dire che è scelta propria, puoi mollare il colpo se non ti sta bene. Ma come dici anche tu, doversi addossare delle colpe improponibili è la vera cosa ingiusta che non ha “uscita”, non ha giustificazione. E purtroppo quando sei presa, è anche la cosa almeno a me, che ha piegato di più la mia persona. L’unica cosa è che non mi aspettavo è questa sua reazione lasciando perdere i suoi messaggi. Ora siamo di nuovo agli sguardi di disprezzo. Ma ora è più una “battaglia” con me stessa, per essere migliore. Migliore di lui, migliore di com’ero, migliore delle etichette infondate.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...